Mauro Vecchio

Yahoo!, vendita in viola?

Un memo scritto dal founder Jerry Young non ha scartato l'ipotesi di accettare misteriose offerte per l'acquisto degli asset del colosso di Sunnyvale. Che ha assoldato una società specializzata in investimenti

Roma - Le voci si erano fatte sempre più insistenti, levatesi all'unisono in seguito al licenziamento dell'ormai ex-CEO Carol Bartz. Il founder di Yahoo! Jerry Young ha ora scritto una significativa missiva a tutti i dipendenti del colosso di Sunnyvale, di fatto paventando la concreta possibilità di vendere i principali asset della società in viola.

Un prezioso memorandum finito in Rete, partito dalle più ferme intenzioni di crescita da parte del Consiglio d'Amministrazione di Yahoo!. Ma al di là dei numeri - 680 milioni di utenti in tutto il mondo per l'azienda statunitense - è emerso il nome della società di investimenti Allen & Company.

Una "scelta logica" - come l'ha definita Yang - per aiutare Yahoo! a risollevarsi dopo le recenti difficoltà strategico-finanziarie. Nessuna novità rivoluzionaria, solo l'intenzione di vagliare la miglior soluzione possibile. Ed è proprio qui che sono entrati in gioco misteriosi soggetti terzi, che avrebbero mostrato interesse verso gli asset del colosso in viola. (M.V.)
Notizie collegate
  • BusinessCarol Bartz e l'addio dei veleniBuonuscita stellare per l'ex-CEO di Yahoo!, che dovrebbe ricevere intorno ai 14 milioni di dollari dopo il suo allontanamento dalla Board of Directors. A Forbes un'intervista al vetriolo contro i vertici dell'azienda in viola
  • BusinessYahoo!, ricerca e pubblicità in caloRistagna il fatturato di Sunnyvale. In attesa che l'accordo con Microsoft e il riassetto del settore advertising diano i loro frutti
3 Commenti alla Notizia Yahoo!, vendita in viola?
Ordina