Claudio Tamburrino

Groupon, esordio da 750 milioni?

Mentre la concorrenza sul fronte delle offerte localizzate si fa più agguerrita, l'apripista fa il suo esordio in borsa. Con cifre da capogiro per sedurre gli investitori

Roma - Groupon ha depositato un'offerta pubblica iniziale (IPO, l'offerta al pubblico di titoli di una società che intende quotarsi per la prima volta) da 750 milioni di dollari. Come preannunciato, la giovane azienda di offerte giornaliere geolocalizzate fa il suo esordio in borsa.

Con l'IPO, Groupon rende pubbliche anche informazioni dettagliate circa i suoi conti e i suoi utenti, così da dare agli investitori tutti i dati per le necessarie valutazioni. Con 83,1 milione di utenti registrati (dati fino al 31 marzo), nel primo quadrimestre 2011 ha registrato un fatturato pari a 644,7 milioni di dollari, anche se questo non ha segnato la profittabilità dell'azienda che rimane anche nel primo quarto in perdita di 102,7 milioni di dollari.

Si tratta, spiega d'altronde il CEO Andrew Mason, di un'azienda che ha pensato soprattutto a rafforzarsi in vista dell'esordio in borsa: con 7.107 impiegati e una spesa in marketing online che solo nel primo quarto 2011 tocca quota 179,5 milioni di dollari, l'azienda ha attirato 1,12 miliardi di dollari in venture capital ed ha esteso la sua squadra e le sue competenze con 13 acquisizioni con un valore complessivo di 34,8 milioni di dollari, senza contare l'acquisto di CityDeal e QPod. Anche grazie a queste operazioni, il fatturato ha fatto un notevole passo in avanti dai 30 milioni di dollari dell'esordio del 2009 agli oltre 600 dell'ultima trimestrale.
Pur rappresentando un unicum per il modo in cui porta avanti il suo business (in particolare per l'ironia delle offerte), Groupon rappresenta, insieme a LinkedIn che ha da poco fatto il suo esordio, un banco di prova per le aziende Web che si stanno preparando o stanno pensando all'esordio in borsa.

I primi a credere che l'azienda sia un'investimento più che positivo sono - naturalmente - i suoi stessi fondatori, che hanno già declinato un'offerta di acquisto da parte di Google. In seguito al "no" ricevuto, Mountain View ha iniziato a lavorare ad un servizio concorrente, Google Offer che proprio in questi giorni muove i primi passi con alcune offerte arrivate per gli utenti di Portland (i prossimi ad essere raggiunti saranno quelli di New York e San Francisco).

Non si tratta, peraltro, dell'unico tentativo di emulazione per Groupon, che vede crescere sempre di più i cloni e le offerte alternative di servizi simili al suo: da ultimo Amazon, che cerca di entrare nel settore con AmazonLocal.

Il nuovo servizio del negozio digitale proprio come Groupon offre sconti e offerte legate alla localizzazione dell'utente: sarà legato al sistema di punti di Amazon e per il momento ha fatto il suo esordio a Boise, Idaho. Oltre alle offerte delle aziende locali, AmazonLocal conterrà quelle del negozio digitale stesso.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessSkype e LinkedIn, preparativi per la BorsaLa prima ritarda l'atteso esordio soprattutto per il cambio al vertice avvenuto ad ottobre. La seconda presenta i primi documenti. Anche Groupon si prepara alla quotazione nel terzo trimestre
  • BusinessGoogle, sfida GrouponSe non lo può comprare, prova a distruggerlo con la competizione. La sua arma si chiama Google Offer. BigG non nega, ma parla di sperimentazione - UPDATE
  • BusinessLinkedIn, esordio positivo in borsaQuasi raddoppiato il valore del titolo nel primo giorno di contrattazioni. Qualcuno parla già di nuova bolla speculativa. Ma il social network è già in nero, e ha un business model collaudato
17 Commenti alla Notizia Groupon, esordio da 750 milioni?
Ordina
  • Ho aderito a Groupon all'inizio (un annetto fa) e tutto funzionava a meraviglia: poche persone compravano i coupon, nessun problema di prenotazione, servizio ineccepibile anzi superiore a quello dei clienti abituali in quanto eri visto come "futuro cliente sicuro".   Ora la voce si è sparsa: i coupon vengono comprati a centinaia saturando il ristorante... e soprattutto i ristoratori hanno capito che si tratta di clienti una tantum che seguono le offerte e non ritornano e quindi ti trattano male!!! In altre parole per me il giocattolo Groupon si è già rotto...
    non+autenticato
  • Mi sono iscritto e ho verificato.
    Le uniche vere occasioni sono, ma molto saltuariamente, sulle pizzerie e i ristoranti.
    Tutto il resto si trova agli stessi identici prezzi girando un poco in rete, o anche meglio.

    Li ho anche contattati come venditori e questi sono MATTI: vogliono il 40% del prezzo finale, che deve GIA' essere scontato, solo per loro.

    Ma che vadano a lavorare la terra .....
    non+autenticato
  • Non hai colto il punto.
    Come venditore, tu decidi di dare via tot pezzi di merce quasi gratis, è vero.
    Ma in cambio ottieni una visibilità enorme ed un traffico al tuo sito che non ti saresti potuto permettere in mesi di "normale" pubblicità.
    Il negozio paga la pubblicità con l'offerta del prodotto. L'utente finale acquista qualcosa molto scontato e GroupOn guadagna facendoci la cresta.
    Mi sembra una situazione win-win-win... Sorride

    Comunque non so com'è la situazione in Italia. Dove vivo io le offerte in genere sono molto buone. Ovviamente il pubblico dei voucher è prevalentemente femminile (si parla dell'80%), per cui la maggior parte delle offerte riguarda trattamenti di bellezza e cose simili.
    non+autenticato
  • A me tutte queste aziende della Net Economy americana, mi sembrano solo grosse bolle speculative.

