Chi vuole Linux a casa e in ufficio?

Una piccola start-up americana tenta la sorte lanciando una linea di PC a basso costo basati su Linux e dedicati al mercato domestico e degli uffici. L'obiettivo Ŕ conquistare anche i mercati dei paesi in via di sviluppo

Bellevue (USA) - Addomesticare il Pinguino, e farne un concorrente di Windows anche per i PC di case e uffici, Ŕ un obiettivo che la comunitÓ Linux insegue ormai da anni. Oggi a crederci sono in molti, anche fra i big del settore, e un po' tutti i principali distributori di Linux hanno rilasciato, o lo stanno per fare, versioni desktop dei propri sistemi operativi. Sulla scia di questo rinnovato ottimismo una piccola start-up americana, Linare, ha lanciato una linea di PC economici con Linux dedicati alla casa e all'ufficio.

Per 199 dollari, Linare offre un PC equipaggiato con un processore di Via a 1 GHz, 128 MB di RAM, 20 GB di hard disk, mouse, tastiera, casse e modem 56K. Il monitor Ŕ escluso. La dotazione software comprende la distribuzione Linux di Linare con inclusi tutti i principali pacchetti home/office, fra cui KDE, OpenOffice, Mozilla, Xine, Xmms, Xcdroast e Gaim.

Il prezzo Ŕ simile ai PC lanciati lo scorso anno da Lindows in partnership con Microtel, tuttavia questi attualmente comprendono una scheda di rete e adottano i processori Duron di AMD a 1,1 GHz.
Seguendo la strategia di altri produttori, fra i quali colossi come HP e IBM, Linare ha intenzione di proporre i propri PC non solo sui mercati occidentali, dove il fattore prezzo Ŕ spesso il meno prioritario per gli acquirenti, ma anche su quelli in via di sviluppo, come quello indiano.

Sebbene la maggior parte degli analisti siano piuttosto scettici riguardo al business basato su PC Linux a basso costo, Linare afferma di poter contare sui dei buoni margini di profitto grazie a delle spese operative molto contenute.

Al pari di Lindows e altri noti distributori di Linux, Linare vende il proprio sistema operativo desktop anche separatamente dall'hardware per un prezzo di 20 dollari. La piccola societÓ si Ŕ giÓ detta in trattative con alcuni assemblatori di PC per preinstallare il proprio Linux su alcune linee di computer desktop.

Per il momento i PC di Linare possono essere acquistati solo sul mercato americano, inglese e indiano, ma entro l'anno l'azienda conta di raggiungere altri 18 paesi, fra cui l'Italia.
TAG: hw
268 Commenti alla Notizia Chi vuole Linux a casa e in ufficio?
Ordina
  • Avevo solo un dubbio...Il prezzo di $199 è per l'acquisto del computer, non si tratta di una sorta di affitto?
    Grazie !A bocca aperta
    non+autenticato
  • GNU/Linux o Windows?
    (In Windows includiamo anche gli altri S.O. prprietari.)
    GNU/Linux:

    * Gratuito
    * Personalizzabilissimo
    * Se sai programmare essendo open source è completamente aperto ad ogni tua esigenza
    * I giochi ci girano (sia se usi WineX sia se te li fai da solo)
    * Per "Fare da solo i giochi" ovviamente si intende che il gioco non potra MAI essere come Q3 o UT, potranno invece essere semplici ma comunque divertenti (quante persone giocano a Snake sul Nokia?? Quel gioco c'è anke sul "Mandrake 9.1" e non mi sembra particolarmente evoluto)
    * supporta quasi tutte le periferiche in circolazione (tranne naturalmente quelle che non conoscono neanche gli stessi produttori)
    * E' stabilissimo
    * E' libero, per cui se tu vuoi fare i driver per GNU/Linux li fai, nessuno ti costringerà mai
    * Kernel ricompilabile per avere a tua disposizione ciò che ti serve
    * Altro...

    Windows (& Altri)
    * Abbastanza stabili (win2k, winxp) altri purtroppo (win 98 e win 95 hanno qualche (ma si, uno o due) bug
    * In compenso ci girano molte cose (sapete perchè??)
    perchè la microsoft con i Vs soldi ha comprato tante (ma proprio tante) società e gli ha detto di fare il sw che gira SOLO sotto win (sembra una specie di ricatto no??)
    * A pagamento
    * Vulnerabilissimo ( a casa ho una collezione, per ora piccola, di virus & co. (58) di cui 57 sono per win, 1 per linux
    * Centro assistenza MOOOOOLTO fannullone, per fare una patch possibile che dalla scoperta del problema ci voglia così tanto a distribuirla?
    * Altro...

    In riepilogo, a ki piace win cosi tanto (ZioBill ti riguarda) se lo può tenere (mica vengo a spararti se non migri) ma non mi può dire che dopo la mafia ed il resto legato a win sia contento di usarlo, a ki piace GNU/Linux dico la stessa cosa, senza il concetto di mafia ma col concetto di aiuto reciproco (sapete programmare, realizzare qualsiasi cosa, contribuite al progetto di sviluppo di linux.

    **** I love :linux ****
  • awwwwnnn...
    non+autenticato
  • indovina perchè ho scritto un punto finale??
    per avere una conversazione senza deficienti che scrivono due righe per dire qualche cavolate o per litigare con l'utente che ha appena postato, penso che il fatto che tu sei annoiato non interessi a nessuno.

  • - Scritto da: argaar
    > GNU/Linux o Windows?
    > (In Windows includiamo anche gli altri S.O.
    > prprietari.)
    > GNU/Linux:
    >
    > * Gratuito

    io il lavoro degli altri lo pago... a meno che non mi danno merda

    > * Personalizzabilissimo

    colori? caratteri?... poi?

    > * Se sai programmare essendo open source è
    > completamente aperto ad ogni tua esigenza

    beh... i veri programmatori non lavorano con i sorgenti di linux... semmai sono gli stidenti universitari che di tanto in tanto gli danno un'occhiata

    > * I giochi ci girano (sia se usi WineX sia
    > se te li fai da solo)

    ...si...si adesso me ne faccio uno

    > * Per "Fare da solo i giochi" ovviamente si
    > intende che il gioco non potra MAI essere
    > come Q3 o UT, potranno invece essere
    > semplici ma comunque divertenti (quante
    > persone giocano a Snake sul Nokia?? Quel
    > gioco c'è anke sul "Mandrake 9.1" e non mi
    > sembra particolarmente evoluto)

    Snake???... Non è che ti stai arrampicando sui vetri?

