Mauro Vecchio

USA, provider di pattuglia?

Vicinissimo un accordo tra RIAA, signori della connettività e vertici governativi. I vari ISP inizierebbero ad inviare notifiche agli utenti, prima di procedere con misure estreme. Soffocamento delle connessioni compreso

Roma - Un agguerrito piano strategico, rivelato in esclusiva dalla redazione della testata specializzata CNET: gli alti rappresentanti dell'industria statunitense sarebbero ormai ad un passo da un accordo che si rivelerebbe cruciale per le sorti dei cosiddetti scariconi della Rete. Una sinergia di forze, dispiegate dai legittimi detentori dei diritti con la fondamentale collaborazione dei vertici dell'Amministrazione Obama.

Gli Stati Uniti avrebbero così una propria versione della famigerata dottrina Sarkozy, essenzialmente basata sull'invio graduale di notifiche di avvenuta violazione del diritto d'autore. I vari ISP a stelle e strisce si trasformerebbero dunque in poliziotti della Rete, pronti ad identificare i propri abbonati per il successivo invio di quelli che sono stati già definiti Copyright Alerts.

I principali promotori dell'accordo sarebbero i soliti, a partire dai vertici di RIAA e MPAA. A braccetto con i grandi operatori come Comcast, Time Warner Cable e AT&T. La stessa AT&T aveva in precedenza dimostrato di non gradire particolarmente il delicato ruolo di agente del web, affidando alla Casa Bianca il compito di diramare uno specifico piano per la lotta alla condivisione selvaggia dei contenuti.
Il Presidente Barack Obama sembra ora più determinato che mai: i vari provider potrebbero dover scegliere tra una serie di misure estreme da imporre agli utenti recidivi. Tra queste, il soffocamento della banda o addirittura il blocco di certe risorse web. Stando alle indiscrezioni, tutti i netizen colti in flagrante potrebbero essere costretti a navigare tra soli 200 siti web, indicati come top site dall'industria.

Nel frattempo, in terra britannica, i provider British Telecom e TalkTalk non hanno ottenuto il lasciapassare per ricorrere in aula contro il contestato Digital Economy Act (DEA), che pure interverrà con misure drastiche contro fenomeni come il P2P. I vertici dei due ISP stanno prendendo in considerazione l'ipotesi di ricorrere a livello comunitario, sottolineando come la legge d'Albione violi i fondamentali diritti dell'uomo.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàRIAA e MPAA scrivono a babbo nataleL'industria dei contenuti offre i suoi consigli alla nuova zarina del copyright a stelle e strisce. Proponendo, tra l'altro, software anti-scaricamento in foggia di antivirus per tutti
  • AttualitàUK, la cura Mandelson è leggeUna quasi deserta House of Commons ha approvato il disegno di legge che introdurrà in terra d'Albione disconnessioni e blocco dei siti. Il fuoco delle proteste è divampato, chiamando in causa l'Unione Europea
  • AttualitàACTA, provider vigilantesUn nuovo documento è apparso sul web, breve riassunto della posizione degli Stati Uniti in materia di tutela del copyright sulla Rete. Responsabilità ai fornitori di servizi e misure più severe sull'aggiramento delle tecnologie anticopia
101 Commenti alla Notizia USA, provider di pattuglia?
Ordina
  • Mah, perche' c'e' sempre questo minestrone tra furbetteria, pseudoanarchia e mira sbagliata ?

    Come giustamente fatto notare da qualcuno c'e' un solo diritto in gioco su un'opera d'ingegno: "Everyone has the right to the protection of the moral and material interests resulting from any scientific, literary or artistic production of which he is the author."

    Se uno fa una canzone:
    - E' suo diritto concederne l'uso nella forma e con le clausole che vuole
    - E' suo diritto distribuirla sul mezzo che vuole
    - E' suo diritto usare o non usare una tecnologia

    L'unico diritto naturale, inviolabile, sacrosanto degli altri e'... non cagarselo manco di striscio, non comprare il suo disco e NON ascoltarlo; non siamo costretti!

    Sbandierare un presunto diritto a copiare, a distribuire, a giudicare se chi vende dischi usa le tecnologie e i canali giusti o meno e se fa bene o male per giustificare lo scopiazzamento e' furbetteria piuttosto poco credibile.

    Le Major sbatteranno sicuramente la faccia contro l'inadeguatezza del loro modello di business ai tempi, e in realta' sta gia' accadendo: nessuno si e' accorto che il numero di dischi autoprodotti e distrbuiti online in beffa alle case discografiche e' in aumento ? Ma non e' con "l'atto di forza" del copiare illegalmente che si passa dalla parte della ragione.

