Claudio Tamburrino

Google, che tempo fa?

Le mappe si dotano anche di uno strumento meteorologico

Roma - Google Maps ha aggiunto un nuovo livello di lettura delle cartine geografiche: il tempo meteorologico.

Per questo nuovo servizio Google si affida ai dati di weather.com per il tempo e dello U.S. Naval Reasearch Lab per mostrare lo stato della copertura delle nuvole.

Questa nuova opzione permette agli utenti di verificare che tempo sta facendo e di controllare le previsioni per qualsiasi parte del mondo: basta cliccare nel menù a tendina in alto a destra l'opzione meteo (che si aggiunge, tra gli altri, a Traffico, Foto e Rilievo) e sulla mappa appariranno i classici simboli (sole, nuvole ecc.).
Questo semplice servizio è già offerto da diverse app e siti Internet: la nnovità è l'integrazione nelle mappe dell'usatissimo Google Maps.

Claudio Tamburrino

Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Google, che tempo fa?
Ordina
  • ... è la visione di tipo "mappa" su Google Earth (intendo quella classica bicolore presente da anni su Google Maps).
    non+autenticato
  • cdo, non c'è altro da dire
    non+autenticato
  • - Scritto da: mirko
    > cdo, non c'è altro da dire

    Per quanto mi riguarda, dovrebbero far di più. E' come se mancasse loro quella "spinta", quella "scintilla" che li porta a proporre roba nello stile "Apple", che se ne esce fuori sempre con qualcosa di apparentemente banale, ma in definitiva decisivo.
    Sembrano più idee così, buttate là, tanto per fare. Stesso comportamento che ha decretato la morte a Buzz. Aperto, ma mai annunciato, sviluppato, pubblicizzato.. insomma.. spinto in qualche modo. L'hanno ficcato là e han detto "Ecco, se qualcuno vuole, c'è...". Non è il sistema, secondo me.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > - Scritto da: mirko
    > > cdo, non c'è altro da dire
    >
    > Per quanto mi riguarda, dovrebbero far di più. E'
    > come se mancasse loro quella "spinta", quella
    > "scintilla" che li porta a proporre roba nello
    > stile "Apple", che se ne esce fuori sempre con
    > qualcosa di apparentemente banale, ma in
    > definitiva
    > decisivo.
    > Sembrano più idee così, buttate là, tanto per
    > fare. Stesso comportamento che ha decretato la
    > morte a Buzz. Aperto, ma mai annunciato,
    > sviluppato, pubblicizzato.. insomma.. spinto in
    > qualche modo. L'hanno ficcato là e han detto
    > "Ecco, se qualcuno vuole, c'è...". Non è il
    > sistema, secondo
    > me.

    Quindi la differenza tra Google e Apple sta solo in pubblicità e infiocchettamenti?
    Funz
    12979