Black-out per il sito dell'ENEL

Indicato su tutti i media per conoscere rapidamente la mappa dei black-out, il sito dell'ENEL non ha resistito all'urto degli utenti affamati di informazione. Down anche Welfare.gov.it

Roma - "HTTP Error 500-13 - Server too busy". Con il segnale di sovraccarico ieri mattina il sito dell'ENEL ENEL.it, ha accolto numerosissimi utenti ansiosi di avere indicazioni sui black-out possibili in questi giorni in Italia.

Tutto induce a ritenere che ieri mattina per alcune ore, il gran numero di utenti che ha tentato di accedere al sito abbia sovraccaricato il server e le sue capacità di servire le pagine richieste. "The request cannot be processed at this time. The amount of traffic exceeds the Web sitès configured capacity", questo il messaggio che per qualche tempo ha infatti accolto i visitatori del sito.

Dopo una notevole "incertezza" nell'offrire le proprie pagine, ENEL.it ieri mattina verso le 9 ha letteralmente dato forfait divenendo irraggiungibile.
"Strano - scrive Leonardo a PI - che un' azienda così importante non abbia previsto che in occasione dei black out un "rinforzino" o una paginetta come si deve non sia stata fatta". In tarda mattinata, comunque, il sito è tornato raggiungibile con il suo pop-up che presenta una mappa dei possibili black-out della giornata.

Problemi ieri anche per un altro sito di grande richiamo, quello del ministero del Welfare, Welfare.gov.it. Come segnalato da alcuni utenti, il sito è risultato irraggiungibile per diverse ore e mentre scriviamo ancora non appare attivo.
TAG: italia
8 Commenti alla Notizia Black-out per il sito dell'ENEL
Ordina
  • Io sto a Novara. L'altro giorno Novara era citata in tutte, dico tutte, le fasce orarie, come a dire: "mi arrogo il diritto di tagliarti la corrente in un momento imprecisato della giornata".
    Che servizio e' questo? Mi sembra grottesco che con gli investimenti in IT che l'Enel ha fatto non siano in grado di dire l'ora esatta almeno delle vie o dei quartieri.
    A fronte di un piano di spegnimento che *sicuramente* non puo' essere improvvisato, ci sara' una tabella che associa gli utenti ai vari nodi che vengono scollegati. Quindi non vedo difficolta' tecniche nel permettere al singolo utente di sapere in maniera puntuale di che morte deve morire. Invece niente di niente. Mah...
  • Si fa un semplice calcolo basato sulla banda passante disponibile e quindi sulla stima del numero massimo di accessi contemporanei possibili, qualche test sulle performance del server con quel carico e festa finita.

    Non useranno mica un 468???!!!!A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    Se sai che il server non regge, contatta i giornali on line ed invia a loro gli aggiornamenti della cartina nessuno ti dira' di noA bocca aperta
    non+autenticato
  • Si era incasinato il web server, come al solito IIS era andato in crisi...

    Hanno speso miliardi tra progettazione e sw microsoft e questi sono i risultati...

    E pensare che potrebbero risolvere questi problemi mettendo linux ed apache...

    Ah, ma tanto siamo noi a pagare...

    Chris
    non+autenticato
  • Non si e' trattato di un problema di sovraccarico di utenti secondo me - che gia' sarebbe stato un grave disservizio - ma di un casino al server, magari favorito anche dal grande afflusso. Ho notato infatti che altre pagine dello stesso sito (ad esempio la cartina verde) si caricavano regolarmente, il che e' in contraddizione con un eventuale errore di server too busy.
    Inoltre ricaricando la homepage anche 40 volte l'errore era sempre quello. Mi sembra improbabile che con una linea dedicata potente come quella della grande societa' in cui lavoro non sia mai riuscito a scaricare neanche mezzo byte di homepage.

    E io ieri mattina dovevo mandare un sms dal sito dell'enel.
    E ieri sera ne ho mandato un'altro che oggi alle ore 9:04 non e' ancora arrivato!
    Pessimo il servizio del sito dell'enel, che tra l'altro si caratterizza sempre con notizie palesemente schierate a sinistra.

    Loffi, veramente loffi.
    non+autenticato
  • Vero! Infatti altre parti del sito erano navigabili.

    Comunque, sono messi male......
    non+autenticato
  • le pagine dinamiche (asp, php, jsp) devono essere trasformate in HTML prima di essere inviate al browser dell'utente.
    Questa "trasformazione" occupa tempo di processore, quindi è è possibile che le pagine già in formato HTML vengano visualizzate senza problemi, mentre quelle dinamiche subiscano dei rallentamenti dovuti a problemi all'interprete, solitamente per eccessivo carico: (numero script * tempo processore occupato)
    non+autenticato
  • quello che sarebbe servito è utilizzare Load Runner per fare una serie di test di carico seri e poi usare sitescope per un monitoraggio di base.
    che tristezza 2003 e c'è ancora chi non sa cosa sia il test.
    F
    non+autenticato
  • > Inoltre ricaricando la homepage anche 40
    > volte l'errore era sempre quello.

    Cavolo allora devono anche implementare un generatore random di messaggi di errore! gli utenti si annoiano... ma lo capisci che quelli come te che in presenza di errore lo vanno a pompare 40 volte sono la rovina della rete? oltretutto a scrocco dal datore di lavoro e con un big pipe, consuma... ottimo.

    > E io ieri mattina dovevo mandare un sms dal
    > sito dell'enel.
    > E ieri sera ne ho mandato un'altro che oggi
    > alle ore 9:04 non e' ancora arrivato!

    Inaccettabile! Ragazzi DOVEVA mandare un sms dal sito dell'enel... altrimenti la sua ragazza non lo riconosce, il tirchio, si preoccupa se arriva nu sms dal suo vero numero...
    grave disservizio questo dell'sms dal sito del'ENEL eh si... altro che black out!

    > Pessimo il servizio del sito dell'enel, che
    > tra l'altro si caratterizza sempre con
    > notizie palesemente schierate a sinistra.

    Aaah accoci arrivati al capolinea! cosa ca** ci sta a dire questa conclusione, non voglio neanche chiedermelo.

    beh allora aspetto il tuo sms, miraccomando a scrocco durante il blackout
    non+autenticato