Mauro Vecchio

Tra moglie e marito non mettere il Facebook

Un uomo viene contattato da una sexy studentessa sul sito in blu. Le confida di tutto, compreso un piano diabolico per assassinare la moglie. Peccato che la ragazzina sia proprio la sua dolce metà sotto mentite spoglie

Roma - David Voelkert è un comune cittadino statunitense di 38 anni, ma soprattutto - e in questa storia si tratta di un dettaglio non certo superfluo - uno dei tanti utenti a stelle e strisce del gigantesco social network Facebook. La sua vita coniugale non è tra le migliori, minata alla base di un'agguerrita battaglia legale con la quasi ex-moglie Angela.

Ormai in procinto di lasciare il marito, Angela Voelkert decide di approfittare delle infinite possibilità concesse dal mondo virtuale e in particolare da una piattaforma social come quella di Mark Zuckerberg. Aprire un profilo fasullo per entrare in contatto con il quasi ex-marito, per tentare di sedurlo e scoprire di più sulle sue reali intenzioni.

Una pessima - o geniale, dipende dai punti di vista - idea. Soprattutto se a comparire in scena è una studentessa sexy di 17 anni di nome Jessica. David Voelkert pare cascarci con tutte le scarpe: inizia a confidare alla ragazza una serie di segreti sulla sua vita coniugale, ma soprattutto alcuni dettagli su un piano da film di Hitchcock.
L'uomo avrebbe da tempo installato un dispositivo GPS nell'auto della moglie, per seguirne tutti gli spostamenti e soprattutto sapere precisamente dove colpirla. "Quando sarà andata - si può leggere negli estratti di conversazione pubblicati da The Smoking Gun - non dovrò più nascondermi con i miei figli".

"Quando sarà andata" nel senso di morta, deceduta, trapassata. David Voelkert propone così alla giovane studentessa di scappare con lui, per iniziare una fugace ed appassionata storia d'amore. Peccato si tratti della sua stessa ex-moglie, pronta in un nanosecondo a contattare gli agenti dell'FBI.

Voelkert viene dunque arrestato, accusato di aver installato un dispositivo di sorveglianza nell'auto di sua moglie. I federali fanno però una sorprendente scoperta: l'uomo era a conoscenza della reale identità di Jessica, avendo fiutato fin dall'inizio la macchinazione della moglie.

Lo stesso Voelkert si è infatti preoccupato della stesura di un documento preventivo - circa una settimana prima del suo arresto - in cui gli agenti ritrovano una sua versione dell'accaduto. "Sto mentendo - si legge - affinché venga dimostrato come la mia ex-moglie cerchi di intromettersi nella mia vita. Non ho alcuna intenzione di farle del male". Tutti i capi d'accusa cadono così nel vuoto.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, sexygate cinguettatoAnthony D. Weiner, democratico statunitense, ha ammesso di aver scattato e twittato foto che lo ritraevano en deshabillé. Conserverà la propria carica istituzionale anche se la Camera dei Rappresentanti ha annunciato un'indagine
  • Digital LifeFacebook, fuori dall'EdenLa tentazione all'infedeltà è troppa. Per queste ragioni, secondo un reverendo del New Jersey, chi è sposato deve chiudere Facebook
27 Commenti alla Notizia Tra moglie e marito non mettere il Facebook
Ordina
  • Con 2 giorni di ritardo i vostri colleghi / avversari di HDBLOG finalmente pubblicano questa notizia....

    ... in modo incompleto: parlano solo dei pericoli sui falsi profili!!


    http://www.hdblog.it/2011/06/15/facebook-ecco-cosa.../


    PUNTO INFORMATICO VINCE ANCORA!!
    non+autenticato
  • Certo che Facebook è la piattaforma adottata
    sempre più dagli utonti internauti per
    far uscire fuori tutto il marciume becero
    che vige in loro Deluso
  • Riuscire a fregare in questo modo la quasi ex moglie è roba da doppiogiochisti che fanno impallidire film come mission impossible!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Riuscire a fregare in questo modo la quasi ex
    > moglie è roba da doppiogiochisti che fanno
    > impallidire film come mission
    > impossible!

    Come minimo la 17enne Jessica aveva Facebook Places attivato e compariva "Jessica è in CASA DELLA TUA EX MOGLIE" eheheh
  • - Scritto da: Redpill
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Riuscire a fregare in questo modo la quasi ex
    > > moglie è roba da doppiogiochisti che fanno
    > > impallidire film come mission
    > > impossible!
    >
    > Come minimo la 17enne Jessica aveva Facebook
    > Places attivato e compariva "Jessica è in CASA
    > DELLA TUA EX MOGLIE"
    > eheheh


    Mitico LOL
    non+autenticato
  • La storia e' divertente.. e tutti pensano che lei sia una vecchia arpia... grazie alla prova inoppugnabile della dichiarazione al notaio fatta in precedenza.