    L'unica cosa che davvero mi fa imbisciare dell'attuale sistema si chiama SIAE, quella si che e' una malattia venerea....

    A.
  • > c'e' un solo diritto in gioco su un'opera d'ingegno

    Se tu dovessi realmente pagare per tutto il sapere che hai gratuitamente acquisito sulle spalle di coloro che sono venuti prima di te, ora saresti sommerso dai debiti.


    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • Scusa,

    le scritte in maiuscolo mi bloccano la scheda grafica, idem il grassetto, se vuoi parlare con me solo ascii minuscolo, senno' non riesco a leggereSorride

    Buona serata,

    A.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pinco Pallino
    > Scusa,
    >
    > le scritte in maiuscolo mi bloccano la scheda
    > grafica, idem il grassetto, se vuoi parlare con
    > me solo ascii minuscolo, senno' non riesco a
    > leggere
    >Sorride
    >
    > Buona serata,
    >
    > A.

    traduzione " Mi hai sgamato con le tue argomentazioni e non so piu' come replicare quindi trovo una scusa banale...come il fatto che mi da' fastidio vedere gente che scrive in grassetto... e ti saluto non potendo argomentare ulteriormente"
    non+autenticato
  • Ottima traduzione!A bocca aperta
    non+autenticato
  • No Franky,

    visto che tu no stai offendendo, trollando urlando e usando flogan e frasi fatte (almeno per ora, spero continui cosi') a te rispondo volentieri.

    In veirita' tante cose me la ha insegnate la mia famiglia (gratis, ma credo lo abbiano fatto volentieri), tante la scuola (perche' i miei genitori pagavano le tasse), tante l'universita' (ho finito da qualche anno di pagare i debiti fatti all'epoca, e ad oggi spendo una parte significativa del mio stipendio in tasse universitarie e libri per prendere un'altra laurea).

    Ho appena ordinato un libro su Amazon: 289 euro. E' un testo scientifico. Prezzo folle ? Puo' darsi, ma nessuno mi obbliga, e se l'autore decide che vuole X e' suo pieno diritto, lo ha scritto lui, non mi deve niente.

    L'idea che "il sapere e' di tutti" si traduca in "se tu hai una capacita' o una conoscenza sei obbligato a darla via gratis o a un prezzo 'sindacale'" oltre che essere un insulto alla liberta' individuale mi sembra un facile populismo; mi verrebbe da rispondere con una provocazione: se pensi che le capacita' e i pregi del singolo appartengano alla collettivita'... hai per caso una moglie carina ?

    Io credo che la liberta' sia per gli autori fare quel che si vuole delle proprie opere e per gli altri poter scegliere: cosi' come io anni fa sceglievo di pagare un biglietto per andare a vedere un buon comico e oggi non sono disposto a spendere trenta secondi per ascoltare le sparate di Beppe Grillo, nemmeno gratis.

    Se pero' tu vuoi spiegarmi a parole tue un pensiero diverso sono ben disposto a discutere (e' difficile discutere con degli slogan e con una comunicazione "unidirezionale" come un video registrato).

    A.
  • - Scritto da: Pinco Pallino
    > L'idea che "il sapere e' di tutti" si traduca in
    > "se tu hai una capacita' o una conoscenza sei
    > obbligato a darla via gratis o a un prezzo
    > 'sindacale'"

    No, si traduce in LIBERO ACCESSO ALLE COPIE DELLE OPERE.
    Se tu hai scritto un libro metti il manoscritto all'asta su ebay.
    Hai scritto un film? Metti in vendita il negativo 35mm.
    Perché il pittore fa così e, se è bravo, guadagna anche bene. Non vende certo riproduzioni meccaniche del quadro. Vende il quadro.
    Hai scritto un libro? Bravissimo. Ora o mi vendi un pezzo UNICO che poi potrò dire di avere solo io in tutto il mondo, oppure non hai diritto alcuno per vendermi una cosa uguale a tante altre, a meno che non mi dimostri (e devi essere in grado di farlo) che QUELLA SINGOLA COPIA è frutto di una TUA fatica. Se invece non è la singola copia ad essere frutto della tua fatica, allora per quella copia non devi avere una lira. Se ci sono costi materiali me li sobbarco da solo: la fatica di premere CTRL+C e CTRL+V te la risparmio, la faccio da solo, anzi dovresti essere tu a pagarmi perché ti sto risparmiando la fatica. Chissà che quell'opera non mi piaccia, potrei venire a sentire un tuo concerto, o vederti a teatro, o comprare la tua maglietta, o parlare di te ai miei amici che potranno fare altrettanto. Le nostre voci potrebbero arrivare a qualcuno che ti dia soldi per il manoscritto, per farti comporre una canzone o una poesia da dedicare alla sua fidanzata, o per farti recitare nel suo teatro.
    Se invece vuoi soldi per le copie, sei un volgare truffatore, e devi fare la fine dei truffatori: a marcire in galera.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Se invece vuoi soldi per le copie, sei un volgare
    > truffatore, e devi fare la fine dei truffatori: a
    > marcire in
    > galera.

