Roberto Pulito

Panasonic GF3, Lumix EVIL da 200 grammi

L'azienda giapponese introduce sul mercato una nuova micro 4:3 con autofocus più scattante e un corpo macchina ancora più compatto

Roma - A partire dal mese prossimo Panasonic sostituirà la GF2 con una nuova micro quattro terzi della famiglia Lumix. La neonata GF3 si presenterà sul mercato con un corpo macchina ancora più ergonomico e leggero, capace di scendere fino a 222 grammi di peso.

Ovviamente si parla sempre di una fotocamera digitale "mirrorless" dotata di lenti intercambiabili, in stile reflex, ma tra le sorprese troviamo un flash integrato perfettamente centrato con la posizione dell'obiettivo e un autofocus da record, gestibile via touch screen, che promette di contrastare il "bersaglio" in 0.18 secondi.

La GF3 è equipaggiata con sensore Live MOS da 12.1 megapixel. Il processore interno è un Venus Engine FHD in grado di supportare registrazioni video con risoluzione 1080i e raffiche di 4 fotogrammi al secondo per la modalità scatto continuo. La sensibilità spazia invece tra 160 e 6400 ISO.
Il retro della fotocamera ospita un display da 3 pollici sensibile al tocco, con risoluzione di 460.000 punti, che viene utilizzato anche per gestire scatto e menù senza i tasti "fisici". La GF3 può lavorare con schede di memoria del tipo SD, SDHC e SDXC.

A conti fatti la nuova Lumix, presentata insieme all'obiettivo Leica Panasonic 25mm f/1.4, si ritrova a competere direttamente con la Sony NEX-C3. Il prezzo ufficiale parla di 699 dollari per la versione con obbiettivo fisso "pancake" e di 599 dollari per il kit con zoom 14-42mm f/3,5-5,6, che uscirà in agosto.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaPanasonic, nuove Lumix in famigliaUn'altra Micro Quattro Terzi a lenti intercambiabili, ma non reflex, e una nuova compatta. Fotocamere digitali sempre più portatili e leggere, con video HD
  • TecnologiaSony A35 e NEX C3, scatti estiviLa casa nipponica presenta ufficialmente due nuove fotocamere digitali a obiettivi intercambiabili della serie Alpha. Tutte e due non sono reflex. Verranno commercializzate a partire da agosto
9 Commenti alla Notizia Panasonic GF3, Lumix EVIL da 200 grammi
Ordina
  • La fiera degli occhi rossi! E pure bianchi!
    ruppolo
    33147
  • Con i prelampi il problema non esiste. Anche perchè su un corpo così piccolo il disassamento flash-lente sarebbe ampiamente insufficiente.
    non+autenticato
  • vabbe.. se andate a spende 700 euro per una macchinetta con obiettivo a F1.4 e state a pensà al falsh... potete anche accontarvi di una di quelle macchinette che trovi dentro i fustini della lavatrice..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Michele_
    > vabbe.. se andate a spende 700 euro per una
    > macchinetta con obiettivo a F1.4 e state a pensà
    > al falsh... potete anche accontarvi di una di
    > quelle macchinette che trovi dentro i fustini
    > della
    > lavatrice..

    Ecco, appunto, mi piacerebbe sapere come fanno a giustificare un prezzo così elevato. Quella macchina non è una reflex, la sua produzione costa pochissimo: non c'è il pentaprisma, non c'è lo specchio con la sua meccanica, non ci sono ghiere e manopole, tutte componenti ottico/meccaniche di precisione e quindi costose. Questa macchina di fatto al produttore costa come una compatta (aggiungeteci forse 10 euro di sensore 4:3 e altri 5 di baionetta per obiettivi) e viene venduta al prezzo di una reflex vera. Rispetto alla quale però ha alcuni limiti operativi che per un fotoamatore evoluto sono importanti (e non parlo del flash).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Doh
    > - Scritto da: Michele_
    > > vabbe.. se andate a spende 700 euro per una
    > > macchinetta con obiettivo a F1.4 e state a pensà
    > > al falsh... potete anche accontarvi di una di
    > > quelle macchinette che trovi dentro i fustini
    > > della
    > > lavatrice..
    >
    > Ecco, appunto, mi piacerebbe sapere come fanno a
    > giustificare un prezzo così elevato. Quella
    > macchina non è una reflex, la sua produzione
    > costa pochissimo: non c'è il pentaprisma, non c'è
    > lo specchio con la sua meccanica, non ci sono
    > ghiere e manopole, tutte componenti
    > ottico/meccaniche di precisione e quindi costose.
    > Questa macchina di fatto al produttore costa come
    > una compatta (aggiungeteci forse 10 euro di
    > sensore 4:3 e altri 5 di baionetta per
    > obiettivi) e viene venduta al prezzo di una
    > reflex vera. Rispetto alla quale però ha alcuni
    > limiti operativi che per un fotoamatore evoluto
    > sono importanti (e non parlo del
    > flash).

