Telefonia, gli italiani siano contenti

Questo il senso della relazione del presidente dell'Autorità TLC Enzo Cheli, secondo cui le tariffe continuano a scendere. Telecom rimane dominante e Tronchetti Provera provoca: mica possiamo distruggere le nostre reti per non dominare più

Telefonia, gli italiani siano contentiRoma - Negli ultimi cinque anni le tariffe della telefonia e della connettività sono scese del 30,5 per cento. Questo il cuore della relazione annuale del presidente dell'Autorità TLC, Enzo Cheli, secondo cui lo scenario delle TLC italiane deve indurre all'ottimismo anche se permangono zone d'ombra.

La zona d'ombra si chiama Telecom Italia, o meglio il suo ruolo sul mercato, una posizione dominante fortemente criticata dagli altri operatori e che in alcuni settori, come la telefonia fissa, è preponderante. Secondo Cheli ci sono pochi competitor "effettivamente in grado di sfidare Telecom Italia", operatori che secondo il presidente dell'Autorità sono comunque capaci di "erodere la posizione dell'incumbent".

A latere della presentazione il capo di Telecom, Marco Tronchetti Provera, ha reagito affermando che "non possiamo distruggere le nostre reti per non essere dominanti. L'importante è che le regole per l'accesso permettano la concorrenza, e questo è quello che con i dati l'Autorità ha dimostrato".
I dati di cui parla Tronchetti Provera descritti da Cheli sono quelli di 3 milioni e mezzo di utenti che usano la preselezione dei competitor dell'azienda e più di 250mila utenti che sfruttano l'ulimo miglio. Anche il canone, secondo Cheli, si allinea con le tariffe di prossima approvazione al più basso livello europeo.

Si tratta di numeri che non convincono però la concorrenza. Secondo Andrea Filippetti, amministratore delegato di Tele2, "c'è ancora molto da fare sul mercato dell'accesso: in molti Paesi d'Europa, per esempio, c'è la possibilità di vendere canone all'ingrosso". Anche i consumatori non sembrano convinti. L'ADUC, nel sottolineare che la rete infrastrutturale di cui parla Tronchetti Provera è stata costruita con i soldi dei contribuenti, ha attaccato: "E' un successo il fatto che un operatore paghi al suo principale concorrente l'affitto dell'ultimo miglio, la cui proprietà è stata ereditata (da Telecom, ndr.) quando la rete fu costruita in regime di monopolio assoluto, quindi di proprietà di tutti i contribuenti?".

In ogni caso, il mercato telefonico gestito da Telecom Italia secondo l'Autorità è sceso a quota 70,8 per cento e, è stato ricordato ieri, l'Antitrust ha aperto una istruttoria per capire se da parte di Telecom vi sia abuso di posizione dominante.

Parlando di mercato di telefonia fissa e mobile, internet compresa, secondo l'Autorità il valore complessivo 2002 ha superato quota 31,2 miliardi di euro, con una crescita del 3,3 per cento rispetto all'anno precedente. Per il 2004 la crescita prevista è di un altro 4,6 per cento. Se aumentano tutti i comparti con l'eccezione della fonia (- 0,1 per cento) ad aumentare più di ogni altra cosa è l'accesso ad internet, cresciuto del 29,3 per cento in termini di valore. Su questo fronte da segnalare una crescita dei servizi a banda larga, del wi-fi e di quelli GPRS. Per vedere i primi risultati dell'UMTS, invece, secondo l'Autorità bisognerà attendere il 2005, quando si prevede che vi saranno tra i 6 e gli 11 milioni di utenti di telefonia mobile di terza generazione.

Per proseguire nella liberalizzazione e nei conseguenti vantaggi per il mercato e gli utenti è tra le altre cose necessario, secondo Cheli, "incentivare nella regolazione gli investimenti nelle reti da parte degli operatori alternativi" e "accentuare l'azione di vigilanza sui punti caldi della competizione, quali quelli relativi al pieno rispetto delle regole imposte per i passaggi della clientela".

Nella relazione, Cheli ha anche affrontato a lungo la questione del mercato televisivo, di cui ha tracciato un bilancio sostanzialmente positivo. L'intera relazione sarà disponibile nelle prossime ore sul sito dell'Autorità: http://www.agcom.it/attivit_.htm.
TAG: mercato
62 Commenti alla Notizia Telefonia, gli italiani siano contenti
Ordina
  • quando penso che in usa una linea adsl(2 Mbit) 2 anni fà costava la bellezza di 7,5 dollari al mese e io invece spendevo 160.000 al mese per una merdosa 640

    poi non parliamo della telefonia mobile
    difficile capire come mai siamo il paese in europa con il più alto numero di telefoni e contratti(e non di poco) ma abbiamo sempre avuto(e avremo) i prezzi + cari(e non di poco)

