Claudio Tamburrino

Internet, quando perdere tempo è produttivo

Il tecnocontrollo sul posto di lavoro potrebbe risultare oltre che illecito anche dannoso alla produttività stessa: un po' di distrazioni sembrano fare solo bene

Roma - Secondo uno studio condotto dall'Università nazionale di Singapore navigare in rete alla ricerca di gattini, curiosità, meme e amenità varie può aumentare la produttività del lavoratore.

I capiufficio terrorizzati dalla navigazione selvaggia, impegnati in blocchi di indirizzi vari, possono dunque rilassarsi: un po' di distrazione permette alla mente di meglio concentrarsi sui compiti da realizzare.

Per verificare questa intuizione i ricercatori hanno messo i partecipanti allo studio davanti ad un testo di 3500 parole, con il compito di sottolineare tutte le "e": poi sono stati divisi in tre gruppi, uno con la proibizione di navigare, uno con l'obbligo di farlo e il terzo lasciato libero di scegliere.
Alla fine coloro che erano andati online a leggere blog e visitare siti erano quelli meno stanchi e più attenti al lavoro.
Don J.Q. Chen, co-autore dello studio insieme a Vivien K.G. Lim, ha detto che "gli impiegati che navigano la rete di più, finiscono per essere maggiormente concentrati sul lavoro. Quindi perché un datore di lavoro dovrebbe combattere un comportamento che rientra nella moderazione?".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaIl tecnocontrollo parte da una fotoUn ricercatore di un'università statunitense sostiene di riuscire a recuperare online informazioni sensibili su una persona partendo da una foto scattata con uno smartphone
  • Digital LifeMobile, la sorveglianza è ovunqueUn deputato tedesco trascina in tribunale il suo carrier telefonico per sapere quante e quali informazioni l'azienda stesse archiviando in merito ai suoi spostamenti. Il risultato è di quelli che aprono gli occhi
9 Commenti alla Notizia Internet, quando perdere tempo è produttivo
Ordina
  • Direi che questo post rientra di diritto nella discussione aperta qui http://www.consulenzewebmarketing.it/facebook-in-a... con il mio amico Andrea Sabattini di EBC Consulting. Ovviamente sei invitato a dire la tua, Claudio. Sorride
    non+autenticato
  • E ci voleva uno studio dell'Università per arrivarci? Peccato che in italia si continui a giudicare il lavoro dalla quantità di tempo che ci si mette a farlo, e non dalla qualità e quantità oggettiva. Vabbé, non saremmo messi così altrimenti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > E ci voleva uno studio dell'Università per
    > arrivarci? Peccato che in italia si continui a
    > giudicare il lavoro dalla quantità di tempo che
    > ci si mette a farlo, e non dalla qualità e
    > quantità oggettiva. Vabbé, non saremmo messi così
    > altrimenti...

    ma a te per lavoro ti fanno sottolineare tutte le "e" si un testo??
    ma che razza di indagine sarebbe??
    non+autenticato
  • - Scritto da: pinco pallino
    > - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > > E ci voleva uno studio dell'Università per
    > > arrivarci? Peccato che in italia si continui
    > a
    > > giudicare il lavoro dalla quantità di tempo
    > che
    > > ci si mette a farlo, e non dalla qualità e
    > > quantità oggettiva. Vabbé, non saremmo messi
    > così
    > > altrimenti...
    >
    > ma a te per lavoro ti fanno sottolineare tutte le
    > "e" si un
    > testo??

    Purtroppo alcuni lavori sono noiosi fino a quel punto.

