Roberto Pulito

Asus ha voglia di cambiare

Il produttore asiatico continua a insistere su dispositivi ibridi e concept trasformabili. Ecco tutti i nuovi esperimenti presentati al Computex 2011: guida il gruppo il Padfone

Roma - Asus guarda con interesse agli smartphone, continua a puntare sui notebook e sul mercato dei tablet, ma prova a giocare su un terreno leggermente diverso, fatto di ibridi. Il produttore di Taiwan ha portato nuove proposte ed esercizi di stile al Computex 2011.

I sei concept di puro design della nuova linea Iris (Inspirational Research for Immersive Space) sono un particolare misto tra telefono, tablet e orologio da polso. Oggetti flessibili, studiati per miscelare l'eleganza con la semplicità, che si adattano alle diverse esigenze dell'utente.

Per quanto concerne il futuro prossimo Asus propone invece Padfone, il tablet che ingloba uno smartphone al suo interno, e l' Ultrabook UX21 da 11.6 pollici e 17 millimetri di spessore. Un portatile "deluxe" con CPU Intel Sandy Bridge da 1.7GHz, doppia porta USB 3.0, mini-HDMI e SSD SATA III, che sembra puntare alla gola del MacBook Air.
Durante la conferenza l'azienda asiatica ha mostrato anche un altro portatile super-sottile da 200 dollari: l'Eee PC X101. Il netbook da 11 pollici sarà uno dei primi ad utilizzare MeeGo, sistema operativo sviluppato da Intel e Nokia. A quanto pare sarà comunque possibile optare per la variante X101H, che consentirà di scegliere tra Windows 7 e MeeGo, all'avvio.

Per non farsi mancare nulla, Asus ha mostrato anche una variante 3D del Eee Pad MeMO, tablet Android 3.0 da 7 pollici di diagonale, visto al CES di Las Vegas. Il nuovo MeMO si presenta con touchscreen IPS capacitivo (1280 x 800 pixel) in grado di riprodurre contenuti in modalità auto-stereoscopica, visibili senza occhiali.

Roberto Pulito
Notizie collegate
19 Commenti alla Notizia Asus ha voglia di cambiare
Ordina
  • Ciao PI forum,
    ho una cosa da dire a proposito della qualita' costruttiva degli eeePC Asus.

    Prima di considerare l'acquisto vi suggerisco di leggere questo thread:
    http://forum.eeeuser.com/viewtopic.php?id=89555

    Io sono un (soddisfatto, per ora) possessore di un eeepc 1215N (quello con l'atom dual core e l'nvidia ion).

    Su questa serie, e sembra non sia l'unica, Asus ha montato un adattatore DC che e' semplicemente ridicolo - ha un pin troppo fragile, identico a quello che avevo sul telefonino Nokia qualche anno fa.

    Collegare il cavo di alimentazione richiede precisione chirurgica, e una volta connesso occorre tenere la macchina immobile. Se il pin si rompe (ed e' davvero facile/inevitabile, a quanto sembra) occorre mettere mano alla scheda madre.

    Sembra poi che il servizio clienti Asus tenda a rimbalzare la responsabilita' sull'utente, quando il difetto di progettazione e' abbastanza evidente.

    Spero di avervi dato un'informazione utile.
    Perdonate l'uso degli apostrofi al posto degli accenti, son sulla tastiera inglese.

    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: gianfuffa
    > Collegare il cavo di alimentazione richiede
    > precisione chirurgica, e una volta connesso
    > occorre tenere la macchina immobile. Se il pin si
    > rompe (ed e' davvero facile/inevitabile, a quanto
    > sembra) occorre mettere mano alla scheda
    > madre.

    Scusa se mi intrometto, ma mi è venuto da ridere leggendo della precisione chirurgica per inserire lo spinotto: io sul MacBook mi diverto a lanciare lo spinotto per vedere che si attacca da soloA bocca aperta
    ruppolo
    32751
  • Le previsioni di vendita fatte 3 mesi fa, -13%, dopo aver ricevuto una "dose iniziale di realtà":

    http://www.appleinsider.com/articles/11/06/01/jp_m...

    Naturalmente non è la sola.
    ruppolo
    32751
  • Se il mondo non fosse stato guastato da Microsoft, oggi tu faresti anche software e potresti dare vita ad ogni tua creatura, ognuna col suo carattere.