    > * supporta quasi tutte le periferiche in
    > circolazione (tranne naturalmente quelle che
    > non conoscono neanche gli stessi produttori)

    NO, supporta solo le periferiche dei produttori più ricchi... perchè gli investimenti su linux non rendono mai

    > * E' stabilissimo

    cazzate... uso spesso linux (non per mia volontà) e non si può paragonare nemmeno minimamente a Win2000 (soprattutto in termini di stabilità)

    > * E' libero, per cui se tu vuoi fare i
    > driver per GNU/Linux li fai, nessuno ti
    > costringerà mai

    non mi va di fare i drivers per GNU/Linux, me li puoi fare tu per favore (a gratis naturalmente)?

    > * Kernel ricompilabile per avere a tua
    > disposizione ciò che ti serve

    si..si...

    > * Altro...
    >
    > Windows (& Altri)
    > * Abbastanza stabili (win2k, winxp) altri
    > purtroppo (win 98 e win 95 hanno qualche (ma
    > si, uno o due) bug

    stavolta ti perdono

    > * In compenso ci girano molte cose (sapete
    > perchè??)
    > perchè la microsoft con i Vs soldi ha
    > comprato tante (ma proprio tante) società e
    > gli ha detto di fare il sw che gira SOLO
    > sotto win (sembra una specie di ricatto
    > no??)

    sei un mistificatore

    > * A pagamento

    e che c'è di strano... io non ho mai trovato un telefonino sotto gpl e nemmeno un CD di musica rock

    > * Vulnerabilissimo ( a casa ho una
    > collezione, per ora piccola, di virus & co.
    > (58) di cui 57 sono per win, 1 per linux

    beh... se di linux si conoscono anche i sorgenti, speriamo allora che il pinguino non diventerà mai famoso come windows e non avrà mai tante antipatie infondate fra crackers e hackers...

    > * Centro assistenza MOOOOOLTO fannullone,
    > per fare una patch possibile che dalla
    > scoperta del problema ci voglia così tanto a
    > distribuirla?

    spesso sono gli utenti che non curano certi aspetti riguardo gli aggiornamenti del sistema... io non vedo un virus dal 1999 (che ci credi o no) e uso win2k e la Rete 25 ore al giorno

    > * Altro...

    fumati un'altra canna che ti viene quanche nuova idea

    >
    > In riepilogo, a ki piace win cosi tanto
    > (ZioBill ti riguarda) se lo può tenere (mica
    > vengo a spararti se non migri) ma non mi può
    > dire che dopo la mafia ed il resto legato a
    > win sia contento di usarlo, a ki piace
    > GNU/Linux dico la stessa cosa, senza il
    > concetto di mafia ma col concetto di aiuto
    > reciproco (sapete programmare, realizzare
    > qualsiasi cosa, contribuite al progetto di
    > sviluppo di linux.
    >
    > **** I love :linux ****

    mafia...? Ok..., siamo alle solite co sti comunisti esaltati...

    Salutami papà torvald
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    ....
    > mafia...? Ok..., siamo alle solite co sti
    > comunisti esaltati...

    Volevo risponderti punto per punto.... ma mi sono reso conto che hai scritto una tale mole di fesserie che una discussione è semplicemente inutile....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > ....
    > > mafia...? Ok..., siamo alle solite co sti
    > > comunisti esaltati...
    >
    > Volevo risponderti punto per punto.... ma mi
    > sono reso conto che hai scritto una tale
    > mole di fesserie che una discussione è
    > semplicemente inutile....

    è la stessa cosa che ho pensato io prima di rispondere al tuo post fazioso... ma come vedi io sono sempre aperto ai commenti e allo scambio di opinioni
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > ....
    > > > mafia...? Ok..., siamo alle solite co
    > sti
    > > > comunisti esaltati...
    > >
    > > Volevo risponderti punto per punto.... ma
    > mi
    > > sono reso conto che hai scritto una tale
    > > mole di fesserie che una discussione è
    > > semplicemente inutile....
    >
    > è la stessa cosa che ho pensato io prima di
    > rispondere al tuo post fazioso... ma come

    Quale post fazioso ?

    L'unico post fazioso che ho visto è il tuo.

    E l'unico post che ho scritto è stato per dire che hai scritto una mole di fesserie...

    > vedi io sono sempre aperto ai commenti e
    > allo scambio di opinioni

    Scambio di opinioni ?

    "io il lavoro degli altri lo pago... a meno che non mi danno merda"

    "cazzate..."

    "si..si..."

    "sei un mistificatore"

    "fumati un'altra canna che ti viene quanche nuova idea"

    "Ok..., siamo alle solite co sti comunisti esaltati..."

    "Salutami papà torvald"

    Queste sono ovviamente opinioni espresse al fine di cercare un dialogo costruttivo, vero ?



    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > ....
    > > > > mafia...? Ok..., siamo alle solite
    > co
    > > sti
    > > > > comunisti esaltati...
    > > >
    > > > Volevo risponderti punto per punto....
    > ma
    > > mi
    > > > sono reso conto che hai scritto una
    > tale
    > > > mole di fesserie che una discussione è
    > > > semplicemente inutile....
    > >
    > > è la stessa cosa che ho pensato io prima
    > di
    > > rispondere al tuo post fazioso... ma come
    >
    > Quale post fazioso ?
    >
    > L'unico post fazioso che ho visto è il tuo.
    >
    > E l'unico post che ho scritto è stato per
    > dire che hai scritto una mole di fesserie...
    >
    > > vedi io sono sempre aperto ai commenti e
    > > allo scambio di opinioni
    >
    > Scambio di opinioni ?
    >
    > "io il lavoro degli altri lo pago... a meno
    > che non mi danno merda"
    >
    > "cazzate..."
    >
    > "si..si..."
    >
    > "sei un mistificatore"
    >
    > "fumati un'altra canna che ti viene quanche
    > nuova idea"
    >
    > "Ok..., siamo alle solite co sti comunisti
    > esaltati..."
    >
    > "Salutami papà torvald"
    >
    > Queste sono ovviamente opinioni espresse al
    > fine di cercare un dialogo costruttivo, vero
    > ?
    >

    complimenti, hai un futuro da politico e demagogo... ma resta il fatto che il tuo era un post fazioso e scritto esclusivamente per provocare chi non la pensasse come te...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    .....
    > complimenti, hai un futuro da politico e
    > demagogo... ma resta il fatto che il tuo era
    > un post fazioso e scritto esclusivamente per
    > provocare chi non la pensasse come te...