    è proprio vero che le regole dell'economia in italia non sono così scontate
    non+autenticato
  • Ho chiesto la linea e la connessione Adsl a Settembre.
    La linea me l? hanno installata a fine dicembre (29 o 30 Dicembre)
    Sono stato a casa per ben tre volte ad aspettarli, ma non si è presentato nessuno (ho perso tre giorni di lavoro)
    Ho ricevuto una bolletta truffa a metà marzo per colpa, dicono loro, di connessioni ad un numero 709 che io non ho mai fatto! (a me non è comparsa nessuna icona e non mi si è generato alcun numero strano?.avevo un programmino spagnolo ?Check dialers?e un modem esterno molto rumoroso)
    In bolletta ci sono anche telefonate fatte dal mio apparecchio a numeri speciali.
    Informatomi, mi hanno riferito che si tratta di numeri 899.
    Alcune sono di pochi centesimi, altre addirittura 5 Euro per 2 secondi di conversazione!
    Cos?è? (Io il telefono lo uso solo per collegarmi in rete!!)
    Quando ho chiamato il 187 per capire meglio l?accaduto sono venuto a conoscenza di essere magicamente diventato un cliente Wind-Infostrada.
    Chiamo la Wind e L?operatore mi informa che per loro il telefono ha un intestatario diverso.
    Mi dicono anche che per loro la Telecom mi ha dato un numero riciclato, da qui i problemi.
    Sono stato per ben 10 giorni senza linea e ancor più grave senza che nessuno sapesse dirmi il perché
    (anche qui sono rimasto a casa ad aspettarli per ben 4 volte, ma non si è presentato nessuno).
    La cosa grave che ti danno un appuntamento ma non vengono.
    Dopo ennesime sollecitazioni e tanto sangue amaro la linea è magicamente tornata senza che nessuno mi spiegasse quale fosse stato il problema.
    Anche per l?invio del pacco Alice (adsl) mi hanno dato 3 appuntamenti a vuoto. La cosa vergognosa e che il giorno prima dell?appuntamento mi chiamavano anche per darmi conferma.
    Dopo sette mesi mi arriva il pacco (consegnatomi da un pony express)
    Il modem adsl che mi hanno recapitato ha un attacco di nuova generazione (USB) che il mio computer essendo vecchio di 5 anni non ha.
    Ho dovuto comprare una scheda da adattare al computer che si è rivelata incompatibile. Ho dovuto cambiare la scheda madre e il processore. In poche parole ho dovuto comprare un computer nuovo.
    Ma nonostante tutto il modem non và. (me ne hanno cambiati tre fino ad ora)
    Dopo quasi un mese continua a non funzionare (anche qui stessa storia, appuntamenti e rassicurazioni, ma non si vede mai nessuno).
    Non esiste un responsabile in Telecom o almeno non è raggiungibile da un povero stronzo come me.
    Ho dovuto sopportare l?ignoranza totale e in alcuni casi l?arrogante incapacità degli operatori Telecom del 187. Un vero schifo!!
    La maggior parte non sa?..e se ne fotte!!
    Alcuni non sanno, ma pur di dirti qualcosa sparano un mare di cazzate!
    Ho un? attività commerciale e di conseguenza un sito internet con vendita on- line sono più di un mese che il suddetto sito è abbandonato, non potendo collegarmi in rete non ho più sue notizie.
    Quando ho richiamato giorni fa per vedere se qualcuno potesse almeno dirmi perché la mia connessione non funziona ho scoperto che il mio telefono è nuovamente morto.
    Sto scrivendo un libro sull'accaduto...manca il finale! (non so ancora se intraprendere un'azione legale, se riportargli modem filtri e telefono e menare qualcuno o pregare Dio che tutto si risolva)
    Viviamo in un paese dove ci meravigliamo quando rispettano i nostri diritti e ci rassegniamo quando subiamo "inculate" clamorose!
    Mr.Nice
    non+autenticato
  • Per caso vai in giro vestito di nero con un gufo sulla spalla? Tocchiamoci...
    non+autenticato
  • Sono cliente Omnitel, e le nuove tariffe sono più care in tutto rispetto alle vecchie di quando c'era la vera concorrenza:
    Sms che costano 12 centesimi (contro le 200 lire di una volta)
    you & me a 15 centesimi (contro 195 lire di una volta)
    Telefonate + care (rispetto ai piani tariffari analoghi di una volta)
    Io ovviamente ho la tariffa "di una volta", cioè 2 o 3 anni fa, anche se il cell ce l'ho da più tempo.
    Paradossalmente c'è più concorrenza quando c'erano 2 gestori che non quando son diventati 3... e blu, l'unica azienda innovativa e ancora aggressiva, l'han fatta fuori in quattro e quattr'ottoTriste
    Di questo nessuno parla?
    Tanto paghiamo noi, vero?
    non+autenticato
  • Era tanto difficile da capire ????

    politici corrotti ....
    imprenditori scaltri ...

    ...

    Perche' il piu' grosso probblema in itaglia e' ....


    IL TRAFFICO !!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)