Pillole di Palladium in un kit

Microsoft intende rilasciare in autunno un kit software con cui gli sviluppatori potranno iniziare a prendere dimestichezza con il codice di Palladium, uno dei componenti alla base di Longhorn

Redmond (USA) - Durante l'edizione di ottobre della Microsoft Professional Developers Conference, il big di Redmond rilascerà una prima versione preliminare di un kit per sviluppatori per la sua tecnologia di sicurezza Next-Generation Secure Computing Base (NGSCB), nome in codice Palladium.

Microsoft ha spiegato che il kit darà agli sviluppatori la capacità di lavorare con il codice che sta alla base della piattaforma NGSBC e prendere così confidenza con una tecnologia che sarà parte integrante di Longhorn, la prossima versione di Windows attesa per il 2005.

Il kit conterrà, secondo il gigante del software, una versione "base e molto preliminare" di API che "funzioneranno con i linguaggi di programmazione standard".
Come noto, per funzionare NGSBC richiederà l'apporto di alcune modifiche all'architettura hardware dei PC, fra cui quella dei processori: Intel e AMD sono stati fra i primi produttori di CPU ad annunciare il supporto di Palladium nei loro futuri prodotti.

Microsoft ha ribadito il fatto che NGSBC potrà essere attivato e disattivato a piacere dall'utente: un'icona segnalerà la modalità operativa - sicura o non sicura - scelta dall'utente per far girare un'applicazione. Il big di Redmond ha tuttavia precisato che in futuro i software scritti per sfruttare questa tecnologia potrebbero rifiutarsi di girare con le funzionalità di sicurezza disabilitate.

Mario Juarez, group product manager di Microsoft per la tecnologia NGSBC, ha spiegato che la prima versione di Palladium non sarà in grado di supportare le interfacce grafiche né applicazioni video: il motivo, secondo Juarez, è che anche i chip delle schede grafiche dovranno essere modificati affinché possano garantire una robusta sicurezza per le applicazioni.
TAG: microsoft
132 Commenti alla Notizia Pillole di Palladium in un kit
Ordina
  • A questo punto mettono a disposizione le specifiche del sistema.....
    mi chiedo quanto ci metterà ad uscire un chip da schiaffare sulla mother board ( un po' alla playstation....) che mandi a vendere il pesce al sicurissimo sitema Palladium.
    Oppure un crack software.....

    Bè vorra' dire che giocheremo tutti a Gran turismo 3 su PC

    Amo il vecchio Bill Troll

    non+autenticato
  • a me sta cosa mi sa di una cacata monumentale ... ci controllano anke quello che installiamo ??? Se io voglio installare lo screen saver di Selen non posso se non cè la firma digitale ??? boh ma che razza di idee...

    "Con Palladium sarete al sicuro da Virus, Trojan, Spyware..."

    ma chi ci proteggerà dalla Microsoft ??

    Super Ciccio Farina ???


