Alfonso Maruccia

L'alba delle batterie gelatinose

Un nuovo tipo di batteria, pių sicura ed economica rispetto agli attuali accumulatori agli ioni di litio. Presto su ogni schermo di dispositivi mobile?

Roma - I ricercatori della Leeds University hanno creato un gel polimerico simile a gelatina, grazie al quale si potrebbe in futuro realizzare accumulatori energetici più sicuri, economici ed efficienti rispetto a quelli attuali.

Il gel sembra solido, dicono gli scienziati, ma è composto per il 70% da un elettrolito liquido: "è creato seguendo lo stesso principio seguito per la creazione della gelatina", spiega il professore Ian Ward, "aggiungi parecchia acqua calda alla gelatina - in questo caso un polimero e un mix di elettroliti - e durante il raffreddamento la gelatina prende forma in una massa solida ma flessibile".

La "flessibilità" della gelatina polimerica permette di modellare il composto per un gran numero di applicazioni, per non parlare del peso ridotto che gli accumulatori avrebbero vista la loro particolare composizione.
Più leggere, più economiche da produrre e anche più sicure: le batterie gelatinose della Leeds sono realizzate attraverso un processo di "laminazione" che sigilla gli elettrodi uno accanto all'altro, "così che non ci siano solventi infiammabili in eccesso ed elettroliti liquidi".

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaLa memoria gelatinosa bio-compatibileRicercatori statunitensi creano un complesso capace di immagazzinare informazioni in formato binario. E di interagire con composti biologici poco compatibili con l'elettronica tradizionale
8 Commenti alla Notizia L'alba delle batterie gelatinose
Ordina
  • Chiedo se, per la realizzazione delle batterie in questione, è possibile utilizzare la gelatina collagene che io recupero da pellicole e lastre radiografiche sviluppate ?
    Grazie
  • Se non sono in digitale ci recuperi l'Argento....
    ...in perdita Con la lingua fuori

    Inoltre la gelatina delle lastre ha solo caratteristica di fare da
    supporto ai cristalli d'argento non ha caratteristiche elettrolitiche.

    Le puoi usare anche per..... Aprire gli Appartamenti... Con la lingua fuori
    Be&O
    1121
  • Da ignorante in materia penso che siano una bella cosa però, considerando che gli attuali tipi di batteria hanno la densità di carica soggetta alle escursioni termiche, mi chiedo come si comporteranno questo tipo di batterie?
    Capisco che è un po' presto per chiederselo anche perchè sono ancora in fase di ricerca però sono curioso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > Da ignorante in materia penso che siano una bella
    > cosa però, considerando che gli attuali tipi di
    > batteria hanno la densità di carica soggetta alle
    > escursioni termiche, mi chiedo come si
    > comporteranno questo tipo di
    > batterie?
    > Capisco che è un po' presto per chiederselo anche
    > perchè sono ancora in fase di ricerca però sono
    > curioso.

    io sono curioso di sapere anche se avranno lo stesso amperaggio se non addirittura maggiore
    non+autenticato
  • il vero problema è.....quando

    sono in attesa da anni:
    memristor di HP
    dischi olografici vari
    grafene
    ....e molti altri

    la tecnologia c'è i progetti pure, ma bloccherebbero le vendite
    dei prodotti obsoleti in uso oggi.

    e un cartello delle multinazionali.
    Be&O
    1121
  • - Scritto da: Be&O
    > il vero problema è.....quando
    >
    > sono in attesa da anni:
    > memristor di HP
    > dischi olografici vari
    > grafene
    > ....e molti altri
    >
    > la tecnologia c'è i progetti pure, ma
    > bloccherebbero le
    > vendite
    > dei prodotti obsoleti in uso oggi.
    >
    > e un cartello delle multinazionali.

    evidentemente non hai mai lavorato nel settore della ricerca industriale, per mettere in produzione qualcosa non deve funzionare per un giorno o una settimana ma per anni, non deve funzionare appena la produci ma anche dopo mesi e mesi, non deve funzionare un prototipo si e altri tre no ma ogni singolo pezzo prodotto.
    Tenendo poi conto che deve essere semplice e veloce da produrre con la minima quantità di scarti e possibilmente un basso impatto energetico e ambientale non c'è niente di strano che alcune applicazioni escano molti anni dopo l'annuncio dell'invenzione ed altre proprio mai.
    non+autenticato
  • > possibilmente un basso impatto
    > energetico e ambientale

    quello puoi anche toglierlo ;P
    Akiro
    1906
  • E lo stesso che la smettano di menarcela
    i Memristor sono anni che sono usciti e
    non mi interessa il lato "Memorie di Massa"
    ma anche la semplificazione dell'elettronica,
    visto che è un ANELLO MANCANTE FONDAMENTALE

    Capacità Vs Induttanza
    Resistenza Vs Memristenza

    Tanto che il brevetto andrebbe reso Pubblico
    e libero di brevetti, cosa sarebbe il mondo
    se una resistenza costasse 1$ ad Unità Valore
    perchè è "Brevettata".

    C'è un Cartello e non lo puoi negare !

    Pure AMD ha messo in panchina alcuni progetti HiEnd
    perchè Intel ha deciso di posticipare, è un accordo
    tra multinazionali, se la CINA presentasse ufficilmente
    un Dragon con capacità doppie alle masse non orientali
    ma diretto all'invasione dei mercati, avremmo avuto

    LGA2011 e USB3 + SATA3 già 6 mesi FA !

    Mentre con la gara ai Tablet mi sa che quando sarà l'ora
    ci ritroveremo ancora con proci di cacca !

    - Scritto da: Akiro
    > > possibilmente un basso impatto
    > > energetico e ambientale
    >
    > quello puoi anche toglierlo ;P
    Be&O
    1121