Claudio Tamburrino

E-reader, un mercato incandescente

Mentre e-ink scommette ancora sull'e-paper, Amazon insegue iPad e incalza Nook Color. Giovedė dovrebbe fare il suo debutto il tablet di Jeff Bezos: nome in codice "Fire"

Roma - eInk Holding, uno dei principali produttori di schermi e-paper, guarda in prospettiva al mercato degli ebook reader e nel 2011 conta di raggiungere le 25-30 milioni di unità vendute, con un incremento notevole nel terzo trimestre.

Proprio dalla seconda metà del 2011, infatti, i suoi clienti esordiranno con nuovi modelli di e-reader e anche per questo le previsioni di vendita parlano di 1,5 unità per ogni device di questo tipo venduto nella prima metà dell'anno (un totale di circa 11,4 milioni di unità).

A farla sempre da padrone è peraltro Amazon Kindle, che nel secondo trimestre detiene il 51,7 market share (rispetto al 53 per cento del periodo precedente). A seguire vi è Barnes&Noble che con il Nook detiene il 21,2 per cento, in calo dal 23 per cento nel periodo precedente.
Accanto a loro, naturalmente, vi sono altri produttori, con Pandigital al terzo posto con una percentuale compresa tra il 5 e il 6 per cento, Sony al quarto con circa il 3,8 per cento e Kobo scesa dal 3,2 all'1,8 per cento di market share: tutti hanno possibilità di veder crescere la loro fetta con un mercato in espansione.

Sempre che sappiano approfittare celermente dell'espansione di mercato, su cui i grandi stanno già puntando: si stanno concretizzando le ipotesi che volevano Amazon alle prese con il lancio di un tablet Android targato Kindle, un prodotto che si discosterebbe dagli e-reader classici ma che risponderebbe almeno in parte, come Nook Color, alle necessità di lettura dei periodici (in particolare per quanto riguarda le riviste), puntando al contempo ad affascinare chi fino a oggi si è trovato a pensare soltanto a tablet "costosi".

Secondo le ultime indiscrezioni, la sorpresa Amazon si dovrebbe chiamare "Kindle Fire" e dovrebbe arrivare sul mercato la seconda settimana di novembre accanto ai Kindle con schermo eInk bianco e nero.

La presentazione ci sarà il 28 di questo mese a New York: il Fire dovrebbe essere un tablet da 7 pollici simile al BlackBerry PlayBook e le prime impressioni in anteprima sembrano positive, sia per i contenuti su cui può contare Amazon, sia per come ha lavorato su Android per adattarlo al suo prodotto.

Per quanto riguarda i contenuti, infatti, oltre al bookstore Kindle può contare sull'app store già messo a disposizione sui dispositivi Android, sul servizio MP3 e su un accordo dell'ultimo minuto con Fox per portare sul suo servizio di streaming video film e programmi televisivi. Infine, a quanto pare i primi editori sarebbero già saliti a bordo per proporre le proprie riviste ai futuri clienti del tablet Amazon.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia E-reader, un mercato incandescente
Ordina
  • ma isomma... dei lettori poco importa... questi articoli sono solo marchette che incentivano stupide mode consumiste e inquinamento elettronico

    volete parlare di qualcosa di VERAMENTE IMPORTANTE per le persone, per il futuro della conoscenza dell'umanità, della libertà di espressione, della libera circolazione delle idee e dei saperi?

    allora parlate dei FORMATI ebook e non dei lettori...

    e dite che ci stanno condizionando (per imporci di fatto) dei formati NON LIBERI e pure bloccati da sistemi DRM (con relativo supporto hardware sugli schifosissimi lettori blindati di cui tanto si parla)... e fate capire alla gente che tutto questo è pericolosissimo per la libertà e che occorre RIBELLARSI!!!
    non+autenticato
  • si,vero.

    ma..intanto Kindle regna sovrano.
    non+autenticato
  • Eehhh parole di TROPPO BUON SENSO le Tue,
    e come tutte quelle che lo sono, esse
    saranno destinate a rimanere solo tali,
    ovvero Solo parole!
    Comunque l'importante è parlarne.
    Difatti è propio questo il motivo per
    cui tutti si guardano bene dal farlo.
  • Non basta rifornirsi di libri in formati liberi, pur comprando un lettore che supporta il DRM e, ovviamente, i formati chiusi del produttore del reader?
    non+autenticato
  • - Scritto da: iii
    > Non basta rifornirsi di libri in formati liberi,
    > pur comprando un lettore che supporta il DRM e,
    > ovviamente, i formati chiusi del produttore del
    > reader?

    dipende da cosa può fare il venditore con il tuo reader. Personalmente preferisco non prendere lettori "brandizzati" da qualche rivenditore di libri.
  • - Scritto da: say no
    > ma isomma... dei lettori poco importa... questi
    > articoli sono solo marchette che incentivano
    > stupide mode consumiste e inquinamento
    > elettronico
    >
    > volete parlare di qualcosa di VERAMENTE
    > IMPORTANTE per le persone, per il futuro della
    > conoscenza dell'umanità, della libertà di
    > espressione, della libera circolazione delle idee
    > e dei saperi?
    >
    >
    > allora parlate dei FORMATI ebook e non dei
    > lettori...
    >
    > e dite che ci stanno condizionando (per imporci
    > di fatto) dei formati NON LIBERI e pure bloccati
    > da sistemi DRM (con relativo supporto hardware
    > sugli schifosissimi lettori blindati di cui tanto
    > si parla)... e fate capire alla gente che tutto
    > questo è pericolosissimo per la libertà e che
    > occorre
    > RIBELLARSI!!!

    Basta rifiutarsi di comprare roba col DRM, e rivolgersi al torrente
    Funz
    11967
  • - Scritto da: Funz
    > Basta rifiutarsi di comprare roba col DRM, e
    > rivolgersi al
    > torrente

    Ecco un business, quello degli ebook readers che distruggerà la vendita al dettaglio di libri, quindi falcerà posti di lavoro. In realtà falcerà anche gli utili delle case editrici, ma se non servono a generare posti di lavoro non mi interessano.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: say no
    > > ma isomma... dei lettori poco importa...
    > questi
    > > articoli sono solo marchette che incentivano
    > > stupide mode consumiste e inquinamento
    > > elettronico
    > >
    > > volete parlare di qualcosa di VERAMENTE
    > > IMPORTANTE per le persone, per il futuro
    > della
    > > conoscenza dell'umanità, della libertà di
    > > espressione, della libera circolazione delle
    > idee
    > > e dei saperi?
    > >
    > >
    > > allora parlate dei FORMATI ebook e non dei
    > > lettori...
    > >
    > > e dite che ci stanno condizionando (per
    > imporci
    > > di fatto) dei formati NON LIBERI e pure
    > bloccati
    > > da sistemi DRM (con relativo supporto
    > hardware
    > > sugli schifosissimi lettori blindati di cui
    > tanto
    > > si parla)... e fate capire alla gente che
    > tutto
    > > questo è pericolosissimo per la libertà e che
    > > occorre
    > > RIBELLARSI!!!
    >
    > Basta rifiutarsi di comprare roba col DRM, e
    > rivolgersi al
    > torrente

    Ah, ecco, come si suol dire "abbeverarsi alla fonte"A bocca aperta