    Complimenti.... hai un futuro da utonto... visto che non riesci neppure a capire quello che leggi....

    Cosa non hai capito di "E l'unico post che ho scritto è stato per dire che hai scritto una mole di fesserie" ?!?!?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > cazzate... uso spesso linux (non per mia
    > volontà) e non si può paragonare nemmeno
    > minimamente a Win2000 (soprattutto in
    > termini di stabilità)

    Semplicemente FUD.
    Non hai la benche' minima idea di cosa stai parlando, o lo sai ma vuoi avere ragione in tutti i modi.

    Anche se non otterro' risposta, sono curioso... dimmi, dov'e' instabile linux rispetto a windows? A lavoro, uso Linux Red Hat 9 come desktop e non lo spengo dai primi di Aprile (da quando l'ho installato in pratica), la sera prima di andare via lo locko senza sloggarmi, mi sai dire se con windows in utilizzo desktop hai mai avuto un uptime analogo?

    Grazie
    non+autenticato
  • > io il lavoro degli altri lo pago... a meno
    > che non mi danno merda

    Ah, ho capito tu sei uno di quelli furbi... va là chissà quante volte ti hanno spacciato merda per oro e te la sei pure comprata pagandola a peso d'oro

    > colori? caratteri?... poi?

    Qui dimostri scarsa conoscenza, è noto a tutti che linux sia altamente più configurabile di winzozz dove al massimo puoi fare click, doppio click ,ctrl-alt-canc

    > beh... i veri programmatori non lavorano con
    > i sorgenti di linux... semmai sono gli
    > stidenti universitari che di tanto in tanto
    > gli danno un'occhiata

    Gli STIDENTI universitari ?? leggiti il vocabolario; e poi ci sono tanti professionisti programmatori che partecipano allo sviluppo di Linux

    > NO, supporta solo le periferiche dei
    > produttori più ricchi... perchè gli
    > investimenti su linux non rendono mai

    ?? fatti un giro e guardati l'hardware supportato...

    > cazzate... uso spesso linux (non per mia
    > volontà) e non si può paragonare nemmeno
    > minimamente a Win2000 (soprattutto in
    > termini di stabilità)

    Certo , nel senso che Linux è molto meglio di Win2000

    > > * Kernel ricompilabile per avere a tua
    > > disposizione ciò che ti serve
    >
    > si..si...

    Questa è l'unica cosa giusta che hai scritto...

    > > * Altro...
    > >
    > > Windows (& Altri)
    > > * Abbastanza stabili (win2k, winxp) altri
    > > purtroppo (win 98 e win 95 hanno qualche
    > (ma
    > > si, uno o due) bug
    >
    > stavolta ti perdono

    Non perdoni nessuno, semplicemente ha ragione

    > > * In compenso ci girano molte cose (sapete
    > > perchè??)
    > > perchè la microsoft con i Vs soldi ha
    > > comprato tante (ma proprio tante) società
    > e
    > > gli ha detto di fare il sw che gira SOLO
    > > sotto win (sembra una specie di ricatto
    > > no??)
    >
    > sei un mistificatore

    Uh? Mai letto nulla della storia di M$ ?

    > > * A pagamento
    >
    > e che c'è di strano... io non ho mai trovato
    > un telefonino sotto gpl e nemmeno un CD di
    > musica rock

    Forse non distingui la conoscenza dagli oggetti materiali...

    > fumati un'altra canna che ti viene quanche
    > nuova idea

    ?? sei proprio a corto...
    non+autenticato
  • Leggo sempre accuse alle Gpl di rovinare il mercato e di mandare in rovina i programmatori............

    a parte le smargiassate di Zio Bill & co ci sono accuse concrete?

    Sennˇ continuate a riempirvi la bocca d'aria fritta!

    Domanda: "Perché la Gpl rovina i programmatori?"

    Risposta.........
    non+autenticato
  • Rovina i programmatori perché è usata con logica sovietica (tu lavora, noi ti forniamo l'onore di finire in una distro ma i soldi ce li teniamo noi).

    Rovina il mercato perché se io uso una libreria GPL il mio prog diventa GPL e questo secondo me è castrante (se la GPL avesse qualche valore legale).

    Ricordo però che:

    SuSe viola GPL non rendendo pubblico il codice di alcune beta

    Lindows viola la GPL perché il codice è disponibile solo a pagamento, quando invece dovrebbe essere accessibile a tutti.

    WineX viola GPL (e non lo potrebbe fare visto che è basato su Wine che è GPL) perché si comporta come Lindows con alcune porzioni del codice (che non possono essere proprietarie perché la GPL si "propaga" anche se usi piccole porzioni di codice o librerie).


    Sul punto del non pagare i programmatori è inutile che mi si dice che la GPL lo permette: è l'indottrinamento che è sbagliato: se si inculca ai bambini a lavorare e gli si insegna che se lavorano altri potrebbero riscuotere la loro paga e questp è giustizia e libertà quello lo fanno.

    Pensandoci bene non è la GPL che uccide il software sono gli stupidi.
    Per fare un programma open basta un disclaimer che dice che il codice è di libero utilizzo senza scopi di lucro e che se ci si vuole lucrare ci si deve accordare per una giusta retribuzione. Ma poi le distro chi le fa? Chi sta abusando della sua posizione dominante nel mondo dell'open? Chi sfrutta la GPL e la cosa è pure alquanto inaudita, se si pansa che i *BSD sono centomila volte più affidabili per i server, non hanno una licenza castrante (anzi puoi fare come vuoi) ma nessuno li usa... Questo dovrebbe lasciar pensare che non si sta andando verso la libertà ma verso un secondo polo informatico che al momento opportuno cambierà le regole del gioco (altrimenti avrebbero sfruttato la licenza BSD che rende rebbe le distro anche più libere di come sono ora...).

    Chi si riempie la bocca con parole come libertà sta spianando la strada a (o trama) una bella dittatura
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Rovina i programmatori perché è usata con
    > logica sovietica (tu lavora, noi ti forniamo
    > l'onore di finire in una distro ma i soldi
    > ce li teniamo noi).

    Noi chi?

