Roberto Pulito

Il ritorno delle SoundBlaster

Creative Technology torna a suonare a tutto volume con una nuova competitiva gamma di schede audio. E festeggia l'evento con nuovi headset

Roma - La qualità raggiunta dai chip di elaborazione sonora integrati nelle motherboard dei recenti PC assemblati ha messo decisamente in crisi le schede audio dedicate, ma Creative Technology è comunque decisa a tornare in vetta con una nuova linea di SoundBlaster votata all'entertainment.

Le tre nuove schede PCI Express proposte dalla storica azienda di Singapore ruotano attorno al quad-core del processore DSP (Digital Signal Processor) chiamato Sound Core3D. Un chip dedicato che promette alte prestazioni, codec audio HD e certificazione per la decodifica Dolby Digital in un package a basso consumo.

Oltre ai quattro core di elaborazione indipendenti, il Sound Core3D si presenta con sei canali digitale-analogico a 24-bit (102dB), quattro canali convertitori analogico-digitale 24-bit (101dB), amplificatore per cuffie integrato e interfaccia digitale per microfono, insieme al supporto per classici input e output, che spaziano tra S/PDIF e General Purpose.
Alla Sound Blaster Recon3D "base", in arrivo entro fine anno, si affiancheranno i successivi modelli Fatal1ty Professional e Fatal1ty Champion. Queste due schede potranno contare anche sulla tecnologia THX TruStudio Pro, per effetti realistici con giochi e film, e utilizzeranno l'algoritmo CrystalVoice per "purificare" dal disturbo la voce dell'utente, durante le chiamate VoIP o le partite in multiplayer.

Con l'occasione i laboratori Creative hanno presentato anche nuovi headset della serie Tactic3D, realizzati per PC, Mac, PS3 e Xbox 360. Per quanto riguarda la console Microsoft, le cuffie ad archetto propongono driver da 50 mm nella versione a Sigma e da 40mm nella versione slim chiamata ION. La versione senza fili dedicata ai computer, ricaricabile via USB, si chiama Tactic3D Wrath Wireless, mentre quella compatibile con le console è la Tactic3D Omega Wireless.

L'headset è dotato di comandi che consentono di regolare separatamente il volume dell'audio di gioco e delle conversazioni. Il microfono flessibile cancella automaticamente il rumore di sottofondo e, in certi modelli, consente di alterare la propria voce in tempo reale utilizzando la tecnologia VoiceFX.

Roberto Pulito
Notizie collegate
102 Commenti alla Notizia Il ritorno delle SoundBlaster
Ordina
  • Va bene per i gamer e per quelli che si fanno l'home theater con il PC. Ma onestamente il DSP per rimuovere il rumore della voce e fare qualche effeto a chi interessa? Tanto piu che sta cose si possono anche fare via software.
    24 bit e 100dB sono buone performance, e credo che con un paio di casse oltre i 100 euro si apprezza la migliore qualita'. Ma su un 5.1 da 100 150 euro mi sembrano un poco sprecati.
    Detto questo quando mi avanzeranno un po' di soldi per comprare delle casse ed una scheda audio piu figa magari le terro presenteSorride
    non+autenticato
  • Le SoundBlaster le compravo quando mi assemblavo a casa i pc fissi alla fine degli anni '90. L'ultima che ho comparato era la SoundBlaster Live..
    Poi ho avuto l'impressione che la Creative aveva messo da parte le schede audio avanzate. Poi da quando uso solo notebook ti devi accontetare del sistema audio incorporato. Io penso che con i notebook, i tablet e vari computer compatti il mercato delle schede audio ormai sia qualcosa di nicchia...
    non+autenticato
  • ricordo anche che quando su win 95/98 facevo girare dei giochi dos, dalla configurazione audio si poteva scegliere se non ricordo male la soundblaster16 (ovviamente avevo quella più nuova ma era compatibile).
    non+autenticato
  • - Scritto da: enriker
    > ricordo anche che quando su win 95/98 facevo
    > girare dei giochi dos, dalla configurazione audio
    > si poteva scegliere se non ricordo male la
    > soundblaster16 (ovviamente avevo quella più nuova
    > ma era
    > compatibile).

    E la AdLib me la ricordo solo io? Bei tempi!Sorride
    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • E, Creative a parte, la Gravis Ultrasound nessuno la ricorda?

