Claudio Tamburrino

Dreamworks, la terza dimensione dei brutti film

Il CEO della major contro i film 3D posticci. Bisogna concentrarsi sul progresso e sull'arte, non semplicemente mungere la terza dimensione

Roma - Il CEO di Dreamworks Jeffrey Katzenberg non è affatto convinto dei film 3D.

Proprio il vertice del produttore di Shrek e di film in 3D come Dragon Trainer critica questo tipo di visione: gli studi cinematografici, dice Katzenberg, preferiscono arraffare pochi soldi e subito, piuttosto che migliorare lo stato dell'arte della tecnologia o concentrarsi sull'offrire un film che effettivamente aggiunga qualcosa.

Un esempio di questa pratica è la conversione al 3D all'ultimo momento di Clash of the Titans, secondo Katzenberg "il momento più basso" della tecnologia.
Naturalmente i film in 3D di Dreamworks, secondo l'oste il suo CEO, sarebbero l'eccezione alla regola, ma questa è un'altra questione.

In ogni caso sono vari i modi in cui potrebbe essere migliorato il 3D: uno, per esempio, come accenna Katzenberg, è che i produttori evitino di farne un elemento posticcio a qualsiasi nuova uscita, un'altra piccola cosa potrebbe essere la collaborazione con le sale per evitare le proiezioni siano troppo scure.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
69 Commenti alla Notizia Dreamworks, la terza dimensione dei brutti film
Ordina
  • Il 3D sembrava aver portato una nuova prospettiva al cinema grazie ad Avatar...ma così non è stato...Il risultato, come dice l'articolo, è quello di subirci un'accozzaglia di blah blah con un 3D davanti, per incuriosire ed attirare nuovamente la gente al cinema e davanti alle pseudo TV a tre dimensioni... Titoli inutili, faticosamente digeribili anche in 2D... Periodo tristissimo per chi ama il cinema d'autore e di qualità...

    http://enigmisticando.wordpress.com/
    non+autenticato
  • Non solo Avatar: i film da vedere in 3D sono quelli pensati per questa tecnologia. Quindi, a parte quelli di animazione in CGI (dove la tridimensionalità si vede bene) vanno visti quelli girati nativamente in tridimensionale: oltre Avatar c'è stato quello degli speleologi sottomarini (adesso non ricordo il nome, ma era un 3D ottimo, per la trama stendiamo un pietoso velo) e Transformer 3 (che non ho visto perchè non interessato alla serie, ma chi c'è andato mi ha parlato di un 3D ai livelli di Avatar o meglio). Non chredo che siano usciti altri film live girati nativamente: qualcuno ha info?
    Quelli girati in 2D e trasformati solitamente non danno buoni risultati, almeno in quelli che ho visto.
    pjt
    378
  • Transformers 3 aveva un 3D strano, non so se dipendeva dalla configurazione del cinema ma sembrava che avessero aumentato la profondità di campo invece che l'effetto "fuori dallo schermo".
    Comunque sono d'accordo con te.

    Mi sta atrocemente sulle balle il modo in cui spingono per il 3D, ultimamente gli spettacoli in 2D hanno orari abbastanza fastidiosi: 20:00 oppure 22:30, il primo è troppo presto, il secondo troppo tardi, gli spettacoli in 3D sono anche alle 21:30, sicuramente è fatto apposta.
    Wolf01
    3342
  • Transformer è sstato girato dalla stessa troupe di Avatar, e il 3D era implementato allo stesso modo, come effetto di profondità, cosa che a mio parere è quello migliore, tipo finestra sul reale, l'effetto delle cose che balzano fuori dallo schermo mi sa sempre di pacchianata...
    Per quanto riguarda gli orari dipende dai cinema: al multiplex vicino casa mia fanno un po' così ed un po' cosà (es. Cap America il 3D 19:30 e 22:00, 2D 21:10, altri film il contrario)
    pjt
    378
  • - Scritto da: Enigmistica ndo
    > Il 3D sembrava aver portato una nuova prospettiva
    > al cinema grazie ad Avatar...ma così non è
    > stato...Il risultato, come dice l'articolo, è
    > quello di subirci un'accozzaglia di blah blah con
    > un 3D davanti, per incuriosire ed attirare
    > nuovamente la gente al cinema e davanti alle
    > pseudo TV a tre dimensioni... Titoli inutili,
    > faticosamente digeribili anche in 2D... Periodo
    > tristissimo per chi ama il cinema d'autore e di
    > qualità...
    >
    > http://enigmisticando.wordpress.com/


    Il 3D in Avatar è inesistente. Totalmente inutile.
    Resident Evil 4 lo sfrutta molto meglio, girato con le stesse videocamere 3D.
    A meno che le medusette volanti in CGI e quattro piante che sembrano uscire appena fuori dallo schermo non siano il grande effetto 3D. Eh?
    In più la grafica di Avatar è da mediocre videogioco. Un penoso cartone 3D.
    Rango, La Leggenda Dei Guardiani, Wall-E hanno una grafica al computer nettamente superiore.
    non+autenticato
  • > Rango, La Leggenda Dei Guardiani, Wall-E hanno
    > una grafica al computer nettamente
    > superiore.

    un po' come dire che un 386 bastona in prestazioni un i7 2600k...
  • Ma l'hai visto?
    Per il 3D è considerato il migliore in live (insieme con Transformer 3), mentre per la grafica tieni conto iche in alcune scene gli attori sono stati sostituiti da animazioni CGI, e la differenza non si coglie...
    pjt
    378
  • - Scritto da: Enigmistica ndo
    > Il 3D sembrava aver portato una nuova prospettiva
    > al cinema grazie ad Avatar.

