Mauro Vecchio

USA, Google paga per le medicine canadesi

BigG ha accettato di versare 500 milioni di dollari. Il DoJ ha ritenuto illecite le inserzioni dei farmacisti oltrefrontier. L'azienda di Mountain View ha ammesso i suoi sbagli

Roma - Una delle multe più salate nel vasto mercato dei farmaci online. I vertici di Google hanno accettato di pagare l'astronomica cifra di 500 milioni di dollari, sanzione forfettaria stabilita in seguito alle indagini condotte dal Department of Justice (DoJ) in terra statunitense.

Un'ammissione di colpevolezza da parte dell'azienda di Mountain View, che ha sottolineato come le inserizioni legate alle farmacie online illegali fossero già state bloccate tra i meccanismi di AdWords. Pagando la sanzione multimilionaria, BigG eviterà ulteriori movimenti da parte delle autorità federali a stelle e strisce.

Al centro della bufera erano finite le inserizioni relative a farmacie operative in paesi come il Canada, il cui business era stato ritenuto illecito negli Stati Uniti. I vertici di Google hanno parlato di errori partoriti all'orgine: nessuno avrebbe dovuto comprenderle nella piattaforma pubblicitaria AdWords.
Google si era già accordata con Microsoft e Yahoo! per porre fine ad un'altra causa portata avanti dal DoJ, riguardante inserzioni di siti di scommesse illegali. Le tre aziende avevano sborsato un totale di 31,5 milioni di dollari per chiudere la faccenda senza rischiare di creare un pericoloso precedente giurisprudenziale.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessUSA, indagine sull'advertising di GoogleMountain View accantona 500 milioni per eventuali conseguenze dell'azione del DoJ: la Grande G è forse coinvolta per comportamenti messi in atto da suoi inserzionisti
  • AttualitàSe i motori di ricerca spacciano farmaciArchitettato un meccanismo fraudolento per l'inserimento di termini a sfondo medico all'interno di siti istituzionali o noti. I search engine procederebbero all'indicizzazione delle farmacie illecite perché ritenute affidabili
1 Commenti alla Notizia USA, Google paga per le medicine canadesi
Ordina
  • come spiegato anche in uno dei link citati, apparentemente questa e' follia... ciucciarsi la stratosferica cifra di $500m $ per aver indirettamente disturbato la big pharma americana (in favore di quella canadese, ma anche si di vari rogue spammer, tra l'altro violando il TOS di google) vendendo spazi pubblicitari ?? e perche' mai non combattere??
    L'unica risposta sensata che ti dai e' che google si vede uscire $500m, e che adsense/adwords ne vede entrare dalle big pharma americane ancora di piu.
    non+autenticato