Traffico pornopedofilo sotto assedio

L'ultima operazione delle forze dell'ordine sembra dimostrare che per gli italiani che comprano o smerciano immagini e altri materiali illeciti in rete c' sempre meno spazio

Roma - Un assedio che senza tregua d battaglia al traffico di immagini pedopornografiche, quelle stesse immagini che in Italia e altrove costituiscono un business plurimiliardario. Questo quanto le forze dell'ordine italiane stanno dimostrando di voler portare avanti. Lo hanno fatto con l'annuncio nel week-end di un megablitz che rientra nell'operazione "Clean Web" che va avanti da pi di un anno.

In questa fase dell'operazione della Polizia Postale di Catania, ci si concentrati sull'identificazione delle persone coinvolte nella diffusione online del materiale pornopedofilo tramite scambio e vendita di immagini illecite. Soggetti che in qualche caso sarebbero anche responsabili di aver tentato di avvicinare minori via internet.

Nei giorni scorsi sono dunque stati compiuti due arresti, ma sette sono i soggetti individuati dalle ordinanze di custodia cautelare emesse dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Caltagirone.
Il tutto stato condito da un centinaio di perquisizioni in case di privati e aziende avvenute in tutta Italia e che hanno consentito di rinvenire migliaia di compact disc e altri supporti contenenti immagini di pornografia minorile, di sequestrare centinaia di personal computer utilizzati per raccogliere e masterizzare quelle immagini e di scoprire molte decine di videocassette contenenti materiale pornopedofilo.

In rete l'azione degli investigatori si concentrata nello studio dei meccanismi di diffusione delle immagini, scambio e vendita che avvenivano attraverso numerosi siti. Dopo la scansione di quasi 8mila siti e alla verifica di pi di 50mila immagini si giunti al sequestro di 33 spazi web.

Sul tema del traffico pornopedofilo in rete a disposizione il canale Pedofilia e Rete di Punto Informatico.
TAG: cybercops
32 Commenti alla Notizia Traffico pornopedofilo sotto assedio
Ordina
  • ... PARLARE QUI DI TALI COSE? P.I. E' IN GRADO - POTENZIALMENTE - DI CAMBIARE QUALCOSA? I DIBATTITI SU UN TEMA TANTO "INACCESSIBILE" HANNO UNA QUALCHE SPERANZA DI PERVENIRE A RISPOSTE INTELLIGENTI?
    RICORDO QUALCUNO IN TV CHE HA SEMPRE DICHIARATO CHE DELLA MALEFICITA' DI QUESTE COSE "NON SI DISCUTE"... IO INVECE VOGLIO POTER DISCUTERE DI TUTTO: SBAGLIO?
    non+autenticato
  • Mi chiedo se la nuova tecnologia dei telefoni cellulari con messaggi video, non porti poi alla possibilità di inviare video porno con addirittura criteri pedofili.
    Il mio pensiero è logico in quanto certe persone si adoperano delle ultime teconologie per ottenere il massimo illecito senza farsi prendere.
    Se ciò dovesse un giorno succedere spero solo che coloro che fanno da provider tra i videomessaggi, trovino un sistema per riconoscerli.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi chiedo se la nuova tecnologia dei
    > telefoni cellulari con messaggi video, non
    > porti poi alla possibilità di inviare video
    > porno con addirittura criteri pedofili.
    > Il mio pensiero è logico in quanto certe
    > persone si adoperano delle ultime
    > teconologie per ottenere il massimo illecito
    > senza farsi prendere.
    > Se ciò dovesse un giorno succedere spero
    > solo che coloro che fanno da provider tra i
    > videomessaggi, trovino un sistema per
    > riconoscerli.

    nè dubibito.sarebbemolto + rischioso per i pedofili
  • - Scritto da: vegeta
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Mi chiedo se la nuova tecnologia dei
    > > telefoni cellulari con messaggi video, non
    > > porti poi alla possibilità di inviare
    > video
    > > porno con addirittura criteri pedofili.
    >
    > nè dubibito.sarebbemolto + rischioso per i
    > pedofili

    Infatti, sono daccordo: con quelle foto non viaggia forse l'ID del numero oppure del telefono?
    Però non escluderei un traffico p4p.
    non+autenticato
  • > Mi chiedo se la nuova tecnologia dei
    > telefoni cellulari con messaggi video, non
    > porti poi alla possibilità di inviare video
    > porno con addirittura criteri pedofili.