    Certo potevano pensare a qualcosa di leggermente meno stupido e soprattutto che richiede lavoro "manuale" visto che un computer quel lavoro lo potrebbe svolgere in una frazione di secondo con un semplice comando.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pinco pallino
    > - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > > E ci voleva uno studio dell'Università per
    > > arrivarci? Peccato che in italia si continui
    > a
    > > giudicare il lavoro dalla quantità di tempo
    > che
    > > ci si mette a farlo, e non dalla qualità e
    > > quantità oggettiva. Vabbé, non saremmo messi
    > così
    > > altrimenti...
    >
    > ma a te per lavoro ti fanno sottolineare tutte le
    > "e" si un
    > testo??
    > ma che razza di indagine sarebbe??

    Completamente d'accordo.
    E' una stupidaggine.
    E sottolineare le "e" non è confrontabile con un lavoro vero.
    Infatti io al lavoro sottolineo le "i".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sottolineat ore
    > - Scritto da: pinco pallino
    > > - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > > > E ci voleva uno studio dell'Università
    > per
    > > > arrivarci? Peccato che in italia si
    > continui
    > > a
    > > > giudicare il lavoro dalla quantità di
    > tempo
    > > che
    > > > ci si mette a farlo, e non dalla
    > qualità
    > e
    > > > quantità oggettiva. Vabbé, non saremmo
    > messi
    > > così
    > > > altrimenti...
    > >
    > > ma a te per lavoro ti fanno sottolineare
    > tutte
    > le
    > > "e" si un
    > > testo??
    > > ma che razza di indagine sarebbe??
    >
    > Completamente d'accordo.
    > E' una stupidaggine.
    > E sottolineare le "e" non è confrontabile con un
    > lavoro
    > vero.
    > Infatti io al lavoro sottolineo le "i".

    Il mio collega si occupa di fare la punta alle matite spuntate, il mio compito invece e' quello di spezzare la punta alle matite troppo appuntite.
    non+autenticato
  • > > > ma a te per lavoro ti fanno sottolineare
    > > tutte
    > > le
    > > > "e" si un
    > > > testo??
    > > > ma che razza di indagine sarebbe??
    > >
    > > Completamente d'accordo.
    > > E' una stupidaggine.
    > > E sottolineare le "e" non è confrontabile
    > con
    > un
    > > lavoro
    > > vero.
    > > Infatti io al lavoro sottolineo le "i".
    >
    > Il mio collega si occupa di fare la punta alle
    > matite spuntate, il mio compito invece e' quello
    > di spezzare la punta alle matite troppo
    > appuntite.
    Secondo me invece l'idea di sottolineare kg di "e" e' perfetta per questo tipo di indagine.
    L'utonto con iPad segnera' A FATICA a mano tutte le e, e non avra' alcun tempo per navigare
    L'utonto col pc segnera' a mano tutte le e, e avra' appena il tempo di andare su fakebook
    L'utente sveglio (tendenzialmente col pc), andra' su google per vedere come fare una macro con word, o script con sed/awk, in 10 minuti avra' finito e per il resto del tempo navighera' su youporn
    non+autenticato
  • Macro? Tu sei un programmatore, vero?

    in Word basta usare "cerca": se cerchi la "e" ti da' anche il numero di occorrenze della lettera in tutte le parti del testo... ma anche Reader della Acrobat.

    Inoltre se ti danno le pagine stampate, cosa fai?
    Digitalizzi e via di OCR?

    Hanno scelto un modello: quanto questo sia rappresentativo dell'attenzione prestata sul luogo di lavoro puo' essere discusso.
    Sarebbe interessante leggersi le motivazioni della scelta per tale test e perché proprio la lettera "e". Non credo sia stata scelta a caso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > E ci voleva uno studio dell'Università per
    > arrivarci? Peccato che in italia si continui a
    > giudicare il lavoro dalla quantità di tempo che
    > ci si mette a farlo, e non dalla qualità e
    > quantità oggettiva. Vabbé, non saremmo messi così
    > altrimenti...

    In Italia si giudica un lavoro in base a quali politici e "VIP" si possono avere alla presentazione. Che poi il prodotto funzioni o sia solo fuffa non importa.
    non+autenticato