Alfonso Maruccia

Google, un Dardo per programmare il web

Mountain View presenterà presto un nuovo linguaggio di programmazione specificamente pensato per il web. Poche le informazioni a disposizione ma il curriculum degli oratori promette bene

Roma - Si chiama "Dart" ed è l'ennesimo linguaggio di programmazione partorito dagli ingegneri del software di Google. Il nuovo ambiente di sviluppo è un mistero quasi completo, un mistero che verrà svelato solo alla conferenza Goto in programma per il prossimo mese di ottobre dai "G-man" Gilad Bracha e Lars Bak.

La nascita di Dart è stata annunciata proprio dalla pubblicazione della scaletta degli interventi previsti per la conferenza Goto, e per ora tutto quello che si conosce a riguardo è il fatto che si tratta di "un nuovo linguaggio di sviluppo codice per la programmazione strutturata sul Web".

Non è la prima volta che Google si inventa nuovi "paradigmi" di programmazione per ottimizzare l'esecuzione di codice e l'utilizzo dell'hardware in relazione agli ambienti operativi che più le stanno a cuore: se Dart è specificatamente pensato per il Web, Go è stato creato con lo scopo di favorire la creazione di "app" da far girare su server remoti.
Difficile al momento fare ipotesi sulle qualità di Dart, e per avere un'idea di che cosa aspettarsi è utile fare le pulci al curriculum degli oratori a cui spetterà la presentazione il mese prossimo: Gilad Bracha ha creato il linguaggio "Newspeak" e ha già lavorato per SAP, Cadence e SUN Microsystem, mentre Lars Bak è nientemeno che il team leader del gruppo che ha realizzato il performante motore JavaScript di Google Chrome noto come "V8".

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle, la programmazione è GoMountain View rende pubblici i suoi esperimenti con un nuovo linguaggio di programmazione, lodandone le qualità velocistiche e chiamando a raccolta sviluppatori esterni per far maturare la piattaforma. Tutto con licenza BSD
  • TecnologiaGoogle e l'ossessione per la velocitàUn nuovo progetto di Mountain View promette tempi di caricamento più veloci per gli admin di siti web disposti a pagare. I dati passano per i server di BigG che li ottimizza per la fruizione nelle varie parti del mondo
18 Commenti alla Notizia Google, un Dardo per programmare il web
Ordina
  • Wow ... quindi un plugin che permetta di eseguire applicazioni in locale all'interno del Browser e che si connette in remoto con i relativi server, magari con una sintassi C oriented (come GO) e ispirato a SmallTalk ?

    Hei .... ma questo è Java !
    non+autenticato
  • Leggendo un po' di info e blog di uno dei 2 autori, Gilad Bracha, credo che questo nuovo linguaggio deriverà dal suo Newspeak, e avrà molte similitudini a SmallTalk.
    http://newspeaklanguage.org/
    E avrà anche probabilmente un'IDE inclusa nel browser.

    In un post del suo blog vengono evidenziati quali sono per lui i limiti di Javascript, che quindi saranno evidentemente superati nel nuovo linguaggio di Google.
    http://gbracha.blogspot.com/2011/03/truthiness-is-...

    Insomma, la cosa mi sembra interessante.
    non+autenticato
  • non sarebbe il primo

    c'è un listone che parte da objective-c, passa per java e finisce con scala e python

    praticamente smalltalk ha influenzato chi più meno chi meno tuti i maggiori linguaggi che usiamo
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > non sarebbe il primo
    >
    > c'è un listone che parte da objective-c, passa
    > per java e finisce con scala e
    > python

    Infatti Objective C è una versione del C SmallTalkizzato.

    > praticamente smalltalk ha influenzato chi più
    > meno chi meno tuti i maggiori linguaggi che
    > usiamo

    Però non si capisce perché SmallTalk stesso non abbia mai preso.
    Forse perché è/era legato a doppio filo al suo ambiente di sviluppo, che era quello degli Xerox.
    non+autenticato
  • Da informazioni "leaked" su varie mailing list, Dart dovrebbe essere una rivisitazione meglio ragionata di Javascript, e andare ad affiancarlo su Chrome prima e su altri browser in seguito (dopo aver convinto i rispettivi sviluppatori).

    Per i vecchi browser Google avrebbe previsto un "compilatore" da Dart a Javascript, che i webdeveloper potrebbero usare prima di mettere online il sito.
    Shu
    1232
  • si saranno accorti dei fortissimi limiti di javascript e del fatto che non si può pretendere di usarlo per scrivere tutte le possibili applicazioni per chromeos?
    non+autenticato
  • Beh un linguaggio imho non si crea da un giorno all'altro. Se l'hanno presentato ora, chissà da quando ci lavorano, forse l'idea è addirittura anteriore a Chrome OS (in effetti, ricordo che in un articolo, lessi che Google stava sviluppando un linguaggio simile al java)
  • intendi go? certamente ci stanno lavorando da molto e hanno assunto 2-3 personaggi chiave, alcuni anni fa, proprio per questo motivo

    del resto google è implicato pure in altri linguaggi molto noti, python ad esempio, visto che Van Rossum lavora per loro
    non+autenticato
  • Forse mi confondo con Go, si...
  • Sono curioso.
    Oggi con la diffusione del paradigma SOA e framework come jQuery siamo già in grado di realizzare interfacce web quasi esclusivamente lato client, utilizzando richieste ajax a servizi SOAP e REST per lo scambio dati col server.
    Vediamo cosa ci proporrà di nuovo Google...
  • Mi sembra un approccio molto pragmatico ed interessante.
    E visto il promotore, ci si può aspettare anche un linguaggio ad alte performance.
    Vediamo se Google avrà la capacità di spingerlo adeguatamente
    non+autenticato
  • io continuo a lavorare utilizzando strumenti seri come asp.net e ajaxcontroltoolkit. Queste sono solo dei giocattoli
    non+autenticato
  • - Scritto da: il conte takkia
    > io continuo a lavorare utilizzando strumenti seri
    > come asp.net e ajaxcontroltoolkit. Queste sono
    > solo dei giocattoli

    Sarai mica parente di Winaro?Occhiolino
    non+autenticato
  • Bravo, buon per te.
    non+autenticato
  • visione decisamente limitata

    non sarai uno sparagestionali in vb?A bocca aperta
    non+autenticato