Dinox PC

GlobalFoundries, a spasso nella fonderia di Dresda

Vi raccontiamo le novità che nel prossimo futuro troveremo nei dispositivi di uso comune come computer, cellulari, tablet e console. Direttamente dalla clean room della Fab tedesca

GlobalFoundries, a spasso nella fonderia di DresdaSiamo ormai così circondati da dispositivi high-tech che difficilmente ci fermiamo a riflettere su cosa ci sia dietro ognuno di essi. Chip elettronici contenenti milioni di transistor, a volte miliardi, governano le funzioni dei prodotti più disparati, dall'auto al telefonino, dal computer portatile alla TV dalle macchine fotografiche alle lavatrici.

La sempre maggiore responsabilità assegnata alla componente elettronica fa si che sia necessario utilizzare circuiterie più complesse il che si traduce immediatamente in un maggior numero di transistor. Per poterne integrare sempre di più occorrono tecniche capaci di sfidare le leggi della fisica: da anni ormai sentiamo dire che il silicio è arrivato alla frutta ma nel frattempo le tecnologie di processo micro si sono evolute e così quelle nano arrivate attualmente ai 32nm (nanometri).

La situazione odierna è proprio questa: le fonderie di semiconduttori sono in grado di sfornare chip realizzati con tecnologia a 32nm grazie alla quale è possibile integrare al loro interno fino ad alcuni miliardi di transistor. La rapida evoluzione in questo settore ha portato alla nascita di nuovi player che negli ultimi anni si sono imposti come leader di mercato.

GlobalFoundries: Fab 1 di Dresda

A poco più di due ore di volo dall'Italia, a Est di Francoforte, la città tedesca di Dresda ospita una delle più importanti fonderie per la produzione di semiconduttori. GlobalFoundries (GF) è nata da uno spin-off di AMD che nel Marzo 2009 ha deciso di scorporare l'attività di progettazione da quella di fonderia al fine di poter liberamente scegliere a chi commissionare la produzione in base a specifiche esigenze di mercato (l'attuale produzione di chip AMD è già affidata in parte a GF, che sforna principalmente microprocessori, ed in parte a TSMC che invece si occupa della produzione di GPU).

Qualche giorno fa siamo stati invitati per partecipare ad un tour guidato e ad una conferenza stampa tenutasi in una delle fonderie di GlobalFoundries, la Fab 1 di Dresda. Questo ci ha permesso non solo per osservare da vicino il nanoscopico mondo dei chip elettronici ma anche di ottenere importanti informazioni sulle tecnologie e sui prodotti che saranno disponibili in un prossimo futuro.


Un plastico della struttura attuale della Fab 1 di Dresda
15 Commenti alla Notizia GlobalFoundries, a spasso nella fonderia di Dresda
Ordina