    Io non l'ho visto per le seguenti ragioni:
    -Volevo vederlo su uno schermo IMAX come fanno in america ma da noi non ci sono, anche se di recente ne hanno aperto uno, allora non c'era
    -Volevo vederlo in lingua originale, ma oltre a non farlo su un IMAX lo devono pure doppiare in italiano deturpando la recitazione degli attori
    -Avrei potuto comprare successivamente il bluray, ma non sarebbe stato come vederlo al cinema in 3d su un IMAX
    -La storia non mi attira molto

    A me sembra che il cinema stia morendo, si punta sulla tecnologia e questi film pieni di azione. Mentre si dovrebbe fare film dove si parla di operai, di immigrazione, inquinamento, politica e del pericolo insito nella rete Internet.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: Enigmistica ndo
    > > Il 3D sembrava aver portato una nuova
    > prospettiva
    > > al cinema grazie ad Avatar.
    >
    > Io non l'ho visto per le seguenti ragioni:
    > -Volevo vederlo su uno schermo IMAX come fanno in
    > america ma da noi non ci sono, anche se di
    > recente ne hanno aperto uno, allora non
    > c'era
    > -Volevo vederlo in lingua originale, ma oltre a
    > non farlo su un IMAX lo devono pure doppiare in
    > italiano deturpando la recitazione degli
    > attori
    > -Avrei potuto comprare successivamente il bluray,
    > ma non sarebbe stato come vederlo al cinema in 3d
    > su un
    > IMAX
    > -La storia non mi attira molto
    >
    > A me sembra che il cinema stia morendo, si punta
    > sulla tecnologia e questi film pieni di azione.
    > Mentre si dovrebbe fare film dove si parla di
    > operai, di immigrazione, inquinamento, politica e
    > del pericolo insito nella rete
    > Internet.

    all'inizio quasi ti stavo prendendo sul serioDeluso

    poi ho capito
    non+autenticato
  • ..e delle marmotte che incartano la cioccolata?? Perchè nessuno parla mai delle marmotte che incartano la cioccolata..Triste
    non+autenticato
  • ...può salvare il 3d, ci sono film in 3d fatti apposta, con inquadradure ad hoc...ma credo sia una cosa di nichia, sia per il costo dei bluray in 3d, che per il televisore...
    Sgabbio
    26177
  • Imparino anche come si gira una pellicola in 3D, perché non sono proprio capaci.

    Il 3D ha concetti cinematografici differenti, come i cambi di messa a fuoco e gli spostamenti di inqudratura durante i dialoghi assolutamente da evitare (ci sono alcuni minuti di dialogo in Avatar inguardabili), la rivalutazione del campo largo, contro l'inquadratura stretta che non rende eccetera ....

    Ovvio che se mi fai un film di animazione la vita è MOLTO più facile e se poi mi fai Dragon Trainer che appunto si basa quasi tutto su scene in wide field il prodotto è sicuramente migliore.

    Se mi fai una roba tipo Santum il 3D è evidente che non si riesce a guardare e sebbene difficile nel caso in questione, peggiora ulteriormente il film.
    non+autenticato
  • prima ci devono essere i contenuti, poi arriva la tecnologia e bisogna fare anche attenzione che questa poi non li rovini i contenuti.
    non+autenticato
  • > prima ci devono essere i contenuti

    E, per averli, bisogna tagliare gli investimenti.
    Un film con contenuti validi è sempre un rischio... e se il budget è troppo alto, nessuno è disposto a correre il rischio. L'abbiamo visto anche con i videogiochi.
    non+autenticato
  • Se guardiamo i mega colossal videoludici, sono in parte d'accordo.

    Ma ho visto, che molto spesso si spende più per fare la fisica realistica delle polvere che si posta su una foglia, invece di innovare dei generi che da anni non sono cambiati poi tanto, come i FPS.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: pietro
    > prima ci devono essere i contenuti, poi arriva la
    > tecnologia e bisogna fare anche attenzione che
    > questa poi non li rovini i
    > contenuti.