    Premesso che io non sarei in grado di disegnare/comporre alcunche'... di questa frase non capisco la logica.

    Nel dire che uno ha il diritto di vendere solo l'oggetto fisico (manoscritto originale) e non il contenuto creativo sostanzialmente sostieni che il contenuto creativo e' privo di valore.

    E' un concetto interessante... sostanziamente un libro vale tanto quanto la carta su cui e' stampato, un picasso tanto quanto i colori con cui e' disegnato, la vita di tuo figlio tanto quanto il 98% di acquam l1.9% di minerali e poco altro con cui e' "composto".

    Interessante ma smentito, da evoluzione e cultura, da senso comune e societa'... dell'informazione (di cui gli antagonisti del copyright pensano di essere i profeti).

    A.
  • - Scritto da: Pinco Pallino
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > Se invece vuoi soldi per le copie, sei un
    > volgare
    > > truffatore, e devi fare la fine dei truffatori:
    > a
    > > marcire in
    > > galera.
    >
    > Premesso che io non sarei in grado di
    > disegnare/comporre alcunche'... di questa frase
    > non capisco la
    > logica.
    >
    > Nel dire che uno ha il diritto di vendere solo
    > l'oggetto fisico (manoscritto originale) e non il
    > contenuto creativo

    E' quello che ha creato: il manoscritto. La COPIA non è stata creata da lui.

    > sostanzialmente sostieni che
    > il contenuto creativo e' privo di
    > valore.

    Chi l'ha detto? Il manoscritto ha ben più valore della carta e dell'inchiostro che lo compongono.
    Le copie stampate invece non sono costate nulla all'autore.
    E le copie digitali idem.
    Le copie stampate hanno un costo per creare la copia che se uno vuole la copia fisica deve pagare.
    Le copie digitali non hanno nessun costo per creare la copia, quindi il loro valore è pari a zero.

    > E' un concetto interessante... sostanziamente un
    > libro vale tanto quanto la carta su cui e'
    > stampato,

    Il libro stampato sì. Il manoscritto no.

    > un picasso tanto quanto i colori con
    > cui e' disegnato,

    Ovviamente no, a meno che non parli di una FOTOCOPIA del quadro. La FOTOCOPIA (che sia su tela o su carta) non ha più valore dei materiali che lo compongono. Il DIPINTO è costato tempo e fatica all'autore ed è quello ad avere valore, non la sua copia.

    > la vita di tuo figlio tanto
    > quanto il 98% di acquam l1.9% di minerali e poco
    > altro con cui e' "composto".

    I figli non sono proprietà privata. Qualora non lo sapessi la schiavitù è stata abolita.
    Ma comunque: i figli hanno valore perché hanno comportato tempo e fatica. I CLONI dei figli non avrebbero alcun valore perché non hanno comportato tempo e fatica.

    > Interessante ma smentito, da evoluzione e
    > cultura,

    L'evoluzione è quella che ha permesso la copia a costo zero. E l'evoluzione ha permesso la cultura.

    > da senso comune

    Il senso comune di quasi 7 miliardi di persone di cui il 99 e passa percento copia

    > e societa'...

    Quale società, quella corrotta da poteri lobbystici che non devono contare nulla in una DEMOCRAZIA?

    > dell'informazione (di cui gli antagonisti del
    > copyright pensano di essere i profeti).

    Non siamo profeti, utilizziamo a nostro vantaggio ciò che VOI, fautori del copyright, ci avete messo a disposizione. Erano belli i tempi dell'analogico quando ad ogni passaggio se ne andava la qualità. Avete voluto il digitale, avreste dovuto sapere che copiare dei numeri senza fare errori è molto più semplice che copiare una forma d'onda senza fare errori: del resto l'avete voluto voi.
  • UHmmm... quote in line, spaghettamento e destrutturazione delle frasi dell'interlocutore, spostamento del focus sulla solita politica, polarizzazione della discussione...

