Microsoft conferma: guerra a Google

Dopo l'accavallarsi di indiscrezioni e i primi avvistamenti in rete del suo MSNBot, un ricercatore del big di Redmond spiega: stiamo mettendo i migliori cervelli attorno ad un tavolo per fornire un servizio migliore del migliore

Roma - Assumere le migliori teste del settore, metterle attorno ad un tavolo con ricercatori e sviluppatori e tirar fuori un progetto per motore di ricerca e indice web capace di competere con Google, il mattatore. C'è questo e nientemeno nei piani di Microsoft che, dopo una serie di indiscrezioni, voci e supposizioni, vengono ora confermati.

"Da quando Yahoo! ha comprato Inktomi, Bill ha deciso che avevamo bisogno del nostro strumento". Così Jennifer Tour Chayes, che guida il Theory Group di Microsoft, ha parlato ieri ai reporter richiamati dal quinto Congresso internazionale su "Industrial and Applied Mathematics". Proprio il Theory Group può contare su matematici e scienziati di altissimo livello.

Chayes ha confermato che Microsoft sta sviluppando e brevettando una serie di algoritmi che saranno necessari all'azienda per rimpiazzare definitivamente per i propri servizi web i sistemi di Inktomi. Algoritmi e sviluppo che nel tempo potrebbero fornire a Microsoft il necessario per battagliare con Google.
Jennifer ChayesCiò su cui punta Microsoft, stando a quanto dichiarato da Chayes, non è però soltanto l'ampliamento delle funzionalità di ricerca ma anche la realizzazione di nuove tecnologie di filtering. "Mano a mano che i computer si diffondono - ha spiegato la ricercatrice Microsoft - saremo assediati (dall'informazione, ndr.) anche quando camminiamo. Per avvantaggiarci di tutto quello che l'IT ha da offrire, avremo bisogno di un filtro. Non potremo avere un segretario che filtra per noi tutto quello che arriva, abbiamo bisogno di una soluzione teorica".

Come si ricorderà a giugno un crawler Microsoft era stato avvistato in rete, una notizia che ha ulteriormente accelerato i rumors attorno alla nuova creatura dell'azienda. Va detto, comunque, che Chayes non ha parlato di tempi di realizzazione del nuovo progettone ma, anzi, ha descritto un piano di sviluppo pluriennale che legherà indissolubilmente le nuove tecnologie via via sviluppate con le piattaforme software dell'azienda e i web services.
TAG: mondo
281 Commenti alla Notizia Microsoft conferma: guerra a Google
Ordina
  • ...perché Google nasce come motore di ricerca e rimane fedele alla sua identità.

    La Microsoft invece punta sempre alla stessa cosa: dominio completo del mercato Internet.
    Il suo motore di ricerca non sarà cioè orientato a fornire il migliore strumento possibile per l'utente, ma ha promuovere la visone di Microsoft di Internet e legare l'utente, i suoi amici, e i suoi colleghi ai suoi prodotti, che saranno fortemente integrati con tale motore di ricerca.
    Insomma, un po' come accade con Internet Explorer, MSN, Media Player... purtroppo l'utente medio è pigro e ignorante e cade facilmente nelle trappole di Microsoft.

    Elf Qrin -- www.ElfQrin.com
    non+autenticato
  • Ciao,
    sicuramente Google non è imbattibile e sicuramente in futuro nasceranno prodotti migliori ma per ora non si può negare che per ricercare materiale uno dei motori migliori sia google.
    In questo momento Google fruisce del data base di dmoz.org che è un progetto ampio che non coinvolge solo l'italia ma USA, Europa etc...

    Un motore di ricerca deve avere alla base una buona programmazione e nessuno nega che B.G. possa fornire uno staff attento e preparato alle necessità del mercato ma credo che ci vorranno almeno un paio di anni prima che sia competitivo e che rappresenti una seconda o meglio una prima scelta.

    Google in questo momento ha delle directory ben strutturate e ben organizzate e nonostante c'è chi ritenga che gli editor inseriscano i siti a "modo loro" non è così, c'è una policy da seguire e forse chi segnala i siti dovrebbe prima di tutto evitare di mandare pagine interne, mirror o altro e forse il lavoro sarebbe più veloce.

    Il mercato dei motori di ricerca in questo momento è ben sviluppato ma non amo esser presa in giro quando faccio una ricerca bekko un sito e poi vedo pagina in costruzione non può essere che il dio denaro permetta di inserire in motori importanti IN COSTRUZIONE.
    non+autenticato
  • Non capisco di cosa tu stia parlando.

