Samsung mette al bando i fotofonini

Uno dei maggiori produttori di telefonini di vecchia e nuova generazione dal 14 luglio impedirà ai propri dipendenti di accedere alle strutture aziendali se dispongono dei cellulari con cam

Roma - Spionaggio industriale. Questo il nome delle paure che hanno spinto uno dei maggiori produttori mondiali di telefoni cellulari a vietare ai propri dipendenti e ai visitatori di accedere alle proprie fabbriche se dispongono di telefonini dotati di fotocamera.

La coreana Samsung ha infatti annunciato che dal 14 luglio non sarà più possibile portare con sé questi dispositivi. "Alcuni - ha spiegato ai giornali locali un funzionario dell'azienda - hanno affermato che questa è una violazione del diritto di ciascuno di acquistare e possedere un fotocellulare ma la preoccupazione di possibili furti di tecnologie chiave è tale che abbiamo deciso il bando dei telefonini con cam sul luogo di lavoro".

In tutto questo è forte evidentemente l'involontaria ironia di una decisione che viene presa proprio in Samsung e, secondo alcuni, la scelta di mettere al bando i nuovi fotofonini potrebbe addirittura finire per danneggiare le vendite.
La realtà è che l'introduzione di questi dispositivi, che stanno aumentando a dismisura il numero di apparecchi di ripresa in circolazione, ha suscitato da subito una certa attenzione sul fronte della privacy. Si pensi alla decisione presa ormai in diversi paesi di vietare l'uso di questi apparecchi in luoghi "sensibili", come ospedali o spogliatoi, laddove una fotografia può tradursi nel furto dell'immagine privata di qualcuno. Una situazione che in Italia ha spinto il Garante per la privacy ad intervenire e che qualcuno ha persino descritto come tragica. A fronte di tante perplessità, dunque, sembra probabile che alla mossa di Samsung seguano analoghe decisioni di quelle imprese nelle quali sotto segreto industriale si trovano informazioni di enorme valore commerciale.
16 Commenti alla Notizia Samsung mette al bando i fotofonini
Ordina
  • Per pagarmi gli studi lavoro part-time in una grossa azienda elettronica della Brianza (che ha rilevato i Plant dell'IBM), e li' c'e' sempre stato il divieto di introdurre telecamere e fotocamere, che vanno depositati all'ingresso; in caso di blocco all' "imparziale" all'uscita, se si veniva trovati in possesso di tali dispositivi venivano requisiti i rullini e i nastri (che venivano restituiti se in regola - il tutto sottoscritto dal dipendente all'atto dell'assunzione). E non sto parlando di laboratori di ricerca e sviluppo, ma di semplici reparti di produzione. Con i fotofonini tali controlli non sono possibili, quindi non mi stupirei se un domani dovessero vietarli anche da noi.
    Sinceramente, non ci vedo nulla di cosi' tragico.

  • > Sinceramente, non ci vedo nulla di cosi'
    > tragico.

    Tragico no, ironico si'. Che sia un produttore di telefonini a rendersi conto tra i primi di quanto possa essere invasiva e potenzialmente pericolosa questa tecnologia e' uno di quei deliziosi scherzi della storia, che, si sa, ha un gran senso dell'umorismo. Non sempre una tecnologia piu' avanzata costituisce un progresso.
    non+autenticato
  • > Tragico no, ironico si'. Che sia un
    > produttore di telefonini a rendersi conto
    > tra i primi di quanto possa essere invasiva
    > e potenzialmente pericolosa questa
    > tecnologia e' uno di quei deliziosi scherzi
    > della storia, che, si sa, ha un gran senso
    > dell'umorismo. Non sempre una tecnologia
    > piu' avanzata costituisce un progresso.

    Non ci vedo nulla di ironico nel fatto che una societa' (di tale portata) conosca profondamente i pregi e i difetti di un proprio prodotto. Mi sarei stupito se ne fosse accorto prima qualcun'altro.
    non+autenticato
  • Comprensibile la decisione di preservare il "segreto industriale"ovvero di tutelare la privacy aziendale....
    ma la samsung tutela la privacy dei dipendenti?
    e la scelta avviene in tutta l'azienda o solo in settori strategici? se avviene in tutta a che serve? per tutelare il segreto industriale basta impedire l'accesso a studi di progettazione e laboratori...

    o viene usato per impedire che vengan riprese le condizioni di lavoro?... ad esempio in italia si potrebbero usare i videofonini per dimostrare che un lavoratore COCOCO ha turni fissi o simili e l'aazienda sarebbe costretta a passarlo a tempo indeterminato..

    le aziende oramai piazzano camere ovunque noi non possiamo nemmeno portare una telefonino

    OpenCurcio
    *** Blind The Big Brother ***
    non+autenticato
  • Cerchiamo di non essere ridicoli:
    anche 10 anni fa senza fotofonini si riusciva a rubare le immagini di chicchessia in qualsiasi luogo e spogliatoio!
    Solo che non erano così diffuse le telecamere o le macchinette fotografiche.