    Non si discute sull'utilità, ma non mi sembrano "servizi" che ti cambiano la vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joliet Jake
    > Non hai colto il punto.

    hai ragione, non ho colto ... ma cosa?

    > Come venditore, tu decidi di dare via tot pezzi
    > di merce quasi gratis, è
    > vero.
    > Ma in cambio ottieni una visibilità enorme ed un
    > traffico al tuo sito che non ti saresti potuto
    > permettere in mesi di "normale"
    > pubblicità.
    > Il negozio paga la pubblicità con l'offerta del
    > prodotto. L'utente finale acquista qualcosa molto
    > scontato e GroupOn guadagna facendoci la
    > cresta.
    > Mi sembra una situazione win-win-win... Sorride

    Mica tanto.
    L'utente ci gadagna SOLO per certe categorie.
    per altre non guadagna NULLA.

    >
    > Comunque non so com'è la situazione in Italia.
    > Dove vivo io le offerte in genere sono molto
    > buone. Ovviamente il pubblico dei voucher è
    > prevalentemente femminile (si parla dell'80%),
    > per cui la maggior parte delle offerte riguarda
    > trattamenti di bellezza e cose
    > simili.

    IDem.
    Bella roba .......
    non+autenticato
  • su un giornale ho visto la pubblicita di maddbid e pare che compri a basso prezzo, al 90% sara una truffa pure quella,c'e nessuno che l ha provata ?
    piu o meno e la stessa cosa no? ti segni al loro sito e con la scusa che tanti compratori si aggregano paghi di meno..si ma dicevano che una citroen nuova te la cucchi a 300 euro !!! un portatile a 120 euro !ahaha
    non+autenticato
  • - Scritto da: ghettefecet s
    > piu o meno e la stessa cosa no?

    No, quella è proprio una truffa. E verrà chiusa, come sono state chiuse le aste al ribasso.

    I crediti costano tra i 10c e i 35c. Ogni puntata, il prezzo sale di 1cent. Questo vuol dire che se per un telefonino appare come prezzo "20€", sono stati pagati, per far arrivare il prezzo a 20€, tra i 200€ e i 700€. Chi li ha pagati? Quello che uno spera è "gli altri". Aspetto che il prezzo sale, e poi punto.

    In pratica, è random, una lotteria. Perchè il prezzo di listino, i 20€, non significano nulla: non c'è un motivo per smettere quando sta a 20€ piuttosto che quando sta a 40€, non sono i 20€ che fanno la differenza rispetto ai soldi investiti: quindi non ho modo di sapere quando si fermerà l'asta. Se c'è un altra persona che punta contro di te, e fate salire il prezzo di 10€, avete speso tra i 50€ e i 175€ per uno. Cosa ti cambia che il prezzo ora è 30€? Se qualcuno entra ora, o spendi altri 100€, o hai perso i tuoi soldi. Né posso puntare quando l'asta sta per scadere: l'asta aumenta di qualche secondo ogni volta che qualcuno punta.

    Tutto questo se la truffa non è ancora più palese (come credo) e i vincitori siano direttamente persone legate al sito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: CastigaTrol l
    > Mi sono iscritto e ho verificato.
    > Le uniche vere occasioni sono, ma molto
    > saltuariamente, sulle pizzerie e i
    > ristoranti.
    > Tutto il resto si trova agli stessi identici
    > prezzi girando un poco in rete, o anche
    > meglio.
    >
    > Li ho anche contattati come venditori e questi
    > sono MATTI: vogliono il 40% del prezzo finale,
    > che deve GIA' essere scontato, solo per
    > loro.
    >
    > Ma che vadano a lavorare la terra .....
    Posso solo dirti che una cena per due persone di 80€ l'ho pagata 30€. E non diciamo fesserie, il ristorante dove sono stato è molto conosciuto e so che sarebbe costata 80€
    non+autenticato
  • - Scritto da: enzo
    > .
    > Posso solo dirti che una cena per due persone di
    > 80€ l'ho pagata 30€. E non diciamo fesserie, il
    > ristorante dove sono stato è molto conosciuto e
    > so che sarebbe costata
    > 80€

    Balle. I due ristoranti dove sono andato con le loro offerte mi hanno confermato un prezzo "normale" di poco superiore a quello che ho pagato io.
    Per l'esattezza ho pagato 36 euro per due contro un prezzo "normale" di 50 euro.

    Ederano entrambi locali poco frequentati che cercavano visibilità.
    non+autenticato
  • e' sempre uno sconto del 28% ... non e' poco
    non+autenticato
  • L'unica cosa che ho notato e che se prenoti un ristorante o un centro estetico dicendo che usi GroupOn c'è posto solo tra 3-4 mesi. Se fai lo gnorri e prenoti senza dire nulla c'è posto subito!
    non+autenticato
  • Io personalmente dei commenti "positivi" su internet non mi fido... ormai c'è troppa gente pagata per parlare bene di determinati prodotti, anche se in Italia è vietato.
    non+autenticato