    E' stata la prima scheda audio interamente wavetable, ossia non aveva la parte FM ed aveva quindi una resa ottima anche dei semplici MIDI! E a differenza delle Creative, il wavetable lo caricava dinamicamente in RAM interna della scheda e non e' in una ROM, quindi era modificabile a piacimento (potevi anche campionare il tuo strumento preferito e creare la patch ex novo!)!!
  • E vi butto li' anche un altro nome: interfaccia COVOX
    Vediamo chi sa di cosa si tratta e mi risponde (senza barare cercando con GoogleOcchiolino)!!
  • - Scritto da: docdoc
    > E vi butto li' anche un altro nome: interfaccia
    > COVOX
    > Vediamo chi sa di cosa si tratta e mi risponde
    > (senza barare cercando con
    > GoogleOcchiolino)!!
    Dilettante, la mia prima scheda audio erano 9 resistenze saldate sul connettore della porta parallelaOcchiolino
    non+autenticato
  • Ne ho una tra i miei "retrorottami". Molto bella ... tutta rossa !
  • Ahh quanti ricordi ... 386SX @ 25MHz - 1 MB di RAM ed una SB 16 ... quanto tempo ad ascoltare quel diavolo di parrot! eheheh
    non+autenticato
  • - Scritto da: enriker

    > quando uso solo notebook ti devi accontetare del
    > sistema audio incorporato. Io penso che con i
    > notebook, i tablet e vari computer compatti il
    > mercato delle schede audio ormai sia qualcosa di
    > nicchia...

    Mah, certo, dipende da cosa si fa con la scheda audio...
    Io ad esempio suono le tastiere, e per poter avere un suono decente (tanto per dire, le normali schede audio se le mandi ad un amplificatore hanno un enorme rumore di fondo dovuto all'attivita' della CPU...) ho acquistato una scheda esterna USB della Behringer che oltre ad avere una uscita audio ottica digitale ha anche una migliore qualita' audio (ovviamente esente dai problemi di rumore "interno" del PC) e da un DSP piu' efficiente che evita anche parte del carico di CPU (le schede audio piu' economiche fanno fare parte del lavoro alla CPU)... E considerando il costo relativamente basso (circa 40 Euro) e' a portata.

    Vero pero' che questa e' una cosa un po' di nicchia, ma solo nel senso che se uno col PC non usa particolari applicazioni audio (tipicamente giochi e musica) o si accontenta di sentire suoni da cuffiette o piccole casse anche se amplificate,allora si puo' accontentare di cio' che trova in un laptop. Un po' come dire che una Panda e' una buona macchina, basta che ti accontenti di girare soprattutto in citta', che non hai necessita' di un vano di carico maggiore, che non ci fai fuoristrada...Occhiolino
  • - Scritto da: docdoc

    > V ero pero' che questa e' una cosa un po' di
    > nicchia, ma solo nel senso che se uno col PC non
    > usa particolari applicazioni audio (tipicamente
    > giochi e musica) o si accontenta di sentire suoni
    > da cuffiette o piccole casse anche se
    > amplificate,allora si puo' accontentare di cio'
    > che trova in un laptop
    . Un po' come dire che una
    > Panda e' una buona macchina, basta che ti
    > accontenti di girare soprattutto in citta', che
    > non hai necessita' di un vano di carico maggiore,
    > che non ci fai
    > fuoristrada...Occhiolino


    dipende da che scheda audio c'e' nel Notebook ovvero anche da che fascia di prezzo e' il Notebook stesso

    chiaro che su di un Notebook da 500€ non hai la qualità del DAC e dell'isolamento del circuito audio per evere il piu' alto rapporto SNR come in Notebook da 1000-1200€ HP o Asus o Sony etc oppure in Notebook dedicati all'audio come gli Hp Envy con audio Beats etc
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 settembre 2011 13.28
    -----------------------------------------------------------
    Fiber
    3605
  • Come da oggetto se mettono un mixer che funzioni di nuovo sulle sorgenti e non sui programmi ne venderanno parecchie
    non+autenticato
  • Sottoscrivo, da quando con Vista hanno avuto sta bella idea del mixer per programmi sara' deformazione professionale (beh no, non suono per professione, ma per diletto con quattro amici...) ma io e' una cosa che odio...
    Ma non so se sia possibile per una scheda audio sostituire il mixer standard in "stile Vista" con uno per sorgenti fisiche, in Microsoft sono capaci di tutto...
  • Non mi pare che sia stato rimosso il mixer per le sorgenti. E' stato semplicemente spostato e nascosto. Lo si trova su Pannello di controllo -> Hardware e suoni -> Audio -> proprietà Altoparlanti -> scheda Livelli.
    non+autenticato
  • La qualità audio c'è ma...
    Ho comprato 2 schede audio Creative e la differenza si sentiva!
    La prima la comprai ai tempi di win98 e la dovetti cestinare quando passai a WinXP per assenza di driver.
    La seconda la comprai per XP ed ora è dentro un cassetto per mancanza di driver.
    (Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi)
    non+autenticato
  • - Scritto da: La piovra
    > La qualità audio c'è ma...
    > Ho comprato 2 schede audio Creative e la
    > differenza si
    > sentiva!
    > La prima la comprai ai tempi di win98 e la
    > dovetti cestinare quando passai a WinXP per
    > assenza di
    > driver.
    Senza contare tutti i riavvii dovuti ai loro driver di me@@aArrabbiato
    non+autenticato
  • Qualcuno ha detto EMU10K1 ? Penso non dimentichero' mai piu' il BSOD permanente dovuto ad un driver fatto male.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marameo
    > Qualcuno ha detto EMU10K1 ? Penso non
    > dimentichero' mai piu' il BSOD permanente dovuto
    > ad un driver fatto
    > male.

