Mauro Vecchio

Sistri, la rinascita d'inverno

Il sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti partirà il prossimo 9 febbraio. Circa 400mila aziende avranno più tempo per adeguarsi

Roma - "È un segnale importante per la difesa dell'ambiente e la tutela della legalità nel nostro paese. Sono convinta che, con l'opportuno rodaggio previsto e con gli interventi che si renderanno necessari per andare incontro agli operatori, il Sistri partirà al meglio e si rivelerà un utilissimo strumento per le aziende e per la protezione del territorio". Così ha parlato il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, intervenuto per annunciare il ripristino del noto sistema per la tracciabilità elettronica dei rifiuti. Un salvataggio in extremis, dopo la scure mostrata dalla manovra finanziaria dello scorso agosto.

La Commissione bilancio del Senato ha così deciso di far partire il sistema dal prossimo 9 febbraio, per permettere alle varie imprese di adeguarsi alle nuove prassi, oltre che per comprendere al meglio le sue procedure di utilizzo. Procedure che - almeno finora - sono state più volte considerate instabili ed eccessivamente complesse.

Plauso da parte dei senatori del Partito Democratico (PD) Roberto Della Seta e Francesco Ferrante: "ora però il governo deve impegnarsi, da oggi fino all'entrata in vigore delle nuove procedure, per correggere i tanti difetti che hanno impedito finora l'efficace avvio del sistema complicando inutilmente la vita ad imprese e operatori".
Stando al recente provvedimento per la rinascita del sistema, le oltre 400mila imprese per le quali il Sistri sarebbe dovuto entrare in vigore in questi giorni hanno 5 mesi in più per dotarsi di tutti gli apparecchi necessari al suo funzionamento. Alla fine dello scorso maggio era stato proprio il ministro Prestigiacomo a dover rinviare la partenza del sistema a questo settembre.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
25 Commenti alla Notizia Sistri, la rinascita d'inverno
Ordina
  • Si accettano scommesse:

    NO     FORSE*    SI
    1.01     3       16


    *continui rimandi per almeno altri 3 anni.
    non+autenticato
  • avevo letto che il sistema di tracciamento seguiva solo l automotriice e quindi le varie mafie potevano sostiture il container con la monnezza e metterci dei rifiuti tossici, in poche parole, come sempre in italia..fatta la legge, inventato l inganno...servira solo ai vari politici per le loro campagna elettorali ma i camorristi continueranno a seppellire schifezze
    non+autenticato
  • Caro sig. Giuseppe ROSSI,
    sin dal 1982 non mi sono più raso la barba e tantomeno me la son fatta radere da altri, però sappi che se il SISTRI non verrà applicato nel più breve lasso di tempo saranno molti quelli che io.......raderò !!!.
    Cordiali saluti da Demetrio Chiodi
  • son due anni che paghiamo un disservizio che portera' via inutilmente tempo a chi lo usa.
    solo selex e compagnia bella ringraziano