    "Uh oh, mi e' semblato di vedele un tlollo"A bocca aperta

    Ciao,

    A.
  • - Scritto da: Pinco Pallino

    > Scusa,
    >
    > le scritte in maiuscolo...

    Danno fastidio, ma sarai in grado di leggere e guardare un video. O ti nascondi dietro le MAIUSCOLE?
    FDG
    11001
  • ...ora che si diffondono connessioni a banda sempre più larga (anche in upload), questi software diventano molto più pratici, sempre più veloci, e con provvedimenti simili saranno anche più diffusi. Crittografia pesante e comunicazioni intermediate da più nodi tra mittente e destinatario, senza che nessuno sappia da chi scarica o a chi sta uploadando.

    Che dite, proibiranno lo scambio di "indistinguibili sequenze di dati casuali"? Introdurranno il reato di eccessiva intelligenza? Già immagino qualche videotechino con la terza media che non vede l'ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Auguri
    > ...ora che si diffondono connessioni a banda
    > sempre più larga (anche in upload), questi
    > software diventano molto più pratici, sempre più
    > veloci, e con provvedimenti simili saranno anche
    > più diffusi. Crittografia pesante e comunicazioni
    > intermediate da più nodi tra mittente e
    > destinatario, senza che nessuno sappia da chi
    > scarica o a chi sta
    > uploadando.
    >
    > Che dite, proibiranno lo scambio di
    > "indistinguibili sequenze di dati casuali"?
    > Introdurranno il reato di eccessiva intelligenza?
    > Già immagino qualche videotechino con la terza
    > media che non vede
    > l'ora.

    ... o faranno della crittografia un reato Sorride
  • sveglia !

    tutti i piu' veloci e grossi nodi sono gestiti da aziende di security e monitoraggio, tanto piu' quelli di TOR, ricordatevi di Razorback su emule tempo fa ad esempio ...

    che non ingabbino la gente e' secondario, il loro scopo e' monitorare e controllare.
  • - Scritto da: Pepito il breve
    > sveglia !

    > tutti i piu' veloci e grossi nodi sono gestiti da
    > aziende di security e monitoraggio, tanto piu'
    > quelli di TOR, ricordatevi di Razorback su emule
    > tempo fa ad esempio ...

    Quando si progetta una rete come tor e' parte della progettazione dare per scontato che molti nodi siano maliziosi. Per questo si cripta ad ogni passaggio e se gestisci un nodo di uscita TOR riesci a sapere solo che qualcuno sta navigando dove, ma non chi.

    Raccontami di Razorback su emule, che e' ?

    > che non ingabbino la gente e' secondario, il loro
    > scopo e' monitorare e controllare.
    krane
    22544
  • quel server su emule è stato chiuso, ricordo che mettevano dei server falsi per spiare gli utenti, ma esistevano delle liste sicure dei server di emule.

    Ora con il kad i server non servono più.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Auguri
    > ...ora che si diffondono connessioni a banda
    > sempre più larga (anche in upload), questi
    > software diventano molto più pratici, sempre più
    > veloci, e con provvedimenti simili saranno anche
    > più diffusi. Crittografia pesante e comunicazioni
    > intermediate da più nodi tra mittente e
    > destinatario, senza che nessuno sappia da chi
    > scarica o a chi sta
    > uploadando.
    >
    > Che dite, proibiranno lo scambio di
    > "indistinguibili sequenze di dati casuali"?
    > Introdurranno il reato di eccessiva intelligenza?
    > Già immagino qualche videotechino con la terza
    > media che non vede
    > l'ora.

    Occhio che i pezzenti venditori di ghiaccio che non sanno che esistono i frigoriferi hanno deciso di citare il tuo post per sfotterti sul loro patetico forum:
    http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=...
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

    > > Che dite, proibiranno lo scambio di
    > > "indistinguibili sequenze di dati casuali"?
    > > Introdurranno il reato di eccessiva
    > intelligenza?
    > > Già immagino qualche videotechino con la terza
    > > media che non vede
    > > l'ora.
    >
    > Occhio che i pezzenti venditori di ghiaccio che
    > non sanno che esistono i frigoriferi hanno deciso
    > di citare il tuo post per sfotterti sul loro
    > patetico
    > forum:
    > http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=

    Rotola dal ridereRotola dal ridere Mi stanno facendo morire dal ridere...non hanno nemmeno capito di che stava parlando....!!! Vi giuro che mi fanno ridere....
    Beh se chiudono le videoteche...e non vogliono cambiare lavoro aprendo siti di streaming gratuiti potrebbero fare i comici...secondo me molti su quel sito ci sono naturalmente portati...
    non+autenticato
  • intanto loro fanno i soldi noleggiando e vendendo la sbobba hollywoodiana, voi invece vi sbattete per nulla.
  • - Scritto da: Pepito il breve
    > intanto loro fanno i soldi noleggiando e vendendo
    > la sbobba hollywoodiana, voi invece vi sbattete
    > per
    > nulla.

