Mauro Vecchio

Kuwait, liberato il dissidente cinguettante

Dopo tre mesi di prigione, il cittadino Nasser Abul Ŕ stato liberato dalle autoritÓ del Golfo. Aveva criticato su Twitter il governo del Bahrain. Mentre in Arabia Saudita Ŕ stata prosciolta la donna che guidava troppo

Roma - Era stato arrestato nello scorso giugno, accusato di aver criticato il governo del Bahrain con una serie di cinguettii su Twitter. Dopo tre mesi di prigione, il cittadino arabo Nasser Abul è stato liberato dalle autorità del Kuwait, annoverate tra le più liberali negli stati del Golfo.

Abul ha così trascorso circa 90 giorni chiuso in cella, dopo aver sottolineato come il suo account su Twitter fosse finito nelle mani di misteriosi hacker. Da lì, le presunte offese al governo del Bahrain e all'intera famiglia reale saudita.

Nel frattempo, in terra saudita, il re Abdullah ha deciso di revocare le 10 frustate imposte ad una donna accusata di aver guidato sulle strade del regno. Ad annunciarlo è stato un altro cinguettio della principessa Ameerah.
Come noto, Shaima Jastaina era stata condannata per aver guidato senza autorizzazione da parte dei reali sauditi. Il movimento social Women2Drive aveva invitato tutte le donne in possesso di patente a raccogliersi al volante in segno di protesta. Pubblicando online foto e video da far circolare in giro per il mondo.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàKuwait, vietate le reflexUna legge promulgata da tre ministeri vieta l'uso delle fotocamere digitali di tipo SLR, con l'eccezione dei giornalisti accreditati. Nessuna motivazione fornita da parte delle autoritÓ
  • AttualitàArabia Saudita, una patente per il Web?Indiscrezioni circa una misura del governo saudita per controllare le manifestazioni del pensiero online. Per il momento il ministro competente parla di "licenza volontaria", obbligo solo per le testate giornalistiche online
1 Commenti alla Notizia Kuwait, liberato il dissidente cinguettante
Ordina