Cristina Sciannamblo

Vodafone, guai in vista in Egitto

La telco ha realizzato uno spot nel quale si esaltano i valori ispiratori della rivoluzione egiziana. Non proprio gradito agli osservatori locali. Vodafone Egitto scarica le colpe sulla casa madre

Roma - Dopo essere stata accusata di collaborazionismo con il governo Mubarak per aver acconsentito a inviare SMS propagandistici, Vodafone si trova ora al centro di una polemica dai toni opposti a causa di un video promozionale nel quale si allude al ruolo ispiratore della telco nella rivoluzione scoppiata qualche mese fa.

"Our Power", spot di tre minuti lanciato tre settimane or sono, mostra alcune immagini relative al raduno di Piazza Tahrir a Il Cairo. Lo spot non è stato accolto in maniera positiva dagli osservatori del posto, i quali prefigurano anche un blocco del provider come reazione a quella che si ritiene essere una provocazione.

Vodafone Egitto si è dissociata dal video che sta circolando sui social media, sostenendo che si tratta di un'iniziativa della sede centrale nel Regno Unito e legata alla promozione del brand. (C.S.)
Notizie collegate
  • AttualitàL'Egitto alla stima dei danniL'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico ha fornito una prima stima dei danni procurati dal blackout coatto di Internet: 90 milioni di dollari. Senza contare le attività difficili da quantificare
  • AttualitàEgitto, messaggi coatti per gli operatoriLe reti mobile di Vodafone e France Telecom prese di mira dalle autorità del Cairo, obbligate a mandare messaggi propagandistici al popolo egiziano. Dura condanna da parte del governo britannico
  • AttualitàEgitto, di nuovo onlineConcessione del Governo o scelta del fornitore di connettività, non c'è ancora chiarezza. Ma il paese è di nuovo online
1 Commenti alla Notizia Vodafone, guai in vista in Egitto
Ordina