Bye bye Linux 2.5

UPDATE ORE 12.00 - Linus Torvalds rilascia l'ultima release dell'attuale ramo di sviluppo del kernel, il 2.5.x, preparando il terreno all'arrivo della versione 2.6. Comunità in fermento

Roma - È con un fremito d'eccitazione che lo scorso giovedì la comunità di utenti e di sviluppatori di Linux ha accolto l'annuncio, da parte di Linus Torvalds, del rilascio del kernel 2.5.75, ultima release del ramo di sviluppo non stabile e ultima tappa verso il rilascio, previsto entro pochi giorni, della prima versione di test (contraddistinta dal prefisso "pre") dell'attesissimo kernel 2.6.

"Ok. È lui. Noi (Andrew e me) stiamo per dare inizio alla serie "pre-2.6", dove inserire nuove patch sarà molto più complesso", ha scritto Torvalds in un messaggio inviato sulla Kernel Mailing List.

L'Andrew citato da Torvalds è, come si è appreso recentemente, Andrew Morton, colui che coordinerà lo sviluppo del nuovo ramo 2.6 e che presto affiancherà il papà di Linux nello staff dell'Open Source Development Lab (OSDL). Nel momento in cui Morton prenderà le redini dello sviluppo del kernel 2.6, Torvalds sposterà la propria attenzione sul futuro ramo di testing, il 2.7.
Da questo punto in avanti lo sviluppo di nuove versioni 2.5.x è bloccata e la fase di testing proseguirà con le pre-release del kernel 2.6. Per il rilascio della versione 2.6.0 finale Torvalds ha suggerito, la scorsa settimana, che ci vorranno ancora pochi mesi: questo significa che il nuovo kernel vedrà la luce entro la fine dell'anno, probabilmente nel mezzo dell'autunno. Perché il kernel 2.6 cominci a diffondersi e venga adottato dall'industria dovranno passare ancora diversi mesi: IBM, ad esempio, ne ha pianificato l'adozione durante la prima metà del 2004.

Come noto, la versione 2.5, e più in generale tutte quelle che hanno come seconda cifra un numero dispari, sono release che appartengono a rami di sviluppo dove vengono sperimentate e testate nuove funzionalità e tecnologie, le stesse che nella maggior parte dei casi entrano poi a far parte del prossimo ramo di sviluppo stabile del kernel: in questo caso il 2.6.

Ad oggi sono passati due anni e mezzo dal rilascio della prima versione del kernel 2.4, un arco di tempo che è servito alla comunità di sviluppatori di Linux per aggiungere diverse nuove funzionalità, la maggior parte delle quali sul lato server, e per migliorare quelle esistenti, come la memoria virtuale, lo stack di rete, il supporto ai volumi logici e l'I/O asincrono.

Update (ore 12,00): in questo messaggio Torvalds ha oggi annunciato il rilascio della prima versione di test del kernel 2.6, denominata 2.6.0-test1.

"Una delle differenze con il kernel 2.4.0 - ha scritto Torvalds - è che mentre quest'ultimo ha richiesto circa 7 mesi dalla pre1 al rilascio della release finale, spero (e credo) che con l'attuale 2.6.0 avremo meno problemi da affrontare. Tuttavia dovremo ovviamente rilasciare alcune release di test prima della cosa vera".

Torvalds si augura che i maggiori vendor di Linux "comincino ad offrire le versioni di test del kernel come installazione alternativa, e fare cose come l'aggiornamento delle macchine interne, così che quando il vero 2.6.0 arriverà, saremo tutti a posto".
30 Commenti alla Notizia Bye bye Linux 2.5
Ordina
  • ... e bravi i lamer linari... Ogni tanto però provate a lavorare... guardate che non è poi così male, a volte si guadagna pure !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... e bravi i lamer linari... Ogni tanto
    > però provate a lavorare... guardate che non
    > è poi così male, a volte si guadagna pure !

    Forse ti sei svegliato oggi dagli anni 70, nei quali sei stato congelato.

    Beh, ti aggiorno sulla situazione : siamo nell'anno 2003 e linux e' usato nei piu' disparati settori ed il suo utilizzo e' in forte crescita.

    Ergo c'e' un sacco di gente che lavora con Linux e che guadagna abbastanza bene, ma soprattutto di notte dorme tranquilla perche' sa che il cliente non ti telefonera' il giorno dopo dicendoti che un virus gli ha distrutto tutto o che il sistema ha iniziato a cioccare...


  • Ma piantala.. senti da che pulpito viene la predica : voi winari avete il 99% delle installazioni tarocche Sorride.
    Noi facciamo lo sforzo di andare a lavorare,tu fai quello di non rubare
    non+autenticato
  • > ... e bravi i lamer linari...
    >
    Tralasciamo il *TROLL DETECTED*...

    > Ogni tanto però provate a lavorare...
    >
    Beh mi sembra che per sviluppare un kernel non basta stare con le mani in mano !!!

