Alfonso Maruccia

Automobili, quelle Google senza mani in Nevada

Lo stato USA potrebbe presto diventare il primo luogo al mondo a riconoscere legalmente l'utilizzo di automobili in grado di pilotarsi da sole. BigG ci crede e promuove una legge

Roma - Dopo aver dato prova della fattibilità del concetto di "guida senza intervento umano", Google intende portare molto oltre la sua iniziativa delle driverless-car imponendo, ex-lege, lo status di legittimità di questo genere di applicazione a metà fra robotica e tecnologia sensoriale avanzata. Almeno in uno degli stati che compongono gli USA.

Le robo-car di Google - modelli di Toyota Prius e Audi TT personalizzati con sensori, telecamere e tracciatori laser, grazie all'apporto del professore di Stanford Sebastian Thrun - hanno già totalizzato oltre 1.000 miglia di guida autonoma percorse sulle strade della California, e ora l'intervento di David Goldwater potrebbe trasformare questo exploit in una vera e propria iniziativa commerciale unica al mondo.

A Goldwater Google ha affidato la promozione di una legge tutta nuova e un emendamento alla legge che regolamenta l'uso dei veicoli elettrici: nel primo caso si tratta di consentire l'uso e la concessione in licenza di auto robo-guidate, nel secondo di permettere l'invio di SMS da parte dei "guidatori" delle suddette automobili.
Il professor Thrun si dice entusiasta della possibilità che una simile iniziativa venga approvata e ratificata ufficialmente dallo stato del Nevada, essendo egli convinto del fatto che "le auto che si guidano da sole trasformeranno il car sharing riducendo sensibilmente l'uso delle auto" e contribuiranno a creare le autostrade per il trasporto di domani.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaGuarda Google, senza maniUn totale di sette veicoli ha macinato migliaia di chilometri in giro per le strade di San Francisco. Senza interventi umani, solo con navigatore e sensori radar. BigG alla rivoluzione della mobilità
42 Commenti alla Notizia Automobili, quelle Google senza mani in Nevada
Ordina
  • Con gli enormi deserti assolutamente piatti che hannoA bocca aperta
    Vengano a far funzionare il loro sistema per le nostre stradine, avranno tutta la mia ammirazioneA bocca aperta
    Funz
    11610
  • vabbé, in Nevada sai che ci vuole...
    http://tinyurl.com/6g2udhz
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • E via con nuovi disoccupati! Camion autoguidati, caso mai in corsie personalizzate, per non complicare la vita al software, e a casa camionisti.... qui se non si rinventa il modello economico siamo fritti
  • Hai detto una cosa molto intelligente.

    Ma pensa quanto siamo lontani da questo: L'articolo 1 della nostra costituzione, il più importante, sarebbe il primo da eliminare. Dice infatti che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. E il lavoro è proprio quello che cerchiamo, con l'aiuto delle macchine, di eliminare.

    Si vede che quando l'hanno scritta pensavano allo schiavismo, ma non sapevano come scriverlo senza farsi scoprire. Così hanno scritto "lavoro".
    ruppolo
    32920
  • - Scritto da: sgabe
    > E via con nuovi disoccupati! Camion autoguidati,
    > caso mai in corsie personalizzate, per non
    > complicare la vita al software, e a casa
    > camionisti.... qui se non si rinventa il modello
    > economico siamo
    > fritti

    E' una fase di transizione. Il giorno in cui tutti i lavori potranno essere svolti da macchine, compresa la loro stessa produzione, non ci sarà più bisogno di lavorare ma soltanto di controllare che il lavoro sia fatto bene. Non ci sarà più concorrenza e tutti saremo liberi di vivere tranquilli e rilassati. Poi arriverà il T-800....Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • è che nel mentre io potrei essere morto... E cmq mi sembra una versione ottimistica, se con l'avvento delle macchine sono nati nuovi lavori, è perchè il bacino di utenza di beni e servizi è cresciuto e perchè ci siamo inventati nuovi bisogni, se queste due variabili per un motivo o l'altro si saturano son...ca...zi
  • - Scritto da: sgabe
    > E via con nuovi disoccupati! Camion autoguidati,
    > caso mai in corsie personalizzate, per non
    > complicare la vita al software, e a casa
    > camionisti.... qui se non si rinventa il modello
    > economico siamo
    > fritti