    Ma il caldo fa scrivere queste cose???
    Porno "senza criteri pedofili" è assolutamente legale in qualsiasi paese civile (a meno che non voglia considerare civili l'Iran o l'Arabia "Esaurita".
    Semmai se io mando una foto porno ad un amico mi si può perseguire per violazione del Copyright.

    Gerontofilo
    non+autenticato
  • Sequestrano foto, reprimono reati di "carta" e delinquenti onanisti... ma dove sono quelli che fotografano magari dovo aver sedotto o violentato? Dove sono i "buoni" sporcaccioni di una volta, fisici, tangibili, concreti?
    Queste operazioni fanno contenti solo i giustizialisti e il popolino di bocca buona che crede che spezzando le reni al pedofilo (concepito solo e sempre su internet) si moralizzi il mondo. Mah!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sequestrano foto, reprimono reati di "carta"
    > e delinquenti onanisti... ma dove sono
    > quelli che fotografano magari dovo aver
    > sedotto o violentato? Dove sono i "buoni"
    > sporcaccioni di una volta, fisici,
    > tangibili, concreti?
    > Queste operazioni fanno contenti solo i
    > giustizialisti e il popolino di bocca buona
    > che crede che spezzando le reni al pedofilo
    > (concepito solo e sempre su internet) si
    > moralizzi il mondo. Mah!

    Se devi comprare cocaina avrai qualcuno che te la vende e qualcuno che la importa qua in Italia, se devi comprare foto basta un pc ed un modem per parlare con "pusher" dall'altra parte del mondo nascosto chissà dove.
    Credo quindi che sia naturale colpire gli utilizzzatori e solo quando possibile i "produttori".
    non+autenticato
  • > Credo quindi che sia naturale colpire gli
    > utilizzzatori e solo quando possibile i
    > "produttori".

    Diciamo che è più facile, diciamo che è più comodo
    diciamo che a beccare due cretini che scaricano porcherie dal p2p ci va poco e fa pubblicità (e, limitatamente a quest'ultimo punto, non tocca il problema neanche di striscio).
    Soprattutto diciamo che tra quello che dice la stampa e quello che fanno le forze dell'ordine (tra quello che dice la stampa e quello che succede veramente in generale) ce ne passa.
    non+autenticato
  • > Credo quindi che sia naturale colpire gli
    > utilizzzatori e solo quando possibile i
    > "produttori".

    Che facile!
    E questo di certo risolve il problema!
    Chissa' perche' mi viene in mente l'espressione "fumo negli occhi".
    Questo problema della pedofilia guarda caso e' sorto solo con internet, prima non esitevano i pedofili per la stampa e la giustizia. Fa supporre che il pedofilo tutt'ora non interessa, interessa di piu' la caccia al mostro che si nasconde dentro ogni utente internet in quel mare del peccato e delle mostuosita' che e' la rete.
    Ergo, ci vuole piu' controllo, non si puo' mica essere cosi' liberi, c'e' il pericolo pedofilia.
    non+autenticato

  • > Questo problema della pedofilia guarda caso
    > e' sorto solo con internet, prima non
    > esitevano i pedofili per la stampa e la
    > giustizia. Fa supporre che il pedofilo
    > tutt'ora non interessa, interessa di piu' la
    > caccia al mostro che si nasconde dentro ogni
    > utente internet in quel mare del peccato e
    > delle mostuosita' che e' la rete.
    > Ergo, ci vuole piu' controllo, non si puo'
    > mica essere cosi' liberi, c'e' il pericolo
    > pedofilia.

