Chi capisce la tecnologia?

Se lo è chiesta AMD che, in un'indagine che ha coinvolto migliaia di consumatori, ha tentato di valutare l'impatto della terminologia e della complessità di utilizzo che caratterizzano il mondo dei computer. Ecco cosa emerge

Sunnyvale (USA) - Il principale ostacolo all'utilizzo delle nuove tecnologie, lo stesso che determina la scarsa predisposizione dei consumatori ad acquistare nuovi PC o dispositivi hi-tech, è data dalla complessità troppo elevata dei prodotti e dalla difficile terminologia adottata nel mondo dei computer. E' questa la conclusione a cui è giunta una recente indagine internazionale della Global Consumer Advisory Board (GCAB) di AMD, il cui obiettivo era quello di misurare la conoscenza di una serie di termini e prodotti tecnologici da parte dei consumatori, oltre alla percezione di questi e le relative intenzioni di acquisto.

Secondo la ricerca, commissionata a MetaFacts, molti potenziali acquirenti non comprendono il linguaggio dell'industria tecnologica e rinunciano all?acquisto quando si trovano di fronte a prodotti e terminologie complessi.

Lo studio ha coinvolto oltre 1.500 consumatori tra Cina, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti e ha evidenziato come solo il 3% degli intervistati sia stato capace di rispondere correttamente a un quiz sulla terminologia tecnica, che comprendeva voci come "MP3", "megahertz" e "Bluetooth". Solo più della metà degli intervistati (65%) ha identificato il giusto significato di "megahertz" fra le tre possibili definizioni proposte. Anche tra i più esperti, ovvero coloro che sono stati in grado di identificare correttamente più di 7 termini su 11, solo poco più di un terzo è riuscito a indicare la giusta definizione di digital video recorder (DVR).
L'indagine dimostrerebbe, secondo AMD, come le persone meno esperte (quelle cioè che hanno identificato correttamente 6 termini o meno) siano anche quelle più propense a rinunciare all'acquisto di prodotti tecnologici. Il 47% dei meno esperti ha dichiarato di non essere attualmente interessato all?acquisto di fotocamere digitali a causa della loro complessità.
Inoltre, per fare un altro esempio, il 40% dei più esperti ha affermato di non voler comprare un PDA (Personal Digital Assistant) perché lo giudica troppo complicato da utilizzare.

La configurazione è un ulteriore motivo di preoccupazione: quasi la metà degli intervistati (46%) ha dichiarato di non acquistare nulla che sia troppo complicato da configurare; quasi due terzi (62%) concorda nel dire di voler "acquistare prodotti che funzionano senza dover dedicare troppo tempo alla configurazione".

"Solo negli Stati Uniti le aziende high-tech spendono ogni anno più di 10 miliardi di dollari pubblicizzando le caratteristiche e le performance dei propri prodotti. Tale investimento non viene però sfruttato adeguatamente quando, ad esempio, poco più della metà degli utenti di PC con cui abbiamo parlato non sanno cosa significhi il termine "megahertz" impiegato nella maggior parte delle inserzioni pubblicitarie che trattano di personal computer", ha osservato Patrick Moorhead, chairman della GCAB e vice president of corporate marketing di AMD. "Il settore tecnologico deve semplificare il proprio vocabolario affinché i consumatori di tutto il mondo possano comprendere meglio i vantaggi che la tecnologia è in grado di portare nella loro vita".

Dallo studio emerge poi che il PC svolge un ruolo chiave nello spingere i consumatori verso l?acquisto di altri prodotti tecnologici di fascia consumer. Per esempio, l'87% di coloro che intendono acquistare un DVR nei prossimi 12 mesi ha un PC per la casa, un fattore che è in comune con l'80% di coloro che hanno espresso l'intenzione di comprare un lettore DVD nei prossimi 12 mesi.

AMD GCAB pubblica sul proprio sito un test sulla complessità e sulla terminologia tecnologica a cui possono partecipare tutti.
TAG: mercato
44 Commenti alla Notizia Chi capisce la tecnologia?
Ordina
  • Scusate la banalità, ma non si potrebbe risolvere tutto con doppie caratteristiche tecniche?
    Mi spiego:
    Caratteristiche tecniche (semplici):
    pc per la casa
    Caratteristiche tecniche (avanzate)
    processore a tot
    tot di ram
    tot di disco
    ...

    Ovviamente basandosi solo su quelle semplici si rischia di prendere delle fregature, come del resto se io andassi a comprare delle pentole o chessò io...
    C'è chi si lamenta delle troppe sigle e non VUOLE imparare, o non ha tempo? Benone io ti dico secondo me cosa ti serve, ti faccio risparmiare il tempo e la fatica di informarti, non ti sommergo di sigle e ti do il pc già configurato con i link sul desktop, poi però non lamentarti di quello che ti appioppo. Come si è visto alle jene, se un caldaista mi viene a dire che s'è roootto il checcavolaccionesò, mi fido, pago e basta. Non vedo perchè non debba essere così anche in informatica.