    E' la stessa cosa che dicevano con l'avvento dei computer.
    Me ne frego che tassisti, camionisti e carrozzieri falliscano. Non perchè mi stiano particolarmente antipatici, anzi, ma perchè ciò fa parte dell'evoluzione.
    Sono spariti i maniscalchi con l'avvento delle auto. E quindi?
    Ci sono decine di mestieri che non esistono più: il fabbro, lo spaccapietre, l'arrotino (inteso come il vecchio arrotino), ...
    Non credo che per questo sia morto qualcuno.

    Nicola
  • Parole sante. Se poi immaginiamo che questi veicoli siano più sicuri e mediamente più efficienti, allora si fottano tassinari e camionisti. E tanto che ci siamo bye bye al colpo di sonno...
    non+autenticato
  • Su questa via finira' che piu' nessuno sara' necessario, a parte il riccone che potra' permettersi di finanziare e poi guidare intere fabbriche dando ordine ai robot.

    ..... ma non e' che non servira' piu' neppure quello?

    ..... e che cosa produrra' e per chi?

    Boh!
    non+autenticato
  • Onestamente, con le tariffe che hanno i tassisti, che si f.... pure, il loro mestiere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sgabe
    > E via con nuovi disoccupati! Camion autoguidati,
    > caso mai in corsie personalizzate, per non
    > complicare la vita al software, e a casa
    > camionisti.... qui se non si rinventa il modello
    > economico siamo
    > fritti

    Le merci andrebbero levate proprio dalla strada:
    1) trasportate il più possibile via ferro
    2) trasportate il meno possibile!
    Funz
    11610
  • ma pensate una bella macchina in grado di pilotarsi da sola: niente + multe e punti della pantente, niente stress e incazzature ... perchè tanto guida lei e andrà sempre a distanza e velocità di sicurezza, magari anche con corsie preferenziali .. io son li dentro beato con praticamente un "pc", tanto le fa google e ti pare che non si colleghino a internet?

    che figata giocare a gt racing mentre la macchina guida tutta da sola!!!

    tlin tlon destinazione raggiunta!
    di gia? proprio ora che volevo giocare a fifa!
    non+autenticato
  • Ce da sperare che le faccia Google, altrimenti ti farà "tlin tlon, siamo spiacenti per i passeggeri ma si è verificato un errore di protezione generale ef54ca9c67bb:3520 e tutti i fz..sszf... verranno arrestati", quindi la macchina si fermerà per strada con le portiere bloccate e una luce blu illuminerà l'abitacolo Rotola dal ridere
    ruppolo
    32920
  • non so.. io non credo che riuscirei a fidarmi al 100% di un software che ha nei propri algoritmi la reponsabilita' della mia vita, con la conseguenza che comunque starei attento a come procede il viaggio come se stessi guidando io. ci sono un sacco di imprevisti per strada, pre impostare le risposte a tutti mi sembra impossibile, anche se mi piacerebbe venire smentito dai fatti
    non+autenticato
  • Tipo quindi nn ti fidi dell'ascensore, o delle metro che guidano da sole...basta abituarsi, poi diventa normale....
  • ma l'ascensore quanti tipi di imprevisti deve gestire?
    la metropolitana poi va su dei binari..
    il pilota automatico di un aereo non deve fare i conti con incroci con millemila automobili, gatti o cani o pedoni che si gettano in mezzo alla strada, palloni che escono dai giardini e bambini che lo rincorrono.

    non dico che non lo voglio eh, e neanche che l'uomo sia piu' bravo delle macchine (a giudicare da quello che si vede per strada), pero' un certo senso di insicurezza sono sicuro che l'avrei!Sorride
    non+autenticato
  • Secondo te l'ambiente in cui opera un'automobile ha una complessità paragonabile ad un ascensore?
  • boni e lo sò, che una strada è ben diversa da una via di una metro, quello che volevo dire è che ci si abitua, 50 anni fa avessero detto di salire sua una metro che va da sola, forse molti avevano la paura che abbiamo ora di essere guidati da una macchina.
  • - Scritto da: sgabe
    > boni e lo sò, che una strada è ben diversa da una
    > via di una metro, quello che volevo dire è che ci
    > si abitua, 50 anni fa avessero detto di salire
    > sua una metro che va da sola, forse molti avevano
    > la paura che abbiamo ora di essere guidati da una
    > macchina.