    Forse sei giovane e non ricordi ma di pedofilia si parlva già 15 anni fa e mi ricordo arresti e perquisizioni.
    E' normale che internet abbia aumentato a dismisura il fenomeno perchè ora è più facile procurarsi il materiale. Come d'altronde il mercato della pornografia su carta perde terreno eprchè aumenta quello su internet. Aggiungo poi che in molti paesi al pedofilia non è reato (es. Russia) quindi non è possibile perseguire chi in Russia fa foto e crea materiale pedoporno, ma è perseguibile che in Italia lo compra. La liberta di qualcuno finisce sempre dove inizia il dirittio di un altro, la libertà di fare ciò che cazzo si vuole in internet finisce dove inizia il diritto di chi è minorenne di non essere abusato sessualmente, dei produttori di software che investino in ricerca di non farsi copiare il programma, di chi fa e promuove musica di non vedersela scaricare in milioni di copie. Sei sicuro di volere la libertà massima? sai che poi se la pretendi per te la devi dare anche per gli altri? se un domani ti troverai dall'altra parte della barricata non puoi poi fare come quei pedoni che a piedi sono, non solo, molto attenti ai loro diritti e a farseli dare anche quando magari attraversano fuori dalle strisce ma poi quando salgono in macchina inveiscono con i pedoni che si comportano come loro 5 minuti prima
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Questo problema della pedofilia guarda
    > caso
    > > e' sorto solo con internet, prima non
    > > esitevano i pedofili per la stampa e la
    > > giustizia. Fa supporre che il pedofilo
    > > tutt'ora non interessa, interessa di piu'
    > la
    > > caccia al mostro che si nasconde dentro
    > ogni
    > > utente internet in quel mare del peccato e
    > > delle mostuosita' che e' la rete.
    > > Ergo, ci vuole piu' controllo, non si puo'
    > > mica essere cosi' liberi, c'e' il pericolo
    > > pedofilia.
    >
    > Forse sei giovane e non ricordi ma di
    > pedofilia si parlva già 15 anni fa e mi
    > ricordo arresti e perquisizioni.
    > E' normale che internet abbia aumentato a
    > dismisura il fenomeno perchè ora è più
    > facile procurarsi il materiale. Come
    > d'altronde il mercato della pornografia su
    > carta perde terreno eprchè aumenta quello su
    > internet. Aggiungo poi che in molti paesi al
    > pedofilia non è reato (es. Russia) quindi
    > non è possibile perseguire chi in Russia fa
    > foto e crea materiale pedoporno, ma è
    > perseguibile che in Italia lo compra. La
    > liberta di qualcuno finisce sempre dove
    > inizia il dirittio di un altro, la libertà
    > di fare ciò che cazzo si vuole in internet
    > finisce dove inizia il diritto di chi è
    > minorenne di non essere abusato
    > sessualmente, dei produttori di software che
    > investino in ricerca di non farsi copiare il
    > programma, di chi fa e promuove musica di
    > non vedersela scaricare in milioni di copie.
    > Sei sicuro di volere la libertà massima? sai
    > che poi se la pretendi per te la devi dare
    > anche per gli altri? se un domani ti
    > troverai dall'altra parte della barricata
    > non puoi poi fare come quei pedoni che a
    > piedi sono, non solo, molto attenti ai loro
    > diritti e a farseli dare anche quando magari
    > attraversano fuori dalle strisce ma poi
    > quando salgono in macchina inveiscono con i
    > pedoni che si comportano come loro 5 minuti
    > prima

    Grazie della profonda lezione di morale, sentivo di averne bisogno perche' sono giovane e non ricordo di nulla che sia accaduto prima del 2003.
    Michiedo, visto che il telefono ha aumentato a dismisura la possibilita' di organizzarsi in associazioni mafiose, se non sia il caso mettere sotto controllo chiunque telefoni.
    Non ti sembra opportuno controllare chiunque dica la parola "pistola" telefono?
    Non credi che la diffusione delle automobili al grande pubblico abbia dato ai rapinatori di banche un mezzo eccellente per fuggire dopo le rapine?
    A me pare che l'invenzione della scrittura permetta la divulgazione anche a grande distanza di tempo e di spazio di segreti di stato. Non sarebbe meglio rompere le dita a tutti gli scribi?
    Visto che sai tante cose, tutte ovvie e banali e note a tutti per altro, sai anche questa cosa:
    chi commette crimini, lo strumento o la persona?
    non+autenticato
  • > Se devi comprare cocaina avrai qualcuno che
    > te la vende e qualcuno che la importa qua in
    > Italia

    Perché è illegale se fosse legale non sarebbe in mano alle narcomafie.

    Dov'é il reato nel consumare pedofilia su carta o su monitor?
    Se mi dici che così il pedofilo "incrementa" il traffico io ti rispondo che l'ncapacità di punire i responsabili non giustifica lo sparare nel mucchio.
    Altrimenti tu legittimi in tempo di pace la logica di Kappler e delle fosse ardeatine.
    Sei più nazista di Hitler?
    Allora per essere veramente al sicuro perché non chiudere internet e mettere fuori legge macchine fotografiche e cineprese?

