Mauro Vecchio

Facebook, l'addio di sorella Zuckerberg

La sorella di Mark decide di lasciare il suo incarico di direttore marketing del sito in blu. Avvierà un suo progetto per aiutare piccole e medie imprese nelle strategie social. L'annuncio dopo sei anni di servizio

Roma - La sua lettera di dimissioni è arrivata sulle scrivanie dei vertici di Facebook, insieme ad un tumultuoso mix di emozioni. Il direttore marketing Randi Zuckerberg - anche nota per essere la sorella maggiore del founder e CEO Mark - ha dunque abbandonato la gigantesca nave social dopo sei anni di apprezzato servizio.

"Possiamo confermare che Randi ha deciso di lasciare Facebook per avviare una società focalizzata sulle elettrizzanti tendenze che serpeggiano nell'industria dei media", si può leggere in un comunicato diramato dagli alti rappresentanti del sito in blu. Il nuovo progetto di sorella Zuckerberg dovrebbe chiamarsi RtoZ Media.

In sostanza, una media firm specializzata in strategie sociali, che dovrebbe aiutare piccole e medie imprese a districarsi meglio nei vasti ecosistemi condivisi. La decisione di Randi Zuckerberg dovrebbe essere stata maturata negli ultimi mesi passati in maternità, in attesa del suo primo pargoletto.
L'annuncio dell'ormai ex-direttore marketing di Facebook ha fatto seguito alle recenti dichiarazioni sull'anonimato online. La sorella di Mark aveva sottolineato come le persone non possano nascondersi dietro nomi fittizi per esprimere il proprio parere in assoluta libertà. Parole che non avrebbero nulla a che vedere con la decisione di lasciare il sito del fratello.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Facebook, l'addio di sorella Zuckerberg
Ordina
  • senti io vorrei la chat vecchia per non posso veder quando ci sono gli amici perciò hai fatto uno sbaglio a cambiare mi di spiace
    non+autenticato
  • "Randi Zuckerberg ha dunque abbandonato la gigantesca nave social dopo sei anni di apprezzato servizio"

    eh con l'ultima uscita pubblica sui profili anonimi in facebook mi sa che ha raggiunto il punto di non ritorno...

    "L'annuncio dell'ormai ex-direttore marketing di Facebook ha fatto seguito alle recenti dichiarazioni sull'anonimato online. La sorella di Mark aveva sottolineato come le persone non possano nascondersi dietro nomi fittizi per esprimere il proprio parere in assoluta libertà. Parole che non avrebbero nulla a che vedere con la decisione di lasciare il sito del fratello."

    Si come no... Rotola dal ridere
  • sono d'accordo sul fatto che troppe persone si nascondono dietro profili falsi, spacciandosi per altre persone e la cosa che più angoscia è che di profili se ne possono creare all'infinito senza alcun limite e senza alcun controllo. sto facebook è una moderna Babele, non ci si capisce nulla e ci si deve sempre guardare bene con chi si ha a che fare, sono poche le persone che lo usano in maniera seria e leale mostrando la propria faccia e il vero nome.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anna troisi
    > sono d'accordo sul fatto che troppe persone si
    > nascondono dietro profili falsi, spacciandosi per
    > altre persone e la cosa che più angoscia è che di
    > profili se ne possono creare all'infinito senza
    > alcun limite e senza alcun controllo.

    Profili falsi!=profili anonimi.
    E poi come si dovrebbe fare controllare che una persona non crei profili multipli? Già, se non erro, non si possano creare due profili con lo stesso indirizzo email (che seccatura doversi fare un nuovo indirizzo solo per poter creare un profilo Facebook). Più di questo ... Dovrebbero mandarti gente a casa?
    jaro
    321
  • Guarda che effettivamente potrebbe esserci
    anche un uso perverso dell'utilizzare nome e cognome di
    un'altra persona spacciandosi per lei, per esempio
    carpire la buona fede dell'ignaro interlocutore
    per ottenere numeri di telefono e/o cellulari,
    segreti o confessioni personali, pareri non dichiarati
    pubblicamente, tutta roba utile per i meschini.
  • - Scritto da: anna troisi
    > sono d'accordo sul fatto che troppe persone si
    > nascondono dietro profili falsi, spacciandosi per
    > altre persone e la cosa che più angoscia è che di
    > profili se ne possono creare all'infinito senza
    > alcun limite e senza alcun controllo. sto
    > facebook è una moderna Babele, non ci si capisce
    > nulla e ci si deve sempre guardare bene con chi
    > si ha a che fare, sono poche le persone che lo
    > usano in maniera seria e leale mostrando la
    > propria faccia e il vero
    > nome.

    Vero. Spacciarsi per altre persone è una cosa meschina.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anna troisi
    > sono d'accordo sul fatto che troppe persone si
    > nascondono dietro profili falsi, spacciandosi per
    > altre persone e la cosa che più angoscia è che di
    > profili se ne possono creare all'infinito senza
    > alcun limite e senza alcun controllo. sto

    L'anonimato in Rete non solo è un diritto, ma è un comportamento prudente.
    Non è intelligente mettere online tutto se stessi, specie quando poi è impossibile togliere.

    > facebook è una moderna Babele, non ci si capisce
    > nulla e ci si deve sempre guardare bene con chi
    > si ha a che fare, sono poche le persone che lo
    > usano in maniera seria e leale mostrando la
    > propria faccia e il vero
    > nome.

    E allora, chi ti obbliga a entrarci e restarci? Gli amici veri li puoi sempre incontrare offline
    Funz
    12988
  • a proposito di profili falsi, scopro via google che una mia omonima la pensa diversamente da me sull'argomento suddetto. Credo vivamente nella cura dell'anonimato, usare la rete come fosse uno specchio della realtà e' un tentativo superficiale di mappare la realtà in uno spazio a dimensione finita. Per fortuna la realtà non e' mappabile come alcuni vorrebbero! Evviva i profili falsi sinonimo di anonimi!
    Peace&love
    Anna www.annatroisi.eu
    non+autenticato
  • ( riporto una e-mail inviata da Fattore Zero al nostro Labs )

    "Salve ragazzi, in questi giorni qui (Palo Alto) non si respira aria di fallimento ma di innovazione. Il cambiamento di Randi era già maturo qualche tempo fa. Nel periodo estivo si può creare nuovo business e farlo decollare nei mesi successivi. In sintesi: in casa Facebook non c'è alcuna tensione tangibile [...]"

    Gli articoli, sul Blog
  • non fosse stato fratello di, amico di, ..
    E' inutile non viviamo in isole deserte, nessuno (ad eccezione di una persona) si può fare tutto da se, quindi non vedo nulla di male.
    Il problema è piuttosto. E' una persona adattta/competente a fare .. il capo .. il direttore di marketing .. il ...
    E qua portruppo la risposta è molte volte "Assulutamente NO".

    Luigi
    non+autenticato
  • sono curioso,chi è questo unico?il maestro yoda?batman?rocco siffredi?
    non+autenticato
  • tutti raccomandati???ora mi spiego tante cose =P
    non+autenticato
  • - Scritto da: mirco cazzolungo
    > sono curioso,chi è questo unico?

    Il panda rosso A bocca aperta (Se riesco a scatenare la discussione su firefox pure qua posso ritenermi pienamente soddisfatto Rotola dal ridere)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)