Cristina Sciannamblo

USA, la Rete è mobile

L'ultimo studio del Pew sull'uso di smartphone indica che un terzo degli adulti statunitensi possiede uno smartphone. Dispositivo che si è rivelato essere anche il primo canale di accesso alla Rete

Roma - Il Pew Research Center è sempre più impegnato nel condurre indagini che riguardano il consumo di gadget mobile. L'ultimo report redatto dal prestigioso centro di ricerca statunitense analizza, in particolare, l'uso di smartphone oltreoceano, decretando che oltre un terzo degli adulti statunitensi ne possiede uno.

Il sondaggio è stato condotto su un gruppo di 2277 adulti statunitensi, intervistati nei mesi di aprile e maggio. I risultati finali segnalano che il 35 per cento degli adulti in terra a stelle e strisce possiede uno smartphone. In generale, l'83 per cento è proprietario di un telefono cellulare, di cui il 42 per cento risulta essere uno smartphone. Conclusione ultima: il 35 per cento, cioè un terzo, possiede un telefono mobile multifunzione.

La definizione di "possessore di smartphone" considerata dal focus è alquanto ampia. È considerato tale chiunque rientri in due categorie principali: coloro che hanno dichiarato che il proprio telefono è uno smartphone (il 33 per cento) e coloro (39 per cento) che affermano che il proprio telefono ha un sistema operativo quali iOS, Blackberry, Android, Windows o Palm.
Per alcuni gruppi demografici, inoltre, si rileva un livello elevato di utilizzo: benestanti, di istruzione elevata, non bianchi e di età inferiore ai 45 anni. Un altro indicatore che ha rivelato informazioni interessanti riguardo le modalità di impiego professionale: circa metà di coloro che hanno un lavoro full time possiede uno smartphone, mentre un quarto di coloro che sono disoccupati dichiara di esserne in possesso. Un altro dato, peraltro abbastanza intuibile, segnala che la popolazione di utenti smartphone risulta avere molta più confidenza con altri dispositivi tecnologici quali laptop, lettori musicali, computer, tablet e e-reader.

Ma il dato considerato inaspettato da alcuni osservatori concerne la relazione tra i dispositivi mobile e l'accesso a Internet. Una percentuale abbastanza significativa (tra l'87 e il 68 per cento) del campione, infatti, ha dichiarato di utilizzare il proprio smartphone come canale d'accesso primario alla Rete. Un risultato che, a ben vedere, conferma, un altro recente sondaggio del Pew, secondo il quale quasi la metà degli adulti d'Oltreoceano si serve di dispositivi mobile per informarsi.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • Digital LifeUSA, l'informazione è mobileQuasi la metà degli adulti d'Oltreoceano si serve di dispositivi mobile per informarsi. L'uso di applicazioni è in crescita, anche se la strada da fare è ancora molta
  • Digital LifeUSA, il consumo di gadgetUn sondaggio del Pew Research Center dimostra che il gadget più diffuso tra gli adulti d'Oltreoceano sia il telefono cellulare. Seguono computer, lettori musicali e console. I giovani adulti sono i più equipaggiati
  • Digital LifeUSA, l'informazione è sempre più onlineInternet è lo strumento più usato dai giovani adulti per l'accesso alle notizie. Numeri positivi anche per le altre fasce di età. La radio mantiene la sua fetta fedele di ascoltatori
1 Commenti alla Notizia USA, la Rete è mobile
Ordina