    ragazzi, forse se l'impianto hi-fi tornasse a far musica ne gioveremmo tutti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: La piovra
    > La qualità audio c'è ma...
    > Ho comprato 2 schede audio Creative e la
    > differenza si
    > sentiva!
    > La prima la comprai ai tempi di win98 e la
    > dovetti cestinare quando passai a WinXP per
    > assenza di
    > driver.
    > La seconda la comprai per XP ed ora è dentro un
    > cassetto per mancanza di
    > driver.
    > (Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi)

    Evidentemente il problema e' windows.
    Mai avuto problemi con le SB sotto linux.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Evidentemente il problema e' windows.
    > Mai avuto problemi con le SB sotto linux.

    quando beccavi il modello che, miracolosamente, funzionava.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il signor rossi
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Evidentemente il problema e' windows.
    > > Mai avuto problemi con le SB sotto linux.
    >
    > quando beccavi il modello che, miracolosamente,
    > funzionava.

    Sapendo qual e' il modello che funziona, acquisti quello.
    L'informatica e' deterministica, non si deve mica brancolare a caso.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: il signor rossi
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > >
    > > > Evidentemente il problema e' windows.
    > > > Mai avuto problemi con le SB sotto
    > linux.
    > >
    > > quando beccavi il modello che,
    > miracolosamente,
    > > funzionava.
    >
    > Sapendo qual e' il modello che funziona, acquisti
    > quello.
    > L'informatica e' deterministica, non si deve mica
    > brancolare a
    > caso.
    QUELLO o meglio l'unico, e ti tagli fuori dal 90% del mercato...
    non+autenticato
  • - Scritto da: malto
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: il signor rossi
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > >
    > > > > Evidentemente il problema e'
    > windows.
    > > > > Mai avuto problemi con le SB sotto
    > > linux.
    > > >
    > > > quando beccavi il modello che,
    > > miracolosamente,
    > > > funzionava.
    > >
    > > Sapendo qual e' il modello che funziona,
    > acquisti
    > > quello.
    > > L'informatica e' deterministica, non si deve
    > mica
    > > brancolare a
    > > caso.
    > QUELLO o meglio l'unico, e ti tagli fuori dal 90%
    > del mercato...

    E quali modelli saranno mai a non andare ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: La piovra
    > La qualità audio c'è ma...

    > assenza di driver.
    > mancanza di driver.
    > (Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi)

    E' dei drivers Creative che infatti non mi fido.
  • Brutta cosa aver messo da parte la qualità dell'audio di un pc negli ultimi anni, soprattutto ora che la gente ormai neanche più compra un ampli serio e ascolta musica con il pc.
    Ho sempre trovato che la creative rappresenti un ottimo compromesso tra la schifezza delle integrate e la professionalità che va dalle m-audio alle rme in su...

    Il mio consiglio è quello di collegarci un ampli di classe T e due diffusori con sensibilità dai 91 db in su e vi assicuro che ascolterete la musica che avete sul pc come non l'avete mai ascoltata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Detto tra di voi
    > Brutta cosa aver messo da parte la qualità
    > dell'audio di un pc negli ultimi anni,
    > soprattutto ora che la gente ormai neanche più
    > compra un ampli serio e ascolta musica con il
    > pc.
    > Ho sempre trovato che la creative rappresenti un
    > ottimo compromesso tra la schifezza delle
    > integrate e la professionalità che va dalle
    > m-audio alle rme in
    > su...
    >
    > Il mio consiglio è quello di collegarci un ampli
    > di classe T e due diffusori con sensibilità dai
    > 91 db in su e vi assicuro che ascolterete la
    > musica che avete sul pc come non l'avete mai
    > ascoltata.

