Pirateria, in azione le Fiamme Gialle

A Lodi nuova operazione contro l'uso di software proprietario senza licenza con numerose denunce e sequestri. Un'operazione a cui collabora la Business Software Alliance e che non è ancora conclusa

Roma - Non è ancora terminata l'operazione della Guardia di Finanza nell'area di Lodi, un'operazione antipirateria finalizzata a scovare e denunciare l'utilizzo abusivo di programmi proprietari, installati e sfruttati da professionisti o aziende non in possesso della dovuta licenza.

Ad agire, con il supporto della Business Software Alliance, sono stati gli uomini del Comando Nucleo Provinciale di Polizia Tributaria di Lodi che hanno denunciato 22 persone, la maggior parte dei quali liberi professionisti.

Nel corso dell'operazione, si legge in una nota diffusa dalle Fiamme Gialle, sono stati sequestrati 73 computer e una ventina di Cd-Rom contenenti software contraffatto. In totale erano 191 i programmi utilizzati senza licenza (underlicensing). Nell'insieme, il valore dei dispositivi informatici sottoposti a sequestro supera i 100mila euro.
Le violazioni oggetto dei verbali dei finanzieri prevedono, con la nuova normativa, sanzioni che vanno dai 33mila euro ad un massimo di 320mila euro.

A conclusione della nota, la Guardia di Finanza ha specificato che gli accertamenti proseguiranno anche nelle prossime settimane.

Va detto che negli ultimi mesi le attività di repressione del fenomeno dell'underlicensing si sono moltiplicate. Ad aprile sono state denunciate alcune aziende bolognesi, il mese precedente anche una casa editrice romana e via dicendo.

Nel canale Pirateria e Copyright di Punto Informatico tutte le notizie su questo argomento.
TAG: italia
51 Commenti alla Notizia Pirateria, in azione le Fiamme Gialle
Ordina
  • E' grazie al sottilicenzia...mento (ehhe) che questi signori in realtà si sono arricchiti, perche ci siamo ritrovati tutti quanti sotto il sedere questi mostri tipo millennium e office...
    E ora vogliono il saldo?...
    Speriamo che quei soldi gli facciano fogo... :/:/:/:/
    non+autenticato
  • Scometto che se chiamo le fiamme gialle e li dico di accompagnarmi a fare il giro dei clienti che non i pagano puntuali...

    Senz'altro mi danno la stesso appoggio che hanno dato alla BSA? Deluso
    non+autenticato
  • Sicuramente possono darti alcune lezioni di italiano. Inoltre, ti piacerebbe se i tuoi clienti, oltre a non pagarti ti fregassero le idee oppure i prodotti?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sicuramente possono darti alcune lezioni di
    > italiano. Inoltre, ti piacerebbe se i tuoi
    > clienti, oltre a non pagarti ti fregassero
    > le idee oppure i prodotti?

    A parte che lo fanno gia'A bocca aperta

    Ma il punto e': mi accompagnerebbero dai miei clienti a controllare, come fanno per la BSA, oppure mi manderebbero a quel paese?
    non+autenticato
  • qualunque impresa che abbia il sospetto che altri, in qualche modo, le oppongano concorrenza sleale possono rivolgersi alle autorità. Esiste anche in garante per la concorrenza e il mercato. le software houses non fanno altro che questo perchè copiare (ogni cosa, non solo il software) equivale ad appropriarsi delle loro conoscenze e, a disperdere i loro investimenti. E' come se ti fregassero una partita di merce.
    non+autenticato
  • Nella nostra azienda (medio-piccola in verità) non corriamo rischi di sorta, dato che utilizziamo software "libero" ("Openoffice" in primis, "Mosaico" come gestionale e via discorrendo), riusciamo ad interagire magnificamente con altre aziende che usano, ad esempio, MsOffice e software Cad convenzionali.
    Con un'adeguata campagna informativa, certi episodi di pirateria non si verificherebbero neppure.

    Greg
    non+autenticato
  • freeware sempre - basta che sia microsoft - ora con 5 euro a CD, tutto è possibile
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Nella nostra azienda (medio-piccola in
    > verità) non corriamo rischi di sorta, dato
    > che utilizziamo software "libero"
    > ("Openoffice" in primis, "Mosaico" come
    > gestionale e via discorrendo),

    Bill Gates ti definirebbe antiamericano, anticapitalista, antidemocratico che si rifiuta di sottostare a Word a Office che sono i veri baluardi della liberta'.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Nella nostra azienda (medio-piccola in
    > > verità) non corriamo rischi di sorta, dato
    > > che utilizziamo software "libero"
    > > ("Openoffice" in primis, "Mosaico" come
    > > gestionale e via discorrendo),
    >
    > Bill Gates ti definirebbe antiamericano,
    > anticapitalista, antidemocratico che si
    > rifiuta di sottostare a Word a Office che
    > sono i veri baluardi della liberta'.
    >