    > guardate che non è poi così male, a volte si guadagna pure !
    >
    Leggetevi qualche documento, plz:
    http://www.gnu.org/philosophy/software-libre-comme...


    BrUtE AiD
    non+autenticato
  • un altro winztech che non avendo le basi necessarie non e' in grado di trasferire il suo settore di azione da win a lin e quindi ha una paura folle di perdere il prprio lavoro.

    un consiglio: STUDIA e tieniti aggioranto, se no: A CASA
    non+autenticato
  • Ma a che serve che Linus Torvalds passi
    al 2.7 quando non hanno ancora messo
    a posto il 2.6? Secondo me e' totalmente
    inutile. Visto che è colui che conosce meglio
    il kernel sarebbe il caso che si occupasse
    in prima persona del 2.6 invece di demandare...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma a che serve che Linus Torvalds passi
    > al 2.7 quando non hanno ancora messo
    > a posto il 2.6? Secondo me e' totalmente
    > inutile. Visto che è colui che conosce meglio
    > il kernel sarebbe il caso che si occupasse
    > in prima persona del 2.6 invece di
    > demandare...

    Infatti hanno scritto una cazzata.

    I lavori sul 2.7 avranno inizio quando il 2.5 sara' ragionevolmente stabile.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ma a che serve che Linus Torvalds passi
    > > al 2.7 quando non hanno ancora messo
    > > a posto il 2.6? Secondo me e' totalmente
    > > inutile. Visto che è colui che conosce
    > meglio
    > > il kernel sarebbe il caso che si occupasse
    > > in prima persona del 2.6 invece di
    > > demandare...
    >
    > Infatti hanno scritto una cazzata.
    >
    > I lavori sul 2.7 avranno inizio quando il
    > 2.5 sara' ragionevolmente stabile.

    Un altra cazzata questa....il 2.5 diventerà il ramo STABILE 2.6 che verrà passato nello sviluppo al tizio nominato nell'articolo,contemporaneamente Linus si occuperà delle prime alpha del 2.7.
    Questo perchè chi conosce bene il kernel (non soltanto lui tra l'altro) è più richiesto nello sviluppo dei nuovi kernel piuttosto che nell'evoluzione/fixing dei kernel già dichiarati stabili e che gli altri esperti possono agevolmente gestire.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > I lavori sul 2.7 avranno inizio quando il
    > > 2.5 sara' ragionevolmente stabile.
    >
    > Un altra cazzata questa....il 2.5 diventerà
    > il ramo STABILE 2.6 che verrà passato nello
    > sviluppo al tizio nominato
    > nell'articolo,contemporaneamente Linus si
    > occuperà delle prime alpha del 2.7.

    Beh, si vede quanto sei un conoscitore del kernel dal fatto che scrivi "il tizio nominato nell'articolo" riferendoti ad Andrew Morton...

    Comunque prima che sia _veramente_ stabile ci vorranno svariate release sucessive e fino a quando Linus non lo riterra' _veramente_ stabile non ci sara' nessun 2.7

    Come e' sempre stato.

    Prima di dire agli altri che hanno detto delle cazzate, almeno informati su cosa stai parlando.

    non+autenticato
  • Aggiungo una precisazione, nel caso il tizio non capisse...

    > Comunque prima che sia _veramente_ stabile
    > ci vorranno svariate release sucessive e
    > fino a quando Linus non lo riterra'
    > _veramente_ stabile non ci sara' nessun 2.7

    qui intendo "prima che il 2.6.x" sia _veramente_ stabile ecc...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Aggiungo una precisazione, nel caso il tizio
    > non capisse...
    >
    > > Comunque prima che sia _veramente_ stabile
    > > ci vorranno svariate release sucessive e
    > > fino a quando Linus non lo riterra'
    > > _veramente_ stabile non ci sara' nessun
    > 2.7
    >
    > qui intendo "prima che il 2.6.x" sia
    > _veramente_ stabile ecc...


    Vedo che continui ad attaccarti ai nomi e alla grammatica....quando avremo un argomentazione decente?
    non+autenticato

  • >
    > Beh, si vede quanto sei un conoscitore del
    > kernel dal fatto che scrivi "il tizio
    > nominato nell'articolo" riferendoti ad
    > Andrew Morton...

    Ah ecco...la conoscenza dei kernel si basa su quanto tu possa ricordarti un nome mentre scrivi un post.
    Questo la dice lunga su cosa si basa la tua conoscenza: le chiacchiere da bar.


