ATI dice sì al bus Intel a 800 MHz

Estendendo un accordo già in essere, ATI prenderà in licenza da Intel la tecnologia necessaria per supportare il bus di sistema dei nuovi Pentium 4

Markham (Canada) - Il gigante dei chip grafici ATI ha annunciato di aver esteso il proprio accordo di cross-licensing con Intel, quello stesso accordo che in passato aveva permesso al chipmaker di Santa Clara di accedere ad alcune delle tecnologie grafiche del produttore canadese e, a quest'ultimo, di costruire chipset compatibili con i processori di Intel.

In base ai nuovi accordi, ATI si è assicurata i diritti per costruire chip grafici integrati in grado di supportare la nuova famiglia di Pentium 4 con front-side bus (FSB) a 800 MHz.

L'FSB, o bus di sistema, determina la massima velocità teorica con cui la CPU può comunicare con gli altri componenti di un computer, quali il chipset grafico e la memoria.
Grazie al supporto per l'FSB a 800 MHz, introdotto da Intel lo scorso aprile in congiunzione con il rilascio del nuovo chipset 875, ATI sostiene che la sua futura generazione di schede grafica potrà sfruttare una banda passante più ampia e incrementare così le prestazioni massime.

All'inizio dell'anno, ATI aveva preso in licenza da Intel la tecnologia necessaria per supportare, nella propria linea di schede Mobility Radeon 7000, il giovane processore Pentium M.
TAG: hw