    In effetti la sbobba hollywoodiana che vendono vale nulla e gli scariconi giustamente la pagano per quel che vale, zero. Si "sbattono" per scaricare quelle nullità con un paio di click. Hai proprio ragioneA bocca aperta
    non+autenticato
  • hahaha spiegami come mai i piu' scaricati sono sempre merda commerciale tipo spiderman, transformers, e porcate varie ...

    potrei capire il p2p per roba un po' piu' culturale ma di fatto fate solo un favore a hollywood, tutta pubblicita' gratuita e passaparola gratuito, tanto nessuno di voi sarebbe andato al cinema o avrebbe comprato il dvd.
  • - Scritto da: Pepito il breve
    > hahaha spiegami come mai i piu' scaricati sono
    > sempre merda commerciale tipo spiderman,
    > transformers, e porcate varie
    > ...

    Te lo spiego io: perchè sono i più pubblicizzati.

    Le majors vedono calare le vendite, e per farle aumentare aumentano la pubblicità ai loro film e alla loro musica. Solo che, in questo modo, incoraggiano solo la gente a scaricare di più. Infatti il mercato dipende da domanda e offerta: la pirateria agisce sull'offerta (che diventa infinita); la pubblicità agisce sulla domanda (spingendo la gente a desiderare quel prodotto), e quindi non può in alcun modo contrastare gli effetti della pirateria. L'offerta è infinita, e quindi sarà sempre superiore alla domanda, anche se la domanda cresce (un valore infinito è sempre superiore a un valore finito).

    E se l'offerta supera la domanda, non vendi.

    Le majors hanno tentato di far crescere la domanda... ed ecco perchè la roba commerciale è la più scaricata. Ma finirà presto: la pubblicità di film è destinata a scendere (come è scesa la pubblicità di musica: se hai notato, vengono fatti meno spot, e prodotti meno video promozionali di brani musicali). Lo stesso accadrà alla pubblicità dei film... e, gradualmente, alla richiesta di film.


    >
    > potrei capire il p2p per roba un po' piu'
    > culturale ma di fatto fate solo un favore a
    > hollywood, tutta pubblicita' gratuita e
    > passaparola gratuito,

    E allora? La pubblicità non serve. Cosa ci guadagni, reclamizzando un prodotto che si può avere gratis?

    Faccio pubblicità gratuita a un film... così ci sarà più gente che lo scarica. Non che lo compra. E il produttore non ci guadagna comunque nulla, dalla pubblicità.

    > tanto nessuno di voi
    > sarebbe andato al cinema o avrebbe comprato il
    > dvd.

    Vero. Perchè spendere, per qualcosa che si può scaricare gratis?
    non+autenticato
  • Un simile schieramento di forze costa tempo, denaro e risorse.
    Alcune decine di persone, i loro cervelli, le loro conoscenze, dovranno prevedere cosa escogiteranno alcuni milioni di altre persone, forse meno preparate, ma sicuramente più arrabbiate.

    Vista così mi pare un'impresa destinata a fallire.

    Per quel che mi riguarda: a luglio esce Harry Potter 7bis, finito quello ho finito di andare al cinema. I fine-settimana ormai li passo in montagna e il tempo libero lo dedico allo studio della chitarra.
    Tutto questo dare addosso ai fruitori delle opere mi ha semplicemente fatto passare la voglia di "fruire" a qualsiasi titolo.
    E se mi capita un libro, che sia di CARTA.

    Saluti
    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > Per quel che mi riguarda: a luglio esce Harry
    > Potter 7bis, finito quello ho finito di andare al
    > cinema.