    >
    > Rovina il mercato perché se io uso una
    > libreria GPL il mio prog diventa GPL e
    > questo secondo me è castrante (se la GPL
    > avesse qualche valore legale).
    >

    Già come no .. io scelgo GPL per garantirmi che il software che io (a mio insindacabile giudizio) ho deciso che sia (e rimanga) pubblico e passa il primo che se ne appropria, lo modifica e ci fa una cosa proprietaria a mio dispetto... ma sei fuori?


    > Ricordo però che:
    >
    > SuSe viola GPL non rendendo pubblico il
    > codice di alcune beta
    >
    > Lindows viola la GPL perché il codice è
    > disponibile solo a pagamento, quando invece
    > dovrebbe essere accessibile a tutti.
    >
    > WineX viola GPL (e non lo potrebbe fare
    > visto che è basato su Wine che è GPL) perché
    > si comporta come Lindows con alcune porzioni
    > del codice (che non possono essere
    > proprietarie perché la GPL si "propaga"
    > anche se usi piccole porzioni di codice o
    > librerie).

    Secondo la GPL ll detentore del copyright (di solito coincide con l'autore/i)
    è l'unico che ha il diritto di portare in giudizio l'eventuale "colpevole" di violazione.

    Se il detentore del copyright non lo fa evidentemente ritiene (sempre a suo insindacabile giudizio) che non sussita una violazione sostanziale!

    Chi viola la GPL corre comunque grossi rischi perchè anche un singolo può (sempre a suo insindacabile giudizio) fare causa a M$ o a Suse o altri grossi
    che sicuramente non sono nella posizione di correre questo rischio a "cuor leggero" ... non è la prima volta (anche se è poco noto) che si arriva ad un accordo con l'autore su una cifra che si ritiene ragionevole per l'uso "commerciale" (che l'autore sempre a suo insindacabile giudizio può concedere lasciando intatto il GPL).


    >
    >
    > Sul punto del non pagare i programmatori è
    > inutile che mi si dice che la GPL lo
    > permette: è l'indottrinamento che è
    > sbagliato: se si inculca ai bambini a
    > lavorare e gli si insegna che se lavorano
    > altri potrebbero riscuotere la loro paga e
    > questp è giustizia e libertà quello lo
    > fanno.

    Siamo sempre li... gli altri chi? quelli come lui? ben vengano dato che danno il loro contributo!

    Gli altri intesi come "commerciali" è un discorso ti ripeto molto diverso!
    Io stesso ho praticato queste modalità di licenza GPL e "commerciale" in più di una occasione.

    >
    > Pensandoci bene non è la GPL che uccide il
    > software sono gli stupidi.

    Ecco su questo siamo finalmente d'accordo!

    > Per fare un programma open basta un
    > disclaimer che dice che il codice è di
    > libero utilizzo senza scopi di lucro e che
    > se ci si vuole lucrare ci si deve accordare
    > per una giusta retribuzione. Ma poi le
    > distro chi le fa? Chi sta abusando della sua
    > posizione dominante nel mondo dell'open? Chi
    > sfrutta la GPL e la cosa è pure alquanto
    > inaudita, se si pansa che i *BSD sono
    > centomila volte più affidabili per i server,

    è vero BSD come server è (a anche mio parere) più "robusto" ma con questo che vorresti dire? ... gran parte del software utilizzato negli ambienti *BSD (come tu lo chiami) è GPL... basta leggere...
    Diverso è l'uso come workstation linux è più flessibile e in generale (proprio per il suo successo) ha più software a disposizione.....
    e allora?

    > non hanno una licenza castrante (anzi puoi
    > fare come vuoi) ma nessuno li usa... Questo
    > dovrebbe lasciar pensare che non si sta
    > andando verso la libertà ma verso un secondo
    > polo informatico che al momento opportuno
    > cambierà le regole del gioco (altrimenti
    > avrebbero sfruttato la licenza BSD che rende
    > rebbe le distro anche più libere di come
    > sono ora...).

    Peperonata a colazione e topi morti per cena?
    Stai più leggero!

    Quale polo? di chi? di Stallman? libere in che senso?

    Pensa alla mossa di SCO se non fosse per i 400 e passa programmatori del kernel che gli hanno fatto causa (prima in germania da dove è dovuta fuggire a gambe levate!) e adesso in USA grazie alla GPL che li protegge (loro e tutti noi) come pensi si potrebbero difendere gli autori?

    >
    > Chi si riempie la bocca con parole come
    > libertà sta spianando la strada a (o trama)
    > una bella dittatura

    Si la dittatura di Stallman... ma lascia perdere... faresti bene ad analizzare con un legale la GPL e ti accorgeresti che è molto vicina ai principi giuridici concreti della gran parte dei paesi "cosiddetti occidentali"... cioè è applicabile "con buone probabilità di successo" sia nei paesi "common law" che nei paesi con ordinamento di "diritto romano"...

    La definizione non è mia ma è l'opinione di alcuni giuristi di livello e fama internazionale..... (altrimenti perchè SCO è fuggita dalla Ggermania?)

    ...Seriamente riflettici sopra a mente serena..... vedrai che non ho tutti i torti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Rovina il mercato perché se io uso una
    > libreria GPL il mio prog diventa GPL e
    > questo secondo me è castrante (se la GPL
    > avesse qualche valore legale).

    > se si pansa che i *BSD sono
    > centomila volte più affidabili per i server,
    > non hanno una licenza castrante (anzi puoi
    > fare come vuoi) ma nessuno li usa...

    Non sono daccordo, perchè proprio la tua filosofia è sovietica.
    Parli della gpl come la morte dei programmatori, e poi vorresti che tutti usassero la BSD perchè ti permette a "TE" di prendere il codice di altri, e farci assolutissimamente quello che vuoi. E tu VUOI solo questo.

    Beh, posso dirti che la GPL invece difende proprio i programmatori, dalla gente come te.

    Se è ampiamente, maggiormente e worldwide piu' usata la GPL e non la BSD un motivo ci sara', tu che dici? O sono tutti mentecatti e tu sei l'unico furbo che sa "come" deve girare il mondo?

    Non credo.
    non+autenticato
  • (Mode post ironico on)

    Questo messaggio e' per quel tizio che sembra avercela coi siciliani...

    Anche io sono siciliano, di Palermo per la precisione.

    Sai cosa si dice dalle mie parti?
    Che il destino dei siciliani e' il dominio del mondo.
    Ma il motivo per cui tutti i NON siciliani dormono ancora sonni tranquilli e' perche' e' cosa nota dei siciliani pure il fatto che amino fare tutto con mooooooolta calma!

    Ovviamente e' una battuta...