    >
    >
    > Prima di dire agli altri che hanno detto
    > delle cazzate, almeno informati su cosa stai
    > parlando.
    >

    Il fatto che io abbia scritto la pura e semplice verità su come vanno le cose nello sviluppo del kernel ,cosa su cui tu hai PIENAMENTE convenuto, ti fa capire che sono oltremodo informato sulla questione.
    Fai il piacere..non contraddirti oltre aumentando la tua pessima figura di bastian contrario.
    Next time scrivi solo se hai qualcosa da dire...non la solita diatriba tipo "hai dimenticato le virgole,hai scritto il nome non corretto" che solo i ragazzini di 13 anni utilizzano..
    non+autenticato
  • > I lavori sul 2.7 avranno inizio quando il
    > 2.5 sara' ragionevolmente stabile.
    ???
    i kernel dispari sono sperimentali, quando sono "ragionevolmente stabili" prendono il successivo numero pari, il 2.5 quando sarà finita la fase sperimentale diventerà il 2.6 e lo sviluppo del kernel sperimentale 2.5 sarà chiuso PERCHE' sarà aperto quello del 2.7; in pratica il 2.6 sarà quello per le macchine di produzione, il 2.7 quello per sviluppatori per arrivare al 2.8; le patch del 2.6 potranno passare anche al 2.7 a meno che le funzionalità che vanno a patchare non siano state già modificate in modo da rendere inutile la patch, viceversa, alcune innovazioni del kernel sperimentale potrebbero, se lo si ritiene importante, essere integrate in quello di produzione. Al rilascio del 2.6 non vengono più fatte modifiche al kernel sperimentale che lo ha prodotto (2.5), solo patch per il kernel pari (per macchine di produzione), quindi ciò che dice l'articolo è fondamentalmente esatto, la ricerca su nuove funzioni, dopo il rilascio del 2.6, sarà fatta sul 2.7, che partirà dal kernel 2.6 ma che subirà continui stravolgimenti, quindi non avrebbe più di tanto senso aspettare le prime patch per 2.6 fino a che non sia "ragionevolmente stabile" in quanto potrebbero benissimo applicarsi a funzioni modificate nel 2.7; questo lavoro di vaglio è più razionale farlo sulla 2.5 prima del rilascio della 2.6, sulle funzioni che effettivamente avrà il 2.6
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > I lavori sul 2.7 avranno inizio quando il
    > > 2.5 sara' ragionevolmente stabile.
    > ???
    > i kernel dispari sono sperimentali, quando
    > sono "ragionevolmente stabili" prendono il
    > successivo numero pari, il 2.5 quando sarà
    > finita la fase sperimentale diventerà il 2.6
    > e lo sviluppo del kernel sperimentale 2.5
    > sarà chiuso PERCHE' sarà aperto quello del
    > 2.7;

    Beh, si vede che non hai _mai_ seguito lo sviluppo del kernel linux perche' questo non e' _mai_ successo nella storia.

    Il nuovo kernel di sviluppo si apre dopo un bel po che il kernel corrente e' stato dichiarato stabile ed e' stato stabilizzato veramente.

    Ora mi hai veramente annoiato con le tue cazzate. Vai a vedere come e' stato lo sviluppo degli altri kernel e poi ne riparliamo.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma a che serve che Linus Torvalds passi
    > al 2.7 quando non hanno ancora messo
    > a posto il 2.6? Secondo me e' totalmente
    > inutile. Visto che è colui che conosce meglio
    > il kernel sarebbe il caso che si occupasse
    > in prima persona del 2.6 invece di
    > demandare...

    Ma se anche fosse?
    Pensi di poter insegnare a Torvalds il metodo per sviluppare il kernel?
    non+autenticato
  • si !!
    non+autenticato
  • 2003 > 2.6
    ed è inutile che il moderatore sposti i messaggi la realtà tanto rimane!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 2003 > 2.6
    > ed è inutile che il moderatore sposti i
    > messaggi la realtà tanto rimane!

    guarda che 2.6 sta per 2600 Sorride
    non+autenticato
  • C'e' qualcuno che sa gia' quali pacchetti bisogna aggiornare per provare il 2.6-preX? Intendo modutils, glibc et simili...

    Magari partendo da una RH9...

    Ciao Fan Linux
    non+autenticato
  • Io ho la suse 8.2
    ma non ho aggiornato nulla...

    ho preso i sorgenti, li ho compilati (e questa è la fase più critica... devi sapere bene cosa vuoi prima di fare "make xconfig") e li ho fatti vedere a grub.
    Quindi ho riavviato.
    non+autenticato
  • Ottimo,

    allora anche i semplici utenti posso cominciare a contribuire... saranno solo bug-report ma ognuno fa quello che può!

    Tnx

    - Scritto da: Anonimo
    > Io ho la suse 8.2
    > ma non ho aggiornato nulla...
    >
    > ho preso i sorgenti, li ho compilati (e
    > questa è la fase più critica... devi sapere
    > bene cosa vuoi prima di fare "make xconfig")
    > e li ho fatti vedere a grub.
    > Quindi ho riavviato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > C'e' qualcuno che sa gia' quali pacchetti
    > bisogna aggiornare per provare il 2.6-preX?
    > Intendo modutils, glibc et simili...

    trovi tutto, come sempre, nel file Documentation/Changes

    Ciao.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)