Mauro Vecchio

Hotfile, contrattacco alle major

Il cyberlocker panamense prepara l'assalto legale ai vertici di MPAA: dovrebbero rivelare le proprie strategie di rimozione dei contenuti illeciti. Dal momento che Warner Bros avrebbe abusato dei tool offerti dallo stesso Hotfile

Roma - Una nuova sfida legale, recentemente lanciata dal servizio di file hosting Hotfile all'industria del copyright a stelle e strisce. I vertici della piattaforma panamense hanno infatti chiesto ad un giudice della Florida di obbligare l'industria cinematografica a rivelare in aula quelli che sembrano essere degli inconfessabili segreti nella lotta alla pirateria online.

Strategie di battaglia alla violazione del diritto d'autore, strumenti adottati dalle varie major di celluloide per rimuovere migliaia di film caricati senza autorizzazione alcuna. I vertici di Hotfile vorrebbero dunque conoscere gli stessi criteri di rimozione scelti dalla Motion Picture Association of America (MPAA). Capire i loro meccanismi intrinseci per prepararsi ad una difesa più efficace.

Ma perché? La piattaforma gestita dall'oscuro cittadino russo Anton Titov starebbe preparando una feroce controffensiva legale nei confronti delle major, in specie contro Warner Bros. La major statunitense avrebbe infatti abusato degli stessi tool anti-pirateria messi a disposizione da Hotfile per la rimozione su richiesta di determinati contenuti illeciti.
Secondo l'accusa, i responsabili di Warner Bros avrebbero sfruttato gli strumenti di Hotfile per rimuovere materiale altrui, ovvero appartenente ad altri detentori dei diritti. La major avrebbe inoltre eliminato contenuti senza nemmeno analizzarli, spesso finendo col rimuovere film di altre major di celluloide.

Ulteriori dettagli sono rimasti avvolti nell'ombra. I vertici di Hotfile non hanno ancora avviato la controffensiva nei confronti di Warner Bros perché in attesa della decisione del giudice della Florida. MPAA ha già rifiutato di presentare in aula le informazioni richieste: potrebbero finire nelle mani sbagliate, far diventare gli scariconi del web ancora più preparati.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàHotfile e gli innocenti armadietti del P2PUn giudice della Florida respinge le accuse contro la piattaforma di hosting panamense. Non avrebbe caricato direttamente file illeciti. Le attività dei suoi utenti potrebbero però costarle la protezione garantita agli intermediari
  • AttualitàCopyright, Hotfile risponde al fuocoControffensiva legale da parte del noto servizio di file hosting. Che avrebbe sempre rispettato i dettami del DMCA, non permettendo inoltre la ricerca interna dei contenuti illeciti. Gli armadietti digitali resterebbero neutri
  • AttualitàHotfile dà, Hotfile toglieCentinaia di utenti premium sono stati sospesi dal servizio di file hosting panamense. Spariti all'improvviso tutti i contenuti caricati. La motivazione risiederebbe nelle ripetute violazioni del copyright
12 Commenti alla Notizia Hotfile, contrattacco alle major
Ordina
  • Ed infatti su hotfile sono stati persino rimossi contenuti in cui l'autore dava il suo consenso...il che e' assurdo... Allora c'era un motivo...pensavo avessero perso completamente la testa...infatti quando danno i mirror dei software freeware...scarico sempre da siti alternativi...dato che trovo spesso scritto su hotfile che il contenuto e' stato rimosso per una infrazione di copyright!!! ma se il software e ' un freeware quale infrazione di copyright ci puo' essere??!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > Ed infatti su hotfile sono stati persino rimossi
    > contenuti in cui l'autore dava il suo
    > consenso...il che e' assurdo... Allora c'era un
    > motivo...pensavo avessero perso completamente la
    > testa...infatti quando danno i mirror dei
    > software freeware...scarico sempre da siti
    > alternativi...dato che trovo spesso scritto su
    > hotfile che il contenuto e' stato rimosso per una
    > infrazione di copyright!!! ma se il software e '
    > un freeware quale infrazione di copyright ci puo'
    > essere??!!!!

    Non solo i film vengono rimossi per sbaglio...ma anche ebook e software perfettamente legali...il che ha dell'assurdo...!!! quindi non penso che le major cinematografiche si mettano a rimuovere pure software ed ebook o si? Forse faranno piu' di una causa mi sa...ne faranno molte...
    E forse anche questo host tornera' ad essere affidabile come gli altri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > Ed infatti su hotfile sono stati persino rimossi
    > contenuti in cui l'autore dava il suo
    > consenso...il che e' assurdo... Allora c'era un
    > motivo...pensavo avessero perso completamente la
    > testa...infatti quando danno i mirror dei
    > software freeware...scarico sempre da siti
    > alternativi...dato che trovo spesso scritto su
    > hotfile che il contenuto e' stato rimosso per una
    > infrazione di copyright!!! ma se il software e '
    > un freeware quale infrazione di copyright ci puo'
    > essere??!!!!