    Gerontofilo
    non+autenticato
  • > Dov'é il reato nel consumare pedofilia su
    > carta o su monitor?
    > Se mi dici che così il pedofilo "incrementa"
    > il traffico io ti rispondo che l'ncapacità
    > di punire i responsabili non giustifica lo
    > sparare nel mucchio.
    > Altrimenti tu legittimi in tempo di pace la
    > logica di Kappler e delle fosse ardeatine.
    > Sei più nazista di Hitler?
    > Allora per essere veramente al sicuro perché
    > non chiudere internet e mettere fuori legge
    > macchine fotografiche e cineprese?
    >

    Scusa ma non è normale come parli, stiamo parlando di persone che tramite le loro richieste alimentano un certo tipo di mercato. Come giustamente faceva notare qualcuno non è molto semplice colpire dei criminali in ex-urss o filippine o chissà dove, se per questo motivo allora bisogna mandare richieste in Colombia ed aspettare con le mani in mano mentre il tuo vicino (che andrebbe curato e non agevolato) guarda con occhio eccitato tuo figlio, non so, dimmi te. Il discorso che hai tirato fuori è fuori luogo, mi dispiace.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Dov'é il reato nel consumare pedofilia su
    > > carta o su monitor?
    > > Se mi dici che così il pedofilo
    > "incrementa"
    > > il traffico io ti rispondo che l'ncapacità
    > > di punire i responsabili non giustifica lo
    > > sparare nel mucchio.
    > > Altrimenti tu legittimi in tempo di pace
    > la
    > > logica di Kappler e delle fosse ardeatine.
    > > Sei più nazista di Hitler?
    > > Allora per essere veramente al sicuro
    > perché
    > > non chiudere internet e mettere fuori
    > legge
    > > macchine fotografiche e cineprese?
    > >
    >
    > Scusa ma non è normale come parli, stiamo
    > parlando di persone che tramite le loro
    > richieste alimentano un certo tipo di
    > mercato.

    No. Staimo parlando di come sia stato messo in croce un sistema di comunicazione quale e' Internet per una caccia alle streghe dove non si puniscono i colpevoli di crimini ma si setaccia grossolanamente innocenti e colpevoli mettendoli tutti all'indice. NULLA IN CONTRARIO AL FATTO CHE ABUSARE DI MINORI SIA REATO.
    Ma ci si chiede se la morale che sta prendendo sempre piu' piede riesca a distinguere tra l'assassino e il coltello.

    Come giustamente faceva notare
    > qualcuno non è molto semplice colpire dei
    > criminali in ex-urss o filippine o chissà
    > dove

    E' vero e' difficile, scusa tanto.
    Beh, allora colpiamo tutti gli utenti P2P, logico, sensato, facile.
    Magari rompiamo i computer, e le macchine fotografiche, caviamo gli occhi alle persone che hanno guardato pedopornografia.
    E se qualcuno si eccita al pensiero della pedopornografia? Siccome la Russia e' lontana ma l'eccitato untore e' vicino, infiliamogli un chiodo rovente nel cranio, a queste persone che pensano a qualcosa di immorale o di criminoso.
    Non si sa mai che in futuro telefoninoin Russia per farsi spedire delle foto. Tagliamo le orecchie e bruciamo i telefoni.
    Potrebbero scriversi, mozziamo le mani.

    > se per questo motivo allora bisogna
    > mandare richieste in Colombia ed aspettare
    > con le mani in mano mentre il tuo vicino
    > (che andrebbe curato e non agevolato) guarda
    > con occhio eccitato tuo figlio,

    Guardare con occhio eccitato mio figlio mi da fastidio ma non e' reato.
    Oppure sei di quelli che vuole un giustizialismo alle intenzioni?
    Io per conto mio non aspettero' che il mio vicino malato torturi mio figlio per mettermi in guardia da lui. Pero' fino ad allora, tocca aspettare con le mani in mano che esista veramente questo vicino colpevole - nei fatti e non negli sguardi.