    copio dal corriere della sera

    "SISTRI - Luigi Bisignani si interessò anche all'appalto per il Sistri, il sistema di monitoraggio dei rifiuti voluto dal ministero dell'Ambiente. Sull'appalto e la procedura di affidamento, coperta dal segreto di Stato, sta indagando la Procura di Napoli, che ipotizza il reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, all'abuso d'ufficio e alle fatturazioni inesistenti per Sabatino Stornelli, amministratore delegato della Selex service management (gruppo Finmeccanica), per Francesco Paolo Di Martino, amministratore delegato di Viacom, e per Luigi Pelaggi, capo della segreteria tecnica del ministero dell'Ambiente. Dai documenti agli atti emerge che Stornelli era preoccupato per il possibile blocco del progetto a causa della bassa adesione delle imprese e si attivò per ottenere dal ministero dell'Ambiente sanzioni nei confronti delle imprese inadempienti."
    non+autenticato
  • Egregi Signori Italiani,
    quello che lo scrivente Vi sottopone è in pieno tema della discussione in merito all'applicazione del SISTRI in Italia. All'uopo, lo scrivente tiene preliminarmente ad informarVi che a seguito di allungamento dei termini di tale applicazione, all'1.09.2011, il n/s Ministro Ambiente è stato soggetto alla pubblicata minaccia da parte della Comunità Europea di trainamento dianzi alla Corte di Giustizia per eventuali ulteriori rinvii applicativi di detto Sistema Tracciabilità dei Rifiuti !.
    Sta di fatto che lo scrivente è INVENTORE MONDIALE del trattamento con totale recupero di tutte le materie prime seconde costituenti il rifiuto speciale assimilabile/assimilato agli urbani:- pellicole e lastre foto/ radiografiche sviluppate, avente già il codice K0022 del Catasto Italiano Rifiuti e così definito da Deliberazione Comitato Interministeriale ad art. 5 del DPR 915/82 a tutt'oggi vigente in Italia con Codice Europeo Rifiuti 20 01 17 giusto art. 39.1 di Legge Delega Comunitaria n. 146/94. Quanto detto risulta avallato in tutti i Regolamenti Rifiuti dei Comuni Italiani che risultano pubblicati su Internet !.
    Col mio nome e cognome su GOOGLE:- demetrio chiodi - Voi potete leggere i miei titoli mondiali pubblicati dal Ministero Industria Italiano su IBM PATENT SERVER - PATENT&KNOW-HOW INVENTION - NIC DI NUOVA DELHI - ESP@CENET e FILPAT.
    Da quanto risulta pubblicato su GOOGLE sino al 2010 (ed in particolare al documento d'archivio nr. 6 dei miei RAPPORTI con le NAZIONI UNITE e, in specifico, a quello intercorrente col dr. Pascal Lamy, Direttore Generale del WTO di Ginevra il quale con suo e-mail del 3.02.2010 mi ha suggerito di riprendere contatto con le "amministrazioni domestiche" e non lasciare questo Paese per andare in un altro) e che Voi potete collegare, per eventuale merito SISTRI, a quanto di illecito viene commesso in tema economico/ambientale sia dagli enti produttori delle pellicole e lastre foto/radiografiche sviluppate, alienate in qualità di "rifiuti speciali", mentre dovrebbero pagare a Comuni o Comunità Montane la tassa di smaltimento/accatastamento pari ad Euro 1.10 per ogni kg di rifiuto speciale assimilabile/assimilato
    agli urbani (r.s.a.u.) prodotto (vedi: www.provincia.milano.it), e sia dalle ditte indebitamente autorizzate all'attività di pubblico servizio dalle amministrazioni regionali e provinciali italiane.
    Ciò, perchè chi Vi scrive è titolare di pubblicata Deliberazione Giunta Regione Calabria n. 2605/93, poi confermata su Conferenza di Servizi con n. 1288/96, e che è stata preventivamente assoggettata, a mezzo di prot. regionale n. 8888 del 4.12.1991, all'obbligo di Brevetto per modello di utilità industriale rilasciato dal Ministero Industria Italiano con n. 00228701, nonchè obbligato in base alla Sentenza n. 512 della Corte Costituzionale del 30.10.1990 a dimostrare sia il totale recupero delle materie prime secondarie costituenti detto r.s.a.u.: cioè le pellicole e lastre radiografiche sviluppate, e sia il totale riciclo delle primarie acque di lavorazione industriale.
    Tanto si evince dallo specifico titolo del Brevetto mondiale che è fonte di Copyright chimico stechiometrico protetto e vidimato il 6 luglio 1989 dal notaio pubblico - dr. Edward N. Perugini - del Comune di Buena, N.J., U.S.A..
    In forza di quanto espresso e soprattutto al fine di realizzare l'unica attività mondiale di recupero di detto r.s.a.u. in Italia, necessita la operatività nazionale SISTRI attraverso l'impegno del demandato Comando Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente, Largo Lorenzo Mossa 8/a, 00165
    ROMA tel. 06/660351.
    Ciò immediatamente, altrimenti.......................si salvi chi può !.
  • - Scritto da: demetrio chiodi
    > Egregi Signori Italiani,
    < ... cut ...>
    > !.
    Un troll logorroicoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Accipicchia
    > - Scritto da: demetrio chiodi
    > > Egregi Signori Italiani,
    > < ... cut ...>
    > > !.
    > Un troll logorroicoA bocca aperta
    Beh e' un troll superprofessionale pero'. Perche' esiste veramente e rompe l'anima ai politicanti da anni. Sempre che sia un troll e non effettivamente il creatore di tecnologia utile e boicottata.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)