Free Software... Equo e Solidale

Un programmatore italiano cerca volontari per realizzare un singolare progetto open source: completare lo sviluppo di un software dedicato alla gestione di una bottega equa-solidale

Roma - Ciao, questo messaggio vuole essere un invito per tutti coloro che si interessano di Free Software e sono sensibili alle tematiche del Commercio Equo e Solidale.

Da più di un anno ho sviluppato Equogest, un software in Visual Basic per la gestione di una bottega del Commercio Equo e Solidale. Nell'ultimo anno questo programma è stato utilizzato dalla nostra bottega di Mantova. Recentemente ho cercato di distribuirlo ad altre botteghe italiane. Alcune hanno risposto con entusiasmo.

Da alcune di esse mi sono ritornati degli stimoli interessanti per portare avanti il mio lavoro.
In particolare mi è stato suggerito di trasformare Equogest in un progetto Free Software e trovare il modo di farlo girare sotto Linux. Abbiamo provato usando Wine e qualche risultato è stato raggiunto. Quindi ho iniziato a tradurre il mio programma in una versione PHP (perchè è l'unico che conosco che può girare sotto Linux).

Ora sto valutando la possibilità di creare attorno ad Equogest un gruppo di lavoro che lo porti avanti come progetto Free Software. Il progetto è stato portato avanti fino ad ora a titolo di volontariato nel tempo libero e come tale dovrebbe continuare. Anche perchè, per il momento, non esistono risorse economiche per pagare qualcuno che ci lavori a tempo pieno.

La mia idea è quella di farne un software nato dalle Botteghe del Commercio Equo per le Botteghe del Commercio Equo.

Questo sarebbe anche un modo per stimolare le oltre 400 Botteghe Equo-Solidali, molte sono già sensibili, nella direzione del software libero. La filosofia del Free Software, d'altra parte, si sposa perfettamente con i principi del Commercio Equo e Solidale.

Se qualcuno è interessato a collaborare a questo progetto può rispondermi su questa mailing list oppure contattarmi direttamente (mappamondomn@libero.it) per avere maggiori informazioni. Alcune schermate del programma sono disponibili a questo indirizzo: http://space.virgilio.it/equogest@virgilio.it

Grazie.

Ciao,
Andrea Piazza
(Mantova)

nota: il presente messaggio è stato postato nella mailing list Discussioni e qui ripubblicato con il consenso dell'autore
94 Commenti alla Notizia Free Software... Equo e Solidale
Ordina
  • Anche noi siamo una bottega di commercio equo (www.mondoequo.too.it) e gia' da' alcuni anni usiamo un programma fatto al nostro interno per gestire il magazzino
    (carico,scarico,ddt,fatture,cassa,codici a barre).
    Il programma e' GPL, e' sviluppato in Java con strumenti open source (Eclipse) per evitare ogni tipo di limite dovuto a licenze commerciali e lo abbiamo dato anche ad altre botteghe.
    Ciao.
    Armando
    Lecco
    e-mail: micheleapicella@mighty.co.za
    non+autenticato
  • riscrivilo in phython, iscrivilo a sourceforge e vei con dioSorride

    sarai un uomo molto gettonato.



    a proposito, come si chiamano i gestionali in inglese?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > a proposito, come si chiamano i gestionali
    > in inglese?

    Quando parlo coi miei referenti in inglese parlo sempre di ERP (e' quello di cui tratto). Per gli amici "accounting system".
    non+autenticato
  • Si scrive Python grazie.

    E cmq denota quanto tu possa conoscerne di queto linguaggio di programmazione a ssolutamente non indicato per quel tipo di programma.

    Hanno fatto beissimo a farlo in Java
    non+autenticato
  • Bello, anc'io vedo un bel nesso tra commercio equo e software libero... per lo meno in questa direzione Sorride

    Il nostro Gruppo Utenti Linux, guarda caso, ha la propria sede legale ospitata dalla bottega del commercio equo!