    boh intanto visitate il sito ufficiale www.supercicciofarina.lol

    non+autenticato
  • Premetto : NON SARO' BREVE

    A parte il titolo provocatorio del thread, fatto apposta per attirare la vostra attenzione, vorrei provare a mettere un pò d'ordine nelle idee di tutti che sono molto confuse. Ho letto tutte le specifiche tecniche sia di TCPA che di Palladium e devo dire che, a mio parere, Stallman & C. stanno dicendo un sacco di bugie : TCPA e Palladium NON impediscono l'esecuzione di software pirata; NON consegnano il vostro computer nelle mani di nessuno se non nelle vostre; NON impediscono la visione di film o l'ascolto di canzoni scaricati dal p2p; NON cercano la presenza di materiale "potenzialmente illegale" per cancellarlo arbitrariamente; NON obbligano a certificare il software e tantomeno impediscono l'esecuzione di software non "certificato" o non conforme ai loro dettami; NON ESISTE NESSUN "FRITZ" e NON esiste NESSUN elemento nè hardware nè software che agisca come questo fantomatico chip. Io stesso sono così allibito che ho letto e riletto le specifiche e mi domando "possibile che abbiano davvero preso un granchio così enorme loro, indiscussi geni informatici? o che abbiano messo in piedi una campagna denigratoria di queste dimensioni portando argomenti così palesemente falsi?". Il dubbio mi assale continuamente e chiedo il vostro aiuto : vi prego di rispondermi in tanti portando le vostre obiezioni, i vostri esempi di possibile abuso delle tecnologie TCPA/Palladium ed io cercherò di darvi le contro-risposte basandomi su quanto appreso dalle specifiche e chissà che non riesca così a trovare anche io questo fantomatico trucco tecnico truffaldino che finora non sono riuscito a vedere. In attesa delle vostre risposte, cercherò io di rispondere ad alcuni esempi che ho già letto fin qui su questo stesso forum. Poc'anzi ho detto a grandi linee cosa TCPA/Palladium non è. Proverò ora a sintetizzare, sempre a grandi linee, che cosa è. TCPA/Palladium sono delle specifiche per l'implementazione hardware (TCPA) e software (Palladium) di una piattaforma che consentirà a degli applicativi di girare in modalità sicura e protetta da "cattivoni" esterni. Vorrei porre il primo accento sulla parola "consentirà", infatti in NESSUNA parte della documentazione di TCPA o Palladium si parla di "obbligo", tutt'altro. Qualsiasi software (s.o., driver, applicativo) potrà decidere se sfruttare o meno queste nuove caratteristiche e, qualora decidesse di sfruttarle, non dovrà chiedere licenze, certificazioni o autorizzazioni a nessun altro al di fuori del legittimo Proprietario del computer o a chi da lui delegato. E' di una certa importanza la distinzione tra "Proprietario" ed "Utente", poichè gran parte della filosofia alla base di TCPA si basa proprio su questa differenza, ed in nessuna parte nè di TCPA nè di Palladium si dice che il "Proprietario" debba essere una qualsivoglia azienda esterna che controlla tutto. Invece, il "Proprietario" è, in pratica, il primo che arriva ad ogni accensione del computer!! Questo è detto in parole molto semplici; vi sono davvero molteplici aspetti che spiegherò in un prossimo post a chi volesse saperlo. Per ora, vi dirò che non c'è NESSUN modo NASCOSTO per qualcuno al di fuori di voi (che siete indubbiamente il legittimo "Proprietario" del vostro computer, oltre che l' Utente) di acquisire tale privilegio. Nella filosofia TCPA/Palladium il "Proprietario" è davvero l'onnipotente sull' intero computer ed è lui che stabilisce il chi/cosa/dove/come/quando di qualunque cosa. Ma, come ho detto, il "Proprietario" del vostro computer siete VOI ed avrete tutti i mezzi per assicurarvene in maniera insindacabile.
    Qualcuno ha parlato di "liste di disabilitazione", in particolare in relazione al fantomatico Fritz che al boot farebbe un sacco di cose meschine tipo controllare licenze,ecc. Ebbene, tutto ciò è semplicemente FALSO! ci sarà un nuovo chip ma sarà alla stessa stregua degli attuali BIOS e quindi sarà configurabile all'atto del boot, farà i suoi test, scriverà i suoi registri per identificare cosa viene fatto prima di passare il controllo al s.o., dopo di chè se ne starà buono buono ad attendere i comandi dal s.o. Questo per l'hardware. Per il s.o. Microsoft prevede le creazione di un ambiente protetto, una specie di kernel nel kernel (o, meglio, kernel parallelo), dove il software che lo vorrà potrà trovare il suo spazietto di esecuzione totalmente immune da qualsiasi intromissione (salvo qualche bachetto in perfetto stile microzozz Sorride ), persino il s.o. tradizionale (il kernel principale) non avrà giurisdizione alcuna al punto tale che, a detta di Microsoft, neanche saprà dell' esistenza in esecuzione di quel software. Tutto qua. Niente altro. Quello che i novelli lanciatori di anatemi dicono che Palladium farà, può benissimo essere fatto anche oggi (anzi, viene GIA' fatto oggi, vedi dialers, spyware, ecc...), poteva benissimo essere fatto anche ieri l'altro e non c'entra niente nè con TCPA nè con Palladium. TCPA e Palladium hanno scopi di certificazione dell' hardware e del software, ma cosa si intende per "certificazione"? NON significa che ogni produttore di hardware e software deve ottenere una sorta di autorizzazione da Microsoft o chicchessia per far funzionare il loro prodotto, significa consentire a software che VOGLIANO farlo (e dietro autorizzazione del "Proprietario"; questa è una clausola ONNIPRESENTE nelle specifiche) di verificare se l'hardware è quello "adatto" a far girare il software e/o, in caso di connessioni via rete, se il software remoto che parla al software locale sia proprio quello che ci si aspetta. In pratica, il concetto di "firma digitale" applicato all'hardware ed al software. Si dice anche che Microsoft giustifichi l'introduzione di queste specifiche con la "scusa" che garantirebbero immunità da spam e virus. FALSO. TCPA/Palladium NON garantiscano tale immunità, e Microsoft afferma ciò. Eccovi un estratto delle FAQ di Microsoft che trovate per intero a

