Alleanza giapponese per il superchip

Dieci fra i più grandi produttori di microchip giapponesi si alleano per dar vita ai chip del 2004

Chi ci segue da un pò di tempo, anche nel caso non fosse ferratissimo in microelettronica, saprà ormai bene che oggi quando si parla di chip, ed in special modo di microprocessori, si parla di tecnologie produttive dei circuiti che variano dai 0,25 ai 0,18 micron. Ebbene, un cartello di aziende nipponiche intende sviluppare congiuntamente una tecnologia che arrivi a produrre, entro il 2004, chip con circuiti delle dimensioni di 0,1 micron.

Le dieci aziende alleatisi per ottenere questo risultato sono nomi del calibro di Nec, Fujitsu, Toshiba, Hitachi, Mitsubishi, Matsushita, Sony, Sharp, Sanyo e Oki.

Il progetto, che avrà un valore complessivo di ben 1,9 miliardi di dollari, secondo le aziende coinvolte non avrà problemi con l'antitrust perché non ha come scopo quello di sviluppare prodotti finiti.