    Mi sa che lavori per Microsoft....
    non+autenticato
  • Sbagliato,
    rileggi che è meglio
    non+autenticato
  • Microsoft gioca sporco in 2 maniere:
    1) enciclopedie e altri software compatibili solo con windows 95/98/ME cambio windows non li posso più usare devo gettarli e comperarne di nuovi.
    2) molti software non funzionano con windows 98/me per motivi di incompatibilità e cosi sono costretto a cambiare windows.
    Mettete insieme le 2 problematiche e che succede? Auguri se dovete fare assistenza informatica! Ammeno che uno non usi il computer solo per una determinata cosa sta sicuro che sti problemi si sentono e anche molto! Strano! Dovrebbero esser sentiti più con LINUX! E allora perchè pagare un sistema operativo se sono obbligato poi a cambiarlo e a pagarne un altro? Non è giusto che io paghi solo per imparare ad usarlo ?? Linux in un certo senso funziona cosi.
    Tutti lo possono provare poi c'è chi paga qualcuno , che chi perde il suo tempo per imparare. Voi che ne pensate?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Microsoft gioca sporco in 2 maniere:
    > 1) enciclopedie e altri software compatibili
    > solo con windows 95/98/ME cambio windows non
    > li posso più usare devo gettarli e
    > comperarne di nuovi.
    > 2) molti software non funzionano con windows
    > 98/me per motivi di incompatibilità e cosi
    > sono costretto a cambiare windows.
    > Mettete insieme le 2 problematiche e che
    > succede? Auguri se dovete fare assistenza
    > informatica! Ammeno che uno non usi il
    > computer solo per una determinata cosa sta
    > sicuro che sti problemi si sentono e anche
    > molto! Strano! Dovrebbero esser sentiti più
    > con LINUX! E allora perchè pagare un sistema
    > operativo se sono obbligato poi a cambiarlo
    > e a pagarne un altro? Non è giusto che io
    > paghi solo per imparare ad usarlo ?? Linux
    > in un certo senso funziona cosi.
    > Tutti lo possono provare poi c'è chi paga
    > qualcuno , che chi perde il suo tempo per
    > imparare. Voi che ne pensate?

    mettiti nei panni di chi usa MacOSX, che ha dovuto ricomperare TUTTO il software col passaggio da OS9 a OSX.
    Per quanto riguarda la compatibilità tra i windows, mai avuto problemi, certo se installi applicativi "pensati" per NT è ovvio che se hai Win98 ti ciucci i diti ma non è colpa di win.
    non+autenticato
  • io uso mac OSX ma non ho dovuto ricomperare niente il vecchio sw gira ancora, funziona anche word 4 che era stato fatto per il 68030 emulato per il power pc e ora su emulatore OS9 insomma emulato due volte e va che e` una scheggia nonostane la targa M$
    non+autenticato
  • un tavolo quelli si mettono d'accordo su come spillarti piu' soldi possibile e darti il meno possibile... tanto l'M$ i soldi li ha e comeA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    Comunque basterebbe un motore di ricerca che facesse "girare" i siti alle prime posizioni di determinate chiavi e non proponesse sempre gli stessi. Deluso

    Ma credo che l'M$ mettera' tutto a pagamento.
    non+autenticato
  • Credo che sarà molto difficile competere con google in questo momento perchè le Directory di Google sono curate da tantissimi editor volontari sparsi in tutto il mondo di preciso non so di cosa si tratti ma sembra un progetto molto ben strutturato.
    Sui motori di ricerca in generale dico che i costi di indicizzazione sono troppo elevati.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Credo che sarà molto difficile competere con
    > google in questo momento perchè le Directory
    > di Google sono curate da tantissimi editor
    > volontari sparsi in tutto il mondo di

    C'e' un motore di ricerca gestito da volontari da tutto il mondo a cui google si rifa' ma e' un gran casino, spesso non aggiornato e "castrato" dalle scelte di questi volontari di non indicizzare alcuni siti.

    > preciso non so di cosa si tratti ma sembra
    > un progetto molto ben strutturato.

    "Per il momento mi sembra solo un gran casino"

    > Sui motori di ricerca in generale dico che i
    > costi di indicizzazione sono troppo elevati.

    Credo che uno dei problemi piu' grossi sono i siti che vogliono ottenere i primi posti nei motori, per puri scopi commerciali, anche per keywords che non hanno minimanente a che fare con i contenuto dei siti stessi.