    http://www.microsoft.com/technet/treeview/default....

    [
    Q: Will the next-generation secure computing base stop spam or prevent viruses?

    A: Unfortunately, no. Despite some hype in the media, introducing these enhancements to the PC ecosystem will not, in and of itself, stop spam or prevent viruses. However, by using NGSCB technology as a foundation, a number of trust and infrastructure models can be built to help combat spam and viruses in new and effective ways.
    ]

    Notate che "next-generation secure computing base" (per gli amici NGSCB) è il nuovo nome di Palladium. Una delle pochissime cose vere che sono state dette è che con TCPA la Microsoft (ma anche qualunque altra azienda piccola o grande che volesse farlo) potrebbe rendere ancora più chiusi i documenti dei suoi programmi di Office impedendo a tutti gli effetti ad altri software di aprire i vari file Word, Excel, ecc. Questo è vero. Con TCPA ora è possibile sviluppare un simile software, comunque sono personalmente convinto che se un qualsiasi softwar
    non+autenticato
  • E' arrivato zorro! e secondo te centinaia di milioni di persone in tutto il mondo avrebbero preso una cantonata?? e tu saresti il depositario del verbo?? vattene a Redmond crumiro....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' arrivato zorro! e secondo te centinaia di
    > milioni di persone in tutto il mondo
    > avrebbero preso una cantonata?? e tu saresti
    > il depositario del verbo?? vattene a Redmond
    > crumiro....

    ....sei solo un troll, è da premettere che non sono Quasar
    dopo una spiegazione su suoi punti di vista tu lo liquidi con 5 righe mal documentate gente come te farebbe bene a non postare su questi forum.
    non+autenticato
  • > E' arrivato zorro! e secondo te centinaia di
    > milioni di persone in tutto il mondo

    quali centinaia di milioni di persone?
    dove le vedi?

    > avrebbero preso una cantonata?? e tu saresti
    > il depositario del verbo?? vattene a Redmond
    > crumiro....

    chi lo e' depositario del verbo?
    penso nessuno nel mondo terreno...
    invece di dare del krumiro, spiegami perche' lui si sbaglierebbe
    e senza leggere i discorsi di stallman per favore...
    prendi la documentazione su tcpa.org e mi dici "vedi da questo estratto si capisce che hai detto una cazzata"

    Stallman e' un altro che crede di essere lui il verbo...
    non gli date troppo retta...
    non+autenticato
  • Colpisce l'importanza che Microsoft attribuisce al marketing. Addirittura incaricare alcune persone di fare controinformazione sui forum! Ero a conoscenza del fatto che un reparto della MS e' incaricato di relazionare in merito alle reazioni dell'utenza a Palldium/DRM, ecc. ma a quanto pare si sta passando al contrattacco. Piuttosto astuto, ma vedremo se funzionera'. Poi il problema e' che i galoppini MS si riconoscono sempre dal fatto che trattano l'utente come uno stolto: infatti negano l'evidenza.
    Saluti.
    Prospero
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Colpisce l'importanza che Microsoft
    > attribuisce al marketing. Addirittura
    > incaricare alcune persone di fare
    > controinformazione sui forum! Ero a
    > conoscenza del fatto che un reparto della MS
    > e' incaricato di relazionare in merito alle
    > reazioni dell'utenza a Palldium/DRM, ecc. ma
    > a quanto pare si sta passando al
    > contrattacco. Piuttosto astuto, ma vedremo
    > se funzionera'. Poi il problema e' che i
    > galoppini MS si riconoscono sempre dal fatto
    > che trattano l'utente come uno stolto:
    > infatti negano l'evidenza.
    > Saluti.
    > Prospero

