Claudio Tamburrino

Facebook e la sindrome Google Plus?

Bloccato l'ironico annuncio di un utente che aveva utilizzato la piattaforma di advertising in blu per cercare contatti sul nuovo social network della Grande G. Bloccato al contempo un altro servizio per l'esportazione dati

Roma - Facebook sembra temere che Google+ possa per esso significare qualcosa in meno. E così mostra segni di preoccupazione.

Un esempio è il caso del Web developer Michael Lee Johnson: il programmatore, cercando di espandere le sue cerchie su Google+, aveva pubblicato sulla piattaforma di advertising di Facebook un particolare annuncio con tanto di piccola biografia, foto bizzarra e basco con l'invito ad aggiungerlo sul nuovo social network di Mountain View.

Tanto è bastato al social network in blu per rimuovere la sua "pubblicità", inconsistente con i termini di servizio fatti firmare da Facebook, che proibiscono la promozione di prodotti concorrenti.
Tuttavia l'effetto indiretto del blocco è stata che la notizia (e con essa l'annuncio) abbia avuto una risonanza ben maggiore, oltretutto gettando cattiva luce su Facebook.

Il tutto, peraltro, si somma al nuovo blocco da parte del social network di uno strumento di esportazione dei dati di contatti degli utenti: dopo l'estensione Chrome Facebook Friend Exporter, ad essere ostacolate adesso sono le API di OX.IO, strumento dell'azienda Open-Xchange che, integrando i contatti email dell'utente con i nomi dei suoi amici di Facebook, tenta di stilare una possibile lista di contatti da aggiungere ad un social network.

Open-Xchange, peraltro, ha già presentato uno strumento per permettere agli utenti di scaricare le proprie informazioni di contatto poi da impiegare in OX.IO. Uno strumento bloccabile da Facebook, riferisce, solo nel caso in cui volesse bloccare completamente l'esportazione da parte dei singoli utenti dei dati sui loro amici.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
29 Commenti alla Notizia Facebook e la sindrome Google Plus?
Ordina
  • Ciao

    se vuoi vedere google plus potete leggere la recensione al seguente indirizzo

    http://www.notiziemagazine.net/google/google-plus-...

    Lascia un commento nel post e chiedi l' invito.
  • >rimuovere la sua "pubblicità", *inconsistente* con i termini di servizio

    Da http://www.dizionario-italiano.org/Inconsistente

    [quote]
    Inconsistente:
    - Che manca di compattezza, di solidità: tessuto inconsistente

    - Figurativo, Di scarsa densità concettuale, di poco rigore logico Sinonimo: debole, fragile: una tesi inconsistente; che non regge alla prova dei fatti Sinonimo: infondato: indizi, accuse inconsistente

    - Figurativo, Di persona, di poco carattere, fragile
    [/quote]

    Dunque la frase va letta come "rimuovere la sua "pubblicità", *fragile* con i termini di servizio"?

    "Inconsistente" non è la traduzione dell'inglese "inconsistent" (che si traduce con incompatibile, incongruente in questo frangente)
  • Ma fatevi una vita...
    DISADATTATI!!
    non+autenticato
  • pareva strano, 5 commenti e ancora nessun flame!
    non+autenticato
  • Ma si, ha fatto la trollata quotidiana ed ora più tornare a respirare.
    Bastasse sempre così poco!
  • - Scritto da: Valeren
    > Ma si, ha fatto la trollata quotidiana ed ora più
    > tornare a
    > respirare.
    > Bastasse sempre così poco!

    Vai vai su gugllplass disadattato!
    Ah è bello gugllplass!!! Ah no è brutto!!
    Occhiolino
    non+autenticato
  • Che carina la scimmietta.
    Prendi la nocciolina! A bocca aperta
  • anche chi non ha amici (né parenti) è un disadattato, spesso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: syntaris
    > anche chi non ha amici (né parenti) è un
    > disadattato,
    > spesso.

    ah invece averne 688 su facebook è bello?
    ah no è brutto!
    non+autenticato
  • E venire a trollare qui, invece, ti diverte?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > E venire a trollare qui, invece, ti diverte?