    MA pero' ci sono 2 elementi che possono non quadrare...
    - secondo The Smoking Gun che riporta un doc dei federali, i quali dicono (non mi e' chiaro se de-relato oppure no) che il GPS tracker C'ERA
    - la faccenda della dichiarazione preventiva e' un gioco simile a quello che fanno certi indovini/prestigiatori. oggetti uguali con risposte diverse, e poi scelgono quella che gli fa comodo.

    Quindi la trama e' :
    A lui effetivamente gli gustava far secca la moglie, ma in caso di imbrogli si era premunito con la "carta indovina" dal notaio, da evocare ovviamente solo nell'ipotesi di un imbroglio/qualcosa andasse stortoSorrideSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > La storia e' divertente.. e tutti pensano che lei
    > sia una vecchia arpia... grazie alla prova
    > inoppugnabile della dichiarazione al notaio fatta
    > in
    > precedenza.
    >
    > MA pero' ci sono 2 elementi che possono non
    > quadrare...
    > - secondo The Smoking Gun che riporta un doc dei
    > federali, i quali dicono (non mi e' chiaro se
    > de-relato oppure no) che il GPS tracker
    > C'ERA
    > - la faccenda della dichiarazione preventiva e'
    > un gioco simile a quello che fanno certi
    > indovini/prestigiatori. oggetti uguali con
    > risposte diverse, e poi scelgono quella che gli
    > fa
    > comodo.
    >
    > Quindi la trama e' :
    > A lui effetivamente gli gustava far secca la
    > moglie, ma in caso di imbrogli si era premunito
    > con la "carta indovina" dal notaio, da evocare
    > ovviamente solo nell'ipotesi di un
    > imbroglio/qualcosa andasse stortoSorride
    >Sorride

    Be'... atteniamoci ai fatti:

    Lui scopre che "lei" è in realtà la sua quasi-ex.
    Lei tenta di incastrarlo.
    Lui se ne accorge e ne approfitta.

    Per dimostrare che lei stava tentando una manovra per ottenere tutto dal giudice non serve niente, bastano i fatti. Per dimostrare che lui ha agito in modo fraudolento occorre provarlo.

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: bubba
    > > La storia e' divertente.. e tutti pensano che
    > lei
    > > sia una vecchia arpia... grazie alla prova
    > > inoppugnabile della dichiarazione al notaio
    > fatta
    > > in
    > > precedenza.
    > >
    > > MA pero' ci sono 2 elementi che possono non
    > > quadrare...
    > > - secondo The Smoking Gun che riporta un doc dei
    > > federali, i quali dicono (non mi e' chiaro se
    > > de-relato oppure no) che il GPS tracker
    > > C'ERA
    > > - la faccenda della dichiarazione preventiva e'
    > > un gioco simile a quello che fanno certi
    > > indovini/prestigiatori. oggetti uguali con
    > > risposte diverse, e poi scelgono quella che gli
    > > fa
    > > comodo.


    > Be'... atteniamoci ai fatti:
    si certo ai fatti. ai fatti NOTI. non e' detto che siano tutti qui. Cmq stavo dando un epilogo suggestivoSorride


    > Per dimostrare che lei stava tentando una manovra
    > per ottenere tutto dal giudice non serve niente,
    > bastano i fatti. Per dimostrare che lui ha agito
    > in modo fraudolento occorre provarlo.
    Ah questo sicuramente... Cmq quel che dico io l'han fatto realmente (non con FB e omicidi in mezzo certo) ... basta pensare a sedicenti indovini del totocalcio (o affini)... un bel 1-x-2 depositato da 3 notai diversi.. e poi vai a recuperare solo quello vincente. Per fare scena ovviamente.. e accreditarsi come indovino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    Aveva pescato la carta "esci gratis di prigione"Con la lingua fuori
    Funz
    12988
  • Ok, quindi tu quando trami di assassinare qualcuno lo confidi su facebook?
    non+autenticato
  • - Scritto da: poiuy
    > Ok, quindi tu quando trami di assassinare
    > qualcuno lo confidi su
    > facebook?


    be basta vedere fatti di cronaca reale per capire che la gente è molto molto più stupida e in alcuni casi direi anche per fortuna Sorride))
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)