    Cosa faremo ora? Bandiremo dagli spogliatoi anche gli orologi?
  • > Cerchiamo di non essere ridicoli:
    > anche 10 anni fa senza fotofonini si
    > riusciva a rubare le immagini di chicchessia
    > in qualsiasi luogo e spogliatoio!
    > Solo che non erano così diffuse le
    > telecamere o le macchinette fotografiche.
    >
    > Cosa faremo ora? Bandiremo dagli spogliatoi
    > anche gli orologi?

    E magari sei uno di quelli che denuncia la violazione della privacy per una videocamera installata dalla banca ...

    Gia' 10 anni fa il furto di immagini era perseguito dalla legge: ricordo il buffissimo caso del signore che mimetizzando la telecamera nella valigia riprendeva sotto le gonne delle ragazze Sorride
    Ora si vuole evitare il diffondersi spropositato di questo tipo di delinquenza. Se per farlo e' necessario bandire gli orologi dagli spogliatoi, beh non posso che concordare.
    non+autenticato
  • Non sono l'autore del messaggio.....pero' se tu accetti di spogliarti in uno spogliatoio di una palestra, vuol dire che te ne freghi di farti vedere seminudo da un estraneo....o sbaglio?

    Qui si sta andando veramente nella paranoia.....

    Io credo, che il vero motivo per cui la Samsung vieti l'uso del camera phone, e' che non vuol far vedere come i dipendenti lavorano......perche' cio' potrebbe far capire a molti utenti, che magari, la Samsung non e' una grande azienda, o che non e' tutto oro cio' che luccica.
    Sono pure supposizioni, non lavoro alla Samsung e quindi posso solo immaginare una cosa del genere.
    non+autenticato
  • bhe penso che la preoccupazione sia più che altro per preservare le nuove tecnologie che stanno sviluppando. Non vedo come puoi dire che i dipendenti samsung lavorano male.. anche se dici che è solo una tua supposizione, sarà basata su qualcosa.. condividila con noi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non sono l'autore del messaggio.....pero' se
    > tu accetti di spogliarti in uno spogliatoio
    > di una palestra, vuol dire che te ne freghi
    > di farti vedere seminudo da un estraneo....o
    > sbaglio?
    Sbagli.
    Locali simili esistono principalmente per proteggere la privacy. Se vuoi spogliarti in mezzo alla palestra, fatti tuoi.
    non+autenticato
  • > Se per farlo e' necessario bandire gli
    > orologi dagli spogliatoi, beh non posso che
    > concordare.

    Bah
    io penso che dovremmo tutti essere meno paranoici e vergognarci un po' meno di noi stessi. Non viviamo sul cucuzzolo di una montagna ma in mezzo a tanti esseri umani come noi. Che giri una nostra immagine "rubata" e' irrilevante.
    non+autenticato

  • > io penso che dovremmo tutti essere meno
    > paranoici e vergognarci un po' meno di noi
    > stessi. Non viviamo sul cucuzzolo di una
    > montagna ma in mezzo a tanti esseri umani
    > come noi. Che giri una nostra immagine
    > "rubata" e' irrilevante.

    questo dipende da che immagine e', ti pare?
    non+autenticato
  • delinquenza?!?!

    ma quando cercheranno di rubarti il portafofogli come li chiamerai divinita` maligne?
    non+autenticato
  • Ho felicemente acquistato un SAMSUNG SGH200 il cosidetto camera phone... Quello di matrix reloaded per intendersi... e prima che uscisse tanta pubblicità... e ora loro stessi se li autobandiscono.... ROTFL......
    non+autenticato
  • A me no!

    Mentre prima, girare con una fotocamera in tasca era cosa normale soltanto per fotografi professionisti e pochi patiti di fotografia, oggi chiunque può avere in mano uno strumento discreto e silenzioso - requisiti per fare spionaggio industriale (e non solo!).

    Non mi stupisce quindi questo divieto.
    Probabilmente molte altre aziende lo hanno già adottato, soltanto sembra paradossale - e per questo degno di notizia - che proprio la Samsung lo abbia adottato.


    Saluti.
    non+autenticato
  • A me continua invece a far ridere... Tieni conto che ho comprato il telefonino in oggetto propositamente per fare fotografie, essendo un fotografo hobbista ma con discreti risultati tant'è che ho una mostra a breve.. Sono un tipo a cui piace scattare la fotografia cogliendo l'attimo ed ecco il perchè di questa soluzione. A me pare una boiata bella e buona, tanto più che macchine formato 110 Pocket esistono da una vita e stanno in uno spazio minore di un telefonino, quindi volessi fare spionaggio potrei farlo senza quello.
    non+autenticato
  • Come ho gia' spiegato nel mio post, le aziende spesso hanno un controllo Imparziale all'uscita (ovvero controllo a campione con numeri casuali). Se a un controllo del genere ti trovano la macchina fotografica, la requisiscono, sviluppano le foto e se e' roba di spionaggio industriale vieni denunciato, senno' ti ridanno stampe e negativi. Con un fotofonino questi controlli sono del tutto inefficaci, perche' puoi spedire direttamente le foto a chiccesia, senza lasciare traccia.
    In fondo ha una sua logica.