    Invece saranno tanti piccoli cloni.

    Peccato Triste
    ruppolo
    32751
  • - Scritto da: ruppolo
    > Se il mondo non fosse stato guastato da
    > Microsoft, oggi tu faresti anche software e
    > potresti dare vita ad ogni tua creatura, ognuna
    > col suo
    > carattere.
    >
    > Invece saranno tanti piccoli cloni.
    >
    > Peccato Triste

    Perchè, tutti gli ipad non sono tutti cloni fra loro? tutti gli iphone non sono cloni fra loro?
    Ruttolo ma che stai a dì?

    anzi, ti dirò di più, apple fa addirittura cloni fra loro i telefoni e i tablet.....
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 maggio 2011 19.49
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ruppolo
    > Se il mondo non fosse stato guastato da
    > Microsoft, oggi tu faresti anche software e
    > potresti dare vita ad ogni tua creatura, ognuna
    > col suo
    > carattere.
    >
    > Invece saranno tanti piccoli cloni.
    >
    > Peccato Triste

    Quale sublime poesia...Ruppolo, ascolta un cretino: la via di Apple NON è percorribile da tutte le aziende, che del resto non sono molto interessate ad avere a che fare con lo sviluppo software! Non è ti è ancora chiaro il motivo del successo di Windows ed dei pc ai danni dei Mac?

    HP sta puntando tutto su WebOS...ma, per quanto sia buono, ha forse qualche speranza? Perchè Asus dovrebbe rischiare con un SO "fatto in casa", quando può tranquillamente utilizzare Android: tu parli in maniera dispregiativa di cloni, ma sinceramente non ci vedo nulla di male!
  • - Scritto da: Mela avvelenata
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Se il mondo non fosse stato guastato da
    > > Microsoft, oggi tu faresti anche software e
    > > potresti dare vita ad ogni tua creatura, ognuna
    > > col suo
    > > carattere.
    > >
    > > Invece saranno tanti piccoli cloni.
    > >
    > > Peccato Triste
    >
    > Quale sublime poesia...Ruppolo, ascolta un
    > cretino: la via di Apple NON è percorribile da
    > tutte le aziende,

    E allora quelle che non vogliono o non possono, che chiudano la baracca.

    > che del resto non sono molto
    > interessate ad avere a che fare con lo sviluppo
    > software!

    Troppo comodo.

    > Non è ti è ancora chiaro il motivo del
    > successo di Windows ed dei pc ai danni dei
    > Mac?

    Il motivo lo conosco fin troppo bene, ma i danni non sono andati al Mac (o alle decine di aziende valide e chiuse), ma al mondo intero.

    > HP sta puntando tutto su WebOS...ma, per quanto
    > sia buono, ha forse qualche speranza?

    Certo che ce l'ha! E molto più di Android.

    > Perchè Asus
    > dovrebbe rischiare con un SO "fatto in casa",
    > quando può tranquillamente utilizzare Android: tu
    > parli in maniera dispregiativa di cloni, ma
    > sinceramente non ci vedo nulla di
    > male!

    Non ci vedi nulla di male? A te andrebbe bene avere sullo scaffale dell'olio di oliva 50 marche tutte con lo stesso identico olio? Ah certo, tutti quei produttori saranno felici di non dover coltivare olive per vendere olio, ma noi clienti? Che razza di scelta è la nostra? La forma e il colore della bottiglia?
    ruppolo
    32751
  • Il modello che descrivi tu è esistito, in passato, ed è caduto: prima a causa del commodore 64, e, quando è stato ricostruito di nuovo, è caduto di nuovo a causa del pc.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Non ci vedi nulla di male? A te andrebbe bene
    > avere sullo scaffale dell'olio di oliva 50 marche
    > tutte con lo stesso identico olio? Ah certo,
    > tutti quei produttori saranno felici di non dover
    > coltivare olive per vendere olio, ma noi clienti?
    > Che razza di scelta è la nostra? La forma e il
    > colore della
    > bottiglia?
    E se ogni marca di automobile avesse SOLAMENTE il suo tipo di carburante compatibile e non uno qualunque? Dovresti per forza cercare il carburante fiat, peugeot, ford etc.etc.
    Nel caso di Android, quello che è in comune sono la qualità e la provenienza delle olive, ma ogni casa le produce a modo suo (aggiungendo il piccante, o facendolo l'olio più o corposo o più leggero in base al tipo di utilizzo che interessa al cliente)
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Non ci vedi nulla di male? A te andrebbe bene
    > > avere sullo scaffale dell'olio di oliva 50
    > marche
    > > tutte con lo stesso identico olio? Ah certo,
    > > tutti quei produttori saranno felici di non
    > dover
    > > coltivare olive per vendere olio, ma noi
    > clienti?
    > > Che razza di scelta è la nostra? La forma e il
    > > colore della
    > > bottiglia?
    > E se ogni marca di automobile avesse SOLAMENTE il
    > suo tipo di carburante compatibile e non uno
    > qualunque? Dovresti per forza cercare il
    > carburante fiat, peugeot, ford
    > etc.etc.