    Io che li ho visti tutti al cinema NON andrò al cinema a vederlo. Comprerò il DVD originale solo perché ho gli altri 7.
    I cinema con me hanno chiuso nel momento in cui anche qui hanno cominciato a chiamarmi ladro DOPO che gli ho dato I MIEI SOLDI (direttamente o indirettamente con la tessera di 3).
    Ora al cinema non ci vado manco gratis. Potrei farlo, ma non lo faccio, perché anche se non pagassi direttamente, i soldi al cinema ci andrebbero lo stesso e finanzierei un sistema che ha deciso di combattermi. Visto che siamo in guerra, è come decidere di dare all'esercito nemico i soldi per comprare le armi.
    E il DVD di Harry Potter 8 sarà la prossima e l'ultima volta che qualcosa prodotto da una major e/o con il bollino siae entrerà in casa mia. Prima di chiamarmi ladro, mi restituissero tutti i soldi che si sono presi con l'equo compenso. Cos'è, quelli gli andavano bene? Non erano soldi MIEI presi SENZA IL MIO CONSENSO?
    Come si chiama prendere soldi ad un'altra persona senza il consenso di quest'ultima? Io lo chiamo furto. La LEGGE lo chiama furto.
    Come si chiama chi lo fa? Io lo chiamo ladro. La LEGGE lo chiama ladro.
    Come si chiama la copia di opere prodotte dalle major? Io la chiamo copia strumentale a vincere la guerra. La LEGGE la chiama copia e dice che chi la chiama furto è un DIFFAMATORE.
    Come si chiama chi regala quello che ha comprato al resto dell'umanità? Io lo chiamo benefattore. La LEGGE la chiama copia e dice che chi lo chiama ladro è un DIFFAMATORE.
    A voi le conclusioni.

    PS Ai venditori di ghiaccio che mi stanno leggendo, vi lamentate dell'anonimità ma voi siete ancora più conigli senza palle, visto che commentate su un altro forum questo post. Dovreste solo vergognarvi. E soprattutto CHIUDERE, visto che NESSUNO VI VUOLE PIU'. Nessuno vuole dare da mangiare ai PARASSITI. Se c'è un'infestazione di parassiti io prendo un insetticida. Ed è quello che ho fatto con voi. E farete la fine di quei parassiti. Patetici buffoni, cosa sperate di andare a fare il 6? Vi rideranno in faccia. E anche vi dessero ascolto, cosa pensate, che non prenderemo contromisure? Siete più divertenti di Don Chisciotte. Fate, fate pure. Usate pure le vostre ultime risorse finanziarie per recarvi a Roma: spendere così gli ultimi soldi che avete non farà altro che anticipare la vostra fine. Già che siete lì, andate alla bocca della verità, metteteci la mano dentro e dite ad alta voce "io non sono un ladro"... poi vediamo che succede...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 giugno 2011 01.33
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: Guybrush
    > > Per quel che mi riguarda: a luglio esce Harry
    > > Potter 7bis, finito quello ho finito di andare
    > al
    > > cinema.
    >
    > Io che li ho visti tutti al cinema NON andrò al
    > cinema a vederlo. Comprerò il DVD originale solo
    > perché ho gli altri
    > 7.
    > I cinema con me hanno chiuso nel momento in cui
    > anche qui hanno cominciato a chiamarmi ladro DOPO
    > che gli ho dato I MIEI SOLDI (direttamente o
    > indirettamente con la tessera di
    > 3).
    > Ora al cinema non ci vado manco gratis. Potrei
    > farlo, ma non lo faccio, perché anche se non
    > pagassi direttamente, i soldi al cinema ci
    > andrebbero lo stesso e finanzierei un sistema che
    > ha deciso di combattermi. Visto che siamo in
    > guerra, è come decidere di dare all'esercito
    > nemico i soldi per comprare le
    > armi.
    > E il DVD di Harry Potter 8 sarà la prossima e
    > l'ultima volta che qualcosa prodotto da una major
    > e/o con il bollino siae entrerà in casa mia.
    > Prima di chiamarmi ladro, mi restituissero tutti
    > i soldi che si sono presi con l'equo compenso.
    > Cos'è, quelli gli andavano bene? Non erano soldi
    > MIEI presi SENZA IL MIO
    > CONSENSO?
    > Come si chiama prendere soldi ad un'altra persona
    > senza il consenso di quest'ultima? Io lo chiamo
    > furto. La LEGGE lo chiama
    > furto.
    > Come si chiama chi lo fa? Io lo chiamo ladro. La
    > LEGGE lo chiama
    > ladro.
    > Come si chiama la copia di opere prodotte dalle
    > major? Io la chiamo copia strumentale a vincere
    > la guerra. La LEGGE la chiama copia e dice che
    > chi la chiama furto è un
    > DIFFAMATORE.
    > Come si chiama chi regala quello che ha comprato
    > al resto dell'umanità? Io lo chiamo benefattore.
    > La LEGGE la chiama copia e dice che chi lo chiama
    > ladro è un
    > DIFFAMATORE.
    > A voi le conclusioni.
    >
    > PS Ai venditori di ghiaccio che mi stanno
    > leggendo, vi lamentate dell'anonimità ma voi
    > siete ancora più conigli senza palle, visto che
    > commentate su un altro forum questo post.
    > Dovreste solo vergognarvi. E soprattutto
    > CHIUDERE, visto che NESSUNO VI VUOLE PIU'.
    > Nessuno vuole dare da mangiare ai PARASSITI. Se
    > c'è un'infestazione di parassiti io prendo un
    > insetticida. Ed è quello che ho fatto con voi. E
    > farete la fine di quei parassiti. Patetici
    > buffoni, cosa sperate di andare a fare il 6? Vi
    > rideranno in faccia. E anche vi dessero ascolto,
    > cosa pensate, che non prenderemo contromisure?
    > Siete più divertenti di Don Chisciotte. Fate,
    > fate pure. Usate pure le vostre ultime risorse
    > finanziarie per recarvi a Roma: spendere così gli
    > ultimi soldi che avete non farà altro che
    > anticipare la vostra fine. Già che siete lì,
    > andate alla bocca della verità, metteteci la mano
    > dentro e dite ad alta voce "io non sono un
    > ladro"... poi vediamo che
    > succede...
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 24 giugno 2011 01.33
    > --------------------------------------------------
    come non quotarti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: Guybrush
    [...]
    > PS Ai venditori di ghiaccio che mi stanno
    > leggendo, vi lamentate dell'anonimità ma voi
    > siete ancora più conigli senza palle, visto che
    > commentate su un altro forum questo post.
    [...]
    > succede...