    Scusa, non ho capito bene una cosa : stai dicendo che sono io il galoppino ms di cui parli? se si, dov'è che nego l'evidenza, dato che ho solo chiesto un confronto in pure stile accademico? e poi quale evidenza? per quanto ho letto io dalle specifiche l' evidenza è che stavolta sono Stallman & C a fare i furbi raccontando menzogne su tcpa e palladium per gettare discredito su ms. E questo a parte il fatto che a me personalmente farebbe pure piacere se, con questa mossa, riuscissero a far fare a ms un altro passo verso il rilascio dei loro prodotti in open-source. In ogni caso lo scopo del mio appello è limitato alla questione delle caratteristiche di tcpa e palladium e ciò che consentirebbero di fare in quanto tali. Se vuoi partecipare sei il benvenuto e, anzi, ti ringrazio di ciò, però ti prego di portare esempi pratici e/o precisi riferimenti alla documentazione tecnica

    Quasar

    non+autenticato
  • > Colpisce l'importanza che Microsoft
    > attribuisce al marketing. Addirittura
    > incaricare alcune persone di fare
    > controinformazione sui forum! Ero a
    > conoscenza del fatto che un reparto della MS
    > e' incaricato di relazionare in merito alle

    ma chi sei? 006eduefigure?

    ma vatti a nascondere
    cioe', uno ti spiega in 200 righe cosa ne pensa di TCPA e tu
    pensi davvero che buttando il sospetto che sia un "spia" MS
    potresti essere piu' credibile di lui?

    fai uno sforzo, e cerca di esporre il tuo punto di vista
    spiegaci perche' il tizio piu' sopra si sbaglia...

    a me interessa saperlo...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > a me interessa saperlo...
    >

    Ciao.

    Se ti interessa, la mia personale campagna si è spostata su altri thread in altro forum, anche se, in seguito alle argomentazioni altrui, affronta più questioni di licenza che non questioni tecniche. Se sei interessato puoi cominciare a leggere dai seguenti link

    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=3897...
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=3899...
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=3899...
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=3897...

    Se invece preferisci mantenere la discussione su argomenti prettamente tecnici (come da mia intenzione iniziale), è meglio restare "di qua" che è un forum ormai non più frequentato

    Quasar
    non+autenticato
  • Da tutto quel discorsone, io mi traggo le conclusioni che palladium è una grandissima stupidata, perchè non serve assolutamente a nulla. Se un utente può infatti dire ad un virus "sì, parti" / "no, non partire", è chiaro che molti di quei virus partiranno. I dial-up ne sono una prova: in tantissimi siti appare la scrittina "scaricare ed installare il programmino". E se ci sono state diverse denunce è perchè molti hanno premuto "si"....
    Se palladium si limitasse a questo, cosa l'hanno fatto a fare ?
    E poi non penso proprio che la cara ms nn pensi di prelevare alcune info sulle nostre abitudini come penso gia faccia con i suoi bast*** explorer, messenger ed outlook (che, guardacaso) non possono essere disinstallati dal sistema
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Da tutto quel discorsone, io mi traggo le
    > conclusioni che palladium è una grandissima
    > stupidata, perchè non serve assolutamente a
    > nulla. Se un utente può infatti dire ad un
    > virus "sì, parti" / "no, non partire", è
    > chiaro che molti di quei virus partiranno. I
    > dial-up ne sono una prova: in tantissimi
    > siti appare la scrittina "scaricare ed
    > installare il programmino". E se ci sono
    > state diverse denunce è perchè molti hanno
    > premuto "si"....
    > Se palladium si limitasse a questo, cosa
    > l'hanno fatto a fare ?