    Ma Linux invece non scherza! Il suo destino sembra essere il dominio del mondo del computing e a differenza dei siciliani questo sta andando come un treno!
    Questa notizia dei desktop Linux a basso costo e' solo la prima di tante altre, di penetrazione nel mondo desktop...

    Stai quindi molto attento a Linux e ai siciliani, perche' presto ti potresti trovare un "leccasapone" (piccolo coltello a serramanico molto affilato con cui vanno sempre in giro i siciliani tradizionalisti) sotto la gola, e un pinguino che osserva minacciosamente le tue chiappe... A bocca aperta

    (Mode post ironico off)

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
  • non sono siciliano ma mi pare si dica "Allicasapuni" ... ono?

    - Scritto da: Mechano
    > (Mode post ironico on)
    >
    > Questo messaggio e' per quel tizio che
    > sembra avercela coi siciliani...
    >
    > Anche io sono siciliano, di Palermo per la
    > precisione.
    >
    > Sai cosa si dice dalle mie parti?
    > Che il destino dei siciliani e' il dominio
    > del mondo.
    > Ma il motivo per cui tutti i NON siciliani
    > dormono ancora sonni tranquilli e' perche'
    > e' cosa nota dei siciliani pure il fatto che
    > amino fare tutto con mooooooolta calma!
    >
    > Ovviamente e' una battuta...
    >
    > Ma Linux invece non scherza! Il suo destino
    > sembra essere il dominio del mondo del
    > computing e a differenza dei siciliani
    > questo sta andando come un treno!
    > Questa notizia dei desktop Linux a basso
    > costo e' solo la prima di tante altre, di
    > penetrazione nel mondo desktop...
    >
    > Stai quindi molto attento a Linux e ai
    > siciliani, perche' presto ti potresti
    > trovare un "leccasapone" (piccolo coltello a
    > serramanico molto affilato con cui vanno
    > sempre in giro i siciliani tradizionalisti)
    > sotto la gola, e un pinguino che osserva
    > minacciosamente le tue chiappe... A bocca aperta
    >
    > (Mode post ironico off)
    >
    > --
    > Ciao.
    >   Mr. Mechano
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non sono siciliano ma mi pare si dica
    > "Allicasapuni" ... ono?

    "liccasapuni". Ma non e' questo il punto.
    A parte la fierezza delle proprie origini che si stanno perdendo con la globalizzazione, io stesso o vissuto in Svizzera e nord Italia per molti anni e di siciliano m'e' rimasto poco, manco l'accento, forse come Giovanni di Aldo Giovanni e Giacomo, mi porto dietro l'espressione "Miiiiiiii".
    La disputa Win vs Linux e' positiva solo se porta tutti a crescee culturalmente. Conoscere pregi e difetti dell'uno o dell'altro sistema, ma piu' che altro i concetti e le filosofie che ci stanno dietro.
    Quella del software libero e della pluralita' e' una filosofia molto bella per chi e' abituato alla collaborazione e ai rapporti interpersonali. Ad uno sviluppatore Linux (e non) di software libero puo' capitare spessissimo di dover collaborare con siciliani, indiani, africani e qualsiasi altra razza.
    A me e' capitato spesso di tenere contatti con uno svedese (Tero Kivinen) amministratore di freenet.hut.fi e anche con un musulmano del Kirzygistan, uno stato che non sapevo manco che esistesse e non so neppure se si scrive cosi'.
    Qui pero' ci si scanna tra connazionali, concittadini, vicini di casa, fratelli anche solo perche' non si tollera la diversita' del sistema che si usa.

    Linux ha dei difetti di gioventu' e tecnici (per l'uso assoluto come desktop) che si stanno superando rapidamente. La sua filosofia di base pero' a me, dal punto di vista umano, etico, della collaborazione e della pluralita', sembra non avere difetti. E una specie di trionfo della fratellanza e spirito di collaborazione che puo' unire persone con una passione in comune, la programmazione e il software libero.

    Penso spesso che gli denigra Linux ma soprattutto dal punto di vista della GPL e della filosofia, o non ha capito niente del cambiamento di mentalita' (in meglio) che questo porta, o e' in malafede.
    Penso a tutti quei tecnici Win certificati MS, ai cacciavitari di periferia che si fanno pagare per installare Win, rimuovere virus, attivare servizi di rete con Win ecc. Che hanno una gran paura di perdere il loro sostentamento, dato soprattutto dal tempo che questi dedicano a risolvere soprattutto problemi che un sistema operativo ben fatto non dovrebbe avere.

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
    mechano@punto-informatico.it

  • - Scritto da: Mechano

    [cut]

    > Penso spesso che gli denigra Linux ma
    > soprattutto dal punto di vista della GPL e
    > della filosofia, o non ha capito niente del
    > cambiamento di mentalita' (in meglio) che
    > questo porta, o e' in malafede.
    > Penso a tutti quei tecnici Win certificati
    > MS, ai cacciavitari di periferia che si
    > fanno pagare per installare Win, rimuovere
    > virus, attivare servizi di rete con Win ecc.
    > Che hanno una gran paura di perdere il loro
    > sostentamento, dato soprattutto dal tempo
    > che questi dedicano a risolvere soprattutto
    > problemi che un sistema operativo ben fatto
    > non dovrebbe avere.
    >
    > --
    > Ciao.
    >   Mr. Mechano
    > mechano@punto-informatico.it

    Il re e' nudo!
    In effetti questa e' la nuda verita'. Soprattutto chi lavora nell'ambito di scuole e enti pubblici, ma anche aziende private, sa quanti soldi - io lo vedo ogni giorno - viene speso per "interventi" ridicoli. Al 90% si tratta di rimozione virus oppure di reinstallazione del sistema operativo dopo incasinamento da programmi stupidi. Per non parlare di stampanti inceppate!
    Peraltro, con questi "interventi" questi signori hanno anche occasione di guadagnare sulle sostituzioni hardware (tipo scheda di rete saltata) facendo pagare i componenti anche il 30-40% in piu' rispetto alla media di mercato. Parlo di esperienza di ogni giorni, mi passano davanti le fatture e gli ordini, non sto facendo sterile propaganda "di parte" come quell'idiota che ha scritto che se i giochi sotto Linux non ci sono uno se li puo' programmare.
    Come ha scritto Mechano queste persone, che spesso galleggiano come meglio possono alla periferia del mercato informatico, sono terrorizzate dalla prospettiva di una diffusione di Linux ed e' anche facile capire perche': non per il fatto che Linux sia perfetto e non abbia mai bisogno di assistenza ma perche' ci sarebbero molti meno interventi idioti (leggi: soldi facili facili) con i virus, dialer o programmilli scaricati che si piazzano in esecuzione automatica creando problemi.)
    Saluti
    Prospero
    non+autenticato

  • - Scritto da: Mechano
    [cut]

    >
    > Penso a tutti quei tecnici Win certificati
    > MS, ai cacciavitari di periferia che si
    > fanno pagare per installare Win, rimuovere
    > virus, attivare servizi di rete con Win ecc.