    Poveri giacciaioli, cerca di capirli: hanno tutti la loro "ASSO[categoria]" dotata di potere di lobbyng.
    Niente da ridire, fanno quello che fanno tutti gli altri, il mio astio va verso chi sa di essere un "fabbricante di ghiaccio" come lo chiami tu e non solo si ostina a fare il fabbricante di ghiaccio, ma pretende che possedere un freezer per produrre ghiaccio sia REATO.
    E credo che la tua posizione sia la medesima o molto simile.

    Il videotechino di Casal Palocco (RM) ha capito la lezione ed ha aperto una pizzeria dove puoi abbinare pizza & film.
    Con consegna a domicilio e prenotazione telefonica (non ho controllato se ha anche il servizio via web).
    La pizza non è pessima, l'idea è ottima. Non ci vado uguale perché mi sono rotto i cabbasisi di farmi dare del ladro ogni volta che apro un DVD originale. Però il signore in questione è un onesto venditore di ghiaccio che ha capito di dover cambiare, se vuole continuare a lavorare.

    Sono sicuro che altri seguiranno il suo esempio.

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > - Scritto da: Guybrush
    > [...]
    > > PS Ai venditori di ghiaccio che mi stanno
    > > leggendo, vi lamentate dell'anonimità ma voi
    > > siete ancora più conigli senza palle, visto che
    > > commentate su un altro forum questo post.
    > [...]
    > > succede...
    >
    > Poveri giacciaioli, cerca di capirli: hanno tutti
    > la loro "ASSO[categoria]" dotata di potere di
    > lobbyng.

    ASSOqualcosa sta per ASSOciazione a delinquereSorride
    Io sono contento se vanno a Roma: vuol dire che spendono soldi per andarci, quindi si avvicinerà il loro fallimento. Andate, andate a Roma. Molti parlano di aereo e di migliaia di euro.

    > Niente da ridire, fanno quello che fanno tutti
    > gli altri, il mio astio va verso chi sa di essere
    > un "fabbricante di ghiaccio" come lo chiami tu e
    > non solo si ostina a fare il fabbricante di
    > ghiaccio, ma pretende che possedere un freezer
    > per produrre ghiaccio sia REATO.

    E vorrebbe anche che non possa regalare il ghiaccio prodotto in più (che magari mi ingombra pure il freezer) a chi mi pare.

    > E credo che la tua posizione sia la medesima o
    > molto simile.

    Se intendi simile alla tua, sì, anche se credo che tu la pensi in modo più simile a panda rossa che a me.
    Se intendi simile alla loro, ovviamente no.
    Per me non va finanziata mai l'industria e se proprio si è costretti a comprare bisogna farlo al minor prezzo possibile: questo significa nell'ordine:
    1) scaricare/guardare il file su internet gratis
    2) guardare il file su internet dopo essersi abbonati a megavideo
    3) la bancarella di dvd originali (a 3 euro o meno)
    4) il senegalese se ha quello che cerchiamo (a 3 euro o meno)
    5) il cestone del centro commerciale (a 6 o meno)
    6) l'edicola (a 9 euro o meno)
    in alternativa aspettare che qualcun altro metta l'opera su internet e scaricare di conseguenza.