    Mi hai tolto le parole di bocca, il segmento delle reflex mirror less è sicuramente interessante, ma perchè mai devono costare più di una reflex entry level che comunque è superiore in ogni comparto?
    Oggi vendono delle compatte sotto i 200 euro con zoom 10X e scegliendo il marchio giusto anche una discreta libertà nelle funzioni manuali, a questo punto trovo assai più conveniente puntare su una di queste compatte, con magari un buon grandangolo per le foto di tutti i giorni e riservare una vera reflex ai casi particolari (foto macro, foto notturne con flash e foto in posa b, ritratti, foto sportive o naturalistiche).
    Cavolo una compatta pesa 150-180 grammi la porti dovunque senza problemi , costa relativamente poco (furti, cadute accidentali ecc) e ti fa delle discrete foto, specie in condizioni di illuminazione ottimali, perchè mai dovrei strapegarmi dietro una reflex + corredo di ottiche (due zoom, lieve tele, grandangolo e lenti e soffietti per il macro, cavalletto, al peso di una decina di Kg ?
  • Io ho preferito prendere una nex-5, con 2 obiettivi.
    L'unica prerogativa era avere un peso e dimensione estremamente ridotto (come una compatta). E qualità del sensore e basso rumore quasi al top.
    Non servirà per fare foto amatoriali, ma esclusivamente foto di lavoro in cantieri, spesso con pochissima luce. Serviva un dettaglio molto alto.
    Il fatto che non si possano scambiare le ottiche con altri è completamente ininfluente. Serviva solamente un sensore più grande/sensibile possibile.
    Non sarà possibile rivenderla, scambi ecc.

    voi cosa avreste scelto? (considerando la necessità del punta e scatta da "ignoranti").
    non+autenticato
  • ecco allora tenetevi forte:
    tempo qualche anno e le reflex entry-level verranno del tutto soppiantate da queste macchinette.
    il pentaprisma, lo specchio, la meccanica che c'è dietro sono cose totalmente inutili, ingrombranti, pesanti e soprattutto "meccaniche" e quindi delicate. Se si ha la possibilità di accendere un sensore per 1/4000 sec secondo voi, che senso ha costruire una meccanica complessa che gestisce schifose tendine che faranno passare la luce per tale tempo?
    non pensate che il pentaprisma sia solo una tecnologia che ci portiamo dietro dal 900, ideato solo perche c'era da impressionare una pellicola?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Michele_
    > ecco allora tenetevi forte:
    > tempo qualche anno e le reflex entry-level
    > verranno del tutto soppiantate da queste
    > macchinette.
    > il pentaprisma, lo specchio, la meccanica che c'è
    > dietro sono cose totalmente inutili,
    > ingrombranti, pesanti e soprattutto "meccaniche"
    > e quindi delicate. Se si ha la possibilità di
    > accendere un sensore per 1/4000 sec secondo voi,
    > che senso ha costruire una meccanica complessa
    > che gestisce schifose tendine che faranno passare
    > la luce per tale
    > tempo?
    > non pensate che il pentaprisma sia solo una
    > tecnologia che ci portiamo dietro dal 900, ideato
    > solo perche c'era da impressionare una
    > pellicola?

    Effettivamente anche Io stavo facendo le medesime riflessioni, attualmente la tecnologia è evoluta ad un livello tale che le reflex non sembrano più essere la soluzione migliore, le compatte afflitte dal problema della parallasse con il digitale hanno risolto il problema, sono incredibilmente leggere e offrono escursioni focali 10X in un taschino, o le reflex si danno una mossa, passaggio anche nel segmento economico al full frame ed una revisione degli ingombri o finiranno per essere accantonate!