    FRANCAMENTE ME NE INFISCHIO, di essere definito antiamericano e anticapitalista: soprattutto nel momento in cui devo fissare il budget del mio reparto (IT) e non devo preoccuparmi più di tanto della voce "software applicativo e gestionale".
    non+autenticato
  • ohhh.
    Poi quando saranno coscienti che le licenze
    si pagano... vedremo chi ridedrà
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ohhh.
    > Poi quando saranno coscienti che le licenze
    > si pagano... vedremo chi ridedrà

    Così forse scopriranno che esiste l'Open Source...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ohhh.
    > Poi quando saranno coscienti che le licenze
    > si pagano... vedremo chi ridedrà

    Ridedremo tutti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ridedremo tutti

    Chi vidra' dedra'...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Ridedremo tutti
    >
    > Chi vidra' dedra'...

    e forse in cul... lo prendedrà...
    trallallero trallallà
    non+autenticato
  • Peggio per le aziende e chiuunque altro si ostini a usare quella roba che si chiama Windows. Chissa' quando impareranno che esiste di meglio (e anche gratis).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ohhh.
    > Poi quando saranno coscienti che le licenze
    > si pagano... vedremo chi ridedrà

    Sinceramente e senza offesa..... mi fai pena.
    L'incapacità di valutare contesto per contesto è palese nel tuo discorso e mostra il tuo grado culturale e il livello di boriosità che hai.
    Un mio amico chiama quelli come te: "gassai" a causa del gas che emettono parlando....
    p.s. anche se rispondi non lo leggo ... di qui non ci passo spesso
    non+autenticato
  • Come fanno a sapere chi possiede software contraffatto? Scelgono a caso le ditte da ispezionare?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come fanno a sapere chi possiede software
    > contraffatto? Scelgono a caso le ditte da
    > ispezionare?

    Ti si stanno stringendole chiappe, eh?
    Dai, disintstalla le 15 versioni di office pirata che hai in ufficio, che se no il prossimo sei tu!
    non+autenticato
  • Il fatto è che nell'articolo non viene detto; non vorrei che si verificasse ciò che è successo recentemente a proposito di un'indagine riguardante il p2p (tipo psicosi collettiva). Tutelare il diritto alla riproduzione va bene, a patto di non ledere gli al tri diritti dei cittadini (privacy etc.)
    non+autenticato

  • > Come fanno a sapere chi possiede software
    > contraffatto? Scelgono a caso le ditte da
    > ispezionare?

    Magari il CoCoCo/interinale della scrivania di fianco alla tua manda una mail alla GdF. Tanto sa benissimo che fra tre mesi lavora da un altra parte Sorride


    non+autenticato
  • Il punto è: se io denuncio un sopruso, devo sudare sette camicie per avere giustizia, mentre ho l'impressione che nel caso delle industrie del software lo stato abbia un occhio di riguardo Occhiolino
    Come dire: 2 pesi e 2 misure (p2m!).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Come fanno a sapere chi possiede software
    > > contraffatto? Scelgono a caso le ditte da
    > > ispezionare?
    >
    > Magari il CoCoCo/interinale della scrivania
    > di fianco alla tua manda una mail alla GdF.
    > Tanto sa benissimo che fra tre mesi lavora
    > da un altra parte Sorride
    >
    Grandissimo!!!! Ottimo Suggerimento per la "lotta di classe"

    Precari di tutto il mondo unitevi!Costruite un nuovo movimento operaio,ricostituiamo l'unita di classe
    Denunciate i "padroni" per la 626(alle ASL), per il software pirata(alla GdF), per le bugie che vi fanno dire ai clienti(Assoconsumatori,Codacons,stampa), o meglio rifiutatevi di dirle,per irregolarita fiscali (GdF), perche siete COCOCO e vi danno un orario fisso di lavoro (Ispettorato del Lavoro)

    rendete poco conveniente ill precariato ai padroni...estendiamo i diritti obblighiamoli all'assunzione vera e propria


    OpenCurcio
    *** Proletari di tutto il mondo unitevi ***

    non+autenticato
  • ma basta Dio santo, non sprechi occasione
    per buttarla in politica Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Grandissimo!!!! Ottimo Suggerimento per la
    > "lotta di classe"
    >
    > Precari di tutto il mondo unitevi!Costruite
    > un nuovo movimento operaio,ricostituiamo
    > l'unita di classe
    > Denunciate i "padroni" per la 626(alle ASL),
    > per il software pirata(alla GdF), per le
    > bugie che vi fanno dire ai
    > clienti(Assoconsumatori,Codacons,stampa), o

    [cut]

    > rendete poco conveniente ill precariato ai
    > padroni...estendiamo i diritti obblighiamoli
    > all'assunzione vera e propria

    Esatto! E quando tutte le ditte saranno chiuse non ci sarà più bisogno di lavorare!
    Che bello!!!
    non+autenticato
  • Penso proprio di sì,i controlli della GdF presso le aziende possono essere benissimo casuali come i controlli fiscali del resto
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)