Mauro Vecchio

Megaupload, condanna imminente?

Un giudice californiano mostra il via libera alle accuse di Perfect 10, società specializzata in contenuti per adulti. Il cyberlocker rischia ora di essere condannato per violazione diretta del copyright

Roma - Era lo scorso febbraio quando il celebre cyberlocker Megaupload veniva investito dal fuoco legale di Perfect 10, azienda californiana specializzata in vari contenuti per adulti. Secondo l'accusa, il servizio di file hosting con base ad Hong Kong avrebbe tratto cospicui guadagni dalle attività illecite dei suoi utenti.

I vertici di Megaupload avevano subito risposto a tono, sottolineando come tutti i link colti in violazione del diritto d'autore fossero stati rimossi. Un giudice californiano ha ora respinto le richieste dei legali del cyberlocker: la causa intentata da Perfect 10 potrà così passare alla sua fase più calda.

Non è tutto. Secondo la visione del giudice, Megaupload potrebbe subire una sonora condanna per diretta violazione del copyright, dal momento che le sue attività non sarebbero del tutto neutrali, ovvero degne di un armadietto digitale. Attraverso i siti ramificati Megaporn e Megaerotic, la piattaforma avrebbe commesso illeciti del diritto d'autore.
Megaupload sarebbe dunque consapevole delle attività dei suoi abbonati, addirittura incoraggiati a caricare file attraverso uno specifico programma basato sulle ricompense. I legali del cyberlocker - al pari di quelli di RapidShare - hanno ancora sottolineato come dietro Perfect 10 si celi in realtà una società paralegale mascherata, un autentico troll del copyright.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàP2P, il pornocrate e le inutili ordinanzeUn'oscura casa di produzione cinematografica contro 670 scariconi. Ma avrebbe ottenuto i loro dati senza autorizzazione. Scoperta la magagna, i suoi avvocati hanno subito gettato la spugna attaccando il giudice e la difesa
  • AttualitàUSA, assolto il nemico RapidShareDopo essere stato incluso nell'asse del male del P2P, il servizio di hosting è stato liberato dalle accuse di un'azienda specializzata in contenuti per adulti. Non sarebbe affatto responsabile dei contenuti caricati dagli utenti
22 Commenti alla Notizia Megaupload, condanna imminente?
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)