Mauro Vecchio

I Winklevoss? Pavoni in giacca e cravatta

Colorite opinioni rilasciate dall'ex-presidente della Harvard University, che nel 2004 incontrò i due gemelli agli albori della lotta armata con il CEO di Facebook Mark Zuckerberg. I Winklevoss chiedono spiegazioni

Roma - Una sonora risata, a cui ha fatto seguito la più colorita delle dichiarazioni. "Una delle cose che si imparano da presidente universitario è che se uno studente si presenta alle tre di pomeriggio indossando giacca e cravatta, allora ci sono solo due possibilità: la prima è che sta cercando un lavoro e vuole un colloquio. La seconda è che si tratta di uno stronzo. In quel caso, era la seconda".

Parola dell'ex-president della Harvard University Lawrence H. Summers, noto al grande pubblico di celluloide per aver incontrato nel suo ufficio gli agguerriti gemelli Cameron e Tyler Winklevoss. Era l'aprile del 2004 ed aveva ormai avuto inizio una delle saghe giudiziarie più sfiancanti nella storia della proprietà intellettuale. I pavoneggianti Winklevoss - anche qui, opinione di Summers - e il CEO di Facebook Mark Zuckerberg.

Ai gemelli non sono andate ovviamente giù le parole dell'ex-dirigente di Harvard che li avrebbe dipinti come dei gradassi - per non ripetere espressioni più colorite - limitandosi ad osservare una giacca elegante. I due fratelli hanno dunque scritto all'attuale president Drew Faust, chiedendo spiegazioni sul modo in cui i vertici di Harvard trattano i propri studenti. I Winklevoss si sarebbero presentati in quel modo proprio per rispetto alle autorità universitarie.
Mauro Vecchio
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia I Winklevoss? Pavoni in giacca e cravatta
Ordina