    Quoto.
    Ed aggiungo: il pilota automatico di un aereo deve gestire una grande mole di variabili che, seppur non includendo il bambino che si butta in strada seguendo un pallone, sono comunque molto complesse.

    Per quanto riguarda la complessità di un ambiente cittadino, io sono convinto che un sensore di prossimità sia molto più preciso, veloce ed accurato di un guidatore umano esperto. Il famoso bimbo potrebbe essere rilevato ancor prima che entri nel campo visivo del guidatore e la risposta dell'auto sarebbe più veloce di quelle di un uomo.
    Senza contare che l'auto non s'incazza, non parla al telefono, non si ubriaca, non si distrae a guardare una bella ragazza, ecc...

    Nicola
  • certo, ma anche la strada non e' una striscia di asfalto ideale. In aria hai correnti, pressioni diverse, ecc. In strada hai terreni diversi, asfalto sconnesso, buche. ho capito quello che intendi, ma non credo che sia molto piu' facile fare un sistema autonomo per muovere veicoli in strada. In stradine strette tipiche italiane, dove di solito l'umano esce un po' di strada per passare in contemporanea ad un altro veicolo che arriva in senso opposto cosa fara' l'algoritmo? uscira' di strada? entrambe le macchine si fermeranno aspettando che la situazione di stallo si risolva da sola?

    e per il sensore di prossimita', il bambino (ormai mi ha preso bene questo esempioCon la lingua fuori) non ha per forza un moto uniforme. puo' decidere di fermarsi a bordo strada appena in tempo, puo' decidere di gettarsi comunque, puo' deviare la sua traiettoria all'ultimo momento o magari era interessato a 5 euro che fatalita' erano a bordo strada e di invadere lo spazio dedicato ai veicoli non gliene puo' fregare di meno. come verra' risolta la non predicibilita' delle azioni animali (e umane)?. fermandosi ogni volta? l'uomo con l'esperienza (il piu' delle volte) interpreta la situazione e capisce quando fermarsi. una (eventuale) rete neurale segna in negativo un'azione quando tira sotto un pedone?A bocca aperta

    quoto: Senza contare che l'auto non s'incazza, non parla al telefono, non si ubriaca, non si distrae a guardare una bella ragazza, ecc...
    !

    guarda che sarei felicissimo di vedere mezzi autonomi girare per le strade.. mi sembra comunque un qualcosa di estremamente complesso (probabilmente perche' non sono talmente bravo da riuscire a realizzare un qualcosa di simile e si sa che l'ignoto spaventa)
    non+autenticato
  • Per non parlare delle strade di montagna: lì ti assicuro che ti passa la voglia di "andare fuori strada", oppure lo fai una volta sola nella vita (di solito, poco prima che finisca) =P
    Vorrei sapere se e come se la caverebbe una di queste automobili autoguidanti su una strada stretta di montagna..
    non+autenticato
  • Io invece non lo vedrei più complesso di molte altre automazioni.
    Semplicemente sarebbe IMPOSSIBILE convicere l’uomo a muoversi da auto governate da pc, pertanto nessuno si mette a sviluppare l’idea.

    Inoltre aggiungo che l’eventuale auto guidata da pc sarebbe dotata di un moto molto molto più uniforme, con conseguente calo dei “picchi di velocità” e conseguente aumento del rischio, ovviamente a parità di tempi di percorrenza. Ovviamente parlo di un discorso “medio”, magari non applicabile al tragitto casa\bar di 5 minuti, ma mediamente credo sia valido.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)