Mauro Vecchio

RealNetworks, la tempesta dopo il link

L'azienda di Seattle contro un comune cittadino olandese. Accusato di aver offerto sul suo sito la possibilitÓ di scaricare un pacchetto freeware alternativo al famoso player. Invocata la violazione del marchio

Roma - Un'insidiosa battaglia legale, scatenata dai vertici di RealNetworks nei confronti del cittadino olandese Hilbrand Edskes, principale responsabile del sito locale Codecpack.nl. Uno spazio web dedicato ai più disparati pacchetti software, in primis a quelli offerti per il download gratuito.

Ed è stato proprio un link a mettere nei guai il 26enne webmaster olandese. Un collegamento ad uno specifico pacchetto freeware chiamato Real Alternative, vera e propria alternativa al famoso player realizzato da RealNetworks. Secondo l'accusa, un'evidente violazione del trademark detenuto dalla società di Seattle.

Dita sono state dunque puntate verso la figura del webmaster, accusato di aver permesso agli utenti di scaricare liberamente il software illecito. La difesa di Edskes ha tuttavia sottolineato come il ragazzo abbia semplicemente offerto un link, non certo sviluppato il software incriminato.
Ammontano ora all'equivalente di circa 66mila dollari le spese legali sostenute dal giovane, che ha ovviamente chiesto aiuto alla sua famiglia. I vertici di RealNetworks avevano addirittura chiesto una specifica ordinanza per confiscare il computer del ragazzo.

Acquisite le prove, i legali della società statunitense attendono ora la decisione di una corte olandese. Il link incriminato è stato rimosso da Edskes, che rischia una multa di circa 200mila dollari. Non è ancora chiaro perché RealNetworks se la sia presa con un singolo webmaster quando le alternative al suo player abbondano online.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, la caduta di RealDVDRealNetworks rimborserÓ l'industria del cinema con 4,5 milioni di dollari. E fermerÓ la distribuzione del suo contestato software per effettuare copie di backup dei film in DVD
  • AttualitàRealNetworks e MPAA si contendono il fair useNelle testimonianze rilasciate al giudice, i legali delle due parti hanno rispettivamente sostenuto la legittimitÓ della copia privata e la sua totale illegalitÓ. Negli States il DMCA vieta comunque la copia, dice MPAA
  • AttualitàAndroid e la purga degli emulatoriRimossi quelli dello sviluppatore Yongzh, che saranno disponibili solo sui canali alternativi: Google ha deciso di iniziare a considerarli illegali
31 Commenti alla Notizia RealNetworks, la tempesta dopo il link
Ordina
  • Una possibile risposta alla domanda finale dellìarticolo potrebbe essere:
    "Punirne uno per educarne cento"
    Enrico
  • una volta la real aveva uno dei migliori codec video/audio, ma il voler far soldi con il player ha rovinato tutto, hanno sbagliato completamente strada, lo stesso motivo per cui nessuno usa quicktime come player anche lui pieno di messaggi pubblicitari e di funzioni non abilitate messe li solo x cercare di farti comprare una merda di player,
    Solo che a differenza di quicktime real non ha un sistema operativo dietro o altri core business.
    non+autenticato
  • Non capisco come mai Real esista ancora.
    non+autenticato
  • > Non capisco come mai Real esista ancora.
    >
    ...con tutto quello che gli ha dato la Rai (e forse qualche altra TV in giro per il mondo), probabilmente ci camperanno ancora per anni ed anni !!
    non+autenticato
  • - Scritto da: DemoneRosso
    > una volta la real aveva uno dei migliori codec
    > video/audio, ma il voler far soldi con il player
    > ha rovinato tutto, hanno sbagliato completamente
    > strada,

    Io mi ricordo che avevano reso open source una parte chiamata Helyx.
    La real fu tagliata fuori soprattutto dalla concorrenza di Microsoft che aveva il vantaggio di preinstallare i suoi codec di default.
    Poi è arrivato Flash che ha creato semplicemente un prodotto migliore fornendo però pessimi player per Linux e Mac
    non+autenticato
  • Quicktime PLAYER, prego.