    Non è un problema, visto che tutti i carburanti sono disponibili ovunque: App Store, Android Market, Ovi Store...

    > Nel caso di Android, quello che è in comune sono
    > la qualità e la provenienza delle olive, ma ogni
    > casa le produce a modo suo (aggiungendo il
    > piccante, o facendolo l'olio più o corposo o più
    > leggero in base al tipo di utilizzo che interessa
    > al
    > cliente)

    Un intervento, quello dei produttori, che fa solo danno, perché mette i bastoni tra le ruote degli utenti in merito agli aggiornamenti.
    ruppolo
    32751
  • - Scritto da: ruppolo
    >
    > > HP sta puntando tutto su WebOS...ma, per quanto
    > > sia buono, ha forse qualche speranza?
    >
    > Certo che ce l'ha! E molto più di Android.
    >

    Mi segno questa affermazione...attento che io non critico la bontà di WebOS, ma la sua capacità di ritagliarsi uno spazio nel mercato mobile!
  • - Scritto da: Mela avvelenata
    > - Scritto da: ruppolo
    > >
    > > > HP sta puntando tutto su WebOS...ma, per
    > quanto
    > > > sia buono, ha forse qualche speranza?
    > >
    > > Certo che ce l'ha! E molto più di Android.
    > >
    >
    > Mi segno questa affermazione...attento che io non
    > critico la bontà di WebOS, ma la sua capacità di
    > ritagliarsi uno spazio nel mercato
    > mobile!

    Hai dimenticato chi è HP?
    È nel mercato dal 1939, ovvero da 72 anni!
    http://en.wikipedia.org/wiki/Hewlett-Packard

    Questi sanno fare di tutto, hardware, software, server, apparati di rete, prodotti di largo consumo. Senza parlare del settore della strumentazione.
    Non a caso sono il più grosso produttore di PC al mondo.

    Asus è il chiosco degli hamburger, a confronto.
    ruppolo
    32751
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Mela avvelenata
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > >
    > > > > HP sta puntando tutto su WebOS...ma, per
    > > quanto
    > > > > sia buono, ha forse qualche speranza?
    > > >
    > > > Certo che ce l'ha! E molto più di Android.
    > > >
    > >
    > > Mi segno questa affermazione...attento che io
    > non
    > > critico la bontà di WebOS, ma la sua capacità di
    > > ritagliarsi uno spazio nel mercato
    > > mobile!
    >
    > Hai dimenticato chi è HP?
    > È nel mercato dal 1939, ovvero da 72 anni!
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Hewlett-Packard
    >
    > Questi sanno fare di tutto, hardware, software,
    > server, apparati di rete, prodotti di largo
    > consumo. Senza parlare del settore della
    > strumentazione.
    > Non a caso sono il più grosso produttore di PC al
    > mondo.
    >
    > Asus è il chiosco degli hamburger, a confronto.


    Non ho dubbi sulle capacità ed i meriti di HP...ho dubbi sulla possibilità di HP di far breccia nel mercato con un suo tablet!
  • - Scritto da: Mela avvelenata
    > Non ho dubbi sulle capacità ed i meriti di
    > HP...ho dubbi sulla possibilità di HP di far
    > breccia nel mercato con un suo
    > tablet!

    È come chiedersi se i pomodori cresceranno su un terreno fertile. Certo, potrebbero non crescere per qualche ragione, ma le premesse ci sono. Dico solo questo.
    ruppolo
    32751