    *-*-*-*-*-*La mia non vuole esere una provocazione o un'offesa, si accettano commenti*-*-*-*-*
    non+autenticato
  • Oggi tutti i lamer che frequentano i forum di P.I. possono fare il test e scrivere qui che hanno risposto correttamente a tutte le domande sentendosi dei grandi. Siete dei LAMERONI!
    non+autenticato
  • Ciao a tutti!

    Da un lato gli oggetti diventano sempre piu' complessi e ricchi di funzioni per lo piu' inutili per convincere della necessita' dell'upgrade e dall'altro ci si lamenta se la gente non li compra perche' li giudica troppo complicati e difficili da usare e configurare?

    Ma il bello e' che terminologie sempre piu' complesse e direi anche accattivanti, sono necessarie per convincere sulle maggiori prestazioni e quindi della necessita' dell'upgrade.

    Dall'altro lato pero' poi in queste statistiche si chiede semplificazione o comunque il nascondere termini e altre caratteristiche per invogliare all'acquisto.

    Eppure gia' adesso persone con un minimo di conoscenze tecniche hanno numerose difficolta' a trovare i documenti con le caratteristiche tecniche dettagliate che le possano aiutare a capire se e' realmente buono, se compatibile col proprio sistema operativo o hardware e su che chipset si basa l'aggeggio di cui hanno bisogno e che stanno per andare ad acquistare.

    Boh ma mi pare sicuramente un paradosso o anche un po' un'ipocrisia commerciale. Perche' come fai a convincere un consumatore che e' venuto il momento di aggiornare il tuo hardware reso volutamente obsoleto, se non ho argomenti per convincerti? E sigle tecnologiche sono mi pare gli unici argomenti. Perche' una semplificazione degli oggetti e' un nonsenso, chiedere piu' soldi e di aggiornare per un oggetto piu' semplice che senso avrebbe per la nostra razionalita' rispetto all'aggiornare per nuove utilie irrinunciabili caratteristiche?

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
  • Quando il fattore economico diventa preponderante rispetto alle qualità tecniche è normale che succeda ciò che hai scritto.

    Vorrei ricordarti le parole di un famoso(?) imprenditore del quale non faccio il nome :
    'La fiat ? Non capisco, quale è il problema ? sarebbe sufficiente chiamarla ferrari e creare un polo delle macchine di lusso'.

    E' inutile, nel nostro sistema economico conta gente così, gente che ti vende 'scarti' (o altro...) per oro; la tecnica e la conoscenza passano in secondo piano.
    non+autenticato
  • MEEE: A unit of measurement equal to 1 million electrical cycles per second, commonly used to compare the clock speeds of microprocessors

    MEEE: The ability to send and receive text messages (words and or numbers) to and from cellular telephones

    MEEE: A global standard for developing applications over wireless communication networks

    MEEE: A term used in reference to the resolution of a graphics device such as a scanner, digital camera or monitor

    MEEE: A box that records and plays television programs

    MEEE: An audio compression technology that is part of the MPEG-1 and MPEG-2 specifications

    MEEE: A measure of the resolution of printers, scanners and monitors

    MEEE: To save a file on your computer from a remote computer

    MEEE: A method for determining how sharp a displayed image can be

    MEEE: A software program that allows you to view sites on the World Wide Web

    MEEE: A way to connect products to each other without using wires

    MEEE: La fotosintesi clorofilliana!

    LE SO TUTTEEEE!
  • Mi piacerebbe poter impalare questi analisti per 100 km di coste.

    A loro non frega niente della qualità delle conoscenze tecnologiche degli individui. Interessa solo aumentare le vendite.
    Se chi è a digiuno di termini tecnologici acquistasse un PC al mese sarebbero tutti contenti.

    Un po come gli editori quando lamentano che gli italiani leggono pochi libri e/o giornali. Se uno i libri li compra per figura, tenendoli in libreria per le loro statistiche va bene.

    Invece andrebbe spiegato che non è affatto da progrediti aggiornare continuamente i prodotti acquistati. Semmai indice di maturità è saper usare le cose per quel che servono e per quanto funzionano correttamente. Io ho un 486 perfettamente funzionante e per quel che ci devo fare va benissimo, senz'altro non lo sostituirò con un PC più potente. E questo pur conoscendo i significati di parecchi tra parole ed acronimi nel campo elettronico/informatico.

    Ma spiegare questo significa vendere di meno, noh ?

    Crepassero ...

    By
    Abbasso il nanuncolo di Trasta.
    "Fai una buona azione, prendi anche tu il nano di Trasta a calci in cxlo per farlo cadere ancora"
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)