Cristina Sciannamblo

Amazon, Lady Gaga e la cloud music

99 centesimi di euro il prezzo del nuovo album della cantante su Amazon. Una mossa diretta nei confronti di Apple: comincia la battaglia per la supremazia sulla cloud music

Roma - 99 centesimi di euro: è la cifra spesa dagli utenti che sono riusciti ad acquistare il nuovo album di Lady Gaga su Amazon. Ma l'entusiasmo dei fan è durato poco dal momento che le richieste di download sono state talmente numerose da mandare in crash il negozio di musica digitale.

Le difficoltà tecniche hanno procurato un ritardo nei download, impedendo agli acquirenti di fruire dell'album subito dopo il pagamento. Il portale si è scusato con un messaggio ufficiale: "Amazon sta trattando un elevato volume di contenuti e i download sono in ritardo. Se i clienti ordinano oggi avranno l'intero album di Lady Gaga al prezzo di 99 centesimi. Grazie per la pazienza".

Tuttavia, nonostante le scuse, gli utenti non non hanno risparmiato i giudizi negativi, assegnando una stellina all'ultima fatica musicale della cantante per punire, il realtà, il servizio offerto dal portale.
Nonostante gli inconvenienti tecnici, gli osservatori non hanno potuto fare a meno di notare il grande risparmio economico offerto da Amazon rispetto ad altre piattaforme come iTunes, attraverso il quale "Born This Way" è acquistabile al prezzo di 11,99 dollari e 15,99 per la special edition.

L'offerta di Amazon prevede, tra l'altro, l'estensione dello spazio cloud di archiviazione fino a 20 GB, servizio che, normalmente, costa 20 dollari. Una scelta che, secondo qualcuno, è direttamente collegata all'imminente lancio della piattaforma cloud per iTunes da parte di Apple.

Un segnale che lascia pochi dubbi sul fatto che la battaglia sulla cloud music è appena cominciata. E Lady Gaga è la prima arma sfoderata da Amazon nei confronti della concorrenza.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàLady Gaga: nulla contro i piratiAnzi: si lasciano ingolosire dall'artista per poi partecipare al tour. Che rappresenta la fonte di guadagno principale, checché ne dica l'industria
  • Digital LifeGagaville, una lady su FarmvilleStretta una partnership tra Zynga e la pop star. Quest'ultima sosterà per una settimana nella fattoria virtuale, mettendo a disposizione i suoi cimeli e le tracce esclusive del suo album prossimo all'uscita
  • BusinessApple tra le nuvole della musica?Stando alle recenti indiscrezioni, la Mela sarebbe pronta ad abbracciare tutte e quattro le grandi sorelle del disco. Per annunciare a giugno il suo atteso servizio di streaming in the cloud. Già sbaragliata la concorrenza non licenziata?
11 Commenti alla Notizia Amazon, Lady Gaga e la cloud music
Ordina
  • Qui nessuno commenta che queste soluzioni tolgono respiro alla filiera e fanno perdere posti di lavoro a commessi, venditori di distributori, stampatori di CD ecc ecc ecc?
    Quei lamenti si usano solo per la pirateria giusto?
    Un po' di coerenza, o ve ne lamentate sempre o TACETE e capite che la filiera semplicemente cambia merceologia trattata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Un lettore
    > Qui nessuno commenta che queste soluzioni tolgono
    > respiro alla filiera e fanno perdere posti di
    > lavoro a commessi, venditori di distributori,
    > stampatori di CD ecc ecc
    > ecc?
    > Quei lamenti si usano solo per la pirateria
    > giusto?
    > Un po' di coerenza, o ve ne lamentate sempre o
    > TACETE e capite che la filiera semplicemente
    > cambia merceologia
    > trattata.