    Con queste premesse come poteri non propormi come collaboratore? (ti contatto in privato)
    non+autenticato

  • Vorrei dire due cose:

    - ad Andrea: non lasciarti scoraggiare da queste bestie che infestano il forum. Cercano solo di soddisfare il loro piccolo ego meschino. Da dilettante come te, capisco il tuo progetto e spero che trovi l'aiuto che cerchi. ti consiglio di provare in qualche forum piu' qualificato ed equilibrato.

    - a tutti gli altri: il diritto di critica non ve lo toglie nessuno, ma questi commenti sono offensivi e gratuiti e soprattutto non hanno ragione d'essere. Andrea ha chiesto aiuto e consigli.
    Chi ne ha e chi condivide il progetto glieli dia, glia ltri si astengano da certe osservazioni inutili e arroganti. Programmare e' un'attivita' libera. Ci sono programmi scritti da amatori e hobbisti che sono mille volte meglio di quelli scritti da professionisti e comuqnue non vedo dove sta il problema. Forse Andrea ha fatto un programma brutto e inutile con gli strumenti sbagliati (o forse no e in ogni caso ha diritto a provarci). In tal caso al posto di sprecare bit di insulti perche' non cercatedi fargli vedere gli errori cosi' che possa rimediare e migliorare?
    Questo sarebbe il comportamento corretto di chi pretende di essere un professionista. Ma forse chi ha scritto questi post e' solo un mucchio di cialtroni capaci solo di parlare a vanvera.

    Comincio a concordare con quei post che suggeriscono la chiusura dei forum di PI.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Vorrei dire due cose:
    >
    > - ad Andrea: non lasciarti scoraggiare da
    > queste bestie che infestano il forum.
    > Cercano solo di soddisfare il loro piccolo
    > ego meschino. Da dilettante come te, capisco
    > il tuo progetto e spero che trovi l'aiuto
    > che cerchi. ti consiglio di provare in
    > qualche forum piu' qualificato ed
    > equilibrato.
    >
    > - a tutti gli altri: il diritto di critica
    > non ve lo toglie nessuno, ma questi commenti
    > sono offensivi e gratuiti e soprattutto non
    > hanno ragione d'essere. Andrea ha chiesto
    > aiuto e consigli.
    > Chi ne ha e chi condivide il progetto glieli
    > dia, glia ltri si astengano da certe
    > osservazioni inutili e arroganti.
    > Programmare e' un'attivita' libera. Ci sono
    > programmi scritti da amatori e hobbisti che
    > sono mille volte meglio di quelli scritti da
    > professionisti e comuqnue non vedo dove sta
    > il problema. Forse Andrea ha fatto un
    > programma brutto e inutile con gli strumenti
    > sbagliati (o forse no e in ogni caso ha
    > diritto a provarci). In tal caso al posto di
    > sprecare bit di insulti perche' non
    > cercatedi fargli vedere gli errori cosi' che
    > possa rimediare e migliorare?
    > Questo sarebbe il comportamento corretto di
    > chi pretende di essere un professionista. Ma
    > forse chi ha scritto questi post e' solo un
    > mucchio di cialtroni capaci solo di parlare
    > a vanvera.
    >
    > Comincio a concordare con quei post che
    > suggeriscono la chiusura dei forum di PI.
    >
    >

    doppio ROTFL carpiato...
  • > questi commenti
    > sono offensivi e gratuiti e soprattutto non
    > hanno ragione d'essere.

    mmmm per me Andrea a sbagliato a spacciare per equo e solidale questa operazione che IMHo non lo e'. I principi sono inequivocabilmente scritti qua: http://www.altromercato.it/consorzi/equo2.html
    e, per citare a caso: "Garantisce prezzo giusto d'acquisto, che valorizza i costi reali di lavorazione e una retribuzione dignitosa del lavoro" nel suo progetto non da' evidenza.
    non+autenticato

  • Non capisco come mai la gente si affezzioni a quel linguaggio di una bruttezza e di una scorrettezza teorica senza limiti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non capisco come mai la gente si affezzioni
    > a quel linguaggio di una bruttezza e di una
    > scorrettezza teorica senza limiti.