    Hai fatto di tutta l'erba un fascio, mi sa che non hai mai lavorato con i primi, forse ti sarai imbattuto nei secondi: comunque, paradossalmente, hai appena descritto attivita' che potresti/dovresti fare per guadagnare distribuendo soluzioni basate su software GPL... Occhiolino


    > Che hanno una gran paura di perdere il loro
    > sostentamento, dato soprattutto dal tempo
    > che questi dedicano a risolvere soprattutto
    > problemi che un sistema operativo ben fatto
    > non dovrebbe avere.

    Paura? Non creso proprio: chi ha studiato, ha una forte culture informatica di base, passera' indifferentemente da architetture Windows ad altre Linux, e viceversa: solo chi ripete pedissequamente senza capire cosa sta facendo si preoccupa...

    >
    > --
    > Ciao.
    >   Mr. Mechano
    > mechano@punto-informatico.it

    Saluti!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Gianluca70
    >
    > - Scritto da: Mechano
    > [cut]
    >
    > >
    > > Penso a tutti quei tecnici Win certificati
    > > MS, ai cacciavitari di periferia che si
    > > fanno pagare per installare Win, rimuovere
    > > virus, attivare servizi di rete con Win
    > ecc.
    >
    > Hai fatto di tutta l'erba un fascio, mi sa
    > che non hai mai lavorato con i primi, forse
    > ti sarai imbattuto nei secondi: comunque,
    > paradossalmente, hai appena descritto
    > attivita' che potresti/dovresti fare per
    > guadagnare distribuendo soluzioni basate su
    > software GPL... Occhiolino

    Non mi pare che l'autore abbia fatto di tutta l'erba un fascio mi pare che sia un dato di fatto... la maggior parte degli interventi su windows sono del tipo descritto.... che poi una MINORANZA non sia così nessuno lo nega....

    Nel caso GPL (anche questo è un fatto statisticamente osservabile) è vero il contrario....

    >
    >
    > > Che hanno una gran paura di perdere il
    > loro
    > > sostentamento, dato soprattutto dal tempo
    > > che questi dedicano a risolvere
    > soprattutto
    > > problemi che un sistema operativo ben
    > fatto
    > > non dovrebbe avere.
    >
    > Paura? Non creso proprio: chi ha studiato,
    > ha una forte culture informatica di base,
    > passera' indifferentemente da architetture
    > Windows ad altre Linux, e viceversa: solo
    > chi ripete pedissequamente senza capire cosa
    > sta facendo si preoccupa...

    Vero! chi ha buona cultura di non ha problemi ne con win ne con Linux...
    la differenza è che con Linux la tua cultura di base viene messa molto più a frutto perchè puoi intervenire e usarla direttamente... con win sei in sostanza poco più di un utente e le scelte le fa M$ (e non è affatto scontato che quelle scelte siano quelle che coincidono con le esigenze tue e del tuo cliente!)....   

    Saludos da Nonna Papera

    >
    > >
    > > --
    > > Ciao.
    > >   Mr. Mechano
    > > mechano@punto-informatico.it
    >
    > Saluti!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Gianluca70
    > >
    > > - Scritto da: Mechano
    > > [cut]
    > >
    > > >
    > > > Penso a tutti quei tecnici Win
    > certificati
    > > > MS, ai cacciavitari di periferia che si
    > > > fanno pagare per installare Win,
    > rimuovere
    > > > virus, attivare servizi di rete con Win
    > > ecc.
    > >
    > > Hai fatto di tutta l'erba un fascio, mi sa
    > > che non hai mai lavorato con i primi,
    > forse
    > > ti sarai imbattuto nei secondi: comunque,
    > > paradossalmente, hai appena descritto
    > > attivita' che potresti/dovresti fare per
    > > guadagnare distribuendo soluzioni basate
    > su
    > > software GPL... Occhiolino
    >
    > Non mi pare che l'autore abbia fatto di
    > tutta l'erba un fascio mi pare che sia un
    > dato di fatto...

    Ha legato tecnici certificati MS con i cacciavitari di periferia: per me, questo e' "fare di tutta l'erba un fascio"


    > la maggior parte degli
    > interventi su windows sono del tipo
    > descritto....

    Anche tu mai lavorato con i primi, ma solo con i secondi?
    Pazienza, ma evita di cadere negli stessi equivoci.

    > che poi una MINORANZA non sia
    > così nessuno lo nega....

    Nel mondo professionale la minoranza e' maggioranza, altrimenti vai a casa molto in fretta .

    >
    > Nel caso GPL (anche questo è un fatto
    > statisticamente osservabile) è vero il
    > contrario....

    Non hai capito cosa stavo insinuando (e si era inteso da come commentavi): io intendevo dire che, in ogni caso, attivita' di installazione, personalizzazione e configurazione di servizi sono quasi l'unica forma di sostentamento per chi distribuisce soluzioni OpenSource: so benissimo che la GPL non ti vieta di farti pagare anche il mero prodotto SW, ma di norma nessuno conta su questa forma di introiti; invece, un negozietto di prodotti ClosedSource (putacaso, videogiochi per PC o console varie) puo' fregarsene di dare servizi, gli puo' bastare anche il solo margine sul venduto.