    Palladium non ha niente a che vedere con la difesa da virus (credo di averlo scritto chiaramente). E non si limita a chiedere si/no all'esecuzione di ogni singolo programma (sarebbe follia pura) semplicemente perchè proprio non lo fa, a meno che non sia il proprietario del computer ad impostare così. Sostanzialmente lo scopo di Palladium è quello di fornire un ambiente di esecuzione "asettico" a quegli applicativi che volessero goderne

    > E poi non penso proprio che la cara ms nn
    > pensi di prelevare alcune info sulle nostre
    > abitudini come penso gia faccia con i suoi
    > bast*** explorer, messenger ed outlook (che,
    > guardacaso) non possono essere disinstallati
    > dal sistema

    Palladium non sposta di una virgola il concetto, nè in meglio nè in peggio. Tanto è vero che, come dici, già si sospetta che lo faccia proprio perchè sia lei che qualsiasi altra ditta che rilascia software closed potrebbe farlo, e senza bisogno di TCPA o Palladium
  • IMHO è un pc che:

    -E' stabile, stabile, stabile....e inoltre, stabile.

    -Se si pianta o rallenta paurosamente, mi dà la possibilità di vedere immediatamente perchè e in che modo (libreria e chiamata che hanno provocato il guaio)

    -Ha un doppio bios, in modo tale che, anche in caso di errori nell'upgrade, non devo buttere la MB (sarebbe bello venisse fornito di serie il kit di sviluppo per programmarsi il bios da soli..A bocca aperta )

    -Mi avverte se qualche programma fa qualcosa che non voglio (e devo poter specificare in modo chiaro e veloce cosa voglio e non voglio che venga fatto in automatico).

    -Non salva nulla in posti strani, non ha assolutamente memoria di cosa ho fatto ieri, a meno che non sia io a dirglielo, e anche in quel caso devo potergli dire dove salvare la "memoria"

    -Se cancello una cosa (magari con shift+ctrl+canc per esempio), è cancellata, andata, perduta, eliminata. Neanche i marziani e il signor Spock devono poterla recuperare, neanche in 10 anni di lavoro.

    -Se sono in rete, devo poter configurare tutto al volo...come vedere la pagina, quali carateristiche della pagina voglio che funzionino e quali no eccecc....

    -Se sono in rete, devo poter sapere in ogni momento che informazioni sto trasmettendo e a chi.

    -varie ed eventuali

    Amen.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > IMHO è un pc che:
    >
    > -E' stabile, stabile, stabile....e inoltre,
    > stabile.

    Mah, questa è solo l'intenzione, ma non lo scopo primario,
    che è impedire la pirateria

    > -Se si pianta o rallenta paurosamente, mi dà
    > la possibilità di vedere immediatamente
    > perchè e in che modo (libreria e chiamata
    > che hanno provocato il guaio)

    Ma non doveva essere stabile?
    Vuoi che ti faccia scoprire cosa ci gira sotto?

    > -Ha un doppio bios, in modo tale che, anche
    > in caso di errori nell'upgrade, non devo
    > buttere la MB (sarebbe bello venisse fornito
    > di serie il kit di sviluppo per programmarsi
    > il bios da soli..A bocca aperta )

    Sono ANNI che le mb gigabyte hanno una copia del
    bios in una rom non scrivibile

    > -Mi avverte se qualche programma fa qualcosa
    > che non voglio (e devo poter specificare in
    > modo chiaro e veloce cosa voglio e non
    > voglio che venga fatto in automatico).

    Ti dirà: non faccio partire il programma tot perchè non
    è autorizzato (openoffice non andrà giù al pc, probabilmente)
    Non ti dirà: win longhorn sta raccogliendo informazioni sui
    film in dvd che hai visto e li rivenderà a società i marketing

    > -Non salva nulla in posti strani, non ha
    > assolutamente memoria di cosa ho fatto ieri,
    > a meno che non sia io a dirglielo, e anche
    > in quel caso devo potergli dire dove salvare
    > la "memoria"

    Vuol dire che non troverai più la tua tesi?
    che cancellerà tutti i cookies?
    Esista il tasto "cancella cronologia"

    > -Se cancello una cosa (magari con
    > shift+ctrl+canc per esempio), è cancellata,
    > andata, perduta, eliminata. Neanche i
    > marziani e il signor Spock devono poterla
    > recuperare, neanche in 10 anni di lavoro.

    Sono ANNI che esiste questa roba

    > -Se sono in rete, devo poter configurare
    > tutto al volo...come vedere la pagina, quali
    > carateristiche della pagina voglio che
    > funzionino e quali no eccecc....