    > Il videotechino di Casal Palocco (RM) ha capito
    > la lezione ed ha aperto una pizzeria dove puoi
    > abbinare pizza & film.
    > Con consegna a domicilio e prenotazione
    > telefonica (non ho controllato se ha anche il
    > servizio via web).
    > La pizza non è pessima, l'idea è ottima. Non ci
    > vado uguale perché mi sono rotto i cabbasisi di
    > farmi dare del ladro ogni volta che apro un DVD
    > originale. Però il signore in questione è un
    > onesto venditore di ghiaccio che ha capito di
    > dover cambiare, se vuole continuare a
    > lavorare.

    Un paio di centinaia di chilometri più a sud, un sistema simile non attecchirebbe mai. Con altre cose forse, di sicuro non con la pizza. E' nel DNA distinguere la Pizza da quelle piadine croccanti col pomodoro sopra che spacciano per pizza a Casalpalocco e nel resto d'Italia, e soprattutto da quelle americanate con sopra ogni schifezza, magari pure surgelate. E soprattutto, una margherita grande oscilla tra i 3 e i 4 euro.

    A quel punto, al noleggio meglio sky on demand e simili, almeno non devi andare a restituire. Restituire costa tempo, fatica e soldi. Posso accettare di sopportare il tempo, il costo e la fatica di restituire se non pago, come succede per le biblioteche pubbliche. Di certo non lo posso accettare se oltre a sbattermi per restituire devo pure pagare il noleggio...
  • - Scritto da: Guybrush
    > Tutto questo dare addosso ai fruitori delle opere
    > mi ha semplicemente fatto passare la voglia di
    > "fruire" a qualsiasi
    > titolo.

    Allora inizia a "produrre".
    ruppolo
    33147
  • Produciamo... ma non quello che interessa a te.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Guybrush
    > > Tutto questo dare addosso ai fruitori delle
    > opere
    > > mi ha semplicemente fatto passare la voglia di
    > > "fruire" a qualsiasi
    > > titolo.
    >
    > Allora inizia a "produrre".

    A produrre produco, ma niente che possa piacerti.
    O almeno SPERO sia così.

    GT
  • ma aspettiamo di vedere che fine fara' youtube, tutto parte da li' !
  • > ma aspettiamo di vedere che fine fara' youtube,
    > tutto parte da li'!

    Oh, beata ingenuità!
    Ma che fine vuoi che faccia?
    YouTube non lo fermeranno mai.
    O ti rassegni o rosichi. Scegli tu.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pepito il breve
    > ma aspettiamo di vedere che fine fara' youtube,
    > tutto parte da li'
    > !

    Youtube e' oramai uno strumento riconosciuto....ed inattaccabile quanto tor...nessuno e' interessaro a toccarlo...al max gli estorceranno un bel paio di quattrini come hanno gia' fatto...in passato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pepito il breve
    > ma aspettiamo di vedere che fine fara' youtube,
    > tutto parte da li'
    > !

    ROTFL Rotola dal ridere
  • iniziano a muoversi ora che il 90% degli utenti si sono spostati dal p2p verso nuovi lidi....

    sono dei grandi...

    sempre indietro...

    Sorride
  • - Scritto da: Findi
    > iniziano a muoversi ora che il 90% degli utenti
    > si sono spostati dal p2p verso nuovi
    > lidi....
    >
    > sono dei grandi...
    >
    > sempre indietro...
    >
    > Sorride

    lasciaci perdere che hanno fatto fuori "Loombo" in questi giorni... il "cugino democratico di Megavideo" ed ora e' offline...e funzionava in maniera incredibile...(senza il limite dei 72 minuti o altri limiti...)
    per cui se dovete aprire un sito ricordatevi di boicottare i server tedeschi dato che in Germania hanno imposto in passato al sistema di anonimato Jap di mantenere il log degli utenti... e dato che hanno messo addirittura offline cinque server (simili a Megavideo) solo per difendere la licenzina del cavolo....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky

    > per cui se dovete aprire un sito...

    IPV6 eliminerà la necessità di far uso di NAT per penuria di indirizzi. Quindi tutti i client saranno potenzialmente raggiungibili. Che facciamo, obblighiamo miliardi di utenti a tenere i log dei loro server personali?
    FDG
    11001
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)