    Quicktime è un fremwork multimediale in se. il Quicktime player è un lettore multimediale che usa tale framwork. Per il resto, i player multimediali "commerciali" sono da anni sotto smacco.
    Sgabbio
    26177
  • come real -.-
    non+autenticato
  • Esattamente.
    Sgabbio
    26177
  • E allora di che stiamo parlando?
    non+autenticato
  • - Scritto da: DemoneRosso
    > una volta la real aveva uno dei migliori codec
    > video/audio, ma il voler far soldi con il player
    > ha rovinato tutto, hanno sbagliato completamente
    > strada, lo stesso motivo per cui nessuno usa
    > quicktime come player anche lui pieno di messaggi
    > pubblicitari e di funzioni non abilitate messe li
    > solo x cercare di farti comprare una merda di
    > player,
    > Solo che a differenza di quicktime real non ha un
    > sistema operativo dietro o altri core
    > business.

    E ora stanno facendo la stessa cosa con Skyfe, una bella finestra popup ad ogni avvio (Skyfe Home), non disabilitabile e priva di qualsiasi utilizzo.
    non+autenticato
  • Quando ho visto le cifre in dollari ho pensato che fosse stato denunciato in america. Poi ho seguito i link e ho visto che si tratta di euro.
    Come vi é venuto in mente di metterci i dollari ?
    non+autenticato
  • Prima di tutto prendersela contro uno che ha messo un link su un pacchetto che ti fa usare i codec della realnetworks senza portarsi dietro quel bidone di player video...

    Seconda cosa, che razza di vilazione di marchio c'è nella parola Real?
    Sgabbio
    26177
  • ma... real alternative c'è da anni o.O ti consigliano di installarlo perché è pure più performante in certi casi
    non+autenticato
  • ehm... guarda che li uso è se non erro son sempre inclusi dai vari pacchi pieni di codec per windows che ci sono in giro!
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Jacopo Monegato
    > ma... real alternative c'è da anni o.O ti
    > consigliano di installarlo perché è pure più
    > performante in certi
    > casi

    Qualcuno usa ancora Real Video? Saran un paio d'anni che non vedo streaming o filmati in quel formato...
  • solo un paio d'anni ? Io dico solo che con l'avvento di posti come youtube e affini, certe soluzioni ne hanno pesantemente risentito.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > solo un paio d'anni ? Io dico solo che con
    > l'avvento di posti come youtube e affini, certe
    > soluzioni ne hanno pesantemente
    > risentito.

    Lo streaming di video in formato Real video in effetti era caduto in disuso molto tempo prima...Mi è capitato un video compresso in quel formato "appena" poco meno di 2 anni fa, ma adesso effettivamente non se ne vede più traccia...E dire che come formato era (all'epoca) piuttosto evoluto, era possibile grazie al software Realproducer creare filmati di buona qualità anche ai bitrate più bassi (perfino 56k!). Superiore senz'altro al poco flessibile ASF di MS, per certi versi anche migliore del suo successore (WMV), Real Networks era piuttosto amata per il suo codec, un pò meno per il suo player, un vero e proprio "elefante" per la sua pesantezza e la sua poca trasparenza! Niente di strano che tutti gli preferissero Real Alternative! Prendersela adesso, dopo tanti anni, è totalmente anacronistico...
  • Infatti! Tra l'altro pure apple ruppe le palle per quicktime alternative, infatti spari nella raccolta dei codec di mezza rete...
    Sgabbio
    26177
  • > Seconda cosa, che razza di vilazione di marchio
    > c'è nella parola
    > Real?

    A loro non importa se c'è violazione o no.
    Loro hanno i soldi, quindi hanno sempre ragione. Se dicono che c'è violazione, tu puoi solo chinare la testa.
    non+autenticato
  • ehm...a dire il vero non succede cosi...ma assecondo la tua trollata:

    NO! IL MALEDETTO CAPITALISMO FINIRAAAHHHH!!1111
    Sgabbio
    26177
  • Allora ti sbatteranno dentro per il tuo nick.
    non+autenticato