Mauro Vecchio

USA, un social network in fumo

Blu, società specializzata in sigarette elettroniche, metterà sul mercato uno speciale pacchetto da cinque, capace di rilevare la presenza di altri fumatori in un raggio di 15 metri. Per stringere amicizie alla nicotina

Roma - Il numero globale dei dispositivi connessi in wireless è ormai aumentato a dismisura, dagli smartphone ai tablet, dalle automobili ai frigoriferi. Da oggi saranno social anche le sigarette, almeno quelle elettroniche che emettono vapore acqueo al posto del più classico e maleodorante fumo.

Ad immetterle sul mercato ci ha pensato Blu, società statunitense appunto specializzata in sigarette a vapore. Alla modica cifra di 80 dollari verrà dunque venduto uno speciale pacchetto da cinque, dotato di un sensore capace di rilevare la presenza di altri fumatori alternativi.

Il particolare pacchetto inizierà così a vibrare come un telefono, emettendo una luce blu se vicino - alla distanza massima di 50 piedi (15 metri circa) - ad un altro dispositivo venduto da Blu. Una funzione fondamentale per stringere nuove amicizie, almeno secondo il founder di Blu Jason Healy.
I fumatori elettronici potranno infine trasferire - il pacchetto è dotato di USB - una serie di informazioni personali sui propri computer, per dare vita ad una sorta di social network alla nicotina. Resta da capire quanti utenti possa mai attirare questa fumosa rete di relazioni.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • PIE-card per identificare chi fumaIn Giappone è partito il progetto pilota che consente di acquistare sigarette dai distributori automatici solo a chi è in possesso di un'apposita carta elettronica. Per contenere il consumo da parte di minori
3 Commenti alla Notizia USA, un social network in fumo
Ordina