    Tanto difficile?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Dov'é il reato nel consumare pedofilia
    > su
    > > > carta o su monitor?
    > > > Se mi dici che così il pedofilo
    > > "incrementa"
    > > > il traffico io ti rispondo che
    > l'ncapacità
    > > > di punire i responsabili non
    > giustifica lo
    > > > sparare nel mucchio.
    > > > Altrimenti tu legittimi in tempo di
    > pace
    > > la
    > > > logica di Kappler e delle fosse
    > ardeatine.
    > > > Sei più nazista di Hitler?
    > > > Allora per essere veramente al sicuro
    > > perché
    > > > non chiudere internet e mettere fuori
    > > legge
    > > > macchine fotografiche e cineprese?
    > > >
    > >
    > > Scusa ma non è normale come parli, stiamo
    > > parlando di persone che tramite le loro
    > > richieste alimentano un certo tipo di
    > > mercato.
    >
    > No. Staimo parlando di come sia stato messo
    > in croce un sistema di comunicazione quale
    > e' Internet per una caccia alle streghe dove
    > non si puniscono i colpevoli di crimini ma
    > si setaccia grossolanamente innocenti e
    > colpevoli mettendoli tutti all'indice. NULLA
    > IN CONTRARIO AL FATTO CHE ABUSARE DI MINORI
    > SIA REATO.
    > Ma ci si chiede se la morale che sta
    > prendendo sempre piu' piede riesca a
    > distinguere tra l'assassino e il coltello.
    >
    > Come giustamente faceva notare
    > > qualcuno non è molto semplice colpire dei
    > > criminali in ex-urss o filippine o chissà
    > > dove
    >
    > E' vero e' difficile, scusa tanto.
    > Beh, allora colpiamo tutti gli utenti P2P,
    > logico, sensato, facile.
    > Magari rompiamo i computer, e le macchine
    > fotografiche, caviamo gli occhi alle persone
    > che hanno guardato pedopornografia.
    > E se qualcuno si eccita al pensiero della
    > pedopornografia? Siccome la Russia e'
    > lontana ma l'eccitato untore e' vicino,
    > infiliamogli un chiodo rovente nel cranio, a
    > queste persone che pensano a qualcosa di
    > immorale o di criminoso.
    > Non si sa mai che in futuro telefoninoin
    > Russia per farsi spedire delle foto.
    > Tagliamo le orecchie e bruciamo i telefoni.
    > Potrebbero scriversi, mozziamo le mani.
    >
    > > se per questo motivo allora bisogna
    > > mandare richieste in Colombia ed aspettare
    > > con le mani in mano mentre il tuo vicino
    > > (che andrebbe curato e non agevolato)
    > guarda
    > > con occhio eccitato tuo figlio,
    >
    > Guardare con occhio eccitato mio figlio mi
    > da fastidio ma non e' reato.
    > Oppure sei di quelli che vuole un
    > giustizialismo alle intenzioni?
    > Io per conto mio non aspettero' che il mio
    > vicino malato torturi mio figlio per
    > mettermi in guardia da lui. Pero' fino ad
    > allora, tocca aspettare con le mani in mano
    > che esista veramente questo vicino colpevole
    > - nei fatti e non negli sguardi.
    >
    > Tanto difficile?
    >

    Evidentemente si... molto difficile ... sopratutto quando i tuoi obiettivi inconfessati e inconfessabili sono ben altro...

    Avessero il coraggio certe persone di dire apertamente quello che pensano ... uno stato dove il giudice DRED (silvester stallone in io sono la legge) scorazza liberamente.... al servizio degli unici (Berlusconi i giornali le majors ecc.) che pubblicano contenuti "controllati preventivamente per il nostro bene"...

    Purtroppo per loro non ci riusciranno più ... la bestia (internet) è ormai fuori dal loro controllo ... questi sono destinati a essere sepolti dalla storia (e dalle risate).
    non+autenticato
  • > Evidentemente si... molto difficile ...
    > sopratutto quando i tuoi obiettivi
    > inconfessati e inconfessabili sono ben
    > altro...

    Scusa (non sono la persona alla quale hai risposto) ma non ho capito cosa intendi... se volevi dargli del pedofilo credo tu sia fuori strada...

    > Purtroppo per loro non ci riusciranno più
    > ... la bestia (internet) è ormai fuori dal
    > loro controllo ... questi sono destinati a
    > essere sepolti dalla storia (e dalle
    > risate).

    Conosco davvero tante persone che sperano in una cosa del genere..la mia paura è che non sia così facile...internet è comunque alla portata del loro controllo ...visto cosa sono disposti a fare per controllarlo. E vista l'indifferenza (a parte che a parole) dei diretti interessati (noi utenti)
    non+autenticato
  • E' solo l'ennesimo tentativo di irreggimentare sempre più la rete, facendo sentire il fiato sul collo, non tanto al criminale, il quale se ne frega, bensì al cittadino comune che deve percepire la presenza "attiva" delle forze dell'ordine in rete, sia con fini di sicurezza sia di controllo costante e capillare.
    Cose da Yugoslavia ai tempi di Tito.

    Inoltre il buon senso impone che i bambocci imberbi non siano lasciati liberi di scorrazzare senza l'occhiuta vigilanza genitoriale, ma questa è una norma troppo elementare per essere recepita come facente parte del coacervo di responsabilità implicitamente accettate e sottoscritte quando si mettono al mondo dei figli.

    Di genitori di tal fatta e di controllori di tel tipo si fa volentieri a meno.

    Saluti
    non+autenticato
  • Mi pare che qui il problema non siano solo , o non tanto , i minori che girano da soli sul Web ma soprattutto la produzione di quella roba
    non+autenticato