Roberto Pulito

Microsoft e lo smartphone componibile

Depositato il brevetto di uno smartrphone Windows Phone modulare, da assemblare con accessori vari a discrezione dell'utente

Roma - Anche se gli smartphone nascono come compatti dispositivi all-in-one da tenere nel taschino, è possibile espandere l'hardware con accessori e docking station di ogni tipo. Chi non ama scrivere con la tastiera virtuale del touchscreen può ad esempio acquistarne una fisica e chi sente la mancanza del vero joypad può trasformare il telefono in una sorta di console.

Dato che l'ampia superficie dedicata al display non lascia molte alternative, i laboratori Microsoft propongono un concept di smartphone completamente assemblabile. Un device modulare pronto ad aggiungere o rimuovere componenti a seconda della situazione.

Il brevetto dello smartphone componibile (datato 2010) mostra diverse parti smontabili e integrabili, tra tastiera, gamepad e un misterioso secondo touchscreen. Gli accessori in questione possono essere ospitati, a turno, nel classico slot a scorrimento dove solitamente alloggia la tastiera QWERTY.
Controller per videogame e tastiera fisica possono funzionare anche a distanza, sfruttando un collegamento wireless. Nell'elenco degli accessori extra spicca anche una batteria d'emergenza, pensata per supportare quella integrata. Sarà questo il Windows Phone del futuro?

Roberto Pulito
Notizie collegate
12 Commenti alla Notizia Microsoft e lo smartphone componibile
Ordina