    Su Sky hanno iniziato a trasmettere qualcosa in 3d, ma ancora si tratta soltanto di eventi occasionali, come la finale di Champions League, la finale di Wimbledon o la Ryder Cup di Golf...io non ho la tv 3d, ma un conoscente che ce l'ha mi ha detto che la partita di calcio in 3d era assolutamente uno spettacolo mai visto prima
    non+autenticato
  • - Scritto da: Deus Ex
    > Su Sky hanno iniziato a trasmettere qualcosa in
    > 3d, ma ancora si tratta soltanto di eventi
    > occasionali, come la finale di Champions League,
    > la finale di Wimbledon o la Ryder Cup di
    > Golf...io non ho la tv 3d, ma un conoscente che
    > ce l'ha mi ha detto che la partita di calcio in
    > 3d era assolutamente uno spettacolo mai visto
    > prima

    Per il calcio lo vedo molto utile, il 3D: l'appiattimento dovuto alla TV normale mi dà molto fastidio, specialmente quando si vede un cross e non si capisce dove sia effettivamente la palla.
    Ma tanto non seguo il calcio...
    Funz
    13021
  • E’ dalla prima volta che l’ho visto che ritengo la tecnologia del 3D al cinema o in TV ancora posticcia.
    Secondo me il problema maggiore lo ha proprio chi il 3D lo ritiene inutile o brutto. Molti degli ultimi film hanno, infatti, inquadrature che per “rendere” DEVONO essere viste in 3D. Così ti ritrovi a vedere scene di oggetti visti da vicinissimo o campi lunghi che non dicono niente e non servono a nulla se visti nel modo tradizionale. Interrompendo in un qualche modo il filo del film.
    Inoltre sta rovinando quello che è l’home video, vista la bassissima diffusione di TV 3D nelle case.
    non+autenticato
  • > Inoltre sta rovinando quello che è l’home video,
    > vista la bassissima diffusione di TV 3D nelle
    > case.

    L'home video è già morto, come mercato.
    non+autenticato
  • Si ok, io intendevo dal punto di vista dell'esperienza.
    Comunque io pago fior di quattrini al signor Sky per vedermi i film spaparanzato sul mio divano.
    non+autenticato
  • A parte i tuoi pareri sull'argomento, proporre il 3d casalingo è stato un passo più lungo della gamba, considerando i costi proibitivi di un televisore che supporti il 3d.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Inoltre sta rovinando quello che è l’home
    > video,
    > > vista la bassissima diffusione di TV 3D nelle
    > > case.
    >
    > L'home video è già morto, come mercato.

    Sì, come no. Ma che cretinate.
    Se fosse vero non produrrebbero DVD e BluRay.
    Le vendite dei BluRay sono in costante aumento.
    Chi come te va in giro sui forum a scrivere 'ste cose perchè è abituato solo a scaricare copie pirata divx ricompresse basso bitrate di infima qualità non è tutta la popolazione, non è il mercato e non è la maggioranza nè assoluta nè relativa. L'industria ha fatturato in aumento, non in calo. Le cavolate antipirateria sono tutte cavolate, se fossero vere i fatturati non crescerebbero. E' banale logica elementare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: franco
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > Inoltre sta rovinando quello che è
    > l’home
    > > video,
    > > > vista la bassissima diffusione di TV 3D
    > nelle
    > > > case.
    > >
    > > L'home video è già morto, come mercato.
    >
    > Sì, come no. Ma che cretinate.
    > Se fosse vero non produrrebbero DVD e BluRay.
    > Le vendite dei BluRay sono in costante aumento.
    > Chi come te va in giro sui forum a scrivere 'ste
    > cose perchè è abituato solo a scaricare copie
    > pirata divx ricompresse basso bitrate di infima
    > qualità non è tutta la popolazione, non è il
    > mercato e non è la maggioranza nè assoluta nè
    > relativa. L'industria ha fatturato in aumento,
    > non in calo. Le cavolate antipirateria sono tutte
    > cavolate, se fossero vere i fatturati non
    > crescerebbero. E' banale logica
    > elementare.

    Queste cose non devi mica venire a dirle qua che le sappiamo benissimo.

    Valle a scrivere sul forum dei videotecari, e vedrai con che velocita' ti censureranno il messaggio e verrai bannato.
  • ho visto capitan america in 3D venerdì sera. l'utilizzo del 3D non era assolutamente necessario, niente che veniva molto in fuori o cose del genere. Devo però ammettere, nelle prime scene in cui vanno dentro l'aeronave ci sono le ambientazioni rese molto bene dal 3d... diciamo che riuscivo a sentire che c'era dello spazio dietro a quella colonna, non che era un'immagine piatta come la maggiorparte dei film 3d che sono stato costretto a vedere
    non+autenticato
  • Visto Capitan America ieri sera: il 3D era pessimo (si vedeva che era aggiunto in post-produzione). Nella maggior parte delle scene se ti levi gli occhialini vedi bene lo stesso...
    Gli unici momenti dove il 3D funzionava erano quelli degli effetti speciali in CGI.
    pjt
    378
  • concordo pienamente, tuttavia in alcune scene, cmoe quella iniziale aggiungeva l'idea che dietro alla parete, alla persona non ci fosse il telo bianco, ma qualcosa
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)