    il mio non è trollare ma uno studio socio-pedagogico sul disadattamento sociale.
    non+autenticato
  • Sto utilizzando la beta di Google+ da qualche giorno,si entra per invito ma nonostante questo c'è già un bel movimento.Anche se il paragone con il diretto concorrente FB viene spontaneo c'è da dire che i due Social Network sono molto diversi soprattutto come target.
    Appena inizi a giocherellarci trovi le famose cerchie,qui ogni post può essere destinato ad una cerchia quindi non si avrà quasi mai una home caotica come quella di FB.L'altra novità sbandierata è il videoritrovo una sorta di multivideochat che permette di creare una piazzetta virtuale in stile videoconferenza finchè regge la connessione...La chat è molto più discreta di facebook anche se un pò più macchinosa visto che c'è da aggiungere i singoli contatti.Sono rimasto sbalordito dal sofware per android che è praticamente spettacolare riesce a gestire perfettamente qualsiasi settore del social network aggiungendo anche una pagina relativa ai "vicini" praticamente volendo si può scrivere in una pagina dove c'è tutta la gente della nostra zona.Anche il fondatore di FB ha un account beta su google+ e attualmente è uno delle persone più aggiunte con un seguito ci circa 250000 fan...Per ora il tutto ha un sapore molto Nerd, anche i profili attivi son piuttosto particolari,molti son addetti ai lavori.
    non+autenticato
  • Lo sto usando da giorni con soddisfazione: chiacchierare e postare le foto e video dei bambini in modo che solo la cerchia "famiglia" le possa vedere è semplice ed indispensabile.

    Un'interessante riassunto di cosa è e *può essere* Gooogle+ è questo:

    Instead of saying, "I'm going to write a blog post now," or "I'm going to send an e-mail" or "I think I'll tweet something" you simply say what you have to say, then decide who you're going to say it to.

    If you address it to "Public," it's a blog post.

    If you address it to "Your Circles" it's a tweet.

    If you address it to your "My Customers" Circle it's a business newsletter.

    If you address it to a single person, it can be a letter to your mother.
    non+autenticato
  • Volevo provare G+ proprio per testare queste funzionalità.
    Infatti non mi sono mai iscritto su FB proprio per quello.
    Purtroppo non sto riuscendo a trovare inviti...
  • ti posso invitare io, manda mail
    non+autenticato
  • - Scritto da: Valeren
    > Purtroppo non sto riuscendo a trovare inviti...

    Se vuoi mandarmi una mail...
  • - Scritto da: Valeren
    > Volevo provare G+ proprio per testare queste
    > funzionalità.
    > Infatti non mi sono mai iscritto su FB proprio
    > per
    > quello.

    questi sono solo pregiudizi: su FB puoi fare la stessa identica cosa mettendo gli amici in gruppi (che poi non sia esattamente intuitivo è un altro discorso)
  • interessante sintesi, sarebbe stato meglio pubblicare la fonte Sorride

    https://plus.google.com/113117251731252114390/post...
  • Sì giusto, ma era per mancanza di tempo, non per appropriarmene, altrimenti l'avrei tradottaOcchiolino
    non+autenticato
  • Di sicuro l'avvento di Plus ha spaventato Facebook. Ed e' adesso il primo e serio concorrente che hanno da anni. Tra le applicazioni e il bacino di utenti e di influenza che Google ha, non ci metteranno tantissimo ad arrivare a qualche centinaio di milioni di utenti ed a quel punto sara' fatta.
    Ma forse Plus ha qualcosa in piu'. E Facebook di puo' battere.
    http://www.atlantisway.com/articoli/web/item/568-p...?
    non+autenticato
  • No Alessia sicuramente lo stanno studiando dal di dentro ma credo che analizzeranno le differenze efficaci per integrarle su FB.L'utenza dei due social network è molto differente soprattutto per quanto riguarda il rapporto con la privacy diciamo che in google+ il livello di discrezione può essere modificato velocemente dall'utente,in FB l'utente medio tende all'esibizionismo in genere si preoccupa poco della privacy.
    non+autenticato
  • - Scritto da: R3d Wo1f
    > No Alessia sicuramente lo stanno studiando dal di
    > dentro ma credo che analizzeranno le differenze
    > efficaci per integrarle su FB.

    Il problema per FB è che le differenze efficaci non sono "dal di dentro", o perlomeno non solo: la forza che a G+ sta nell'universo gmail, g-doc, g-calendar, etc... e relativi utenti.
    Per loro, appena si concluderà la fase beta ad inviti, sarà immediato entrare in G+ e comodo rimanerci dentro con un'unica utenza.


    > L'utenza dei due
    > social network è molto differente soprattutto per
    > quanto riguarda il rapporto con la privacy
    > diciamo che in google+ il livello di discrezione
    > può essere modificato velocemente dall'utente,in
    > FB l'utente medio tende all'esibizionismo in
    > genere si preoccupa poco della
    > privacy.

    Questa, assieme all'intuizione sui "cerchi" che sembra accativare la fantasia, è invece tra le funzionalità copiabili da FB.
    Ma basterà per resistere all'assalto, considerando che comunque si trova ad inseguire?

    La domanda ovviamente non è retorica, spostare milioni e milioni di utenti non è per nulla scontato, però qualcosa di simile era successo anche con le webmail quindi la risposta è più che mai aperta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: R3d Wo1f
    > L'utenza dei due
    > social network è molto differente soprattutto per
    > quanto riguarda il rapporto con la privacy
    > diciamo che in google+ il livello di discrezione
    > può essere modificato velocemente dall'utente,in
    > FB l'utente medio tende all'esibizionismo in
    > genere si preoccupa poco della
    > privacy.