    Il tal Pepito si lamentava anche di questo... non vuole rassegnarsi a cambiare mestiere.
    Funz
    11235
  • Tralasciando i giudizi su Lady Gaga (che comunque se una roba del genere vende 50 milioni di dischi allora il prossimo che si lamenta della crisi del settore va rinchiuso!)... questa e' l'ennesima dimostrazione della megainutilita' e inaffidabilita' delle nuvolette... gia' paghi per una roba che non e' tua ma ti e' concessa in licenza, col cloud poi non sta manco su qualcosa di tuo.... bisogna proprio essere messi male ma male parecchio.

    Finira' tutto la' tra qualche annetto e tutti saranno felici come beoti perche' gli avranno abbassato i prezzi mentre loro avranno abbassato i pantaloni...

    Le nuvole servono solo a fare ombra e pioggia...
    non+autenticato
  • Se non ho capito male, per 99 cent puoi fare il download.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ziovax
    > Se non ho capito male, per 99 cent puoi fare il
    > download.

    A ciccio non gli sta bene 99 cent per un album. Vuole il vinile consegnato da Lady Gaga in persona e gratis.
    non+autenticato
  • sono 99 cent per una sequenza di bit che se hai le credenziali puoi inserirla in un riproduttore musicale (che magia! interpreta sequenze senza senso di bit in music) e ascoltare in streaming... che diavolo ho comprato??? io non capisco. all'uni ho trovato gente che condivide la libreria di itunes in rete, gratis, è la stessa cosa, se lui ha pagato in teoria per quei brani... se posso scaricarli e metterli su cd senza problemi ok, no problem (anche se preferisco comprare una copia fisica)
    non+autenticato
  • Ma nemmeno se mi paga tutto l'oro del mondo, guarda!!! Preferisco ascoltare un martello pneumatico...

    Poi, il negozio e' solo x gli USA e la famosa offerta da 99 centesimi non si trova piu'

    http://www.amazon.com/MP3-Music-Download/b/ref=sa_...

    Ti costano 69c i singoli...

    Sul cloud poi mi sono gia' pronunciato varie volte. Per questi servizi poi e' assurdo... che fai... ti ascolti l'album in streaming mentre fai jogging spendendo un botto di connessione?
    non+autenticato
  • Confermo che come cliente ITA non e' possibile usufruire dell'offerta:

    "We are sorry...

        We could not process your order. The sale of MP3 Downloads is currently available only to US customers located in the United States.

        We apologize for any inconvenience this may have caused you."
    non+autenticato
  • Come cliente ITA in mezzo mondo non ti vogliono! E non hanno tutti i torti...

    Figurati poi se dopo aver aperto il sito italiano ti fanno comprare in USA col dollaro basso come ora...

    Potremmo acquistare qualsiasi cosa ovunque e invece siamo messi peggio che ai tempi prima del web... limitano la quantita', la varieta' delle cose in maniera del tutto artificiale... non mi fai trovare nel negozio del mio paese la serie in nepalese antico del nordest? Ok... posso comprarla in Nepal... no mi spiace, niente ordini al di fuori del Nepal... e poi si chiedono perche' la gente scarica...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio quanta ciccia
    > Come cliente ITA in mezzo mondo non ti vogliono!
    > E non hanno tutti i
    > torti...
    >
    > Figurati poi se dopo aver aperto il sito italiano
    > ti fanno comprare in USA col dollaro basso come
    > ora...
    >

    no il problema e' che i distributori "itagliani" di lady gaga non vogliono...e' meglio sempre pagare i 20 euro per un cd con drm...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio quanta ciccia
    > Figurati poi se dopo aver aperto il sito italiano
    > ti fanno comprare in USA col dollaro basso come
    > ora...

    Parlando di Amazon, puoi ordinare su qualsiasi dei loro siti - io ordino abbastanza regolarmente dal sito inglese, perché la musica che mi interessa è disponibile solo lì.

    Però, NESSUNO dei siti Amazon - almeno fino a un paio di mesi fa, l'ultima volta che ho provato - ti permette di acquistare MP3 dall'Italia. E questo a prescindere dalle offerte, che invece ricevo regolarmente, e dal costo dei brani: non sono acquistabili nemmeno i brani gratuiti.