    bha, con poco più di un centinaio d'euro si prende un dac usb che rende meglio di qualunque scheda audio (a meno di non uscire in digitale verso un dac ma a quel punto mi risparmio i soldi della scheda e piglio un dac usb)
    non+autenticato
  • - Scritto da: fsgdfgsdfgs fd

    > bha, con poco più di un centinaio d'euro si
    > prende un dac usb che rende meglio di qualunque
    > scheda audio (a meno di non uscire in digitale
    > verso un dac ma a quel punto mi risparmio i soldi
    > della scheda e piglio un dac
    > usb)


    Anche dopo il dac ci metterei un t-amp e i diffusori, la resa è nettamente migliore di due casse amplificate allo stesso prezzo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Detto tra di voi

    > Il mio consiglio è quello di collegarci un ampli
    > di classe T e due diffusori con sensibilità dai
    > 91 db in su e vi assicuro che ascolterete la
    > musica che avete sul pc come non l'avete mai
    > ascoltata.

    Confermo e sottoscrivo!
    (M-Audio Audiophile 2496 + Scythe Kama Bay AMP 2000 + Indiana Line HC 505 + Cavi TNT Triple T autocostruiti, ma nel corso 2012 mi sono ripromesso di fare un upgrade generale!)
    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • - Scritto da: JackRackham
    > Confermo e sottoscrivo!
    > (M-Audio Audiophile 2496 + Scythe Kama Bay AMP
    > 2000 + Indiana Line HC 505 + Cavi TNT Triple T
    > autocostruiti, ma nel corso 2012 mi sono
    > ripromesso di fare un upgrade
    > generale!)

    Anch'io sono anni che uso un ottimo DAC 24b/96KHz esterno, collegato al PC tramite Toslink (ottico). Le uscite analogiche della scheda audio sono sempre scollegate.
    Per l'ascolto uso cuffie AKG e amplificatore autocostruito con l'ottimo TPA6120.

    Anche se commercialmente esistono molti DAC USB, tale bus non sarebbe la scelta migliore per collegare un DAC al PC, sia per le specifiche di trasmissione a pacchetto dell'USB (mentre in realtà il segnale SPDIF è uno stream sincrono e continuo, sia per le latenze (e jitter) di pacchettizzazione non proprio contenute. Con i driver Asio si cerca di mettere una pezza al protocollo USB forzandolo sincrono, ma IMHO è sempre una forzatura. Meglio usare il collegamento espressamente pensato per il trasporto dello stream audio, ovvero appunto l'SPDIF.
    non+autenticato
  • Ottima catena, io sto cercando di procurarmi il Dayton Audio DTA-100a da inserire, ho letto ottime recensioni
    non+autenticato
  • - Scritto da: Detto tra di voi
    > Ottima catena, io sto cercando di procurarmi il
    > Dayton Audio DTA-100a da inserire, ho letto
    > ottime recensioni

    Ne ho letto gran bene pure io, mi incuriosisce molto!
    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • prenditi il pop-pulse 2070! pulizia e potenza da vendere! Per le casse come ti trovi con l'indiana? dicono siano un po "pastose" poco adatte al rock
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnammolo
    > prenditi il pop-pulse 2070! pulizia e potenza da
    > vendere! Per le casse come ti trovi con
    > l'indiana? dicono siano un po "pastose" poco
    > adatte al
    > rock

    Dopo due anni di ascolto tuttosommato ti posso dire che mi ci sono trovato abbastanza bene, anche come gamma sonora. Più che pastose le definirei NEUTRE... un po carenti di bassi nonostante l'outlet bass reflex sia frontale, il che va a privilegiare le gamme medie e alte (cosa che ritorna utile se vuoi vedere un film, i dialoghi sono chiarissimi anche senza un centrale)... se vogliamo l'unico difetto che hanno è quello di riprodurre lo stage in maniera molto "stretta": la scena sonora è molto compatta rispetto ad altri diffusori che ho ascoltato e considerato che le ascolto in un appartamento, spesso a volumi non altissimi, tutto sommato è un difetto sul quale si può passare sopra... Ho però adocchiato delle Klipsch che hanno una pressione sonora maggiore (mi sembra 92db) e uno stage abbastanza ampio... Credo che prima o poi cadrò in tentazione e sarò costretto a peccare di nuovo!Sorride
    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • Aggiungo anche che avevo considerato il PopPulse, ma con lo SDAR2000 mi ci sono trovato molto bene per via degli ingressi multipli: ci ascolto la musica, ci guardo i film e ci ho collegato pure una Xbox... La cosa che manca è il telecomando... Ma a quanto pare sta uscendo uno SDAR3000 che dovrebbe risolvere questo problema!Sorride
    --
    JackRackham
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)