    L'autore del primo post deprecava le certamente inutili e reiterate installazioni di prodotti, ma paradossalmente si dimenticava che quelle attivita' sono e saranno la fonte del suo pane quotidiano: guarda che paradosso... Occhiolino


    >   
    > >
    > >
    > > > Che hanno una gran paura di perdere il
    > > loro
    > > > sostentamento, dato soprattutto dal
    > tempo
    > > > che questi dedicano a risolvere
    > > soprattutto
    > > > problemi che un sistema operativo ben
    > > fatto
    > > > non dovrebbe avere.
    > >
    > > Paura? Non creso proprio: chi ha studiato,
    > > ha una forte culture informatica di base,
    > > passera' indifferentemente da architetture
    > > Windows ad altre Linux, e viceversa: solo
    > > chi ripete pedissequamente senza capire
    > cosa
    > > sta facendo si preoccupa...
    >
    > Vero! chi ha buona cultura di non ha
    > problemi ne con win ne con Linux...
    > la differenza è che con Linux la tua cultura
    > di base viene messa molto più a frutto
    > perchè puoi intervenire e usarla
    > direttamente... con win sei in sostanza poco
    > più di un utente e le scelte le fa M$ (e non
    > è affatto scontato che quelle scelte siano
    > quelle che coincidono con le esigenze tue e
    > del tuo cliente!)....

    Parli troppo per sentito dire: tu sai come intervenire su Linux, chi deve sa come e dove intervenire su Windows.
    Il punto e' proprio questo: se non sapete quanto si possa configurare ed utilizzare un sistema MS, perche' vi ostinate a parlarne a sproposito?
    Prima lo STUDIATE, dimostrando di averne acquisito sufficienti competenze, poi lo comparate con tutto il resto (Linux e Unix commerciali).
    Diversamente non si puo' fare, se non coprendosi deliberatamente gli occhi con fette di pinguino o di finester spesse come muri e andando alla carica a testa bassa.
    ... e cio e' male !!! Occhiolino
    Ciao!



    non+autenticato

  • - Scritto da: Mechano
    > (Mode post ironico on)
    >
    > Questo messaggio e' per quel tizio che
    > sembra avercela coi siciliani...
    >
    > Anche io sono siciliano, di Palermo per la
    > precisione.
    >
    > Sai cosa si dice dalle mie parti?
    > Che il destino dei siciliani e' il dominio
    > del mondo.
    > Ma il motivo per cui tutti i NON siciliani
    > dormono ancora sonni tranquilli e' perche'
    > e' cosa nota dei siciliani pure il fatto che
    > amino fare tutto con mooooooolta calma!
    >
    > Ovviamente e' una battuta...
    >
    > Ma Linux invece non scherza! Il suo destino
    > sembra essere il dominio del mondo del
    > computing e a differenza dei siciliani
    > questo sta andando come un treno!
    > Questa notizia dei desktop Linux a basso
    > costo e' solo la prima di tante altre, di
    > penetrazione nel mondo desktop...
    >
    > Stai quindi molto attento a Linux e ai
    > siciliani, perche' presto ti potresti
    > trovare un "leccasapone" (piccolo coltello a
    > serramanico molto affilato con cui vanno
    > sempre in giro i siciliani tradizionalisti)
    > sotto la gola, e un pinguino che osserva
    > minacciosamente le tue chiappe... A bocca aperta
    >
    > (Mode post ironico off)
    >
    > --
    > Ciao.
    >   Mr. Mechano

    beh... anch'io sono delle tue parti... ma mi pare che tu abbia peccato un po' di megalomania... (a parte il fatto che se vedo un pinguino per strada, gli sparo direttamente con la lupara)Sorride

    /*la GPL ribassa qualsiasi valore del software*/
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Mechano
    > > (Mode post ironico on)
    > >
    > > Questo messaggio e' per quel tizio che
    > > sembra avercela coi siciliani...
    > >
    > > Anche io sono siciliano, di Palermo per la
    > > precisione.
    > >
    > > Sai cosa si dice dalle mie parti?
    > > Che il destino dei siciliani e' il dominio
    > > del mondo.
    > > Ma il motivo per cui tutti i NON siciliani
    > > dormono ancora sonni tranquilli e' perche'
    > > e' cosa nota dei siciliani pure il fatto
    > che
    > > amino fare tutto con mooooooolta calma!
    > >
    > > Ovviamente e' una battuta...
    > >
    > > Ma Linux invece non scherza! Il suo
    > destino
    > > sembra essere il dominio del mondo del
    > > computing e a differenza dei siciliani
    > > questo sta andando come un treno!
    > > Questa notizia dei desktop Linux a basso
    > > costo e' solo la prima di tante altre, di
    > > penetrazione nel mondo desktop...
    > >
    > > Stai quindi molto attento a Linux e ai
    > > siciliani, perche' presto ti potresti
    > > trovare un "leccasapone" (piccolo
    > coltello a
    > > serramanico molto affilato con cui vanno
    > > sempre in giro i siciliani
    > tradizionalisti)
    > > sotto la gola, e un pinguino che osserva
    > > minacciosamente le tue chiappe... A bocca aperta
    > >
    > > (Mode post ironico off)
    > >
    > > --
    > > Ciao.
    > >   Mr. Mechano
    >
    > beh... anch'io sono delle tue parti... ma mi
    > pare che tu abbia peccato un po' di
    > megalomania... (a parte il fatto che se vedo
    > un pinguino per strada, gli sparo
    > direttamente con la lupara)Sorride
    >
    > /*la GPL ribassa qualsiasi valore del
    > software*/

    Già sopratutto perchè così si vede che è scritto male!
    non+autenticato
  • Ho scoperto di essere il più integralista, è si..perchè dico signori bisogna fare il possibile per diffondere GNU/Linux, bisogna fare il possibile,ognuno nel suo piccolo, per spostare il male, M$, dai nostri PC...Perchè dico questo perchè un monopolio è un male, punto e basta. Perchè una cosa, il software si deve far sapere come è fatta, è un segno di civiltà. Nessuno comprerebbe una macchina sapendo che il solo meccanico che la può diparare sta a 7000 km da casa ...ed è questo il punto. Poi con questo non mi frega niente di sapere se windows è meglio di linux o viceversa, la dove è possibile,va sostituito, a lavoro non puoi, bene lo fai a casa (come faccio io), cerchi di convincere gli amici..fai quello che puoi organizzi corsi..
    non+autenticato
  • Io ti combattero'. Se possibile, anche con il moschetto.

