Claudio Tamburrino

Google, l'acquisizione di PostRank

Mountain View essere preparata sul versante social e lo fa inglobando l'azienda che offre servizi analitici legati ai social network

Roma - Google non rinuncia ad agire sul versante social network e stavolta lo fa acquistando PostRank, azienda specializzata in servizi di analisi del traffico del social web.

Ufficializzato anche con un post sul sito dell'acquisita, i termini economici dell'affare rimangono riservati, ma come consuetudine per Google sembra che il team di PostRank si unirà ai Googler a Mountain View per sviluppare nuovi prodotti che possano integrare le loro competenze specifiche. Nel frattempo continuerà ad offrire i servizi finora garantiti agli utenti abbonati ma non accetterà nuovi clienti.

Offrendo una serie di servizi che analizzano e seguono il traffico generato dai tweet, dagli aggiornamenti di status di Facebook e dagli altri strumenti social utili a creare trend e condividere contenuti, PostRank rappresenta idealmente il nuovo tassello di Google nella costruzione di un nuovo servizio che rappresenti un sua propria idea di social network che possa recuperare terreno su Facebook e su Twitter.
L'ultimo prodotto su questo fronte è rappresentato da Google+1, mentre Mountain View ha già accantonato altri servizi, come Google Wave.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessTwitter fa i suoi calcoli. E la spesaAcquistata la società di analisi Smallthought Systems. Collaborava da 12 mesi col tecnofringuello. Come Google insegna, l'analisi dei contenuti è il primo passo verso il successo
  • AttualitàSchmidt: Google vede, ma non toccaIntervistato dal comico statunitense Stephen Colbert, il CEO di BigG rassicura i suoi utenti. Il data mining non rientrerebbe tra le attività dell'azienda di Mountain View. E sulla privacy si rimangia una battuta poco felice
  • BusinessiOS, pubblicità non conteggiataSafari bloccherebbe di default tutti i cookie provenienti da terze parti. I vari device non riescono così a conteggiare click per l'advertising legato al search. Mentre AdMob abbraccia Windows Phone 7
1 Commenti alla Notizia Google, l'acquisizione di PostRank
Ordina
  • Ciao Claudio,

    personalmente - pur avendo ragione in pensare nel Social in sè - ritengo che il motivo vero dell'acquisto di PostRank è da andare a cercare nell'attuale evoluzione dei motori di ricerca e dei loro risultati di ricerca.
    Sappiamo tutti che i Social Signs sono presi in considerazione per i rankings tanto da Google che da Bing... solo che Google ha un problema: non può accedere al Walled Garden di Facebook.
    Dal momento che, poi, le varie versioni del Panda Update vedono nel giudizio dell'utente un fattore di ranking e, quindi, che elementi come i tweets/retweets, stumbles, +1 e likes/shares sono intesi come voti (in questo senso stanno lentamente soppiantando i links per tutto ciò che si definisce web popularity), allora possiamo comprendere perché PostRank faceva gola a Google:

    ottenere dati social per rafforzare i propri risultati di ricerca...

    Un saluto
    non+autenticato