Alfonso Maruccia

Il laser vivente geneticamente ingegnerizzato

Ricercatori statunitensi mettono a punto la prima "cellula laser vivente", in grado di emettere un fascio concentrato di luce verde visibile a occhio nudo. Prospettive di utilizzo pratico ancora lontane nel tempo

Roma - La prima "cellula laser" al mondo è nata presso l'Harvard Medical School and Massachusetts General Hospital a opera di Seok-Hyun Yun e Malte Gather: i due ricercatori hanno sfruttato l'ingegneria genetica per realizzare un setup in grado di emettere un fascio di luce continuo visibile a occhio nudo, anche se è generato da un composto organico non più grande di qualche decina di micron.

Per raggiungere il loro scopo, Yun e Gather sono partiti dal filamento proteico che dona alle meduse la loro caratteristica incandescenza - la GFP. In particolare gli scienziati hanno usato un ceppo mutante di GFP (eGFP) innestandolo in una cellula di rene umano.

Il setup è stato poi completato ponendo la cellula tra due specchi in grado di concentrare la luce in un raggio laser, distanti dalla cellula appena 20 micrometri. Stimolando infine la cellula con un impulso di luce blu, i ricercatori hanno superato la soglia oltre la quale la normale iridescenza del composto si è trasformata in un fascio luminoso di "puro verde".
Per quanto riguarda le applicazioni pratiche della cellula laser, Yun e Gather preconizzano la possibilità - invero ancora lontana nel tempo - di installare nel corpo umano nanomacchine cellulari in grado di autoripararsi o di colpire selettivamente le cellule maligne come quelle cancerogene.

Volendo guardare al futuro un po' meno distante, invece, la cellula laser potrebbe essere impiegata per analizzare eventuali anomalie nei composti organici - la luce sarebbe irrimediabilmente destinata a presentare imperfezioni o distorsioni in caso di comportamento deviato.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàNegli USA la discriminazione genetica cesseràO almeno così sperano i molti che seguono con trepidazione l'avanzare al Congresso di una normativa che vieta molte cose, comprese le manovre delle assicurazioni basate sui profili genetici degli assicurati
  • TecnologiaNanoparticelle all'assalto del cancroRicercatori testano un sistema di contrasto alle cellule tumorali. I primi risultati su soggetti umani sono un successo: ma molto rimane ancora da verificare per accertare l'effettiva bontà della tecnologia
3 Commenti alla Notizia Il laser vivente geneticamente ingegnerizzato
Ordina