    Diciamo che in google+ regali tutti i tuoi dati a google senza nemmeno rendertene conto, pensando che quelli di google siano buoni, etici, sensibili alla privacy, e che lo facciano per il tuo bene.

    Almeno su FB regali i tuoi dati a loro essendone consapevole....
    non+autenticato
  • - Scritto da: bbo
    > - Scritto da: R3d Wo1f
    > > L'utenza dei due
    > > social network è molto differente
    > soprattutto
    > per
    > > quanto riguarda il rapporto con la privacy
    > > diciamo che in google+ il livello di
    > discrezione
    > > può essere modificato velocemente
    > dall'utente,in
    > > FB l'utente medio tende all'esibizionismo in
    > > genere si preoccupa poco della
    > > privacy.
    >
    > Diciamo che in google+ regali tutti i tuoi dati a
    > google senza nemmeno rendertene conto, pensando
    > che quelli di google siano buoni, etici,
    > sensibili alla privacy, e che lo facciano per il
    > tuo
    > bene.
    >
    > Almeno su FB regali i tuoi dati a loro essendone
    > consapevole....

    Forse non hai ben chiara la differenza: con Google
    almeno hai a disposizione diversi utili servizi
    per il LAVORO e lo SVAGO intelligenze, mentre con FB
    oltre a dare in pasto i tuoi dati il massimo che ti può
    capitare è chattare con utenti deficienti e bimbiminkia.
  • - Scritto da: sentinel

    > Forse non hai ben chiara la differenza: con Google
    > almeno hai a disposizione diversi utili servizi
    > per il LAVORO e lo SVAGO intelligenze,

    sì, gli strumenti di Google mi piacciono molto, sono i miei preferiti, dal punto di vista tecnico e di progettazione non c'è molto da dire: sono semplicemente i più avanti!
    forse però i miei dati personali valgono di più...

    > mentre con
    > FB
    > oltre a dare in pasto i tuoi dati il massimo che
    > ti
    > può
    > capitare è chattare con utenti deficienti e
    > bimbiminkia.

    FB non ha contenuti suoi. Però su FB ci sono anche tante belle signorine.
    Non si tratterà di svago intelligente ma............ è svago++ e le cose belle non devono per forza essere intelligenti Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: bbo
    > FB non ha contenuti suoi. Però su FB ci sono
    > anche tante belle
    > signorine.
    > Non si tratterà di svago intelligente
    > ma............ è svago++ e le cose belle non
    > devono per forza essere intelligenti
    > Occhiolino
    Se e quando G+ fallirà, si potrà sempre dire che è colpa della gnocca.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bbo
    > Diciamo che in google+ regali tutti i tuoi dati a
    > google senza nemmeno rendertene conto, pensando
    > che quelli di google siano buoni, etici,
    > sensibili alla privacy, e che lo facciano per il
    > tuo
    > bene.
    >
    > Almeno su FB regali i tuoi dati a loro essendone
    > consapevole....

    beh intanto sarebbe strano per molti essere consapevoli di dare i propri dati a FB, ma una volta che sei consapevole per FB perchè non dovresti esserlo per G+?
  • > Almeno su FB regali i tuoi dati a loro essendone
    > consapevole....

    Falso. Quante volte FB è stata beccata nell'aggiungere clausole togli-privacy, in sordina? Quante invece, per Google? Inoltre, hai letto cosa accade alle informazioni che rilasci dentro e a tutto ciò che condividi? E gli estremi di disabilitazione dell'account?

    Cose del tipo che loro non son tenuti a mostrarti la prova che ha portato alla tua disabilitazione...

    "Posso vedere il contenuto che ha causato la disabilitazione del mio account?
    Per motivi tecnici e di sicurezza, Facebook non può fornire la descrizione o la copia del contenuto rimosso."

    Ne tantomeno, il fatto che loro siano obbligati a pre-segnalare il rischio di disabilitazione:

    "È possibile che non abbia ricevuto un avvertimento prima delle disabilitazione del mio account?
    In base alla gravità della violazione, l'utente che ne è responsabile potrebbe non ricevere un avvertimento prima della disabilitazione dell'account. Ti ricordiamo che non ripristiniamo gli account che sono stati disabilitati per gravi violazioni degli standard della comunità di Facebook."

    Ergo, basta bannarti e dire che, per ragioni di sicurezza, il motivo del ban è dovuto per "gravi violazioni degli standard della comunità di Facebook", ma che loro non sono obbligarti a dartene una prova.

    G+ mi ha accolto senza grossi problemi, anzi spero integri tutte le funzionalità più comuni, presenti anche in altri social network e buona notte al secchio.

    Hai comunque provato a leggere i termini inerenti alla privacy di Google? Sono niente in confronto a quelli di Facebook.
    non+autenticato
  • Temere google?
    Bhè... ne sa qualcosa altavista.com ....
    non+autenticato