    In italiano, tutti i termini che terminano per zione hanno una sola zeta. Quindi anche i corrispondenti verbi.
    Cioè si dice affezionarsi e non affezzionarsi.
    E comunque per favore argomenta di più le tue categoriche affermazioni (con una zeta).
    Bruco
    2098

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Non capisco come mai la gente si affezzioni
    > a quel linguaggio di una bruttezza e di una
    > scorrettezza teorica senza limiti.

    sinceramente non conosco i criteri per valutare l'estetica di un linguaggio di programmazione puoi spiegarmeli?....e poi io tutte queste scorrettezze teoriche non le vedo.....comunque concordo sul fatto che Java/JSP sia un'ottima soluzione, anche se richiede hardware di gran lunga + performante (sopratutto in termini di memoria) rispetto al terzetto Apache/PHP/mysql.


  • Rispondo a te ed anche al precisino qui sopra (la netiquette, questa sconosciuta, ma daltronde di presunti-geni ne ho gia' incontrati tanti su usenet/forum).
    Un linguaggio che permetta di fare

    $a="ciao"
    $$a="pippo"

    che ti dichiara una variabile ciao con contenuto pippo e' semplicemente disgustoso. Il C viene criticato per l'abbondanza di side effects che ha. Il C ha almeno la scusante dell'anzianita'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > Rispondo a te ed anche al precisino qui
    > sopra (la netiquette, questa sconosciuta, ma
    > daltronde di presunti-geni ne ho gia'
    > incontrati tanti su usenet/forum).
    > Un linguaggio che permetta di fare
    >
    > $a="ciao"
    > $$a="pippo"
    >
    > che ti dichiara una variabile ciao con
    > contenuto pippo e' semplicemente disgustoso.
    > Il C viene criticato per l'abbondanza di
    > side effects che ha. Il C ha almeno la
    > scusante dell'anzianita'.

    nakkio ke figata!!!! magari si potesse fare in vb6! e diko sul serio!!!

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Un linguaggio che permetta di fare
    >
    > $a="ciao"
    > $$a="pippo"
    >
    > che ti dichiara una variabile ciao con
    > contenuto pippo e' semplicemente disgustoso.
    > Il C viene criticato per l'abbondanza di
    > side effects che ha. Il C ha almeno la
    > scusante dell'anzianita'.

    Boh?
    E` una scorrettezza?
    Io la definirei una possibilita` interessante, che rende piu` flessibile il linguaggio.
    Anche fare:

    <?php

    $x = array ("indirizzo" => "via tizio n. 15");
    $y = "indirizzo";
    $z = $x[$y];

    echo ($z);

    ?>

    e` interessante, no? Ho una chiave testuale a un vettore di dati, memorizzata in una variabile. Quindi posso cambiare la chiave cambiando il contenuto della variabile mentre il codice $z = $z[$y] mi rimane lo stesso. A me sembra molto carino.

    Io non criticherei ne` il C ne` il PHP, ne` il Perl, ne` l'ASP, ne` il Java, nulla insomma. Posso avere preferenze (e il PHP mi piace, per il web scripting) ma critiche cosi` aggressive non le capisco proprio. Oltretutto PHP e` del tutto gratuito. Se proprio devo trovargli i difetti... be':

    1) la mancanza di locking serio nel flat file access, che porta o all'uso di SQL o alla realizzazione di ineleganti metodi di locking basati su "lockfiles" temporanei che esistono o non esistono, che cambiano nome, o che vengono "touched" e poi ne viene controllata la data di modifica...

    2) alcuni problemini in certe funzioni che qualche bug ce l'hanno.

    3) potrebbe essere piu` veloce, e in effetti le regular expressions sembrano un po' lente.

    Ma per il resto mi e` molto piacevole scrivere in PHP.
    Piu` che altro non capisco come lo si possa addirittura odiare.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)