    Cioè? Vuoi dire che avrai le pagine personalizzate
    "benvenuto mario rossi"? Spiegati

    > -Se sono in rete, devo poter sapere in ogni
    > momento che informazioni sto trasmettendo e
    > a chi.

    Vuoi che ti dica: "al fine di prevenire le attività terroristiche
    la NSA sta scandagliando il tuo pc alla ricerca di progetti
    di attentati e bombe?

    > -varie ed eventuali
    > Amen.
    Andate in pace.

    Mon amì, ti stai facendo vendere acqua calda per whisky...
    non+autenticato
  • non hai capito nulla...pazienza,,mon ami
    non+autenticato
  • I lettori DVD giapponesi ed europei non leggevano i cd-r e i dvd-r.
    I cinesi non avevano voglia di pagare i diritti per i DVD e si sono inventati i SVCD.
    I lettori DVD cinesi leggono di tutto, cd-r, dvd-r, mp3, ecc.
    I giapponesi e gli europei si sono dovuti adeguare.

    I cinesi sono i MAGGIORI PRODUTTORI MONDIALI di hardware...
    Qualcuno pensa che non abbiano la tecnologia per produrre cpu... in realtà per il momento non è conveniente, chi adesso vorrebbe una cpu che non fosse Intel o AMD?
    Ma tra un po'...

    non+autenticato
  • il sito del Trusted Computing (www.trustedcomputinggroup.org) usa LINUX e prodotti OPEN SOURCE!

    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.trus...

    The site www.trustedcomputinggroup.org is running Zope/(Zope 2.6.1 (source release, python 2.1, linux2), python 2.1.3, linux2) ZServer/1.1b1 behind a computer running Linux.


    :D
    non+autenticato
  • Un po come alla M$ dove si dice che sui server di importanza vitale ci schiaffino unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente ciollone rivendono winzozz2003 server
    non+autenticato
  • > Un po come alla M$ dove si dice che sui
    > server di importanza vitale ci schiaffino
    > unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente
    > ciollone rivendono winzozz2003 server

    Un po' come il sito di Richard Stallman che funzionava sotto BSD fino a 2 mesi fa e poi ci sparava a zero anche sulla loro licenza.
  • > Un po' come il sito di Richard Stallman che
    > funzionava sotto BSD fino a 2 mesi fa e poi
    > ci sparava a zero anche sulla loro licenza.

    Il sito si Stallman funzionava sotto BSD ? Ah! ecco perchè funzionava SEMPRE, non come certi server con winzozz che stanno giù per ore e ore...

    E poi... ammetterai che un conto (Stallman) è non essere d'accordo con una licenza e apprezzare un prodotto, altra cosa (M$) è sparare a zero su unix e poi usarlo pur essendo il maggior produttore di sistemi operativi al mondo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Un po come alla M$ dove si dice che sui
    > server di importanza vitale ci schiaffino
    > unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente
    > ciollone rivendono winzozz2003 server

    si dice...? Quindi non sei sicuro...?
    ...infatti tutte le pagine in microsoft.com (e siti satelliti) sono i asp e aspX (.NET)... roba che il pinguino moribondo può solo sognare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Un po come alla M$ dove si dice che sui
    > > server di importanza vitale ci schiaffino
    > > unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente
    > > ciollone rivendono winzozz2003 server
    >
    > si dice...? Quindi non sei sicuro...?
    > ...infatti tutte le pagine in microsoft.com
    > (e siti satelliti) sono i asp e aspX
    > (.NET)... roba che il pinguino moribondo può
    > solo sognare.

    Aha ha ha l'asp che linguaggio ridicolo!
    Ma usino php che é pure piú veloce!

  • - Scritto da: Anonimo
    > il sito del Trusted Computing
    > (www.trustedcomputinggroup.org) usa LINUX e
    > prodotti OPEN SOURCE!
    >
    > http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www
    >
    > The site www.trustedcomputinggroup.org is
    > running Zope/(Zope 2.6.1 (source release,
    > python 2.1, linux2), python 2.1.3, linux2)
    > ZServer/1.1b1 behind a computer running
    > Linux.
    >
    >
    > A bocca aperta

    beh... sarà una loro scelta, o magari si sono rotti le scatole di tutti gli attacchi terroristici dei lamer linari.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)