Mauro Vecchio

Asta frequenze, operatori a nervi tesi?

L'incasso complessivo nell'asta per l'assegnazione delle frequenze dedicate alle nuove reti radiomobili ha superato i 3,3 miliardi di euro. Mentre un misterioso operatore ha espresso dubbi sull'assegnazione di due blocchi a H3G

Roma - L'importo totale è cresciuto di circa 1 miliardo di euro rispetto alle offerte iniziali, poco più di 27 milioni dallo scorso venerdì. ╚ così tornata ad infiammarsi l'asta che porterà all'assegnazione delle frequenze dedicate alle reti radiomobili di nuova generazione, portando l'incasso complessivo a superare i 3,3 miliardi di euro.

E sono stati ovviamente i lotti in banda 800 Mhz a farla da padrone, per un incasso totale che ha sfondato la quota dei 2,7 miliardi di euro. Risultati forse inattesi, probabilmente scatenati anche dai milioni messi sul piatto dall'operatore H3G nel tentativo di strappare almeno un lotto a Wind. Una condotta aggressiva, che avrebbe innervosito parecchio i contendenti in gara.

Stando infatti ad un recente articolo pubblicato da MF-Milano Finanza, un misterioso operatore in gioco avrebbe scritto al ministero dello Sviluppo Economico chiedendo lumi sulle condizioni per l'attribuzione a 3 Italia di due blocchi di frequenze, sul perché siano stati dati in opzione all'operatore arrivato per ultimo nel mercato. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàContrappunti/ Miele, briciole e tesorettidi M. Mantellini - Destinare il tesoretto derivato dall'asta delle frequenze allo sviluppo della rete? Briciole su cui si avventeranno uno sciame di attori. Col risultato di perpetuare la realtÓ attuale
  • BusinessAsta frequenze, quota 3 miliardiLievita l'incasso complessivo nella gara per l'assegnazione delle frequenze dedicate alla rete radiomobile di nuova generazione. Telecom Italia e Vodafone in pole per due lotti ciascuno a 800MHz
5 Commenti alla Notizia Asta frequenze, operatori a nervi tesi?
Ordina