Cristina Sciannamblo

Foxconn riparte

Dopo le indagini, riapre la fabbrica cinese di Chengdu. Nuove misure di sicurezza. Attesa per conoscere ritardi e tempi necessari a tornare a pieno regime di produzione

Roma - Dopo la chiusura seguita all'esplosione che ha procurato la morte di tre operai, il colosso cinese Foxconn riapre i cancelli e la catena di montaggio.

L'azienda fa sapere di aver concluso le indagini sull'accaduto, e implementato nuove misure di sicurezza volte a impedire che episodi di simile gravità tornino a verificarsi.

Č stato stimato che, a causa dell'interruzione del lavoro, la produzione di iPad 2 fosse diminuita del 30 per cento circa. La notizia della riapertura della fabbrica ha sedato i timori di un rallentamento della produzione dei tablet di Apple, anche se potrebbe volerci ancora un po' di tempo prima che la produzione torni ai livelli massimi (C.S.).
Notizie collegate
  • BusinessFoxconn chiude l'impianto assassinoIl conglomerato cinese annuncia la chiusura dell'impianto in cui si č verificata la morte di tre operai a causa di un'esplosione
  • AttualitàFoxconn, esplosione assassinaTre morti e quindici feriti nella fabbrica cinese che produce iPhone e iPad. Smentiti ritardi nella produzione dei tablet. Ma mancano all'appello tre operai periti e una spiegazione sull'accaduto
  • AttualitàFoxconn, schiavi al lavoroNuove denunce delle organizzazioni non governative tratteggiano le condizioni degli stabilimenti cinesi che realizzano iPhone e iPad: i lavoratori sono schiavizzati e costretti a firmare un'abiura del suicidio
4 Commenti alla Notizia Foxconn riparte
Ordina