    ZioBill
    ***campagna nazionale per la messa al bando di GNU/Linux***

    - Scritto da: Anonimo
    > Ho scoperto di essere il più integralista, è
    > si..perchè dico signori bisogna fare il
    > possibile per diffondere GNU/Linux, bisogna
    > fare il possibile,ognuno nel suo piccolo,
    > per spostare il male, M$, dai nostri
    > PC...Perchè dico questo perchè un monopolio
    > è un male, punto e basta. Perchè una cosa,
    > il software si deve far sapere come è fatta,
    > è un segno di civiltà. Nessuno comprerebbe
    > una macchina sapendo che il solo meccanico
    > che la può diparare sta a 7000 km da casa
    > ...ed è questo il punto. Poi con questo non
    > mi frega niente di sapere se windows è
    > meglio di linux o viceversa, la dove è
    > possibile,va sostituito, a lavoro non puoi,
    > bene lo fai a casa (come faccio io), cerchi
    > di convincere gli amici..fai quello che puoi
    > organizzi corsi..
    non+autenticato
  • .mi sembra un ottima risposta...mah...o forse non sai che dire....
    non+autenticato
  • spero che ti ci spari nelle p...
    - Scritto da: Anonimo
    > Io ti combattero'. Se possibile, anche con
    > il moschetto.
    >
    > ZioBill
    > ***campagna nazionale per la messa al bando
    > di GNU/Linux***
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ho scoperto di essere il più
    > integralista, è
    > > si..perchè dico signori bisogna fare il
    > > possibile per diffondere GNU/Linux,
    > bisogna
    > > fare il possibile,ognuno nel suo piccolo,
    > > per spostare il male, M$, dai nostri
    > > PC...Perchè dico questo perchè un
    > monopolio
    > > è un male, punto e basta. Perchè una cosa,
    > > il software si deve far sapere come è
    > fatta,
    > > è un segno di civiltà. Nessuno comprerebbe
    > > una macchina sapendo che il solo meccanico
    > > che la può diparare sta a 7000 km da casa
    > > ...ed è questo il punto. Poi con questo
    > non
    > > mi frega niente di sapere se windows è
    > > meglio di linux o viceversa, la dove è
    > > possibile,va sostituito, a lavoro non
    > puoi,
    > > bene lo fai a casa (come faccio io),
    > cerchi
    > > di convincere gli amici..fai quello che
    > puoi
    > > organizzi corsi..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ho scoperto di essere il più integralista, è
    > si..perchè dico signori bisogna fare il
    > possibile per diffondere GNU/Linux, bisogna
    > fare il possibile,ognuno nel suo piccolo,
    > per spostare il male, M$, dai nostri
    > PC...Perchè dico questo perchè un monopolio
    > è un male, punto e basta. Perchè una cosa,
    > il software si deve far sapere come è fatta,
    > è un segno di civiltà. Nessuno comprerebbe

    Io sono il co-fondatore ed ex-presidente (causa trasferimento in un'altra regione) di un Linux User Group di un'importante citta' d'Italia.
    Noi non siamo integralisti. Ci riuniamo, abbiamo le nostre mailing list e organizziamo incontri che vanno dai copy party (di distribuzioni linux) alle pizzate. Ci prestano i locali il centro universitario sportivo o altre associazioni no-profit. Di solito siamo un riferimento per persone della nostra citta' che vogliono avvicinarsi a Linux.
    Noi non procacciamo seguaci, ma siamo li disponibili a soddisfare ogni curiosita'.
    Qualcuno finisce nel nostro sito, vede delle e-mail o in vari modi conosce uno di noi, e se lo desidera ad uno dei nostri incontri puo' venire o solo per una pizza parlando di Linux o portarsi anche il PC per un'installazione. Gli insegnamo tutto quello che sappiamo anche noi, senza scopo di lucro, senza nessun terzo fine.
    E' come per tutte le persone appassionate per qualcosa, come i modellisti, come gli appassionati di fantascienza.

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
  • sono quello che ha apero 3d ..vi conosco lo sò.. Sorride ho partecipato anche ai vostri incontri..volevo spostare la discussione fuori dal lato tecnico...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sono quello che ha apero 3d ..vi conosco lo
    > sò.. Sorride ho partecipato anche ai vostri
    > incontri..volevo spostare la discussione
    > fuori dal lato tecnico...

    Nessuno di noi vuole apparire un estremista, anche se non nego che molti entusiasti di Linux possano diventare (o sembrare) anche fanatici. Ci sono dei libri interessanti sull'etica hacker e il mondo del software libero, puoi cominciare da quelli, anche forse piu' che darti delle risposte potrebbero renderti ancora piu' fanatico.
    Io al lavoro sono costretto ad usare Win, ma sta tranquillo che qui mentre scrivo, ho aperta e iconificata la VMWare con sotto delle distribuzioni che sto testando per mantenermi in allenamento anche a lavoro, per provare cose nuove, per testare firewalling e altri servizi di rete che presto dovro' far funzionare nella mia azienda che sta lentamente passando a Linux tutta l'infrastruttura tecnica. Anzi qualche volta faccio anche al contrario uso Linux e uso VmWare per Linux per far partire Windows. Cosi' non devo avere 2 computer e soprattutto uso 2 sistemi contemporaneamente... E' fortissimo come ti sto scrivendo dal Mozilla che gira su Linux dentro la VMWare di Win2000 e la rete e' disponibile pure in emulazione...
    Nel mio lavoro purtroppo sono stato quasi obbligato a dover imparare anche cose inserenti SCO Unix, Digital Unix e Findus2000 server (Linux lo conoscevo gia').
    E conoscendo entrambi i mondi (Win e Unix) posso affermare che Unix e' eccezionale per quanto riguarda il controllo della macchina, ma Win e' ancora quello piu' ricco per quanto riguarda l'utente desktop.
    Linux lo sta raggiungendo ed e' vicino a superarlo su tutti i fronti. Ci credo che gli aficionados di Windows abbiano tanto la strizza al sedere e attacchino tanto Linux. Ma i motivi sono stati spesso dibattuti su questi forum e gli utenti e amministratori Win con un minimo di intelligenza e buon senso sono stati presi almeno una volta dalla curiosita' per Linux e chi ha un minimo di lungimiranza e anche intelligenza studia e dedica un po' di tempo anche a Linux per non farsi trovare impreparato davanti a un problema per Linux o ad un eventuale cliente o passaggio a Linux di alcuni server della sua azienda. Per esempio il mio collega amministratore Win, sta studiando anche Linux ma hanno demandato a me molte cose perche' lui non e' ancora pronto... Prima o poi tantissime aziende si accorgeranno dei pregi dell'open source e lo chiederanno sempre piu' insistentemente. Sono cattivi e in malafede quegli esperti Win che fanno di tutto anche con false motivazioni, per farli desistere dal passaggio a Linux solo perche' loro non hanno saputo o voluto studiare anche questo sistema e prepararsi anche all'eventualita' di doverlo installare e configurare.
    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
    mechano@punto-informatico.it
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)