    Soprattutto ci vuole un'ingiunzione firmata da un giudice per rimuovere qualcosa, non è che questi possono farsi giustizia da sé come nel far west.
    E chi se ne sbatte se ci vogliono dieci anni, pensino piuttosto a rendere più veloce il lavoro della magistratura.
    Funz
    12995
  • Ma in che mondo vivi? Ma vuoi che tutte le questioni di "conflitto" tra persone vengano risolti solo tramite un giudice?

    Il sito mette a disposizione un tool interno per la rimozione di contenuti protetti. Ne abuso? Cavoli miei! Mi prenderò le mie responsabilità!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ma in che mondo vivi? Ma vuoi che tutte le
    > questioni di "conflitto" tra persone vengano
    > risolti solo tramite un
    > giudice?

    No, solo quelle in cui una delle due parti si fa forte della sua grossezza e pretende di imporre la propria ragione anche dove invece ha torto marcissimo.

    Facciamo un esempio.
    Prendiamo un ristorante di lusso, con clientela di un certo pregio.
    Ad un certo punto entra un suonatore ambulante che pretende di suonare per raccattare qualche mancia.

    Il ristoratore, che e' la parte forte dei due, in un mondo normale non si mette a urlare pretendendo leggi per incarcerare i suonatori ambulanti di tutto il mondo.
    Semplicemente lo avvicina, gli allunga 50 euro e gli dice "sparisci e non farti piu' vedere qua dentro."

    E ti diro': ottiene quello che vuole!

    Quindi perche' i discografici, quando beccano il ragazzino a scaricare, invece di chiedere il carcere e milioni di multa, non gli regalano un paio di cd e gli dicono "sparisci e non farti piu' vedere qua dentro"?

    Cosi' si risolvono le faccende senza tirare in ballo i tribunali.

    > Il sito mette a disposizione un tool interno per
    > la rimozione di contenuti protetti. Ne abuso?
    > Cavoli miei! Mi prenderò le mie
    > responsabilità!

    In tal caso eliminiamo proprio i tribunali e combattiamo a suon di tools.
    Tu usi il tool interno e ti impegni a non coinvolgere la magistratura.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Il sito mette a disposizione un tool interno per
    > la rimozione di contenuti protetti. Ne abuso?

    Ne abusi? Non hai più l'accesso al tool e se pensi che ci sia qualcosa che viola il tuo copyright lo devi dimostrare davanti a un giudice: visto che in passato hai dichiarato sotto il tuo copyright cose che non lo erano, non vedo perché ora debba crederti.
    INOLTRE, risponderai di tutti i danni che hai fatto (cancellazione indebita di file che NON violavano il tuo copyright), alla piattaforma *E* agli utenti ai quali hai cancellato i loro file senza averne diritto: a questi ultimi, come MINIMO, dovrai pagare un abbonamento platinum lifetime, oltre al ripristino dei loro file (cosa che farà la piattaforma a tue spese).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 luglio 2011 00.33
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ma in che mondo vivi? Ma vuoi che tutte le
    > questioni di "conflitto" tra persone vengano
    > risolti solo tramite un
    > giudice?
    >
    > Il sito mette a disposizione un tool interno per
    > la rimozione di contenuti protetti. Ne abuso?
    > Cavoli miei! Mi prenderò le mie
    > responsabilità!

    E cosa comporta l'abuso del tool? Il niente spinto?
    Ubunto
    1350
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ma in che mondo vivi? Ma vuoi che tutte le
    > questioni di "conflitto" tra persone vengano
    > risolti solo tramite un
    > giudice?

    Vivo in un presunto Stato di diritto, dove si, i conflitti vengono risolti da un giudice e un privato non può farsi "giustizia" da sé come pretendono di fare questi di AGCOM.

    > Il sito mette a disposizione un tool interno per
    > la rimozione di contenuti protetti. Ne abuso?
    > Cavoli miei! Mi prenderò le mie
    > responsabilità!

    Ma quando mai?
    Uno qualunque potrebbe fare lo stesso discorso: in videoteca i DVD sono lì sugli scaffali per essere presi. Ne abuso (li frego)? Cavoli miei! Dovrei mica sentirmi in colpa, almeno finché non mi beccano?
    Spero che si colga che sono ironicoCon la lingua fuori
    Funz
    12995
  • Come già sostenuto in altro post, siamo di fronte ad un nuovo errore dell'industria entertainment.

    Devono esistere policy rigide per richiedere le rimozioni, dunque procedure certe e trasperenti per il controllo e verifica dei contenuti in presunta violazione.
    Inoltre tali informazioni non possono in alcun modo essere "secretate", soprattutto di fronte al giudice.

    Chi sbaglia paga! E su questo sono integerrimo! Che sia un "pirata" o un "parassita" nulla importa!
  • Tu sai CHI SONO IO!
  • *hsssssss*
    Obi Wan ti ha mentito. IO sono tuo padre!
    *hsssssss*
    non+autenticato