Mauro Vecchio

Opera, un tuffo nelle applicazioni mobile

La software house norvegese acquisisce la piattaforma Handster, specializzata nella distribuzione di app mobile. Un tentativo di trasformarsi da mera browser company in societÓ di servizi in mobilitÓ

Roma - Ad annunciarlo è stato un comunicato stampa apparso sul sito ufficiale di Opera. L'azienda norvegese ha così ufficializzato l'avvenuta acquisizione di Handster, piattaforma statunitense specializzata nella distribuzione di applicazioni mobile.

Lo stesso CEO di Opera Lars Boilesen non ha certo nascosto gli ultimi obiettivi strategici della software house europea: trasformarsi da browser company in una azienda maggiormente orientata verso i servizi in mobilità.

E lo farà anche grazie al contributo di Handster - mistero sul valore dell'acquisizione - uno dei principali canali di vendita delle applicazioni basate su Android. Operativa negli Stati Uniti e in Ucraina, la piattaforma di Handster prevede il supporto anche per Symbian e Windows Mobile. (M.V.)
Notizie collegate