Mauro Vecchio

Google, l'albergo d'Irlanda e i suggerimenti diffamanti

Nuovo attacco contro la feature per il suggerimento automatico Autocomplete. Gli algoritmi di Google avrebbero associato il nome di un famoso hotel irlandese al fallimento economico. I gestori chiedono un'ordinanza per bloccare i risultati

Roma - Una nuova causa legale, avviata dai gestori dell'hotel irlandese Ballymascanlon contro la divisione locale del colosso del search Google. Al centro del mirino è finito ancora una volta il servizio di suggerimento automatico Autocomplete, reo di aver restituito agli utenti informazioni erronee - nonché fuorvianti e lesive - sulle attuali sorti di uno degli alberghi di lusso più apprezzati nella cittadina di Dundalk.

Pare che il contenzioso sia partito da una serie di allarmate telefonate da parte di un gruppo di future spose, in lacrime per aver saputo delle difficili condizioni in cui verserebbero i responsabili dell'albergo. Tutta colpa di Google - almeno questa è la posizione dell'hotel - che ha abbinato il termine inglese receivership (traducibile in fallimento) alla ricerca specifica del nome Ballymascanlon.

Informazioni diffamanti, che avrebbero dunque portato i clienti dell'albergo a chiedere spiegazioni per annullare eventuali prenotazioni o lune di miele. I gestori dell'albergo hanno così chiesto ad un giudice locale di ordinare un'ingiunzione che impedisca al motore made in Mountain View di restituire la suddetta associazione tra i risultati automatici del servizio Autocomplete.
Stando ai documenti depositati dall'accusa, Google Ireland dovrebbe pagare soltanto i costi legali, dal momento che i vertici dell'hotel non cercano compensazioni di natura economica. C'è chi ha però sottolineato come la divisione irlandese non sia responsabile dell'implementazione degli algoritmi di ricerca sfruttati da BigG.

Nessun commento ufficiale da parte del colosso californiano, la cui posizione potrebbe essere simile a quella illustrata in Italia per un altro caso di diffamazione legato alla feature per il suggerimento automatico. L'eventuale inclusione del termine fallimento non sarebbe imputabile agli algoritmi di ricerca, bensì alle ricerche effettuate in precedenza dai singoli utenti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Google, l'albergo d'Irlanda e i suggerimenti diffamanti
Ordina
  • a basso prezzo (basso per un hotel extralusso) a spese di Google e della net neutrality e robe simili.

    Con tutto poi che l'autosuggest lo trovo un po noioso (io fossi in google lo terrei disabilitato di default).
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > a basso prezzo (basso per un hotel extralusso) a
    > spese di Google e della net neutrality e robe
    > simili.
    >
    > Con tutto poi che l'autosuggest lo trovo un po
    > noioso (io fossi in google lo terrei disabilitato
    > di default).

    La pubblicità gratuita la fanno peraltro i giornali (come PI) che evidentemente non hanno di meglio da scrivere.

    Se digitando sulla ricerca il nome dell'azienda per cui lavori, in automatico google suggerisse il termine 'delinquenti', non te la prenderesti pure tu?
  • - Scritto da: giacche
    > - Scritto da: bubba
    > > a basso prezzo (basso per un hotel extralusso) a
    > > spese di Google e della net neutrality e robe
    > > simili.
    > >
    > > Con tutto poi che l'autosuggest lo trovo un po
    > > noioso (io fossi in google lo terrei
    > disabilitato
    > > di default).
    >
    > La pubblicità gratuita la fanno peraltro i
    > giornali (come PI) che evidentemente non hanno di
    > meglio da
    > scrivere.
    Si, ovviamente. Perche per loro uno che fa causa a google (= colosso) e' notizia gustosa. E appunto si tira su della pubblicita' gratuita.

    > Se digitando sulla ricerca il nome dell'azienda
    > per cui lavori, in automatico google suggerisse
    > il termine 'delinquenti', non te la prenderesti
    > pure
    > tu?
    Beh in astratto sarei seccato, chiaramente. Ma la colpa non sarebbe certo di google search, visto che lui fa indexing di siti terzi. Puo' dipendere dal fatto che la mia azienda ha fatto cose delinquenziali, per esempio (o supposte tali). Oppure da qualche carogna che sta facendo black SEO contro di me ,e a spese di google anche. O del rickrolling (ma dar del delinquente non lo metterei in questa fattispecie).
    O anche uno strampalato effetto collaterale/bug di google [es: http://www.giornalettismo.com/archives/94053/berlu.../ ]... ma nel caso di 'delinquente' mi pare poco probabileCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Ma com'è che l'aura di santità di Google ha lobotomizzato tutti?
    Secondo te questa grande notizia dove uscirà? Ovviamente, sui soliti 4 magazine online per nerd informatici. Ti pare che questi siano il target di clientela per un albergo di lusso?

    Allora invece di parteggiare sempre e comunque per Google per partito preso, ti renderai conto che al giorno d'oggi, per una persona o un'attività commerciale, l'essere associati dai suggerimenti di Google a un termine negativo puo' rappresentare un serio problema?

    Sto cercando un hotel 5 stelle per un matrimonio. Mi procuro la lista di tutti quelli che ci sono nella zona che mi interessa. Poi vado a vedere uno per uno il sito. Se inizio a digitare il nome di uno e Google suggerisce "Nome fallimento", non continuo neanche e passo al successivo.

    Ora, il problema è tutt'altro che banale da risolvere. Pero' capisco che l'hotel faccia causa in quanto viene oggettivamente danneggiato.
    non+autenticato