Mauro Vecchio

Authors Guild, trovato il padre dell'opera orfana

L'opera orfana The Lost Country ritrova i suoi natali grazie ad una semplice ricerca su Google da parte dell'associazione degli autori statunitensi. Si riaccende il dibattito sugli archivi digitalizzati

Roma - Un post dal sapore trionfale, recentemente pubblicato tra le pagine del blog dell'associazione statunitense Authors Guild. Appena due minuti di tempo per trovare su Google il padre del libro in lingua inglese The Lost Country, scritto nel lontano 1961 e successivamente adattato al cinema in un film con la leggenda del rock Elvis Presley.

"Ne abbiamo trovato uno!", si legge nel titolo del post pubblicato dai vertici di Authors Guild. L'autore di The Lost Country si chiama J.R. Salamanca, attualmente residente nello stato statunitense del Maryland. Uno scrittore in piena regola, con tanto di agente letterario e una moglie che ha confermato tutto alla stessa associazione a stelle e strisce.

Perché questa sensazione di trionfo? Perché The Lost Country era stato incluso nella lista delle cosiddette opere orfane, ovvero quei testi di padre non rintracciabile e dunque al riparo da eventuali pretese legate al diritto d'autore. Il volume era stato scelto dall'Università del Michigan per il suo archivio HathiTrust, che contiene opere digitalizzate grazie all'apporto del progetto Google Books.
Č infatti recente una causa avviata da Authors Guild al fine di bloccare la collaborazione tra un gruppo di atenei statunitensi - tra questi la stessa Università del Michigan - e il gigante Google, in modo da frenare il vasto progetto di digitalizzazione in corso di sviluppo al quartier generale di Mountain View. Il ritrovamento di J.R. Salamanca costituirà dunque una prova a favore degli autori.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàFrancia, via libera a Google BooksPace tra Mountain View ed editori a suon di accordi extragiudiziali: una strada aperta per la biblioteca universale di Google?
  • AttualitàUSA, la legge ferma Google BooksBloccato l'accordo da 125 milioni di dollari tra BigG e gli editori statunitensi. Garantirebbe all'azienda di Mountain View uno spropositato vantaggio sui suoi competitor. A decidere sulle opere orfane dovrebbe essere il Congresso
  • AttualitàBook Search, obiezioni dell'ultimo minutoBigG deve far fronte alla carica degli editori che rivendicano il copyright su opere presunte orfane. Le case editrici italiane non stanno a guardare ma non escludono un futuro insieme a Google
11 Commenti alla Notizia Authors Guild, trovato il padre dell'opera orfana
Ordina
  • Il copyright è già morto de facto e tra non molto verrà ammazzato de iure .

    Il Progresso dell'Umanità non può essere fermato.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • Continuare a ripetere una cosa non la fa diventare vera
    non+autenticato
  • > ripetere una cosa non la fa diventare vera

    E' già vera, non ha bisogno di diventarlo.

    Sarebbe molto meglio per tutti se anche i rottami del passato con il cervello fermo al grammofono se ne rendessero conto in modo da piantarla di dare fastidio all'Umanità.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > > ripetere una cosa non la fa diventare vera
    >
    > E' già vera, non ha
    > bisogno di
    > diventarlo.

    Sarà, ma a me il copyright sembra vivo e vegeto.
    E prima te ne accorgerai anche tu e prima potrai lottare seriamente perché venga abbattuto.
    Diversamente, non fai nulla di diverso dallo struzzo.
    non+autenticato
  • >> Il copyright è già morto de facto e tra non molto verrà ammazzato de iure .

    > a me il copyright sembra vivo

    Vivo solo de iure . E fra non molto neanche più quello.

    Il mondo sta cambiando molto rapidamente e molto profondamente e i rottami del passato, con il cervello fermo al grammofono, non possono fare nulla per fermarlo.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • Mi sa che qui c'è bisogno di una lezione di Italiano...
    Il copyright sarà morto de facto quando nessuno avrà più interesse a farlo rispettare anche se esistesse ancora la legge apposita.
    non+autenticato
  • >> Il copyright è già morto de facto
    >> e tra non molto verrà ammazzato de iure.

    > Mi sa che qui c'è bisogno di una lezione di
    > Italiano...

    Semmai di latino... Deluso

    > Il copyright sarà morto de facto quando nessuno
    > avrà più interesse a farlo rispettare

    E difatti è proprio così!

    Al 99.9% dell'Umanità del copyright non gliene può fregare di meno e Internet, per la prima volta nella storia, ha permesso a tutti di accedere alla Conoscenza.

    Gli unici a cui importa del copyright sono un branco di rottami del passato con il cervello fermo al grammofono che vorrebbero continuare a lucrare sul Sapere.

    Ma ormai il mondo è cambiato, il Progresso Umano non torna indietro.

    Il copyright è morto de facto e molto presto verrà ammazzato anche de iure .

    Tanto per fare un esempio dei tempi che verranno:
    http://www.punto-informatico.it/3274088/PI/News/ma...
    Le mani dei Pirati su Berlino
    ...9 per cento dei voti alla versione teutonica del Partito Pirata...

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > > Mi sa che qui c'è bisogno di una lezione di
    > > Italiano...
    >
    > Semmai di latino... Deluso

    Il fatto che una determinata frase in latino sia usata con un certo significato dentro un'altra lingua, implica, per spiegarla, che si debba fare una lezione in quella lingua e non in latino.
    Per esempio negli USA si dice "quid pro quo" per dire "do ut des" e se dovessi spiegare a una classe di Americani il significato che gli Americani danno a "quid pro quo", lo faresti in Inglese e nei canoni della lingua parlata da quelle parti.
    Manco le basi...

    > > Il copyright sarà morto de facto quando
    > nessuno
    > > avrà più interesse a farlo rispettare
    >
    > E difatti è proprio così!
    >
    > Al 99.9% dell'Umanità del copyright non gliene
    > può fregare di meno e Internet, per la prima
    > volta nella storia, ha permesso a tutti di
    > accedere alla
    > Conoscenza.

    Convinto te, convinti tutti...
    Io resto dell'idea che sottovalutare un nemico porta inevitabilmente alla sconfitta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: r.j.
    > Continuare a ripetere una cosa non la fa
    > diventare
    > vera

    Perciò smettetela di chiamare ladro chi scarica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Perciò smettetela di chiamare ladro chi scarica.

    Mai chiamato nessuno con nessun epiteto
    La paranoia è una brutta bestia...
    non+autenticato
  • "due minuti di tempo per trovare su Google il padre del libro "

    Questi cialtroni dicono a google di smettere di indicizzare e digitalizzare libri, e poi per dimostrare che non possono cercano informazioni indicizzate su google? Ma se google non avesse indicizzato, non avrebbero potuto trovare le informazioni che gli permettono ora di abbaiare.. quindi non avrebbero abbaiato affatto.Sorride
    non+autenticato