    Questo fa incavolare utenti e amministratori dei varii motori.
    I motori di ricerca inoltre non si aggiornano spesso come facevano un tempo e ogni ricerca riporpone sempre gli stessi siti anche se eseguita a distanza di molto tempo.

    Occorerrebbe un motore che faccia "girare" i siti nelle prime posizioni in modo da dare visibilita' a tutti quelli che la desiderino senza penalizzare o avvantaggiare nessuno.

    Questo far girare le prime posizioni porterebbe gli utenti ad eseguire diverse ricerche sullo stesso argomento e quindi a visualizzare un maggiore numero di banner presenti nelle pagine dei motori e quindi aumentare il guadagno pubblicitario dei motori.

    non+autenticato
  • Sono l'anonimo :- )
    Allora i Volontari possono inserire i siti nelle directory seguendo una policy ben dettagliata non credo che dipenda dal " capriccio " o meno di non inserirlo il sito e che alcune volte c'è chi propone pagine interne, mirror etc...quindi non credo che sia proprio come dici tu.
    L'aggiornamento rispetto al passato è per forza di cose più lento anche perchè internet ha avuto uno sviluppo notevole ed è un medium estremamente vasto dove tutti possono avere un proprio sito.
    Quello che trovo sbagliato è che pagando è possibile indicizzare siti magari ancora in costruzione o vuoti.

    Salve Salvino
    non+autenticato
  • Il problema dei motori di ricerca è che il posizionamento è diventato troppo oneroso e sinceramente come già detto non mi piace fare una ricerca è trovare pagine in costruzione non ha senso.
    Anche se è un servizio a pagamento dovrebbero essere rispettati dei parametri o no ?
    Per quanto riguarda Microsoft o come si scrie Sorride beh credo che chi ha detto che lavoro x loro dovrebbe rileggere i miei post e magari vede che ha letto maluccio Sorride
    In un primo momento secondo me cmq indicizzerà con falità i siti magari non tutti a pagamento ma dopo credo che sarà come detto da te.

    Io per ora uso solo google come motore ed ogni tanto alltheweb.com che per ora sono i migliori.

    Non so ma è un gran caos sui motori di ricerca.
    non+autenticato
  • E poi, naturalmente, quando Microsoft lo userà come motore predefinito di Explorer (già c'è Msn, che fa troppo schifo per competere) qualche troll riuscirà a spiegare come il grande successo del motore deriverà dalle sue doti e non dal fatto che la gente se lo è ritrovata sotto il naso, e senza chiederlo.
    Prima l'SO, poi una fetta altamente remunerativa del parco software, adesso i servizi...
    non+autenticato
  • Microsoft e' attaccata da talmente tanti fronti che non riuscira' ad affronatre con efficacia nessuno dei territori che sta cercando di invadere.
    Ormai ha fatto il suo tempo, le persone cominciano a ricercare la qualita'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E poi, naturalmente, quando Microsoft lo
    > userà come motore predefinito di Explorer
    > (già c'è Msn, che fa troppo schifo per
    > competere) qualche troll riuscirà a spiegare
    > come il grande successo del motore deriverà
    > dalle sue doti e non dal fatto che la gente
    > se lo è ritrovata sotto il naso, e senza
    > chiederlo.
    > Prima l'SO, poi una fetta altamente
    > remunerativa del parco software, adesso i
    > servizi...

    insomma qualsiasi cosa che fa microsoft è sbagliata ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > insomma qualsiasi cosa che fa microsoft è
    > sbagliata ?

    A parte che ultimamente Microsoft sta collezionando tutta una serie di condanne e di perdite sul lato legale; questo fatto dovrebbe già farti capire che, ultimamente, qualsiasi cosa microsoft faccia è proprio sbagliata (quando non apertamente condannata)

    Ma nel caso specifico segnalato dal commentatore,
    forzare monopolisticamente i consumatori a usare il proprio strumento di ricerca è una palese violazione delle norme antitrust USA e EU.



    non+autenticato
  • ... mi chiedevo se e' solo una battaglia
    contro google o anche contro il SO sul
    quale google gira?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... mi chiedevo se e' solo una battaglia
    > contro google o anche contro il SO sul
    > quale google gira?

    ciao!
    Google, di cui PI si occupa da mooolti anni e da prima che diventasse.. quel che e'!

    (prima era http://google.stanford.edu/ )Ficoso

    Non solo "gira" su Linux, ma ha una storia molto simpatica che puoi trovare in questo articolo di piu di tre anni fa..

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=31420

    ciao!

    LucaS
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)