Claudio Tamburrino

Tastiere virtuali, il tocco di IBM e Apple

Brevetti depositati dalle due per una versione ergonomica di dispositivi di input virtuali. Che si adattano alle mani dell'utente e che cercano di emulare l'hardware tradizionale

Roma - IBM e Apple a quanto pare stanno concentrando alcune delle loro risorse per la ricerca di soluzioni per migliorare l'attuale generazione di tastiere digitali: iPad e gli altri tablet, sia per le abitudini degli utenti che per le indecisioni conseguenti ad una digitazione non su supporto hardware ma su una parte di schermo touch screen, sono ancora relegate ad un utilizzo parziale per testi non troppo lunghi. Una situazione per cui si cercano contromisure.

Con la domanda di brevetto numero 20110157090 IBM ha chiesto all'Ufficio statunitense l'esclusiva su una tecnologia in grado di adattarsi "alla singola maniera di digitare di ogni utente".

Quanto descritto dal brevetto IBM, insomma, adatta la tecnologia necessaria allo sviluppo delle tastiere digitali a un sistema di calibrazione della sua forma, in grado di apprendere a adattarsi alle posizioni assunte dall'utente, alla grandezza e alla sensibilità delle sue dita. Le consuete posizioni dei tasti potrebbero insomma variare, così come la loro grandezza rispetto agli altri.
Questo avviene dopo una serie di test preliminari a cui viene chiesto all'utente di sottoporsi, ma nella domanda di brevetto non viene riferito per quanto tempo proseguirà il periodo di adattamento della tastiera digitale.

Apple, invece, ha mostrato un brevetto relativo ad un prodotto non collegato a iOS e costituito di metallo, plastica e vetro: a supporto di una tastiera con tasti digitali, dovrebbe migliorare la capacità di comprensione dei tocchi degli utenti attraverso l'integrazione di un feedback aptico basato sulla
piezoelettricità e sulla rilevazione degli impulsi acustici.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Tastiere virtuali, il tocco di IBM e Apple
Ordina
  • La mia impressione è che la tastiera dovrebbe/potrebbe scomparire, o per mezzo di queste (http://www.vkb-support.com/) o per mezzo del parlato. Quest'ultimo però ha lo svantaggio di necessitare di un minimo di volume audio (il "subvocalizzatore" mi sa che non l'hanno ancora inventato) e credo sia prona ai disturbi ambientali.

    A sua volta il video potrebbe essere o proiettato su una superficie liscia disponibile (es. il muro) oppure... occhialini 3D e proiezione virtuale, via bluetooth o wifi. In questo modo si ridurrebbe anche l'ampiezza necessaria al display.

    Rimane il problema dell'energia... ma se questi dispositivi di fatto andranno a costituire un "wearable network", allora magari sulla cintura (o nella borsetta) ci sarà spazio per delle batterie.
    885
  • - Scritto da: Sky
    > La mia impressione è che la tastiera
    > dovrebbe/potrebbe scomparire, o per mezzo di
    > queste (http://www.vkb-support.com/)

    Al momento non vedo soluzioni all'orizzonte che mi facciano pensare che un giorno abbandonerò la tastiera fisica... almeno quando posso usare tutte e due le mani.
    Per i cellulari touchscreen trovo che Swype sia una soluzione fantastica.

    > A sua volta il video potrebbe essere o proiettato
    > su una superficie liscia disponibile (es. il
    > muro) oppure... occhialini 3D e proiezione
    > virtuale

    sento parlare di queste cose dai tempi in cui non avevo ancora i peliSorride
    Trovo che sarebbero soluzioni scomode, limitate e ulteriormente estranianti rispetto al mondo che ci circonda (già trovo un po' triste vedere in autobus tutti con gli auricolari e lo sguardo fisso nel vuoto)
  • - Scritto da: Sky
    > La mia impressione è che la tastiera
    > dovrebbe/potrebbe scomparire, o per mezzo di
    > queste (http://www.vkb-support.com/) o per mezzo
    > del parlato. Quest'ultimo però ha lo svantaggio
    > di necessitare di un minimo di volume audio (il
    > "subvocalizzatore" mi sa che non l'hanno ancora
    > inventato) e credo sia prona ai disturbi
    > ambientali.

    Se in tram vedessi uno che naviga coi comandi vocali, non so se riuscirei a trattenermi dal dire ad alta voce "segnalibri porno" e vedere cosa spunta fuoriOcchiolino
    Funz
    13000
  • un nuovo terreno di scontro a quanto pare
    non+autenticato